Diretta/ Cremona Trieste (risultato finale 82-75): la Vanoli vince gara-1 dei quarti!

- Claudio Franceschini

Diretta Cremona Trieste, risultato finale 82-75: la Vanoli vince gara-1 dei quarti playoff di basket, partita equilibrata e risolta solo nel finale. Ci sono 21 punti per Andrew Crawford.

Saunders Cremona Milano lapresse 2018
Diretta Cremona Trieste, quarti playoff gara-1 (Foto LaPresse)

DIRETTA CREMONA TRIESTE (RISULTATO FINALE 82-75)

Cremona Trieste 82-75: la Vanoli si prende gara-1 dei quarti di finale playoff e comanda la serie, evitando una sconfitta al PalaRadi che sarebbe stata pesante. Da questa partita però l’Alma esce con la certezza di poter fare il colpo grosso: Trieste è stata in gara per 40 minuti e ha anche condotto nel punteggioper alcuni momenti, trascinata da uno Zoran Dragic da 16 punti e 6 rimbalzi e dai punti di Matteo Da Ros e Arturas Strautins. Per Andrew Crawford ci sono 21 punti anche se con 0/5 dall’arco, poi 18 di Travis Diener, 14 di Wesley Saunders e la doppia doppia di Mangok Mathiang che domina sotto i tabelloni, catturando 11 rimbalzi. Trieste ci ha provato, ma nel finale la maggiore qualità della Vanoli ha fatto la differenza; come detto però questa partita dà una maggiore consapevolezza all’Alma, che già in gara-2 (in programma martedì) proverà a fare il colpo grosso al PalaRadi per girare il fattore campo e avere più opportunità per volare alla semifinale dei playoff di basket Serie A1. (agg. di Claudio Franceschini)

CREMONA TRIESTE (46-44): INTERVALLO

Cremona Trieste 46-44: la buona notizia al PalaRadi è che all’intervallo abbiamo assolutamente una partita. Anzi: l’Alma è anche riuscita a mettere il naso avanti contro una Vanoli che veniva indicata come la grande favorita in questa serie di playoff, arrivata con il secondo posto in regular season e un ottimo momento. Invece la prova di Zoran Dragic, 12 punti con il 50% dal campo, sta spingendo la squadra di Eugenio Dalmasson ad una gara-1 punto a punto: il primo tentativo di fuga di Cremona è stato rintuzzato anche grazie all’apporto di altri elementi del quintetto. Ci sono sei giocatori con almeno 5 punti; la panchina ne ha prodotti 13 con i 6 di Matteo Da Ros a guidare le seconde linee, e così la squadra di Meo Sacchetti deve ancora provare a prendere il largo. Ci sono comunque i 13 punti di un Travis Diener da 4/5 dal perimetro, mentre Mangok Mathiang è già in doppia cifra per rimbalzi catturati con 10, ai quali ha aggiunto 8 punti che sono gli stessi di Andrew Crawford. Vedremo allora quello che succederà nel secondo tempo qui al PalaRadi, ma di sicuro ci stiamo divertendo molto nella partita che apre la serie dei quarti di finale. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Cremona Trieste è prevista su Eurosport 2: solo gli abbonati alla televisione satellitare potranno assistervi, attraverso il decoder Sky sul quale dovranno selezionare il canale 211. In alternativa, l’appuntamento fisso rimane quello con Eurosport Player, il portale che offre ai suoi clienti la possibilità di visionare tutte le partite della stagione di Serie A1 in diretta streaming video. Il sito www.legabasket.it fornirà invece le informazioni utili, soprattutto il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo e delle squadre.

CREMONA TRIESTE (0-0): PALLA A DUE!

Cremona Trieste sta per cominciare: le due partite della regular season tra queste due squadre si sono concluse con una vittoria a testa, sempre della squadra di casa. Lo scorso 31 marzo l’Alma aveva festeggiato uno scintillante 97-80 al PalaRubini, risultato che potrebbe tornare “utile” per quando la serie si sposterà nella città giuliana; alla nona giornata, il 9 dicembre, era stata la Vanoli a ottenere il successo interno imponendosi per 87-78 grazie ad un ultimo periodo da 26-17. Andrew Crawford aveva messo il suo sigillo sul successo con 24 punti (8/13 dal campo ma 1/5 dal perimetro), 3 rimbalzi e 3 assist e i lombardi avevano mandato in doppia cifra anche Giampaolo Ricci (15 con 6 rimbalzi), Michele Ruzzier (12) e Wesley Saunders (10 e 7 assist) avendo 14 rimbalzi da Mangok Mathiang; nessuno di Trieste si era particolarmente fatto notare, il migliore era stato Jamarr Sanders con 14 punti (4/5 da 3), 6 rimbalzi e 4 assist. Adesso vedremo se il trend stagionale sarà confermato: significherebbe un vantaggio della Vanoli nella serie e il fattore campo rispettato, ma come sempre lasciamo che sia il parquet a rispondere e noi mettiamoci comodi per assistere a questo bello spettacolo dal PalaRadi, dove la diretta di Cremona Trieste comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

CREMONA TRIESTE: I PREMI PER LA VANOLI

In avvicinamento a Cremona Trieste, possiamo parlare di alcuni dei premi che la Lega Basket ha già assegnato per la regular season. La Vanoli domina, insieme a Brindisi: non a caso stiamo parlando delle due rivelazioni del campionato, con la Happy Casa capace di portare a casa tre riconoscimenti contro i due dei lombardi. Se Brindisi ha vinto con il miglior italiano (Riccardo Moraschini), la rivelazione (John Brown III) e il miglior dirigente (Simone Giofrè), Cremona ha in Meo Sacchetti il miglior allenatore e in Andrew Crawford l’MVP della regular season: per il coach anche della Nazionale un miglioramento costante dopo l’ottavo posto dello scorso anno e la conduzione della società al punto più alto della sua storia (per il momento), mentre Crawford – pescato in Israele, giocava con il Maccabi Rishon), che si è dovuto fermare per sei partite a causa di un infortunio, ha tenuto medie da 17,4 punti, 4,0 rimbalzi, 2,0 assist e 0,8 recuperi, tirando con il 59,2% da 2, il 34,8% dall’arco e il 77,3% in lunetta. Naturalmente ora ci si aspetta che l’ala di Naperville ripeta queste prestazioni nei playoff, la prima risposta utile l’avremo tra poco quando inizierà gara-1… (agg. di Claudio Franceschini)

CREMONA TRIESTE: ORARIO E PRESENTAZIONE

Cremona Trieste, che viene diretta dalla terna arbitrale composta da Saverio Lanzarini, Maurizio Biggi e Christian Borgo, è gara-1 dei quarti playoff nel campionato di basket Serie A1 2018-2019: squadre in campo al PalaRadi alle ore 18:15 di domenica 19 maggio. Arriva il momento della verità per la Vanoli: la squadra di Meo Sacchetti lo scorso anno ha centrato la prima qualificazione ai playoff di sempre ma era ottava, e Venezia l’aveva fatta fuori con uno scarto medio di 23 punti. Contro la Reyer è arrivata la rivincita, visto che con la vittoria interna di due settimane fa i lombardi hanno scavalcato gli orogranata prendendosi la seconda posizione in classifica. L’avversario comunque è tosto: l’Alma ha disputato una grande regular season ed è riuscita a prendersi il settimo posto nella griglia dei playoff. Reagendo peraltro nel momento più difficile, e con una sconfitta ininfluente al Mediolanum Forum grazie al ko di Varese sul campo della Virtus Bologna. Ci attende dunque una bella partita in questa diretta di Cremona Trieste; ora vediamo di presentare alcuni dei temi principali di gara-1, che inizia tra poche ore.

RISULTATI E CONTESTO

Si prospetta molto interessante Cremona Trieste: la Vanoli sta giocando la stagione della vita che è passata attraverso la vittoria in Coppa Italia, primo trofeo di sempre. Grandi meriti vanno alla dirigenza: nel 2017 i lombardi erano retrocessi sul campo ma, ripescati per il fallimento di Caserta, hanno costruito un roster affidato a Meo Sacchetti – diviso tra Cremona e la Nazionale – e portandolo immediatamente ai playoff, risultato mai raggiunto prima. Adesso è stato fatto il passo avanti: la regular season ha detto che nessuna a parte Milano è stata migliore della Vanoli, che ragionevolmente ha grandi speranze di conquistare la finale anche se dovrà superare squadre toste e potrebbe ritrovarsi contro la stessa Venezia in semifinale, con la Reyer più esperta a questi livelli. Trieste ha svoltato nel momento in cui sono giunte le notizie dei guai del patron: all’epoca alcune dichiarazioni avevano lasciato intendere che la società preferisse rinunciare ai playoff, invece l’Alma ha iniziato a raccogliere vittorie ed è riuscita a superare il corpo a corpo con le rivali dirette, anche se una mano l’hanno data certi risultati favorevoli. Sia come sia, da neopromossi i giuliani sono arrivati alla post season evitando anche l’incrocio immediato con Milano: adesso ci credono, ma per andare in semifinale dovranno per forza vincere una partita al PalaRadi e non sarà affatto semplice…

© RIPRODUZIONE RISERVATA