DIRETTA / Lokomotiv Kuban Darussafaka (risultato finale 78-81, overtime): colpo Blatt in gara-1! (Eurocup)

- Claudio Franceschini

Diretta Lokomotiv Kuban Darussafaka, risultato finale 78-81 overtime: clamoroso alla Basket Hall, i russi perdono la prima partita nella Eurocup e cedono il primo match point ai turchi

Kuban_Reggio_Lokomotiv_Eurocup_lapresse_2018
Diretta Lokomotiv Kuban Darussafaka, finale Eurocup gara-1 (Foto LaPresse)

DIRETTA LOKOMOTIV KUBAN DARUSSAFAKA (78-81, OVERTIME)

Lokomotiv Kuban Darussafaka 78-81: dopo un supplementare, incredibilmente, i turchi espugnano la Basket Hall e vincono gara-1 di finale di Eurocup. Alla ventunesima partita, arriva la prima sconfitta di Krasnodar nel torneo: non poteva arrivare in un momento peggiore. Si è andati all’overtime per determinare la vincente di gara-1: avanti di 7 a un minuto dal termine, i russi sono riusciti a subire un parziale di 9-2 suggellato dalla tripla del solito Scottie Wilbekin, dopo la quale Mardy Collins ha avuto la possibilità di replicare ma ha mancato la conclusione dall’arco. Fino a quel momento sembrava che il Darussafaka fosse spacciato: il Lokomotiv Kuban aveva controllato la situazione e con Dmitry Kulagin e Collins sembrava aver piazzato l’allungo giusto per prendersi la partita. Così non è stato: il Darussafaka di David Blatt ha dimostrato grande carattere ed è riuscito ad alzare le percentuali dall’arco proprio quando serviva maggiormente. Così, overtime; qui c’è stato il grande avvio di Will Cummings e Stanton Kidd che hanno scavato il primo break a favore degli ospiti, mentre il Krasnodar ancora si chiedeva ancora come avesse potuto buttare via la vittoria. Sul +5 sembrava finita; un libero di Wilbekin ha rimesso due possessi tra le due squadre con 39 secondi sulla sirena, dopo che Frank Elegar aveva mancato un gioco da 3 punti. Qui però è intervenuto Chris Babb, la cui tripla ha riportato Krasnodar a un punto costringendo David Blatt a chiamare timeout. Ovvio fallo e 2/2 di Wilbekin: la palla del pareggio l’ha preso Kulagin che però ha sbagliato: venerdì alla Volkswagen Arena il Darussafaka avrà il match point. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA LOKOMOTIV KUBAN DARUSSAFAKA (52-49) 4^ QUARTO

Lokomotiv Kuban Darussafaka 52-49: nel terzo quarto alla Basket Hall ci si aspettava lo strappo dei russi, e invece gli ospiti restano incollati a gara-1 della finale di Eurocup. Anzi: stringendo le maglie della difesa, il Darussafaka costringe Krasnodar a forzare, peggiorare le percentuali dal campo e sbagliare tanto. Scottie Wilbekin come sempre indica la via; il playmaker di Gainesville non han nemmeno bisogno di tirare troppo per mettersi in ritmo e scavare il parziale che consente al Darussafaka di riportarsi in vantaggio. Il Lokomotiv Kuban però non ci sta: Chris Babb con una tripla raggiunge Mardy Collins come miglior marcatore della squadra (9 punti) e riporta avanti i suoi. Tra le fila dei russi sette giocatori sono andati a segno; Pavel Antipov e Dmitry Khvostov sono gli unici che, con minuti importanti a disposizione, non sono ancora riusciti a vedere il canestro ma conta il giusto, perchè si sono presi poche conclusioni e poi ci sono gli altri, per esempio Dmitry Kulagin – il primo a raggiungere la doppia cifra per i padroni di casa – che risponde a Kulagin per un nuovo vantaggio. Di fatto nel momento di massimo bisogno Krasnodar ritrova la precisione dall’arco, dimostrando perchè è arrivato in finale vincendo tutte le partite giocate. Manca però ancora un periodo per chiudere la partita, e la soluzione dell’enigma non è affatto vicina. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Lokomotiv Kuban Darussafaka non sarà trasmessa in diretta tv; per seguire la finale della Eurocup 2017-2018 avrete però la possibilità, come già accaduto per tutta la stagione in questo torneo, di attivare il servizio di diretta streaming video garantito da Eurosport Player. La piattaforma richiede il pagamento di una quota per abbonarsi, e le immagini potranno essere scaricate su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo anche il sito ufficiale della manifestazione all’indirizzo www.eurocupbasketball.com, sul quale potrete trovare informazioni utili come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo.

DIRETTA LOKOMOTIV KUBAN DARUSSAFAKA (35-31) 3^ QUARTO

Lokomotiv Kuban Darussafaka 35-31: secondo quarto finito, e inerzia che è tornata nelle mani della squadra russa. La partita però resta in totale equilibrio: i secondi 10 minuti li vince la formazione di casa, ma alla Basket Hall di Krasnodar può davvero finire in ogni modo. Il Lokomotiv Kuban trova finalmente canestri anche da 2 punti: anzi, le sue percentuali in questo fondamentale diventano ottime e, con un Frank Elegar che finalmente si sveglia e un Trevor Lacey che bada a catturare rimbalzi, i padroni di casa riescono finalmente a portarsi in vantaggio. Dall’altra parte Scottie Wilbekin viene forse lasciato troppo solo; Okben Ulubay dopo il grande avvio si spegne, altri giocatori producono qualche canestro ma manca ancora un elemento che sia in grado di dare tanti punti. E’ comunque un aspetto condiviso da entrambe le squadre: non ci sono go-to-guy riconosciuti, piuttosto uno sforzo collettivo nel quale ognuno fa il suo. Siamo solo alla fine del primo tempo: non ci resta dunque che attendere la seconda frazione per capire come andrà a finire. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA LOKOMOTIV KUBAN DARUSSAFAKA (14-15) 2^ QUARTO

Lokomotiv Kuban Darussafaka 14-15: David Blatt sa come si affrontano le finali europee e parte forte alla Basket Hall, sorprendendo i padroni di casa. Sono il solito Scottie Wilbekin e Okben Ulubay, il protagonista che non ti aspetti, a spingere i turchi in vantaggio; il Lokomotiv Kuban cerca di tenere botta e segna soprattutto dall’arco con giocatori diversi, mettendo in ritmo Trevor Lacey, Joe Ragland, Chris Babb e Mardy Collins. Peccato che dall’area il Krasnodar abbia un irreale – in senso negativo – 1/12: per il momento le triple tengono i russi a contatto, ma già nel secondo quarto le cose potrebbero cambiare. Bella partita, che si mantiene in equilibrio; stiamo a vedere come andranno le cose nel secondo periodo e poi nel prosieguo, per il momento è davvero difficile indicare quale delle due finaliste potrebbe vincere gara-1 guadagnandosi il match point per il titolo di Eurocup. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA LOKOMOTIV KUBAN DARUSSAFAKA (0-0) PALLA A DUE!

Eccoci alla palla a due di Lokomotiv Kuban Darussafaka: prima di scoprire come andranno le cose, vediamo brevemente alcune statistiche che ci presentano i giocatori da tenere d’occhio. Nel Lokomotiv Kuban il miglior realizzatore è Ryan Broekhoff che segna 12,3 punti per gara; in doppia cifra ci sono anche l’ex Milano e Avellino Joe Ragland (11,4), Dmitry Kulagin (11) e Frank Elegar (10,3) che è stato insieme a Mardy Collins il miglior giocatore nelle semifinali contro Reggio Emilia (31 punti di media complessivamente). Sarà un fattore lo stesso Elegar che cattura 6,4 rimbalzi per gara, mentre ha 4,1 assist Ragland con Kulagin (3,8) e Collins (3,5) che gli danno una mano in questo senso. Nel Darussafaka segna 18,9 punti Scottie Wilbekin e Jajuan Johnson, ex di Pistoia e Cantù, è l’unico altro giocatore ad andare in doppia cifra (14,1) risultando anche il migliore a rimbalzo con 6,1. A smazzare gli assist pensa soprattutto Wilbekin (5,1), da notare anche che in semifinale il venticinquenne di Gainesville ha tenuto una media di 32,5 punti e 6 assist tirando con il 54,2% dall’arco (13/24): sarà sicuramente lui il maggiore osservato dalla difesa russa. Ora però è finito il tempo delle parole e delle analisi statistiche perchè finalmente ci siamo, e dunque noi diamo la parola al campo: gara-1 di Lokomotiv Kuban Darussafaka prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

STORIA E CURIOSITA’

Lokomotiv Kuban Darussafaka determinerà quale delle due squadre succederà nell’albo d’oro all’Unicaja Malaga, che lo scorso anno ha vinto il titolo vincendo il derby contro Valencia in tre partite. Mardy Collins aveva avuto la soddisfazione di essere inserito nel quintetto ideale della competizione: il playmaker americano aveva guidato il Kuban alla semifinale, persa contro Malaga. Nel 2013 però il Lokomotiv Kuban era riuscito a vincere la Eurocup: finale vinta contro Bilbao, all’epoca era ancora gara secca in campo neutro e si era disputata a Charleroi. Era una grande squadra, quella allenata da Evgenij Pashutin: c’erano Richard Hendrix già visto a Milano, c’era il bombardiere lituano Simas Jasaitis, c’era Mantas Kalnietis oggi all’Olimpia e c’era soprattutto quel Nick Calathes che oggi è il miglior assistman dell’edizione in corso di Eurolega, e che infatti aveva guidato anche quell’anno la speciale classifica con 6,6 (5,1 per Kalnietis, lui pure nella Top 5). Avremmo ritrovato il Lokomotiv Kuban grande protagonista in Europa tre anni più tardi, a sorpresa nella Final Four di Eurolega guidato da Georgios Bartzokas; il Darussafaka come detto ha giocato i playoff di questa coppa lo scorso anno, proseguendo così nel suo percorso di crescita che l’ha portato in poco tempo a disputare una finale europea. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Lokomotiv Kuban Darussafaka, alle ore 19:00 italiane di martedì 10 aprile, è gara-1 della finale di basket Eurocup 2017-2018. Finalmente siamo arrivati all’ultimo atto del torneo, che è il secondo per importanza nel panorama della pallacanestro del Vecchio Continente; come per ogni fase ad eliminazione diretta si gioca sulla distanza delle tre partite, il che significa che la squadra che ne vincerà due otterrà il titolo. Il fatto che il Lokomotiv Kuban abbia la possibilità di giocare gara-1 e l’eventuale bella alla Basket Hall di Krasnodar deriva dal fatto che nel corso della stagione ha avuto un record migliore di quello dei turchi; qui potrebbe non essere un fattore troppo importante perchè in gara secca – o quasi – può succedere di tutti, ma certamente il cammino della formazione russa in Eurocup è davvero impressionante e ne fa la reale favorita.

QUI LOKOMOTIV KUBAN

Venti vittorie e zero sconfitte: non poteva esserci biglietto da visita migliore per il Lokomotiv Kuban. Sasa Obradovic, allenatore vincente in Germania e Russia ma ancora a caccia del primo titolo internazionale, è già stato nominato coach dell’anno per il torneo. Non poteva che essere così: la sua squadra ha sempre vinto, anche quando avrebbe potuto concedersi una pausa (negli ultimi turni della prima fase) e anche quando non ha giocato bene. Purtroppo il valore del gruppo è stato saggiato anche dalle nostre Trento e Reggio Emilia, con la Grissin Bon che in semifinale ha perso nettamente la prima partita e poi ha provato a tenere botta al PalaBigi, ma non è riuscita a spezzare il sortilegio. Anche il fatto che 12 partite su 20 siano state vinte con almeno 10 punti di scarto la dice lunga sul valore della squadra; nella VTB United League le cose non vanno così bene, tanto che il Lokomotiv Kuban è quarto con 13 vittorie e 6 sconfitte e ha appena perso la sfida diretta per la terza piazza con lo Zenit San Pietroburgo. Forse ha ancora qualcosa in meno rispetto al Cska Mosca o anche al Khimki, ma in termini generali: in Eurocup ha dominato dall’inizio a oggi.

QUI DARUSSAFAKA

Da Sasa Obradovic a David Blatt, che può contare nel palmarès sull’Eurolega vinta ai tempi del Maccabi Tel Aviv: il Darussafaka costruito dal tecnico israeliano non è poi stato da meno del Lokomotiv Kuban. E’ in finale avendo perso soltanto tre partite: due di queste nel primo turno, da allora ha vinto 9 delle 10 gare seguenti facendo fuori il Buducnost e soprattutto il Bayern Monaco, che alla vigilia della competizione era considerato il favorito per il titolo e che invece i turchi sono riusciti a battere in Baviera. Un Darussafaka che lo scorso anno si era fatto le ossa in Eurolega: aveva superato il girone unico e ai playoff aveva strappato una partita al Real Madrid, facendolo tremare anche nelle tre partite che aveva perso. Quest’anno ha dimostrato tutto il suo valore, ed è ormai da considerarsi una grande di Turchia anche se magari ancora non al livello con il Fenerbahçe; in campionato arranca con 15 vittorie e 9 sconfitte ed è addirittura sesto, ma adesso punta il grande titolo europeo che non ha mai vinto nella sua storia, e che sarebbe anche – incredibilmente – il primo trofeo di sempre in 67 anni di storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori