DIRETTA / Aek Atene Venezia (84-64) streaming video e tv: risultato finale! (basket Champions League)

- Mauro Mantegazza

Diretta Aek Atene Venezia: streaming video e tv, orario, risultato live. In Champions League di basket trasferta greca per la Reyer (oggi 20 dicembre)

Haynes_Venezia_lapresse_2017
Diretta Venezia Groningen (LaPresse)

DIRETTA AEK ATENE VENEZIA (84-64): FINE ULTIMO QUARTO

Doppia sostituzione per la Reyer a inizio ultimo quarto: entrano Cerella e Watt, escono Johnson e Peric. Il numero 50 di Venezia, Watt, realizza i primi due punti del quarto periodo. Sakota risponde conquistando due tentativi dalla lunetta: ne realizza però soltanto uno. La gara vive una fase di stasi. I padroni di casa provano a gestire il vantaggio mentre la Reyer non è proprio in giornata. Troppi palloni regalati, troppe scelte errate da parte dei campioni d’Italia. Orelik accorcia dopo una mini-serie dell’Aek. Il passivo resta incolmabile: 20 punti. Mavroeidis intanto torna a segnare con massima precisione. Tante sostituzioni intanto da una parte e dall’altra. Nel finale di gara i due reparti offensivi attaccano senza troppe pretese. Il risultato finale è di 84-64.

FINE TERZO QUARTO

Il terzo periodo di gara inizia con numerose sostituzioni sia da una parte che dall’altra. Tra le fila di Venezia entrano Haynes e Johnson al posto di Bolpin e Cerella. Johnson si mette subito in mostra con una tripla ma subito dopo ecco servita la pronta risposta di James. Risultato parziale 44-40. I soliti noti, Mavroeidis e Green, riallargano il distacco. Peric prova a tenere a galla i veneti ma il solco sembra ormai segnato. L’Aek trova infatti con maggior facilità il tiro in area, mostrando maggior aggressività, anche sulle seconde palle. Green sfodera una tripla e Harris schiaccia. I greci prendono il largo: 57-44. Venezia sembra impassibile: in fase di possesso i lagunari si mostrano imprecisi e intimoriti. I padroni di casa ne approfittano aumentando notevolmente il vantaggio, compiendo così quello che probabilmente è lo scatto decisivo verso la vittoria. Risultato a 10 minuti dalla fine: 70-48.

FINE SECONDO QUARTO

I due tecnici all’alba di questo secondo quarto provano a rigenerare i loro uomini proponendo numerose sostituzioni. I primi due, anzi tre, punti sono realizzati dall’Aek. Ci pensa Green con una bella tripla da fuori area. Peric accorcia poco dopo ma i greci rispondono subito annullando la reazione avversaria. Sakota insacca per il 22-13. Green guadagna e trasforma un tiro libero. Poco dopo l’asso dell’Aek trova lo spiraglio per concludere al meglio dal cuore dell’area. Altra azione rapida ed efficace dei padroni di casa. Orelik prova a rivitalizzare i veneti con una tripla ma in fase difensiva Venezia questa sera lascia molto a desiderare. I greci entrano con troppa facilità in area veneziana. Barlow porta il risultato sul 35-20. Peric ancora una volta prova a rendere meno amaro il passivo. Johnson risponde con una tripla fulminante. Nel finale Venezia cresce e si rifà sotto. Biligha e Haynes concretizzano sotto canestro. Fine primo tempo sul 42-37.

FINE PRIMO QUARTO

Venezia punge subito. Watt conquista due tiri liberi dalla lunetta ma ne realizza uno solo. L’Aek risponde con Mavroeidis: 3-1. Entrambe le squadre propongono in questa prima fase di gara un’ottima intensità, il gioco è molto fisico. Mavroeidis ci prende gusto e realizza il suo quinto personale in appena due minuti. Venezia reagisce bene. Cerella e Watt trovano il pareggio e subito dopo Haynes riporta avanti l’Umana Reyer. I greci però trovano ancora una volta il loro giocatore simbolo in giornata di grazia. Mavroeidis è incontenibile e realizza ancora altri 4 punti. Larentzakis porta sul 15-9 il parziale. Nella seconda metà del primo quarto gli ospiti ci provano spesso da fuori area ma senza risultati. Peric accorcia ma Green riporta a 6 i punti di distacco. Il primo quarto si chiude sul 17-11.

PALLA A DUE

Ormai imminente la palla a due di Aek Atene Venezia, andiamo a conoscere un po’ meglio la formazione greca che oggi sfida la Reyer in Champions League. Fondata nel 1924, l’Aek Atene è una società polisportiva, una delle più importanti in Grecia anche se patisce il confronto con le due superpotenze cittadine Panathinaikos ed Olympiakos, con una bacheca meno ricca sia a livello calcistico sia nel basket. Sono numeri comunque di assoluto rispetto: concentrandoci naturalmente adesso sulla squadra di pallacanestro, ecco che l’Aek Atene ha vinto ben otto campionati nazionali e tre Coppe di Grecia, successi ai quali aggiungere le due Coppe delle Coppe che danno un tocco di prestigio internazionale. Certo, l’ultimo momento di gloria risale ad inizio millennio, quando l’Aek in tre stagioni fra il 2000 e il 2002 vinse un campionato, due Coppe di Grecia e una Coppa delle Coppe. Da allora più nulla, ma resta una delle migliori realtà del sempre fortissimo basket ellenico. Adesso però è giunto il momento di pensare solamente all’attualità, perché l’attesa partita Aek Atene Venezia sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: DOVE VEDERE LA PARTITA DI BASKET (CHAMPIONS LEAGUE)

La partita della Champions League di basket tra Aek Atene e Venezia non sarà visibile in diretta tv, ma sarà trasmessa in diretta streaming video da Eurosport Player, il servizio a pagamento raggiungibile dal portale it.eurosport.com che da quest’anno è la “casa” del basket italiano e internazionale. Da segnalare gli aggiornamenti live che saranno disponibili per tutti sul sito ufficiale http://www.championsleague.basketball/, che metterà a disposizione una schermata azione per azione con punteggio e statistiche.

PARLA DE RAFFAELE

In avvicinamento ad Aek Atene Venezia, facciamo però adesso un passo indietro andando a rileggere alcune dichiarazioni rilasciate dal coach Walter De Raffaele al termine della partita persa dalla Reyer domenica in campionato sul campo della capolista Brescia. Una sconfitta pesante per Venezia, che ha accusato un passivo di ben 19 punti in terra lombarda: “Abbiamo seguito il piano partita per 33 minuti, poi ci siamo disuniti quando loro sono cresciuti negli uno contro uno”. Fatti i doverosi complimenti a Brescia che “è prima e c’è un perché”, De Raffaele non ha negato le difficoltà di questo periodo per i campioni d’Italia in carica: “Siamo in una situazione difficile a causa degli infortuni, ora giù la testa e lavorare”. Già oggi ad Atene vedremo dunque quale sarà la risposta della squadra in una trasferta che sarà molto importante per il cammino di Venezia in Champions League. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Aek Atene Venezia si gioca questa sera, mercoledì 20 dicembre 2017: palla a due in programma alle ore 20.30 italiane (le 21.30 locali) presso l’OAKA Olympic Indoor Hall di Atene, che ospita la sfida fra due squadre espressione di città certamente fra le più belle del mondo. La partita è valida per la nona giornata della Basketball Champions League, seconda sfida del girone di ritorno della competizione europea. Prima di questo turno la classifica del Gruppo C è molto favorevole per Venezia, che fa parte del quartetto di squadre al primo posto con cinque vittorie e tre sconfitte. Questo però ci dimostra chiaramente come l’equilibrio sia grande in un girone incertissimo, dove almeno sette squadre sperano ancora di entrare fra le prime quattro. Ricordiamo infatti che il regolamento della Champions League prevede che, al termine di questa prima fase a gironi, le prime quattro squadre di ogni gruppo accederanno alle Last 32, mentre quinte e seste scivoleranno in Europe Cup, settima e ottava invece vedranno finire la loro stagione internazionale. L’Aek Atene è quinto ma con appena una vittoria in meno delle quattro squadre che la precedono: facile capire come i greci daranno tutto per vincere una partita che dirà molto sul futuro europeo di Venezia.

LA SITUAZIONE

In Champions League ci sono ancora ben sei partite da giocare: Venezia come abbiamo detto al momento sarebbe qualificata, ma la situazione è estremamente fluida e ogni partita potrebbe fare la differenza, fin da quella odierna. Vincendo, la Reyer resterebbe prima e allontanerebbe in modo significativo una pericolosa inseguitrice, ma perdendo tutto si farebbe molto più complicato. In Champions League dunque siamo già a un importante snodo della stagione, mentre in campionato la sconfitta di domenica sera sul campo della capolista Brescia conferma qualche difficoltà per i campioni d’Italia in carica, che certamente pagano anche il doppio impegno e le aspettative che sono più alte per chi porta lo scudetto sul petto. In Serie A Venezia è in piena zona playoff, fa parte di un terzetto di squadre al quarto posto con sette vittorie e quattro sconfitte: il bilancio di certo non è negativo, ma il -19 subito dalla Leonessa ha fatto male alla Umana, che deve dunque cercare l’immediato riscatto, possibilmente con una vittoria che permetterebbe di avvicinare in modo sensibile la qualificazione alle Last 32 di Champions League.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori