DIRETTA / Sassari Brindisi (risultato finale 90-66) streaming video e tv (9^ giornata)

- Claudio Franceschini

Diretta Sassari Brindisi: streaming video Rai.tv, orario e risultato live. Nona giornata in Serie A1 di basket: la Dinamo ospita la Happy Casa dopo la sosta per gli impegni delle nazionali

Bamforth_Sassari_basket_lapresse_2017
Diretta Sassari Pesaro, basket Serie A1 12^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA SASSARI BRINDISI (RISULTATO FINALE 90-66)

Sassari Brindisi 90-66: il risultato finale del posticipo della Serie A di basket certifica una vittoria che al PalaSerradimigni a dire il vero nessuno aveva mai messo in dubbio per i padroni di casa del Banco di Sardegna Sassari, che ha letteralmente dominato l’incontro con la Happy Casa Brindisi fin dal primo quarto, chiuso sul 30-9. Nel secondo e nel terzo quarto poi il margine di vantaggio dei sardi è ulteriormente cresciuto e di conseguenza gli ultimi 10 minuti sono stati di fatto un’amichevole, che è servita a Brindisi giusto per salvare l’onore aggiudicandosi il parziale per 23-28 e di toccare una dignitosa quota 66 come punti segnati, anche se restando lontanissima da Sassari che è arrivata a 90, numero mai banale. A livello individuale per il Banco di Sardegna Sassari abbiamo avuto ben cinque giocatori in doppia cifra, fra cui il top scorer della serata Achille Polonara a quota 14 punti, mentre per Brindisi ci sono quattro giocatori in doppia cifra, ma sono statistiche onestamente migliorate in quello che gli americani definirebbero in modo efficace ‘garage time’. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA SASSARI BRINDISI (67-38 al 30′)

Sassari Brindisi 67-38: il terzo quarto non ha mutato aspetto al risultato del posticipo della Serie A di basket al PalaSerradimigni, di conseguenza il Banco di Sardegna Sassari padrone di casa continua ad avere in mano l’incontro con la Happy Casa Brindisi. Certo, i pugliesi hanno giocato secondo e terzo quarto sostanzialmente alla pari con Sassari, ma i 21 punti di vantaggio accumulati dalla Dinamo nel corso dei dieci minuti iniziali continuano a fare la differenza, in modo sempre più pesante quanto più ci avviciniamo alla fine. Anzi, ad essere precisi il vantaggio di Sassari è ulteriormente aumentato, dal momento che il parziale di questo terzo quarto è stato di 24-18 in favore del Banco di Sardegna, che di conseguenza ha aggiunto altre sei lunghezze ad un vantaggio che adesso tocca il + 29. L’ultimo quarto onestamente dovrebbe essere pura accademia e un’occasione per migliorare le varie statistiche individuali, dove continua a brillare Polonara, che con 14 punti al proprio attivo è sempre il migliore marcatore della partita. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA SASSARI BRINDISI (43-20 al 20′)

Sassari Brindisi 43-20: quando siamo giunti all’intervallo lungo al PalaSerradimigni, il risultato del posticipo della Serie A di basket continua a mostrare un netto dominio del Banco di Sardegna Sassari padrone di casa sugli ospiti pugliesi della Happy Casa Brindisi. Il parziale del secondo quarto è stato di 13-11 per Sassari, niente di paragonabile al 30-9 dei primi dieci minuti, tuttavia questo significa altri due punti in più di differenza in favore della Dinamo, che dunque a metà gara ha un vantaggio di ben 23 lunghezze su Brindisi, chiamata dunque ad un tentativo di rimonta che si annuncia sempre più difficile. Polonara, nonostante nel secondo quarto non abbia segnato nemmeno un punto, resta il miglior marcatore della partita con i suoi 10 punti, perché nessun altro giocatore è ancora giunto in doppia cifra; addirittura per Brindisi nessuno è andato oltre i 5 punti messi a referto da Moore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA SASSARI BRINDISI (30-9 al 10′)

Sassari Brindisi 30-9: il risultato al termine del primo quarto del posticipo di prima serata della Serie A di basket ci parla in modo molto chiaro di un incontro fin qui totalmente dominato dal Banco di Sardegna Sassari, per la gioia del pubblico di casa al PalaSerradimigni. In appena dieci minuti ci sono ben 21 punti di differenza, per la Happy Casa Brindisi una partenza a dir poco disastrosa e una partita che rischia di essere già compromessa. Naturalmente con ancora tre quarti da giocare Sassari farebbe un gravissimo errore a pensare di avere già vinto, ma per ora i sardi sono stati praticamente perfetti e possono contare su un vantaggio già enorme. A livello individuale spicca su tutti Polonara, già autore di 10 punti: significa che l’azzurro è già in doppia cifra, ma soprattutto significa che da solo ha finora segnato più di tutta Brindisi. Partita già segnata? Di certo i pugliesi se vogliono sperare dovranno invertire la tendenza già nel secondo quarto… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA SASSARI BRINDISI (0-0)

Siamo arrivati alla palla a due di Sassari Brindisi. Come detto la Happy Casa ha firmato nel corso della sosta Donta Smith, ala che ha appena compiuto 33 anni e che è naturalizzato venezuelano (è nato a Louisville, nel Kentucky, stato in cui si respira basket da mattina a sera). Si tratta di un’ala piccola: il presidente della società aveva espressamente parlato di un 4 o un 5, ma nel corso della presentazione del giocatore il General Manager Alessandro Giuliani ha detto che la sua presenza sarà utile per affiancare Cady Lalanne, dunque per giocare come 4 tattico sfruttando la sua propensione al tiro dal perimetro. Smith ha giocato anche nella NBA: 61 partite con gli Atlanta Hawks tra il 2004 e il 2006, tuttavia senza sfondare. Dopo aver provato la carta dei campionati minori (Cina e Bulgaria) è stato anche in Messico e a Porto Rico prima di trovare finalmente la sua dimensione in Israele: due anni con il Maccabi Haifa (16,1 punti) e due con l’Hapoel Gerusalemme (11,9) vincendo un campionato in ogni piazza. Brindisi lo ha preso dai Piratas de Quebradillas, società di Porto Rico nella quale Smith stava viaggiando a 12 punti a partita; la continuità certamente non è mai stata il suo forte e non ci sono troppe stagioni in contesti competitivi, ma questo giocatore potrebbe comunque fare comodo a Brindisi. Ora però diamo la parola al campo, perchè al PalaSerradimigni le due squadre sono finalmente pronte per scendere in campo. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA DI SERIE A1

Sassari Brindisi verrà trasmessa in diretta tv sulla televisione di stato, ed è la partita che nella nona giornata è in chiaro per tutti: l’appuntamento è su Rai Sport (e ovviamente sul canale correlato Rai Sport +), con la possibilità di seguirla anche su PC, tablet e smartphone visitando il sito www.raiplay.it. Come sempre, la diretta streaming video è disponibile anche sulla piattaforma Eurosport Player, che copre tutto il campionato di basket Serie A1 e per la quale sarà necessario pagare una quota per abbonarsi.

SASSARI BRINDISI, DIRETTA STREAMING SU RAISPORT

CIAO BRIAN

Sassari Brindisi sarà la prima partita che la Happy Casa giocherà senza Brian Randle: dopo aver giocato contro la Virtus Bologna l’americano – era già nei piani – ha salutato commosso tutto il pubblico del PalaPentassuglia dando l’addio al basket giocato. Ritiro che arriva a quasi 33 anni, ma che non è stato deciso “in autonomia”: sulla carriera di Randle hanno infatti pesato tantissimi infortuni e l’ultimo della serie lo ha costretto ad alzare bandiera bianca ancora prima di terminare la stagione. Un peccato: l’ala forte era arrivata a Brindisi per provare a essere protagonista ma, senza nulla togliere al valore della società pugliese, è giocatore di ben altri contesti. La sua carriera si lega indissolubilmente a Israele: è qui che ha sempre giocato, salvo una parentesi in Germania dove, con l’Alba Berlino, ha vinto la coppa nazionale e ha anche giocato in Eurolega. Nel 2014 Randle è arrivato al Maccabi Tel Aviv e, da campione in carica, ha nuovamente disputato l’Eurolega; ha tenuto una media di 12 punti e 5,6 rimbalzi nel suo primo anno, mentre in quello seguente ha leggermente abbassato le sue cifre (8,5 punti e 2,5 rimbalzi) restando comunque un elemento importante della squadra. In precedenza aveva giocato la Eurocup con Apoel Gerusalemme (entrambe le stagioni a 13 punti di media) e Maccabi Haifa (11,9) facendolo anche lo scorso anno con l’Hapoel Gerusalemme di Simone Pianigiani anche se solo per tre partite (7 punti e 2 rimbalzi). Mancherà ovviamente a tutto il mondo del basket, a Brindisi si è dimostrato professionista esemplare dando sempre il massimo pur sapendo che probabilmente non sarebbe durato a lungo. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Sassari Brindisi è il posticipo domenicale di basket Serie A1 2017-2018: partita diretta dagli arbitri Sabetta, Baldini e Calbucci, si gioca alle ore 21:05 di domenica 3 dicembre per la nona giornata. La Dinamo arriva a questa partita con una situazione migliore di classifica: entra nel turno con il sesto posto e il 50% di vittorie, cosa che la proietta in zona Final Eight di Coppa Italia. La Happy Casa ha vinto solo due partite in meno, ma in questo momento fa tutta la differenza del mondo: i pugliesi sono una delle quattro squadre che occupano l’ultima posizione nella graduatoria del campionato. Per il Banco di Sardegna dunque c’è un’altra bella occasione per allungare e rimanere nelle prime posizioni, mentre Brindisi ha assoluto bisogno di una vittoria e in questo momento dà la sensazione di essere, insieme a Pistoia, la squadra più pericolante e dunque una delle due che rischiano maggiormente la retrocessione in Serie A2.

QUI SASSARI

La squadra di Federico Pasquini sta facendo di fatto il campionato che ci si aspettava: il record parla di una realtà che sta bene e che in questo momento è quasi certa di potersi giocare i playoff, come accaduto nelle ultime stagioni. Tuttavia ogni situazione va contestualizzata, e quella del Banco di Sardegna dice che si è verificato un calo prima della sosta. La Dinamo Sassari arrivava dalla bellissima vittoria contro l’Olimpia Milano (+21) e si era portata a un ottimo 3-2 di record; purtroppo ha poi perso male a Cremona, senza mai entrare in partita, e tornata al PalaSerradimigni si è fatta sorprendere da Capo d’Orlando. Dunque segno negativo entrando in questa giornata, parzialmente mitigato dalla bella vittoria di Varese in una gara dominata dall’inizio alla fine; dalle parti della Sardegna la sosta è stata in qualche modo benefica, perchè ha permesso di riordinare le idee. Se guardiamo il cammino verso le Final Eight, la Dinamo giocherà in casa contro Pistoia, Avellino e Trento mentre sarà in trasferta a Brescia, Venezia e Pesaro: calendario non immediato, volendo fare una stima potremmo dire che almeno tre vittorie sono possibili (quattro contando oggi) e dunque il Banco potrebbe chiudere l’andata con otto vinte e sette perse, cosa che – visto l’andamento del campionato – dovrebbe permettere di giocarsi la Coppa Italia. Sul lungo periodo, probabilmente questa squadra avrà bisogno di altro

QUI BRINDISI

Parlando di contestualizzare i momenti, Brindisi è forse una delle squadre più in forma del campionato: almeno questo hanno detto le ultime tre partite, perchè la Happy Casa aveva perso tutte le cinque gare di apertura ma poi al PalaPentassuglia ha messo in fila le vittorie contro Avellino e Virtus Bologna, cioè due delle squadre più quotate nel torneo. In mezzo è arrivata la sconfitta di Pesaro, sul filo di lana: una partita nella quale Brindisi ha lottato ed è anche stata avanti nel punteggio, senza però riuscire a chiudere i conti quando avrebbe potuto. Nella sosta per le nazionali si è verificato un cambiamento nel roster: la società ha rescisso il contratto di Anthony Barber (10,4 punti e 2,9 assist) e ha firmato Donta Smith. Fuori un playmaker e dentro un ala che, almeno stando alle dichiarazioni ufficiali, sarà utile più che altro come 4 da affiancare a Cady Lalanne: il ritorno di Nic Moore, già ottimo nella sua prima partita, aveva ovviamente chiuso le porte a Barber che si è subito accasato a Greensboro nella G-League (la lega di sviluppo della NBA, dove aveva già giocato lo scorso anno) e Smith potrà dare una mano a una squadra che è sì terza per rimbalzi (39) ma anche terza per le carambole che concede agli avversari.

GLI STARTING FIVE

Federico Pasquini ha leggermente mischiato le carte nell’ultima partita, quella di Varese: al fianco di Scott Bamforth (ancora una grande prestazione, 19 punti con il 50% al tiro) il coach ha mandato in campo come al solito William Hatcher, ma ha poi deciso di schierare un quintetto piccolo con Shawn Jones da centro al posto di Darko Planinic (in campo per soli 12 minuti) e Achille Polonara da 4 mandando invece DyShawn Pierre ad agire da ala piccola. Le soluzioni alternative non mancano, anche se verosimilmente Levi Randolph resterà il sesto uomo di riferimento. Per quanto riguarda Brindisi, il dubbio riguarda ovviamente la posizione di Donta Smith: la soluzione più probabile è quella di lanciarlo subito nello starting five al posto di Brian Randle che si è appena ritirato, lasciando invariato il back court nel quale agiranno Nic Moore da playmaker e poi Scott Suggs e Blaz Mesicek che si alternano nei ruoli di guardia e ala piccola.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori