Diretta/Trento Sassari (risultato finale 57-66) info streaming video e tv: vittoria sarda (basket Lega A 2017)

- Carlo Necchi

Diretta Trento Sassari: info streaming video e tv, risultato live. La partita del campionato di basket Lega A è in programma sabato 8 aprile 2017, anticipo della 26^giornata

trento_sassari_basket_lapresse_2016
Diretta Trento Sassari - LaPresse

Successo in trasferta importante (66-57 il risultato finale) per il Banco Sardegna Sassari nell’undicesima giornata della Serie A di basket contro l’Energia Dolomiti Trento. La formazione ospite, dopo un primo tempo conclusosi praticamente in pareggio, è riuscita a venire a capo della sfida andata in scena sul parquet del PalaTrento grazie a due ottimi parziali fra terzo (18-14) e quarto quarto (18-10). Decisivo per la vittoria dei sardi è stato l’apporto di Bell, autore di 20 punti (3/6 da 3pnt), ma importanti sono stati anche gli 11 e i 9 punti messi a segno rispettivamente da Stipcevic e Sacchetti. Nelle fila di Trento, protagonista di un crollo nella seconda metà di gara, si salvano soprattutto Sutton (16 punti) e Flaccadori (9). Con questo successo Sassari si porta a quota 30 punti in terza posizione a pari merito con Avellino e proprio Trento, che con il match di oggi spreca una ghiotta occasione per allungare. (aggiornamento di Dario D’Angelo)

Match tiratissimo al PalaTrento fra l’Energia Dolomiti Trento e Banco Sardegna Sassari, protagoniste della sfida valida per la 26esima giornata del campionato di Serie A di Basket. Quando è da poco iniziato il terzo terzo, le due formazioni sono appaiate sul punteggio di 47 pari. Dopo un primo parziale chiuso sul punteggio di 20 a 15 per la formazione ospite, sono stati i padroni di casa a rimontare lo svantaggio nel secondo quarto (18-10) e a rimettersi in carreggiata, trascinati soprattutto dalle realizzazioni di Sutton, autore fin qui di 11 punti. Per quanto riguarda i sardi bisogna sottolineare la performance di Bell, attualmente top scorer della serata, con 15 punti figli tra l’altro di due tiri andati a segno dalla lunga distanza su un totale di tre tentativi. Quale squadra riuscirà ad avere la meglio? Intensità elevatissima, aggressività su tutti i palloni e attenzione ai particolari: tra Trento e Sassari chi cederà per primo? (aggiornamento di Dario D’Angelo)

Prima delle palla a due fra Dolomiti Energia Trento e Banco di Sardegna Sassari, ricordiamo qualche statistica relativa all’andamento delle due squadre in questo campionato di basket. Come detto il play dell’Aquila Aaron Craft si sta ritagliando un ruolo importante, mettendosi in evidenza in particolare con assist (4,6 di media) e palloni rubati (2, top nel torneo). Anche il suo collega di Sassari, il croato Rok Stipcevic, sta fornendo un ottimo contributo: il trentenne nato a Maribor è il quarto giocatore più preciso ai tiri liberi, con una percentuale dell’84,5%, ed anche un affidabile tiratore da lontano come conferma il 39,7% da oltre l’arco dei 3 punti (56 triple a bersaglio su 141). A livello collettivo, Trento risulta la miglior difesa (73,6 punti per gara) e la squadra che cattura più rimbalzi totali: la media della Dolomiti Energia è di 38,2 (25,4 in difesa, 12,8 in attacco), mentre Sassari in questa graduatoria si trova al penultimo posto con 33,2 rimbalzi per gara. Questa potrebbe essere una chiave di lettura della partita. Dal canto suo la Dinamo eccelle nei tiri liberi, in cui è terza con una percentuale di squadra del 77,7%, ed anche al tiro pesante: anche in questo caso i sardi occupano il terzo posto con il 38,4%. Trento invece è la peggior squadra dalla lunetta, con il 67,5%, e la penultima nelle triple (31,6%): il grande lavoro a rimbalzo dei bianconeri sta compensando le non esaltanti percentuali al tiro. I due top scorer infine sono Filippo Baldi Rossi per Trento (10,4 punti a partita) e David Bell di Sassari (12) (aggiornamento di Carlo Necchi)

Aaron Craft sarà probabilmente uno dei protagonisti dell’anticipo tra Aquila Trento e Dinamo Sassari. In settimana, il playmaker della Dolomiti Energia è intervenuto nel corso del Festival dell’Educazione, giunto all’edizione numero 8, assieme alla pallavolista del Trentino Volley Rosa Silvia Fondriest. Quest’anno Craft si sta distinguendo soprattutto come distributore di gioco, come dimostrano i 4,6 assist serviti a partita che ne fanno il decimo passatore del campionato. Il ventiseienne statunitense ha potuto quindi inserirsi con conginizione di causa nel tema dell’incontro, indicato proprio nel ‘passaggio’. Queste le sue parole: ‘Il passaggio qualcosa che ti viene facile, quasi naturale, perché un assist a un compagno ti rende più felice che un canestro personale’. Craft ha poi raccontato la sua esperienza giovanile, in cui ha avuto modo di cimentarsi anche in altri contesti sportivi: “Facendo il quarterback nel football e la point guard nel basket mi sono abituato fin da ragazzino ad avere responsabilità nell’ambito della squadra, usando il passaggio come strumento per coinvolgere i compagni non solo al fine di migliorare la qualità del nostro gioco, ma anche per tenere tutti coinvolti e provare a crescere assieme”. Craft è anche il miglior ruba palloni della Lega con 2 scippi di media, e ha parlato anche di questo aspetto del suo gioco ricollegandolo ad una mentalità di squadra: “Nulla come la difesa è frutto del lavoro di un gruppo. Io posso permettermi di tentare il recupero solo perché ho la sicurezza di avere dietro di me compagni pronti a coprirmi le spalle, ad aiutare il mio rientro qualora il tentativo di rubare il pallone fallisca. E questo è vero sia sul campo, che nella vita, dove per avere il coraggio di prendere decisioni importanti è necessario avere il sostegno e l’aiuto degli altri. E’ anche per questo che credo sia importante per ciascuno di noi avere il coraggio di fare delle scelte, ma allo stesso tempo ricordarsi che nel decidere quale strada percorrere vanno riservate le dovute attenzioni agli altri”. (aggiornamento di Carlo Necchi)

Sarà diretta dagli arbitri Enrico Sabetta, Maurizio Biggi e Fabrizio Paglialunga: appuntamento al PalaTrento dalle ore 20:45 di sabato 8 aprile 2017, per l’anticipo della 26^giornata di campionato. Una sfida molto interessante che vede di fronte due squadre in lizza per un piazzamento playoff.

Prima della palla a due Trento si trova al quarto posto in classifica con 30 punti, gli stessi di Avellino che ha dalla sua lo scontro diretto del girone d’andata, 28 invece per Sassari che occupa la settima posizione. In casa Dolomiti Energia la situazione è agrodolce: il lato buono della medaglia riguarda i risultati, che stanno premiando la squadra di coach Buscaglia come la migliore del girone di ritorno, in cui ha ottenuto 8 vittorie in 9 partite. L’ultimo successo sul campo dell’Olimpia Milano, che ha perso la sua imbattiblità casalinga, ha confermato l’ottimo stato di forma di Trento che però in un colpo solo ha perso per infortunio due giocatori importanti.

Anzitutto Devyn Marble, che al Forum di Assago è caduto male sul ginocchio destro procurandosi una lesione del legamento crociato anteriore: la sua stagione può quindi considerarsi già finita. Nelle 10 partite disputate dal suo arrivo a gennaio, la ventiquattrenne ala USA si era reso molto utile alla causa bianconera, in termini ci cifre (10,4 punti, 3,2 rimbalzi, 2,1 assist) ma anche con un’ottima efficienza difensiva. L’altro infortunato è Filippo Baldi Rossi, utilissimo nelle rotazioni di coach Buscaglia e lungo dalla spiccata versatilità, come dimostrano le ottime percentuali al tiro (quest’anno 46% da due, 38,1% da tre e 81,4% ai liberi).

Il venticinquenne modenese si è sottoposto ad un intervento per stabilizzare il menisco esterno del ginocchio sinistro, già infortunatosi nella stagione scorsa: per lui stop di 45-60 giorni ed arrivederci ai playoff, nella migliore delle ipotesi. Il GM di Trento Salvatore Trainoti si è rimesso sul mercato alla ricerca di un giocatore comunitario, che sarà annunciato a breve. Contro Sassari invece Maurizio Buscaglia dovrebbe schierare in quintetto Craft, reduce dalla tripla doppia avvicinata a Milano, Flaccadori in posizione di guardia, il portoghese Gomes da ala piccola e la coppia Dominique Sutton-Dustin Hogue a presidiare i tabelloni.

Sassari si presenta al PalaTrento reduce da due vittorie consecutive ed entrambe per un solo punto: al 77-78 strappato sul parquet di Cremona ha fatto seguito il 79-78 con cui la Dinamo ha piegato Brindisi nell’ultimo turno. In cui a trascinare la carretta offensiva è stato David Bell: l’esperto playmaker ha infilato 20 punti tirando 5/10 dalla lunga distanza, mentre il canestro della vittoria è arrivato da Trevor Lacey che nell’ultima azione ha concluso con un coast to coast a fil di sirena. Proprio l’ex Pesaro però si è fatto male ad una mano nella giornata di giovedì, e per questo perderà le ultime partite di stagione regolare.

Tra le ultime due partite di campionato, il Banco di Sardegna ha subito l’eliminazione dai quarti di finale della neonata Champions League, perdendo entrambe le sfide contro i francesi del Monaco. Per la trasferta di Trento non ci sono altri problemi d’infermeria: il pivot Gani Lawal e il play Rok Stipcevic hanno smaltito i rispettivi acciacchi e sono regolarmente a disposizione di coach Federico Pasquini. Che dovrebbe proporre uno starting five con Bell a menare le danze, Josh Carter guardia tiratrice, Devecchi e Brian Sacchetti nei ruoli di ala e il lituano Lydeka da pivot. Pronti a dar manforte dalla panchina i vari David Lighty (ex di turno), Dusko Savanovic e Lawal.

La partita di basket tra Dolomiti Energia Trento e Banco di Sardegna Sassari sarà trasmessa in diretta tv da Sky sul canale Sport 3 HD, il numero 203: telecronaca dalle ore 20:45. I clienti Sky abbonati al pacchetto Sport potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone. Aggiornamenti in tempo reale sul sito ufficiale www.legabasket.it, che metterà a disposizione una schermata con punteggio e statistiche aggiornate azione per azione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori