Diretta/ Sassari Brescia (risultato finale 95-87) streaming e tv: cuore sardo!

- Mauro Mantegazza

Diretta Sassari Brescia streaming video e tv: orario e risultato live della partita di basket per la 28^ giornata di Serie A (oggi domenica 28 aprile)

Spissu Sassari Venezia lapresse 2019
Diretta Venezia Sassari, gara-1 finale playoff (Foto LaPresse)

DIRETTA SASSARI BRESCIA (95-87 FINALE): CUORE SARDO!

Sette punti di vantaggio a fine terzo quarto non sono bastati alla Germani Brescia per piazzare il colpaccio a Sassari. I sardi padroni di casa hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo e hanno chiuso in scioltezza la sfida, con otto punti di vantaggio. E’ diventata addirittura straripante la prestazione offensiva di Thomas, con 30 punti messi a segno individualmente. E’ arrivato a quota 17 punti anche Spissu, che è salito in cattedra nell’ultimo quarto in maniera decisiva per i padroni di casa. Alla Germani Basket non sono bastati i 32 punti di un gigantesco Abass Abass, miglior marcatore in assoluto della partita. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Non sarà possibile assistere alla diretta tv di Sassari Brescia, che non è tra le partite trasmesse per questa giornata di campionato; tuttavia l’appuntamento classico per tutti gli appassionati è sulla piattaforma Eurosport Player, che fornisce a tutti gli abbonati l’intera gamma delle gare di Serie A in diretta streaming video. Dovrete dunque dotarvi di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone per seguire la sfida, mentre sul sito ufficiale www.legabasket.it sono consultabili le informazioni utili come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo al PalaSerradimigni.

RIBALTONE!

Alla fine del terzo quarto si è concretizzato il ribaltone, la Germani Basket Brescia cresce sempre più e si porta a +7 sul Banco di Sardegna Sassari, arrivando alla vigilia dell’ultimo quarto in vantaggio sul 64-71. Non bastano i 19 punti di Thomas, i 15 di Pierre e i 10 di Polonara alla formazione sarda, capace di portare tre giocatori in doppia cifra. Dall’altra parte è strepitoso Abass Abass, arrivato a 23 punti personali, con 15 punti per Hamilton e 12 per Vitali. Il match scorre ad alti ritmi, alto tasso spettacolare che evidenzia qualche errore difensivo di troppo da parte di entrambe le formazioni, ma ora Brescia ha la grande occasione per chiudere la partita e ottenere la vittoria. (agg. di Fabio Belli)

CRESCE BRESCIA

Si è ridotto il vantaggio di Sassari, arrivata all’intervallo sul 41-38, a +3 su Brescia che nel secondo quarto ha saputo imbastire una reazione convincente dopo una partenza col freno a mano tirato. Già distintosi come il migliore tra le fila bresciane nel primo quarto, Abass Abass ha spiccato definitivamente il volo nel secondo parziale arrivando a 15 punti personali, diventando il miglior marcatore della partita con Thomas tra le fila sarde al momento fermo a 13. Tra i padroni di casa bene anche Polonara con 9 punti, ma complessivamente la Germani Basket ha migliorato sia il rendimento difensivo sia quello offensivo rispetto alla prima parte di gara, mantenendo il match più che mai aperto. (agg. di Fabio Belli)

SARDI SPRINT!

Buona partenza del Banco di Sardegna Sassari contro la Germani Basket Brescia. Sardi in vantaggio anche grazie a una ottima performance sotto canestro di Thomas, già arrivato in doppia cifra nel primo quarto, mentre per Brescia non bastano i 6 punti di Abass Abass per restare a stretto contatto con gli avversari. Sicuramente Sassari è riuscita a difendersi meglio, anche se Brescia nonostante sia riuscita a lavorare bene sotto canestro, ha commesso troppi errori con giocate inefficaci. Proprio un canestro finale di Thomas, arrivato a 12 punti personali nel primo parziale, ha permesso a Sassari di chiudere il primo quarto in vantaggio 25-17 su Brescia. (agg. di Fabio Belli)

PALLA A DUE!

Pochi minuti alla palla a due di Sassari Brescia, è allora giusto dare spazio anche alle parole di Andrea Diana, coach della Leonessa. Come abbiamo detto, pure Brescia è scesa in campo mercoledì sera, quando ha ottenuto una fondamentale vittoria con la Virtus Bologna che Diana aveva commentato così in sala stampa: “Festeggiamo con tanta felicità una vittoria ottenuta con grande orgoglio. È un successo che voglio condividere con i nostri tifosi, che non ci hanno abbandonato mai, sostenendoci sempre e non facendoci mancare il supporto neanche nel momento di massima difficoltà. Ci sono tre diverse partite all’interno della gara: nel primo tempo la nostra lucidità e concentrazione ci ha permesso di mettere in difficoltà una squadra importante come la Virtus, tenuta a 27 punti a referto alla fine del primo tempo. A rientro dagli spogliatoi abbiamo subìto la fisicità di Bologna, che ci ha tolto qualsiasi soluzione e ci ha punito soprattutto sotto canestro. Poi però c’è stata la reazione di cuore di un gruppo coeso e compatto, che non molla mai. E forse, delle tre, questa è stata la partita più bella”. Adesso però servirebbe un’altra vittoria, su un campo difficilissimo: ormai si gioca, Sassari Brescia comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PAROLE DI POZZECCO

Verso la diretta di Sassari Brescia, è doveroso fare un passo indietro a mercoledì sera, quando il Banco di Sardegna ha vinto la finale d’andata della FIBA Europe Cup contro Wurzburg, confermando di vivere un eccellente momento di forma. Questo dunque è stato il commento di coach Gianmarco Pozzecco in sala stampa al termine della partita: “Devo ringraziare i miei giocatori, è un momento in cui sono soddisfatto e clamorosamente orgoglioso, vederli giocare così è emozionante, hanno giocato un incredibile quarto quarto. Sono davvero commosso. Usciamo da questa gara con grande consapevolezza, giochiamo bene, ci aiutiamo, forse potevamo vincere con più scarto, ma non sarebbe stato giusto perché Wurzburg ha dimostrato di giocare una pallacanestro di grande livello”. Pozzecco aveva reso omaggio con grande signorilità anche all’arbitro Dozai, che ha chiuso la sua carriera come arbitro internazionale proprio con Sassari Wurzburg, ma prima di pensare al ritorno bisogna tornare concentrati sul campionato, dove ci sono da blindare i playoff. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Sassari Brescia, diretta dagli arbitri Saverio Lanzarini, Denis Quarta e Martino Galasso, si gioca presso il PalaSerradimigni della città sarda alle ore 18.00 di oggi pomeriggio, domenica 28 aprile 2019, per la ventottesima giornata del campionato della Serie A di basket. Sassari Brescia si presenta come un gustoso scontro per i playoff, per di più fra squadre reduci da un impegno infrasettimanale: il Banco di Sardegna ha vinto l’andata della finale di Europe Cup con il Wurzburg, conquistando un vantaggio di cinque punti che comunque non dà ancora garanzie verso il ritorno in Germania; la Leonessa invece ha battuto la Virtus Bologna e così resta in corsa per i playoff. La classifica parla di 30 punti per Sassari e 28 per Brescia, che ha pure giocato una partita in più: i lombardi dunque devono fare il colpaccio per rimanere in corsa fino alla fine, Sassari è messa meglio ma naturalmente farebbe bene ad evitare un passo falso che complicherebbe tutto.

RISULTATI E CONTESTO

Sassari Brescia arriva dunque al termine di una settimana positiva per entrambe le squadre, ma bisogna fare alcune distinzioni. Il Banco di Sardegna è infatti in questo momento la squadra più in forma nel basket italiano: sei vittorie consecutive in campionato più la striscia di successi anche in Europe Cup, una stagione che ancora un mese e mezzo fa sembrava anonima potrebbe diventare fantastica, puntando al primo successo internazionale della storia di Sassari e ad un posto ai playoff, dove una Dinamo così in forma diventerebbe una mina vagante pericolosa per chiunque. Per Brescia invece questa è una stagione decisamente peggiore della precedente, che aveva visto la Germani nel ruolo della rivelazione: la vittoria con la Virtus tuttavia dà ai lombardi ancora una piccola possibilità di lottare per i playoff, dunque a questo punto è inutile fare calcoli, si deve solo cercare l’impresa a Sassari e poi sperare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA