DIRETTA/ Varese Reggio Emilia (risultato finale 80-73) streaming video tv: domina Avramovic! (basket Serie A1)

- Claudio Franceschini

Diretta Varese Reggio Emilia, info streaming video e tv: orario e risultato live della partita del PalA2A. Si affrontano due squadre che vogliono entrare nella griglia dei playoff

Wells_Varese_tiro_lapresse_2017
Diretta Varese Reggio Emilia, basket Serie A1 26^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA VARESE REGGIO EMILIA (80-73): UN SUPER AVRAMOVIC!

Grande vittoria di Varese che scalza tra le mure amiche la favorita Grissin Bon di un pur lodevole e combattivo Wright, fino all’ultimo: gara però dominata fin dal primo quarto, quello decisivo assieme alla quarta frazione che consentono alla Openjobmetis di portarsi al nono posto in classifica A1 con 26 punti, con Reggio Emilia che rimane invece appiedata a 20 punti al dodicesimo posto. Finisce con la schiacciata vincente di Cain che inchioda il punteggio sul 80-73 finale, con tutti gli ultimi tiri di Wright che escono dal ferro per pochissimi centimetri. Gara dominata grazie soprattutto ad un super Avramovic capace di mettere a segno non solo 21 punti (4 su 11 da 2 e 3 triple a referto) ma anche 4 assist e 2 stoppate, in 33 minuti di match giocato sempre ad altissimi livelli. Buonissimo il contribuito di Cain (15punti) e Larson, con 10 punti  e 3 assist che si aggiungono al +15 di valutazione. Sponda Reggio Emilia, bene J. Wright (17 punti) e White (14 con l’80% dal campo), mentre delude la stella Markoishvili. Neanche entrati Della Valle e Bonacini, mentre Cervi fa davvero poco entrando dalla panchina (6 punti e 3 assist). (agg. di Niccolò Magnani)

DIRETTA VARESE REGGIO EMILIA (43-35): INTERVALLO!

È terminato anche il secondo quarto della sfida tra Openjobmetis Varese e Grissin Bon Reggio Emilia, , valevole per la ventiseiesima giornata del campionato italiano di basket serie A1 2017/2018. Al Pala Oldrini il Varese sta alimentando il sogno playoff e spegnendo le ambizioni di post season di Reggio Emilia. Le squadre sono andate all’intervallo con il risultato di 43 a 35. Varese si mette a zona creando qualche problema ai reggiani che hanno faticato a trovare buone soluzioni offensive. Ospiti con poca energia e scarsa concentrazione e il primo quarto si chiude sul 28 a 10, con percentuali al tiro pari al 63 contro 33 per cento. Nel secondo quarto Reggio Emilia si mette a zona ma la musica non cambia: le palle perse sono 8 contro 4, i tiri dall’arco zero contro 5, i liberi tirati solo 6 contro 12 sono la dimostrazione che la testa è altrove. Il Varese si limita a controllare il match, senza rischiare più di tanto. (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA VARESE REGGIO EMILIA (0-0): PALLA A DUE!

Varese Reggio Emilia sta finalmente per cominciare. Vale la pena ricordare che lo scorso 16 dicembre le due squadre si erano affrontate al PalaBigi, e la Grissin Bon aveva portato a casa la vittoria contro una Openjobmetis che da quel momento e fino al termine del girone di andata avrebbe sempre perso, ritrovandosi ultima in classifica. Pure, i lombardi non erano partiti male in Emilia vincendo il primo quarto; nel terzo periodo però l’allungo della Reggiana era stato importante, e alla fine era arrivato un 76-66 interno a certificare una salute ritrovata da parte dei giocatori di Massimiliano Menetti. James White aveva avuto una partita da 17 punti, 8 rimbalzi, 3 assist e 3 recuperi risultando il migliore dei suoi; come punti però il numero uno (con 20) era stato Manuchar Markoishvili, mentre Amedeo Della Valle ne aveva infilati 14 ma tirando 3/11 dal campo. A Varese non erano bastati i 14 punti e 7 assist di Cameron Wells e i 10 con 3/5 dal campo di Aleksa Avramovic: gli esterni avevano fatto bene (anche se Antabia Waller aveva tirato 1/6 dall’arco) ma il resto della squadra non aveva risposto. Come andranno le cose adesso? Non ci resta che scoprirlo insieme, dando la parola al campo e mettendoci comodi: finalmente Varese Reggio Emilia comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Varese Reggio Emilia non è una delle partite che verranno trasmesse in diretta tv: dunque l’appuntamento per tutti gli appassionati di basket è in diretta streaming video, grazie alla piattaforma Eurosport Player che da questa stagione trasmette in mobilità (usufruendo dunque di PC, tablet o smartphone) tutte le partite del campionato di Serie A1 (e non solo). Per accedere al servizio è necessario abbonarsi; gratuita invece la consultazione del sito www.legabasket.it, per informazioni utili sulla partita come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo.

IL NUOVO ARRIVATO

Varese Reggio Emilia potrebbe segnare l’esordio di un nuovo giocatore con la maglia della Openjobmetis: i lombardi hanno infatti trovato l’accordo con il ventiquattrenne Tomas Dimsa che, sia pure con un ruolo diverso (guardia-ala in questo caso), prenderà il posto di Cameron Wells messo fuori gioco dal riacutizzarsi del problema al polso. Dimsa, bronzo mondiale con la sua nazionale a livello Under 19, è dunque un tiratore; cresciuto nello Zalgiris Kaunas, ha vinto due campionati e una coppa in patria ma non ha mai trovato grande spazio. Nel 2015 è dunque emigrato in Germania, dove è stato per due stagioni con gli Skyliners Francoforte dividendosi tra prima e seconda squadra; l’anno scorso è rientrato in Lituania, giocando con il Vytautas Prienai. Con questa società ha vinto la Lega Baltica; per lui 11,7 punti e 3,8 assist. Si tratta del secondo giocatore baltico nel roster di Varese, che può contare anche su Siim-Sander Vene: anche l’estone è arrivato in corsa, e come lui Tyler Larson che di fatto ha sostituito Antabia Waller, scelto in estate come guardia titolare ma ai box da lungo tempo per un infortunio al ginocchio. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Varese Reggio Emilia, partita che viene diretta da Tolga Sahin, Mark Bartoli e Dario Morelli, è in programma al PalA2A con palla a due alle ore 18:00 di domenica 15 aprile: fa parte della 26^ giornata del campionato di basket Serie A1 2017-2018 ed è una sfida davvero interessante. Entrambe le squadre al momento sarebbero tagliate fuori dai playoff, ma entrambe possono rientrare nella griglia: servirà ovviamente vincere, la Grissin Bon ha due vittorie in meno rispetto alla Openjobmetis ma deve recuperare una partita, dunque ottenendo un successo oggi e poi battendo Cremona nel recupero riuscirebbe eventualmente a centrare la quota delle 12 affermazioni, quelle che ha ora Varese e che rappresenta il gruppetto che lotta per la post season. Sarà difficile per entrambe riuscire a centrare l’obiettivo; se non altro i lombardi possono dire di aver archiviato la salvezza con largo anticipo, ma adesso sentono l’odore di un’altra impresa e non vogliono mollare la presa.

IL CONTESTO

Otto vittorie in dieci partite nel girone di ritorno: questo il biglietto da visita di una Varese che era partita per salvarsi, si è trovata ultima in classifica al termine dell’andata ma ha saputo cambiare pelle e rendimento con il 2018. Diventata l’ammazza-grandi, la Openjobmetis ha però anche travolto Pesaro in casa e ha saputo battere Capo d’Orlando in Sicilia, con una magia di Stanley Okoye sulla sirena. A questo punto i playoff sono una realtà davvero concreta: a Varese mancano dal 2013 quando la squadra aveva vinto la regular season, e una società così storica non può rimanervi senza troppo a lungo. Tuttavia non sarà semplice: nonostante il grande rendimento nel ritorno i punti persi in precedenza sono tanti, e infatti al momento la Openjobmetis è nel gruppetto delle quattro pretendenti ma con sfide dirette a favore solo nei confronti di Cantù. La sensazione è che le partite contro Cremona e Torino saranno decisive, ma prima occorrerà battere Reggio Emilia per aumentare le possibilità.

Dopo la partenza 0-6 in campionato, il record della Grissin Bon è 10-8: di fatto la Reggiana ha saldo positivo, ma le prime gare perse fanno parte del percorso e non si possono cancellare. Per questo motivo in società la fiducia non è troppa: dopo aver perso in casa contro Venezia e il recupero contro Brescia, le sconfitte consecutive sono diventate tre e al PalaBigi non si festeggia da inizio febbraio, tanto che le dichiarazioni dello scorso weekend miravano al sollievo per aver archiviato con anticipo la salvezza. Tuttavia le speranze ci sono, come già detto: imperativo però vincere a Varese per non far scappare chi precede, poi il finale di stagione dovrà essere perfetto anche se sarà costellato di difficoltà (Torino e Bologna in casa, trasferta a Cantù).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori