DIRETTA / Avellino Trento (risultato finale 80-59) streaming video e tv: Avellino riequilibra la serie

- Mauro Mantegazza

Diretta Avellino Trento info streaming video e tv: orario e risultato live del match, gara-2 dei quarti dei playoff di basket (oggi martedì 15 maggio)

Fesenko_Avellino_ReggioEmilia_lapresse_2017
Diretta Avellino Trento (Foto LaPresse - repertorio)

DIRETTA AVELLINO TRENTO (80-59): AVELLINO RIEQUILIBRA LA SERIE A PORTE CHIUSE

E’ terminato da pochissimi minuti l’incontro tra Avellino e Trento sul punteggio di . Gli irpini sono così, nonostante il Pala Del Mauro vuoto per la squalifica del campo, a vendicare la sconfitta di Gara-1 e a riequilibrare così la serie sull’1 a 1. Gli ospiti non sono riusciti a ripetere la prodigiosa rimonta che erano riusciti a realizzare nella partita d’esordio della serie anche se l’ultimo periodo è stato iniziato decisamente meglio dai ragazzi di coach Buscaglia che sono riusciti ad accorciare fino al 62-50 grazie ad un ritrovato Gomes che però ha commesso l’errore decisivo sul 66-50 quando si è fatto fischiare un fallo tecnico, incassando anche l’espulsione in seguito alle vibranti proteste per un mancato fischio della terna arbitrale. L’espulsione ha nettamente cambiato l’inerzia del match che è passata in mano ai padroni di casa che grazie a Rich prima e Filloy hanno realizzato due triple consecutive che hanno permesso alla Sidigas di dilagare fino al 76-50. La partita è ormai definitivamente indirizzata in favore dei padroni di casa che hanno poi controllato chiudendo con un impressionante 80-59 che regala alla Sidigas le forze per andare a cercare un successo a Trento per cercare di mandare la serie almeno a gara-5 che verrà disputata in campo neutro ancora a causa della squalifica subita dal Pala Del Mauro per due turni. Protagonista assoluto della serata è stato Fesenko autore di 20 punti mentre tra gli ospiti i migliori marcatori sono stati Gutierrez e Shields con 10 punti; tra le fila della Dolomiti spiccano gli zero nei tabellini di Flaccadori e Forray che hanno sicuramente deluso le attese questa sera.

AVELLINO IN NETTO VANTAGGIO

Si è appena concluso il terzo periodo della sfida tra Avellino e Trento sul risultato di 60-43. Il match riparte in maniera piuttosto equilibrata, con entrambe le compagini in grado di trovare la realizzazione con regolarità fino a quando una tripla di Leunen consente un primo allungo degli irpini fino al 51-38; dopo questa segnatura entrambe le squadre hanno faticato molto a trovare il canestro visto che il punteggio è rimasto bloccato per diversi minuti fino a quando coach Buscaglia ha deciso di affidarsi ad un time-out. La sosta non giova agli ospiti che devono subire la tripla di Scrubb porta il punteggio sul 56-38; il periodo si è così chiuso col bel canestro in penetrazione di Renfroe che ha fissato il punteggio sul 60-43. Vedremo se Trento riuscirà in un’incredibile rimonta come in gara quando Avellino era avanti di dieci punti.

LA ZONA METTE IN DIFFICOLTA’ TRENTO

Quando siamo giunti all’intervallo dell’incontro tra Avellino e Trento il punteggio si trova sul 44-33. Ripartono subito forte gli ospiti che grazie ad un positivo Hogue riescono ad accorciare fino al 26-22 che costringe coach Sacripanti ad affidarsi ad un time-out; un tecnico fischiato a D’Ercole permette agli ospiti di accorciare ma un Gutierrez ha sprecato tutto commettendo un banale errore che lascia invariato il vantaggio a tre lunghezze in favore della Sidigas. Fesenko non si ferma più e con due canestri consecutivi riesce a portare avanti i suoi fino al 34-27; la zona due-tre attuata da coach Sacripanti mette in difficoltà la Dolomiti Energia e così Avellino riesce a chiudere con un ampio vantaggio grazie alla tripla di Filloy che ha portato il punteggio di 44-33.

LA SIDIGAS PARTE MEGLIO

Al Palasport Giacomo Del Mauro di Avellino i padroni di casa della Sidigas stanno affrontando la Dolomiti Energia Trento nella gara-2 dei quarti di finale dei playoff di Serie A ed il primo periodo si è appena concluso sul punteggio di 24-15. Atmosfera surreale quella del palazzetto irpino che è vuoto a causa delle due giornate di squalifica inflitte dopo gara-1 quando al termine di un incredibile rimonta il pubblico di casa si è reso protagonista di un’eccessiva protesta sfociata nel lancio di oggetti in campo verso la terna arbitrale. Gli ospiti partono quindi col vantaggio nella serie di aver vinto la gara di apertura e di poter giocare senza dover affrontare i calorosi supporters biancoverdi; i ragazzi di coach Buscaglia sono riusciti a rimontare ben 12 punti nell’ultimo quarto riuscendo a chiudere un inimagginabile 77-79 alla conclusione del terzo periodo. Partono subito forte i padroni di casa trascinati da un incontenibile Fesenko che riesce a segnare dieci punti consecutivi portando avanti i suoi fino al 10-7 e costringendo Forray a commettere due falli che lo costringono subito alla panchina. La squadra di Sacripanti continua a metter in campo una grande energia anche in fase difensiva che permette così a Rich di segnare da post basso portando il punteggio sul 18-9; il periodo si è chiuso con i due tiri liberi realizzati da Renfroe che ha fissato il risultato sul 24-15. 

PALLA A DUE!

Avellino Trento sta per cominciare: pochi minuti al via di gara-2, partita che rischia già di essere decisiva per le sorti della Sidigas, che dopo avere perso domenica sera gara-1 non potrebbe di certo permettersi un’altra sconfitta in casa propria, con la prospettiva di giocare poi due partite (se gara-4 servirà…) entrambe a Trento. Facciamo dunque un passo indietro al termine della prima partita, leggendo il commento di coach Stefano Sacripanti dopo la sconfitta della sua Avellino contro Trento: “Dispiace aver perso un match che abbiamo condotto per quasi tutto il tempo. La partita l’abbiamo buttata via noi, pagando qualche errore di troppo commesso nel terzo quarto e gli ultimi 5’ difensivi si sono rivelati problematici. Complimenti a Trento che è stata brava a crederci fino alla fine e a metterci più energia: sappiamo che questa è una squadra che non molla mai, che lotta e che mette tanto agonismo per tutti i 40 minuti”. Il mirino è dunque già su cosa attende Avellino: “Adesso occorre ripartire da qui e fare il possibile per correggere gli errori che si sono visti in campo questa sera. La serie è lunga e non dobbiamo demoralizzarci, ma unirci ancora di più”. C’è spazio anche per i complimenti a un volto nuovo: “Bene Auda, che è riuscito a giocare facendo le cose giuste”. Adesso però è giunto il momento di far parlare il campo: Avellino Trento infatti sta davvero per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Segnaliamo che la partita tra Avellino Trento sarà trasmessa in diretta tv su Rai Sport + HD, canale disponibile in chiaro al numero 57 del telecomando; come sempre però l’appuntamento per gli appassionati sarà anche con la diretta streaming video garantita dal portale Eurosport Player, che si aggiunge ai servizi garantiti da Rai Play, anche se va ricordato che Eurosport Player è riservato ai soli abbonati; naturalmente sarà disponibile anche il sito ufficiale www.legabasket.it per tutte le informazioni utili sul torneo e sulla partita nello specifico, per esempio il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo al PalaDelMauro.

LE PAROLE DI BUSCAGLIA

Si torna in campo per Avellino Trento oggi, dopo la vittoria esterna della Dolomiti Energia domenica sera in gara-1, che potrebbe avere spostato in favore di Trento l’inerzia di questa serie. Ecco dunque come aveva commentato la vittoria della sua squadra coach Maurizio Buscaglia nel dopo-partita: “I ragazzi hanno eseguito bene stasera (domenica, ndR). Abbiamo avuto un buon primo tempo, sono stati bravi Flaccadori e Gomes a sostituire Shields nei suoi compiti offensivi, molto preziosi anche Lechthaler nel primo tempo e Yanke nel secondo. Nel terzo quarto Avellino ci ha messo sotto, ci siamo persi, poi però al di là della vittoria siamo stati bravi noi a rimettere la partita sui binari giusti. Ottimo quarto quarto, abbiamo fatto 2-3 passaggi in più per muovere la difesa di Avellino e siamo riusciti a vincere. Se muovi il pallone ma hai cattive percentuali, sai che devi continuare così perché prima o poi va dentro, ma a fine terzo quarto non riuscivamo più a passarcela, a farla girare, palleggiavamo troppo. 31 punti non sono affatto pochi, voglio sottolineare come noi abbiamo giocato meglio lontano dal pallone in attacco così da far girare meglio anche la palla. Certi tagli, certi movimenti aiutano i compagni ed aprono gli spazi. Beto Gomes e Flaccadori si sono scaldati, ma gli altri giocatori li hanno aiutati”. Complimenti speciali sono arrivati da coach Buscaglia proprio per Flaccadori: “Conoscendo le sue qualità, la cosa più importante per me è la sua continuità, sta facendo ottime partite come questa. Nel momento in cui è arrivato ad un buon livello di gioco la continuità è fondamentale”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Avellino Trento, diretta dagli arbitri Dino Seghetti, Massimiliano Filippini e Gabriele Bettini, si gioca stasera come gara-2 dei quarti di finale dei playoff della Serie A 2017-2018 di basket al PalaDelMauro, il palazzetto che ospita come di consueto le partite casalinghe della Sidigas Avellino, contrapposta in questi quarti alla Dolomiti Energia Trentino; si gioca dunque oggi, martedì 15 maggio alle ore 20.45 la seconda sfida di questa serie nella quale è già saltato il fattore campo. Domenica sera infatti Trento ha vinto 77-79 sempre qui ad Avellino e di conseguenza la Sidigas non può permettersi un’altra sconfitta, perché si troverebbe spalle al muto con le prossime due partite (gara-4 eventuale) per di più da giocare a Trento. L’accoppiamento è d’altronde quello sulla carta più equilibrato: quarto posto per la Sidigas Avellino, quinta invece la Dolomiti Energia Trentino.

RISULTATI E PRECEDENTI

Come detto, gara-1 di Avellino Trento ha visto la vittoria esterna in volata della Dolomiti Energia, che ha messo a segno nell’ultimo quarto una bella rimonta dal 58-48 per Avellino al 30’ minuto, grazie a un parziale di 19-31. Fa piacere notare il ruolo decisivo di un giovane italiano come Diego Flaccadori, 22 anni, decisivo nei minuti finali in cui Trento ha portato a termine la rimonta, rovesciando così l’inerzia di una serie che vede ora favorita la Dolomiti Energia. Non una sorpresa assoluta, se si considera che il trend degli ultimi mesi della stagione regolare era in effetti favorevole a Trento: la Sidigas, eccellente nel girone d’andata chiuso addirittura al primo posto, è andata poi un po’ in calo; di contro Trento è partita piano, tanto che non ha nemmeno raggiunto la Final Eight di Coppa Italia, ma nel girone di ritorno è stata impressionante e adesso vuole provare a replicare ciò che seppero fare nella scorsa stagione i ragazzi di coach Maurizio Buscaglia: stagione regolare in gran crescendo e poi playoff esaltanti sino a raggiungere la finale scudetto. Fin qui il 2017-2018 è andato esattamente come il 2016-2017, per Avellino è un avvertimento molto chiaro…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori