DIRETTA / Trento-Virtus Bologna (78-74) streaming video e tv: risultato finale. Che partita! (basket Lega A)

- Carlo Necchi

Diretta Trento-Virtus Bologna: info streaming video e tv, orario, risultato live. La partita di basket Lega A si gioca sabato 30 settembre 2017 al Pala Trento, palla a due ore 20:45

Buscaglia Trento basket
Diretta Reggio Emilia Cremona, basket Serie A1 4^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA TRENTO VIRTUS BOLOGNA (RISULTATO FINALE 78-74): FINE PARTITA

Trento si rialza e prova a riaprire clamorosamente il match. Forray realizza subito una tripla preziosa che porta la serie sul 10-0. Nell’azione seguente Lafayette prova a rispondere ma sbaglia sotto canestro regalando palla agli avversari. La siesta presa dalla Virtus Bologna complica i piani previsti per la fase finale del match. Trento è infatti agguerrita e non molla. Forray risolve un’altra situazione complicata inventandosi un canestro che porta il punteggio sul 58-64. Botta e risposta tra Aradori e Behanan, la partita diventa improvvisamente spettacolare accendendo il pubblico sugli spalti. Tanti palloni persi dalla Virtus che non riesce a esprimersi come vorrebbe. Behanan trova altri 2 punti: 62-66. Gentile si schianta contro la difesa avversaria mentre i compagni iniziano a preoccuparsi anche perchè Sutton trova una giocata vincente in area. Il numero 2 di Trento poco dopo infila una tripla che vale il sorpasso: 67-66. In difesa l’Aquila governa bene e Silins con una tripla manda in delirio il PalaTrento. Gentile ritrova la via del canestro: 70-68. Lafayette firma l’assoluta parità. Shields con un inserimento in area subisce fallo e ottiene due tiri liberi, entrambi trasformati. A soli 28 secondi dalla fine Sutton con coraggio sguscia via in area avversaria e realizza un paio di punti pesanti. Aradori prova a sistemare le cose nei secondi finale ma non basta. Vince Trento.

FINE TERZO QUARTO

Inizio deciso e prorompente dell’Aquila Trento nel terzo quarto. Sutton guida il contropiede approfittando di un’indecisione di Gentile mentre Betinho in area insacca. Si va sul 42-45. Slaughter trova uno spiraglio per Gentile. Bologna può riposare. L’intensità del match cresce parecchio: tanti scontri e molto agonismo in mezzo al campo. Dopo un inizio promettente Trento incontra qualche difficoltà non riuscendo a gestire il ritorno degli avversari. Gentile e il solito Aradori riportano avanti con più di 10 punti Bologna. Lafayette sfrutta benissimo un rimbalzo in area avversaria e la Virtus vola. Time out. Anche in difesa Lafayette fa valere la sua esperienza subendo fallo di sfondamento. Sulla sirena dei 24 il 33enne della Louisiana infila un’altra pesantissima tripla. In questa fase alla Virtus Bologna riesce quasi tutto. Il vantaggio si amplia sempre di più e la convinzione dei giocatori ospiti cresce sempre di più. 

FINE SECONDO QUARTO

Nei primi istanti del secondo quarto Trento propone maggior aggressività in difesa riuscendo a realizzare diversi punti per tornare in partita. Dal -10 di inizio quarto si va al -7. Bologna però non molla. Lafayette realizza un canestro facile in area piccola. Poco dopo Lawson jr. sfodera una tripla d’antologia raccogliendo l’astuto assist di Aradori. La risposta nei tiri da fuori è affidata a Shields. Aradori non ci sta e dopo aver superato proprio Shields sfodera una bomba da 3. A livello atletico la Virtus surclassa gli avversari riuscendo a conservare con forza un vantaggio rassicurante. Tra le fila trentine entra invece Behanan. Il 21 dell’Aquila suona la carica in avanti. Alessandro Gentile sembra accusare un pò di stanchezza regalando un paio di palloni agli avversari, puntuali ad approfittarne in contropiede. Dopo un paio di minuti di astinenza gli ospiti tornano a segnare con il solito Aradori: 14 punti a fine secondo quarto.

FINE PRIMO QUARTO

Aquila Trento in campo con Baldi Rossi, Sutton, Gomes, Shields e Forray. Il quintetto della Virtus Bologna è invece composta da Lafayette, Aradori, Ndoja, Alessandro Gentile e Slaughter. Nei primi minuto di gioco i padroni di casa schiacciano gli avversari portandosi sul 5-1. Ci pensa l’ex Armani Gentile ad accorciare le distanze. Poco dopo Aradori ristabilisce l’equilibrio: 5-5. Il centro del Bologna sfodera poco dopo una tripla inattesa che porta in vantaggio per la prima volta la Virtus. Pietro Aradori chiude un’altra ottima azione un minuto dopo allungando ulteriormente il distacco: 5-11. Time out. Trento si rifà sotto con Forray. Dopo la breve pausa la circolazione di palla dei trentini migliora. Nel frattempo Gentile in avanti è incontenibile. Il fisico e la tecnica del numero 0 della Virtus in questa prima fase di gara sta facendo la differenza. Shields avvicina ulteriormente Trento: 13-15. Prima della fine del primo quarto gli emiliani trovano punti pesanti in contropiede. In questa prima parte del match sono 4 i falli commessi da Trento e 3 da Bologna.

LE DICHIARAZIONI

Si avvicina la palla a due di Trento-Virtus Bologna, anticipo della prima giornata del campionato di basket 2017-2018. Il 22 settembre le V nere hanno perso nel Trofeo Ferrari contro Varese, al termine di una partita condotta nel punteggio per tre quarti abbondanti ma scivolata di mano nel finale (89-85 il punteggio conclusivo). Coach Alessandro Ramagli ha comunque ricavato buone sensazioni dall’amichevole precampionato, sottolineando come la sua squadra abbia condotto le danze -pur senza dominare- per larghi tratti della partita. Di seguito alcune delle valutazioni del tecnico: “Ci sono tanti elementi che determinano una vittoria o una sconfitta, ma certamente in questo momento giocano un ruolo decisivo una componente fisica e una di conoscenza reciproca, che ora come ora è più marginale. Ci mancano ancora quei cinque o sei minuti che in termini di condizione, di lucidità e di conoscenza reciproca possono portarci alla vittoria”. E poi: “La cosa che non possiamo lasciar passare è che nel momento decisivo i tre tuffi su palle vaganti siano stati di Varese, una cosa che non possiamo accettare. Non c’è un solo motivo: ci sono giocatori da rimettere in piedi fisicamente, una conoscenza del gruppo da affinare, altri dettagli su cui lavorare”. (aggiornamento di Carlo Necchi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: DOVE VEDERE LA PARTITA DI BASKET

La partita tra Aquila Trento e Virtus Bologna sarà trasmessa in diretta tv dal canale Eurosport 2, il numero 211 dello Sky Box e 373 di Mediaset Premium: telecronaca dalle ore 20:45. Gli abbonati a Sky e Mediaset premium potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite le rispettive applicazioni SkyGo e PremiumPlay; i non abbonati alle due piattaforme potranno acquistare l’evento su Eurosport Player. Aggiornamenti sul sito internet ufficiale web.legabasket.it, che metterà a disposizione una schermata azione per azione con punteggio e statistiche in tempo reale. 

PARLA BUSCAGLIA

Trento si appresta a sfidare la Virtus Bologna nella prima partita del nuovo campionato di basket. L’aquila ha però già esordito nella nuova stagione perdendo contro l’Olimpia Milano nella semifinale di Supercoppa italiana, disputata sabato scorso. Al termine del match, terminato 74-65 per i lombardi, l’allenatore di Trento Maurizio Buscaglia ha parlato di ‘brutta partita’ da parte dei suoi giocatori attribuendo però anche i giusti meriti agli avversari. Questa l’analisi post gara del coach: “Nel cercare di costruire il gruppo oggi abbiamo spesso perso aggressività ed energia. Sembravamo inseguire noi stessi e non il momento della partita. Ne è risultata una prestazione nel complesso frammentaria: potrei limitarmi a dire che era la prima partita giocata insieme, ma la verità è che avremmo dovuto fare molto più di così. Certe scelte di tiro erano corrette, ma siamo ancora indietro e si è visto”. Buscaglia ha poi affermato di voler lavorare sulla circolazione di palla in attacco e sul perfezionamento del lavoro difensivo. (aggiornamento di Carlo Necchi)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Trento-Virtus Bologna sarà diretta dagli arbitri Carmelo Paternicò, Mark Bartoli e Valerio Grigioni. La partita si gioca al PalaTrento nella serata di sabato 30 settembre 2017, ed apre ufficialmente il campionato di basket Lega A 2017-2018: palla a due alle ore 20:45. Di fronte la Dolomiti Energia Trentino di coach Maurizio Buscaglia, finalista nel torneo 2016-2017, e la neopromossa Segafredo Virtus Bologna che riassaggia la massima categoria dopo un anno di A2.

QUI TRENTO

Per l’ottava stagione consecutiva Maurizio Buscaglia siede sulla panchina dell’Aquila, che dal 2010 ha condotto a risultati straordinari. Nella passata stagione Trento è arrivata ad un passo dal suo primo, storico scudetto: dopo il quarto posto in stagione regolare, la Dolomiti Energia si è sbarazzata di Sassari nei quarti di finale (3-0) e poi ha compiuto una vera impresa eliminando anche l’Olimpia Milano, favorita numero uno per il titolo, nelle semifinali (4-1)- Lo sforzo è stato però pagato nella serie decisiva, in cui una Reyer Venezia più profonda ha avuto la meglio in 6 partite (4-2). In questa nuova stagione Trento spera di mantenersi su alti livelli in campo nazionale, compito non semplice anche perché l’Aquila dovrà sostenere il doppio fronte campionato-Eurocup; le avversarie nel gruppo D della coppa saranno gli spagnoli del Gran Canaria, i russi dello Zenit, i turchi del Tomas, i tedeschi dell’Ulm e i francesi dell’Asvel (si qualificheranno le prime 4 in classifica). Nel week-end scorso intanto la Dolomiti Energia ha fatto il suo debutto ufficiale, perdendo per 74-65 la semifinale di Supercoppa contro l’Olimpia Milano; coach Buscaglia ha avuto buone indicazioni dal nuovo pivot Chrane Behanan, classe 1992 autore di 13 punti e buone giocate sotto canestro (8 rimbalzi). Si è però fatto male un altro dei nuovi acquisti, il playmaker messicano Jorge Gutierrez che ha rimediato una lesione all’adduttore lungo della coscia sinistra: il suo rientro è previsto tra due settimane.

QUI VIRTUS BOLOGNA

Anche la Segafredo ha confermato l’allenatore della passata stagione ovvero Alessandro Ramagli, capace di riportare le V nere in Lega A al primo tentativo. L’anno scorso la Virtus si è classificata seconda (ma solo per gli scontri diretti) nel girone Est della Serie A2, poi ha scalato tutta la montagna playoff superando nell’ordine Junior Casale (3-1), Roseto (3-1), Ravenna (3-0) e Trieste (3-0). In estate la società non ha badato a spese per rendere la squadra più competitiva: da Reggio Emilia ad esempio è arrivato un Nazionale come Pietro Aradori, che sembrava vicino all’accordo con Torino ma poi ha scelto la Virtus. Molto interessante anche l’ingaggio di Alessandro Gentile, reduce da un’annata problematica e quindi desideroso di riscatto; a Bologna l’ex capitano di Milano ritrova il fratello Stefano che si era unito alle V nere in aprile. Non solo: al PalaDozza vedremo in azione un altro ex compagno di Ale Gentile ovvero la guardia Oliver Lafayette, all’Olimpia due stagioni fa e reduce dall’esperienza a Malaga. A completare il pacchetto degli innesti il il trentaduenne pivot Marcus Slaughter, elemento esperto anche a livello di Eurolega e dal palmares ben nutrito (dal 2011 ad oggi ha giocato con Bamberg, Real Madrid e Darussafaka). Le altre conferme invece riguardano il centro Kenny Lawson, le ali Guido Rosselli e Klaudio Ndoja e la guardia Michael Umeh.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori