Diretta/ Milano Olympiacos (risultato finale 66-57): James scrive 27, l’Olimpia vince

Diretta Milano Olympiacos, risultato finale 66-57: con 27 punti di Mike James l’Olimpia vince la quinta partita nelle ultime sei ed è vicina alla qualificazione ai playoff di Eurolega.

14.03.2019, agg. alle 22:27 - Claudio Franceschini
Mike James tiro Olimpia Efes lapresse 2018
Diretta Milano Olympiacos, basket Eurolega 26^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA MILANO OLYMPIACOS (RISULTATO FINALE 66-57)

Milano Olympiacos 66-57: l’Olimpia vince una partita fondamentale, stacca i greci in classifica ed è sempre più vicina ai playoff di Eurolega sfruttando anche le sconfitte congiunte di Bayern e Maccabi. Nel quarto periodo l’Olympiacos ha provato a rientrare, ma ancora una volta il parziale milanese l’ha inchiodata; sotto in doppia cifra la squadra greca non ha saputo reagire, è arrivata in un paio di occasioni a -11 con Nigel Williams-Goss e il solito Nikola Milutinov ma con Vassilis Spanolis poco utilizzato e fermo a 2 punti lo scenario sarebbe stato complicato. Così è stato: Mike James ha continuato a spingere sull’acceleratore fornendo la solita prova di grande spessore e qualità (chiude con 27 punti, 5 rimbalzi e 6 assist) e Vlado Micov ha continuato a frustare la retina avversaria con costanza (13 punti con 6/12 per il serbo). Milano ha trovato punti da tutti; sulla tripla sbagliata da Georgios Printezis la partita è andata in archivio, con l’Olimpia sempre più vicina ai playoff di Eurolega. (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO OLYMPIACOS (49-39): 4^ QUARTO

Milano Olympiacos 49-39: evidentemente l’uscita dagli spogliatoi o i quarti dispari fanno bene all’Olimpia, che stappa il terzo periodo al Mediolanum Forum con un altro allungo imperioso: Mike James e Vlado Micov, gli stessi protagonisti del primo quarto, ispirano un 11-2 che nei primi 2’46’’ fa scappare i padroni di casa sul +9 prima che il canestro di Sasha Vezenkov spezzi il sortilegio per un Olympiacos ancora palesemente in difficoltà di fronte ai ritmi alti di Milano, che ha uno dei migliori attacchi dell’Eurolega e sa come correre per creare parziali rapidi. Su queste velocità i greci possono competere poco, essendo maggiormente riflessivi e competitivi quando possono sfruttare i 24 secondi e ragionare; nonostante questo l’Olympiacos prova a rimanere in partita con il tiro da fuori e ricuce a -6 appena oltre la metà del quarto, dando dimostrazione di potersela comunque giocare. Lo sa fare anche Milano però, perchè la gestione del vantaggio è encomiabile: James fa e disfa, cattura rimbalzi ed è letale dalla lunetta raggiungendo i 18 punti quando ancora deve iniziare l’ultimo minuto del terzo quarto. Jeff Brooks segna i suoi primi punti dopo 29 minuti e 23 secondi, per il nuovo +9 dell’Olimpia; buon momento per Zach Leday (4 punti filati) ma resta davanti la squadra di Simone Pianigiani che con la tripla di James sulla sirena arriva a +10, e adesso ha un ottimo tesoretto da custodire. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Salvo variazioni di palinsesto – che riguarderebbero nel caso Eurosport 2 – la diretta tv di Milano Olympiacos non sarà trasmessa, ma come sempre gli appassionati di basket potranno rivolgersi alla piattaforma Eurosport Player, che fornisce agli abbonati tutte le partite di Eurolega in diretta streaming video e dunque con l’ausilio di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. Sul sito ufficiale www.euroleague.net troverete inoltre tutte le informazioni utili sulla gara del Mediolanum Forum, come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo.

DIRETTA MILANO OLYMPIACOS (23-23): 3^ QUARTO

Milano Olympiacos 23-23: la partita di Eurolega al Mediolanum Forum si è improvvisamente riaperta. L’Olimpia si è offensivamente inceppata, giocando un secondo quarto davvero pessimo in cui ha segnato la miseria di 4 punti: polveri bagnate e percentuali che sono scese, anche e soprattutto grazie alla difesa dei greci che hanno girato un paio di viti e sono tornati in parità con Nikola Milutinov e soprattutto Kostas Papanikolaou, assistiti da un Vassilis Spanoulis che tira male ma distribuisce assist come ai vecchi tempi. Il pareggio è arrivato proprio grazie a Papanikolaou, ultima azione per l’Olympiacos con stoppata di Kaleb Tarczewski su Briante Weber a negare il sorpasso. Tuttavia, al netto di questo dettaglio, la partita è del tutto in equilibrio e ora, nel secondo tempo, Milano deve provare a rialzare le marce del motore per prendersi una vittoria fondamentale in ottica playoff, soprattutto perchè nel frattempo il Bayern Monaco è caduto sul campo dello Zalgiris Kaunas. (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO OLYMPIACOS (19-10): 2^ QUARTO

Milano Olympiacos 19-10: avvio straripante da parte dell’Olimpia che al Mediolanum Forum cerca subito di chiudere i conti. Mike James inizia tambureggiando e sferzando la retina avversaria e produce, con la collaborazione di Vlado Micov e James Nunnally, un parziale di 13-2 che manda in visibilio il pubblico di Assago e costringe subito l’Olympiacos a rimontare uno svantaggio in doppia cifra. I greci si aggrappano a Nikola Milutinov, ma faticano enormemente a trovare la via del canestro. Almeno nei primi minuti, poi qualcosa se non altro si sblocca e Sasha Vezenkov si mette in moto, riducendo parzialmente l’enorme distacco. Milano però continua a gestire in maniera esemplare la partita, impedendo ai greci di avvicinarsi troppo; entra in partita anche Alen Omic che assiste Mivoc per la tripla del nuovo +7. Buon avvio da parte dell’Olimpia dunque, ora vedremo come procederà questa partita davvero molto importante per entrambe le squadre. (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO OLYMPIACOS (0-0): PALLA A DUE!

Si alza la palla a due di Milano Olympiacos: quello che impressiona nella squadra greca è il rendimento di Nikola Milutinov. Il centro serbo di 24 anni lo scorso anno aveva fatto registrare 8,8 punti con 5,7 rimbalzi, risultando un elemento importante ma “uno dei tanti”, per così dire, e sostanzialmente un giocatore di sistema. In questa stagione Milutinov segna 11 punti con 7,9 rimbalzi avendo mantenuto inalterata la percentuale dall’area (65,5%). In più, se nel 2017-2018 era stato nominato MVP di giornata soltanto una volta – nel terzultimo turno della regular season – quest’anno ha ottenuto il riconoscimento già in tre occasioni; Georgios Printezis segna 0,1 punti più di lui ma Milutinov comanda per rimbalzi e soprattutto domina nella statistica della valutazione, perchè con 19,3 è terzo in tutta la Eurolega alle spalle di Mike James (suo avversario questa sera) e Jan Vesely. Ora la parola passa al campo, perchè finalmente siamo pronti a vivere questa partita fondamentale per entrambe le squadre che vanno a caccia dei playoff: mettiamoci comodi, Milano Olympiacos può davvero cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

I precedenti di Milano Olympiacos sono 17 e la squadra greca comanda con un netto 12-5; tuttavia possiamo dire che l’Olimpia sia riuscita in due occasioni a espugnare il Pireo, e che l’ultima di queste volte sia stata come già detto lo scorso 19 ottobre, con un netto 99-75 nel quale Nemanja Nedovic era stato il migliore dei suoi con 20 punti (8/14 dal campo), 4 rimbalzi e 5 assist senza perdere un singolo pallone. L’Olimpia aveva tenuto gli avversari al 15,4% dall’arco; Vassilis Spanoulis era andato incontro a una delle partite peggiori della sua carriera internazionale, tanto da far registrare appena 3 punti, 1/9 al tiro, 5 assist e 2 palle perse per -4 di valutazione, inutile la prestazione di un Nikola Milutinov da 15 punti e 10 rimbalzi con 7/9. L’ultima al Mediolanum Forum ha fatto registrare la vittoria in volata dell’Olympiacos, nel novembre di due anni fa: Vlado Micov aveva segnato 15 punti con 6/9 e distribuito 5 assist, ma dall’altra parte c’era stata una grande prova di Jamel McLean (ex della partita) che, in assenza di Spanoulis, si era preso la squadra sulle spalle segnando 22 punti e catturando 7 rimbalzi, chiudendo con 10/14 dal campo. (agg. di Claudio Franceschini)

LA SITUAZIONE IN CLASSIFICA

A poche ore dalla diretta di Milano Olympiacos, dobbiamo come già detto vedere quale sia la situazione di classifica che riguarda queste due squadre che si affrontano nella partita di Eurolega. Entrambe hanno un 13-12 come record, che è lo stesso bilancio del Baskonia; a questo punto bisogna anche valutare la classifica avulsa, nella quale Milano si trova 1-0 e +24 nei confronti dei greci ma anche 1-1 e -2 contro Baskonia. L’Olympiacos contro i baschi hanno vinto entrambe le partite, dunque nel computo totale sono 2-1 ma con una differenza canestri in negativo (-15) contro il +22 di Milano; di conseguenza la squadra basca è attualmente sotto con un 1-3. L’unica partita che manca per risolvere questa graduatoria parziale è quella del Mediolanum Forum che stiamo raccontando; perdendola, l’Olimpia si troverebbe 2-2 e dunque alle spalle dei greci. Quello che Milano deve provare a fare è lasciarsi alle spalle le altre avversarie: Maccabi, Panathinaikos e Bayern hanno una gara di svantaggio e l’Olimpia ha differenza canestri a favore con gli israeliani, ha già vinto ad Atene ed è 0-2 nei confronti dei tedeschi. Conteranno tantissimo gli incroci del calendario, per esempio tra oggi e domani queste tre squadre rischiano grosso giocando rispettivamente contro Efes (in casa), Cska Mosca e Zalgiris (entrambe in trasferta) e dunque l’Olimpia potrebbe approfittare già di questa giornata. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Milano Olympiacos si gioca alle ore 20:45 di giovedì 14 marzo, come ventiseiesima giornata nel girone unico di basket Eurolega 2018-2019: al Mediolanum Forum continua la corsa dell’Olimpia verso i playoff che arriverebbero per la prima volta da quando il torneo ha cambiato formula – comprimendo di fatto gironi e Top 16 in un’unica fase – e che anche dopo la sconfitta sul campo del Cska Mosca sono assolutamente alla portata. La partita di questa sera è una volta di più fondamentale: la classifica vede Milano attualmente al settimo posto e l’Olympiacos una casella più sotto, il record è lo stesso (13 vittorie e 12 sconfitte) ma l’Olimpia può contare sul fatto di aver dominato la gara di andata, vinta di 24 punti. Significa che, probabilmente e incrociando le dita, anche vincendo i greci resterebbero dietro in termini di doppia gara diretta, mentre con una vittoria Milano si porterebbe a due partite di vantaggio e l’Olympiacos avrebbe solo quattro giornate per recuperare. Dunque, da questo punto di vista, la diretta di Milano Olympiacos inizia comunque con ottime premesse per la squadra di Simone Pianigiani, ma poi come sempre il grande giudice sarà il campo.

RISULTATI E PRECEDENTI

La diretta di Milano Olympiacos arriva ad una settimana di distanza dalla sconfitta contro il Cska Mosca, che ha spezzato la serie di cinque vittorie dell’Olimpia; la striscia è stata importantissima per riportare la squadra di Pianigiani tra le prime otto della classifica di Eurolega. Reduce dalla vittoria di Reggio Emilia in campionato, Milano adesso si lancia verso il rush finale nel quale dovrà affrontare anche Real Madrid e Efes (in trasferta) oltre a Panathinaikos e Fenerbahòe al Forum; il lato negativo è il calendario difficile in assoluto, il lato positivo è che il Fenerbahçe è già qualificato ai playoff mentre l’Efes con tutta probabilità lo sarà all’ultima giornata, anche se entrambe potrebbero dover sistemare la loro classifica. Per quanto riguarda l’Olympiacos, quest’anno la squadra greca non sta soddisfacendo le attese: guidata da un maestro della panchina come David Blatt, è tornata a vincere (sul campo del Buducnost) dopo aver perso cinque partite consecutive, e dunque sta rischiando di gettare alle ortiche una qualificazione che era sostanzialmente archiviata. Naturalmente l’esito di Milano Olympiacos non potrà essere preso singolarmente ma bisognerà anche valutare i risultati che matureranno sugli altri campi; questo però è valido soprattutto in caso di sconfitta interna dell’Olimpia, perchè come già detto con un successo la AX Armani Exchange avrebbe un piede dentro ai playoff e dunque non ci resta che aspettare quello che sarà l’esito del parquet.

© RIPRODUZIONE RISERVATA