DIRETTA/ Zenit Torino (risultato finale 95-84): russi che rimonta! Info streaming video e tv (basket Eurocup)

- Claudio Franceschini

Diretta Zenit Torino, info streaming video e tv: orario e risultato live della partita che si gioca al Yubileyny Sports Palace di San Pietroburgo e vale per la Top 16 di Eurocup (girone F)

Baygul_Garrett_Darussafaka_Torino_lapresse_2017
Diretta Cremona Torino, basket Serie A1 22^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA ZENIT TORINO (RISULTATI FINALI 95-84): RUSSI CHE RIMONTA

La gara Zenit San PietroburgoTorino è terminata col risultato finale di 95-84. I padroni di casa si sono dimostrati troppo più forti in questa gara valevole per il girone F della top 16 di Eurocup di basket. Eppure all’intervallo i granata erano avanti dopo che nei primi due quarti avevano chiuso con due parziali di 24-27 e 22-31. Decisivo è stato il terzo quarto quando lo Zenit ha deciso di alzare il ritmo, bravi a ribaltare la gara con il parziale di 27-10. Diciassette punti di differenza che si sono visti in campo e che hanno invertito anche la tendenza del match a livello psicologico. E’ così che il Torino nel quarto quarto non è riuscito a rientrare in gara, anzi ha peggiorato la sua situazione, accumulando altri sei punti di distanza con un 22-16. Sicuramente è una grande delusione questa per il Torino che esce dalla gara con la sicurezza che poteva finire tutto in maniera diversa. (agg. di Matteo Fantozzi)

4^ QUARTO

Zenit Torino 73-68: la partita del Yubileyny Sports Palace è diventata bellissima, anche se purtroppo si deve al rientro in grande stile della squadra di San Pietroburgo che segna 27 punti, tiene gli ospiti a 10 e ribalta punteggio e inerzia della gara di Top 16. Merito di Kyle Kuric, che arriva a 20 punti tirando quasi esclusivamente dall’arco e trovando grandi percentuali; merito anche di un Sergey Karasev che resta concentrato e ci mette punti importanti, coinvolgendo tanti compagni come ad esempio Evgeny Voronov che arriva in doppia cifra. La Fiat però sta lì, finalmente con un Lamar Patterson che si prende le sue responsabilità offensive; purtroppo nella serata dell’Auxilium lui e Sasha Vujacic non riescono mai a viaggiare insieme, e così – anche a causa della silente prova di Diante Garrett, forse mai così in difficoltà da quando è in Italia – la squadra di Luca Banchi non riesce a strappare un’altra volta, restando però a contatto; ci attende allora un ultimo quarto fantastico, intanto da segnalare anche la grande prova di Antonio Iannuzzi in odore di doppia doppia. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Zenit San Pietroburgo Torino non sarà trasmessa in diretta tv, ma come sempre potrete avvalervi della piattaforma Eurosport Player, che da questa stagione ha in gestione tante partite di basket e anche quelle di Eurocup: per accedere alle immagini in diretta streaming video – su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone – dovrete pagare una quota per abbonarvi al servizio. Sul sito ufficiale www.eurocupbasketball.com troverete inoltre informazioni utili su questa partita, come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo. 

DIRETTA ZENIT TORINO (46-58): 3^ QUARTO

Zenit Torino 46-58: intervallo lungo al Yubileyni Sports Palace, dove la Fiat continua a giocare una bella partita e resta dunque in quota seconda vittoria nella sua Top 16 di Eurocup. Nel secondo periodo arriva comunque la reazione dello Zenit: Sergey Karasev la guida arrivando in doppia cifra per punti segnati, Kyle Kuric e Demonte Harper segnano qualche canestro importante e prima della boa di metà quarto la squadra di San Pietroburgo mette la freccia e sorpassa. Brava qui la formazione di Luca Banchi a non farsi prendere dal panico, continuando a giocare il suo basket; arrivano soprattutto i punti di Lamar Patterson che erano mancati nel primo quarto, in più Antonio Iannuzzi continua a produrre e così Torino rimette il naso avanti e allunga anche, pur continuando ad avere poco da Diante Garrett e con Sasha Vujacic e David Okeke che arrestano la loro produzione offensiva (ma lo sloveno torna a segnare proprio nel finale con un’importante tripla). Si nota anche Andre Jones, mentre finora è silente il contributo di Valerio Mazzola che pure ha avuto buono spazio fino a qui; ora vedremo cosa succederà nel secondo tempo di questa interessante partita. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ZENIT TORINO (24-27): 2^ QUARTO

Zenit Torino 24-27: ottimo avvio da parte della Fiat che fa subito la voce grossa a San Pietroburgo e prende il comando delle operazioni. Torino ha un Lamar Patterson che non prende tiri limitandosi a smazzare assist – sbaglia una conclusione nel finale – e un Diante Garrett stranamente silente; si affida però a un Sasha Vujacic decisamente in palla, ad Antonio Iannuzzi che ormai è un fattore in Eurocup e a David Okeke, sorpresa della serata che chiude il quarto senza errori dal campo ed essendo una totale presenza in partita. Lo Zenit prova a rispondere con Demonte Harper e Kyle Kuric che sono gli unici a rispettare il piano partita; male Marko Simonovic e male anche Drew Gordon che se non altro ci mette energia e conquista un viaggio in lunetta. Partita molto lunga, ma l’Auxilium la sta interpretando nel modo giusto: riuscirà a tenere fino alla fine, portando a casa un’importante vittoria nella Top 16 di Eurocup? (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ZENIT TORINO (0-0): PALLA A DUE!

Sta per alzarsi la palla a due su Zenit Torino. Con 16,2 punti a partita Sergey Karasev è il miglior realizzatore della squadra russa: tira con il 52,3% da 2 punti e il 35,6% dal campo prendendosi 13 tiri per gara, e contribuisce anche con 2,6 assist e 3 rimbalzi, cui aggiunge 1,3 recuperi (anche qui è il migliore dei suoi). Nella sua carriera è passato anche dai Cleveland Cavaliers: stagione 2013-2014, quando LeBron James era ancora a Miami – per il suo ultimo anno, prima del ritorno nell’Ohio. In 22 partite ha segnato un totale di 37 punti ma la media di 13,5 punti in D-League (con i Canton Change) gli è valsa la chiamata dei Brooklyn Nets dove ha messo insieme 73 partite in due anni con poco più di 3 punti per gara; nello Zenit San Pietroburgo è arrivato nel 2016. A nemmeno 18 anni è stato convocato dalla Russia per le Olimpiadi 2012, nelle quali la sua nazionale ha chiuso con uno storico bronzo; Karasev ha preso parte anche agli Europei 2013, poche settimane dopo essere stato nominato miglior giovane della VTB League (il campionato nazionale). Insieme a lui, da tenere d’occhio anche Kyle Kuric (cinque anni in Spagna tra Estudiantes e Gran Canaria) e soprattutto Drew Gordon, 14,8 punti e 8,4 rimbalzi in Eurocup: due anni a UCLA e due a New Mexico, tanti premi individuali e la prospettiva di una luminosa carriera in NBA (le migliori università facevano la fila per averlo), due apparizioni a Sassari (con vittoria della Coppa Italia), poi la NBA con Philadelphia – con discesa in D-League dove ha segnato 13 punti di media – e una buona esperienza nel Lietuvos Rytas. Ora parola al campo: finalmente Zenit San Pietroburgo Torino comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

LA FIAT DA RECORD

Zenit Torino è ormai dietro l’angolo: abbiamo parlato della vittoria che la Fiat ha ottenuto contro Brescia in Serie A1, blindando il posto nella Final Eight di Coppa Italia. Una vittoria che per la squadra di Luca Banchi ha anche significato battere due record stagionali: quelli della percentuale dall’arco e dei canestri su assistenza. Nel primo caso, Torino ha tirato con il 57,1% cavalcando soprattutto Diante Garrett (4/6), Sasha Vujacic (2/3) e Lamar Patterson (2/3): il precedente primato era un 56% che la Vanoli Cremona aveva centrato nella partita contro la Dinamo Sassari. Gli assist sono invece 30: come abbiamo visto ben 7 di Vujacic, ma lo stesso numero lo ha scritto Giuseppe Poeta mentre ce ne sono stati 6 di Patterson e 4 di un ispirato Antonio Iannuzzi. Cantù ne aveva messi a referto 29 contro Capo d’Orlando; record personale invece – sempre per il 2017-2018 – quello delle 12 triple totali entrate nel canestro. In Eurocup Torino tira con il 33% dalla lunga distanza e ha una media di 15,4 assist per partita: di fatto è riuscita a doppiare i canestri su assistenza e migliorare nettamente le percentuali dal perimetro, una statistica nella quale Garrett ha il 52,4% e guida la sua squadra anche qui oltre che negli assist (4,7). Queste le armi con cui l’Auxilium proverà a battere lo Zenit San Pietroburgo, ma ovviamente queste deriveranno dalla maniera globale con la quale la squadra riuscirà a giocare, eseguendo al meglio il piano partita. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Zenit San Pietroburgo Torino va in scena alle ore 18:30 di mercoledì 10 gennaio, per la seconda giornata nel girone F di basket Eurocup 2017-2018. Una partita importante per entrambe le squadre: all’esordio i russi e l’Auxilium hanno vinto e dunque comandano il loro gruppo, e vogliono ora una conferma in testa per aumentare le possibilità di qualificarsi ai quarti di finale. Naturalmente questo pomeriggio solo una delle due potrà rimanere prima in classifica; per l’altra la corsa sarà più complicata, ma la Fiat sa bene che una sconfitta al Yubileyny Sports Palace non sarebbe un dramma mentre, al contrario, un’affermazione esterna permetterebbe di prendersi un grande vantaggio in vista delle altre partite del girone. In palio dunque per la squadra guidata da Luca Banchi c’è molto, anche dal punto vista psicologico perchè le difficoltà in questa Eurocup aumentano di settimana in settimana. 

QUI ZENIT

Nel fine settimana lo Zenit è andato a vincere in trasferta e adesso nella classifica del campionato russo si trova al quarto posto con 8 vittorie e 2 sconfitte; c’è la possibilità di vincere la regular season, ma anche in Eurocup le cose stanno andando decisamente bene. Le vittorie consecutive sono tre: due per chiudere il girone della prima fase (6-4 il bilancio della squadra, che ha incrociato Trento) e il colpo della Siemens Arena contro il Lietuvos Rytas che ha inaugurato la Top 16. Una partita nella quale lo Zenit ha iniziato male, ma ha girato tutto con un secondo quarto da 30 punti; nel terzo periodo i russi hanno aumentato il vantaggio ma hanno rischiato di vanificare tutto arrivando anche sotto di un punto a 37 secondi dal termine. Alla fine hanno risolto in tiri liberi di Sergey Karasev e Scottie Reynolds, ma il Lietuvos ha avuto con Mavrokefalidis la tripla della vittoria; ci sono stati 30 punti di un ispiratissimo Kyle Kuric che ha tirato con 5/7 dalla lunga distanza, mentre Drew Gordon ha collaborato con 23 punti e 8 rimbalzi e anche Karasev (16) e Demonte Harper sono arrivati in doppia cifra. Una vittoria importante perchè ottenuta in trasferta contro una squadra temibile; lo Zenit resta dunque in piena corsa per arrivare alla vittoria del girone o comunque alla qualificazione ai quarti.

QUI TORINO

La strepitosa vittoria contro il Bayern Monaco ha aperto nel migliore dei modi la Top 16 della Fiat, e sull’onda lunga del trionfo europeo la squadra di Luca Banchi ha vinto anche in campionato: contro Brescia è finita 95-85 grazie ad un primo quarto da 32-16, nel quale Torino ha mostrato tutto il suo potenziale offensivo. Con questa affermazione i gialloblu hanno ufficializzato la loro partecipazione alla Final Eight di Coppa Italia, centrando così il primo obiettivo stagionale; sono quarti in campionato e possono aspirare alla vittoria della regular season. La partita contro la Germani ha vissuto dei 22 punti del ritrovato Lamar Patterson, che ha tirato benissimo (9/11); rinato anche Sasha Vujacic, che doveva dare risposte importanti e le ha fornite con 15 punti, 7 rimbalzi e 7 assist per un 23 di valutazione, impreziosito dal fatto che la percentuale dal campo è stata del 55,6% e che lo sloveno si è preso i tiri che doveva prendere, senza provare a forzare. A fare notizia se vogliamo è stato il 4/12 di Diante Garrett, con 14 punti – frutto del 4/6 dall’arco – e 3 assist; per una volta il playmaker ha fatto la parte del comprimario, dopo un periodo nel quale ha guidato la squadra anche dal punto di vista realizzativo. La Fiat sta vivendo una grande stagione, e soprattutto dà la sensazione di poter migliorare ancora: i quarti di Eurocup sono una realtà concreta e diventeranno ancor più alla portata se oggi arriverà la vittoria esterna sul campo del temibile Zenit.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori