Diretta/ Bologna Tenerife (risultato 73-61): la Virtus ha vinto la Champions League!

- Mauro Mantegazza

Diretta Virtus Bologna Tenerife, risultato finale 73-61: le V nere hanno vinto la Champions League di basket, trascinata da un grande Kevin Punter batte l’Iberostar Tenerife in finale.

Punter Pajola Virtus Bologna lapresse 2019
Diretta Virtus Bologna Tenerife (Foto LaPresse)

DIRETTA VIRTUS BOLOGNA TENERIFE (RISULTATO FINALE 73-61)

Virtus Bologna Tenerife 73-61: è finita, la Segafredo ha vinto la Champions League di basket tornando a trionfare in campo internazionale dopo 10 anni. Sasha Djordjevic aggiunge un altro trofeo alla sua straordinaria carriera, che sta continuando da allenatore dopo i fasti di quando era lui a calcare il parquet; le V nere battono un colpo imponendosi in una manifestazione che, se anche è la terza per importanza in Europa, è comunque prestigiosa visti i nomi delle partecipanti. Un primo tempo straordinario quello degli emiliani, capaci di un parziale di 20-8 nel primo quarto e di una prestazione difensiva che ha tenuto gli avversari a 24 punti; nella ripresa c’è stata l’inevitabile reazione dell’Iberostar spinta da Colton Iverson, ma la Virtus ha saputo resistere: grande prova di Kevin Punter che chiude con 26 punti e 7 rimbalzi con 7/15 dal campo, benissimo anche Amath M’Baye (solo nel primo tempo, ma ha comunque dato il la alla fuga) mentre Mario Chalmers ha provato a portare il suo mattoncino giocando nell’importante finale, anche se certamente aspettavamo ben altro impatto dall’ex Miami Heat. Resta il fatto che Bologna ha vinto la Champions League, e adesso lancia la sua candidatura per un posto nei playoff del campionato per rendere ancora più interessante la sua stagione. (agg. di Claudio Franceschini)

VIRTUS BOLOGNA TENERIFE (38-24): INTERVALLO

Virtus Bologna Tenerife 38-24: grande avvio di partita della Virtus, che per una volta conferma tutto il suo potenziale offensivo non appena si alza la prima palla a due. Amath M’Baye è dominante e mette a ferro e fuoco l’area avversaria, aiutato da Kevin Punter: sono loro due a creare la prima separazione e soprattutto la grande fuga per i ragazzi di Sasha Djordjevic, che toccano anche i 17 punti di vantaggio a metà del secondo periodo. L’Iberostar non sembra avere contromisure adeguate: gli spagnoli trovano nel solo Colton Iverson un fattore, gli altri sono tutti sotto il par e del resto, visto il risultato, non potrebbe essere altrimenti. Bene Tim Abromaitis a rimbalzo, ma le percentuali sono pessime: la Segafredo invece regge alla grande e tocca i 31 punti quando il cronometro segna ancora 4 minuti e 37 secondi da giocare nel primo tempo. Chiaramente non è finita, perché negli ultimi minuti del secondo periodo anche Bologna tira il fiato e consente agli avversari di recuperare qualche punto, e anche perchè Tenerife è una grande squadra e nel basket le cose possono cambiare radicalmente in un singolo possesso; tuttavia la Virtus si è messa decisamente in una posizione più che buona per vincere la Champions League di basket, non ci resta che scoprire se andrà effettivamente così. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA FINALE

La diretta tv di Virtus Bologna Tenerife sarà disponibile in chiaro per tutti oggi pomeriggio alle ore 18.00 su Rai Sport + HD, il canale numero 57 del telecomando, ma pure su Eurosport 2, il canale tematico disponibile al numero 211 della piattaforma satellitare di Sky. Sarà dunque doppia anche la possibilità della diretta streaming video per Virtus Bologna Tenerife, gratuitamente per tutti su Rai Play oppure grazie a Eurosport Player per gli abbonati. Ricordiamo anche che potrete trovare le informazioni utili su questa finale, per esempio il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori, sul portale ufficiale della Champions League, che trovate all’indirizzo www.championsleague.basketball. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

VIRTUS BOLOGNA TENERIFE (0-0): PALLA A DUE!

Tutto è pronto per la palla a due di Virtus Bologna Tenerife: nei pochi minuti che ci separano dal via alla finale di Champions League, facciamo un tuffo nella storia. La Virtus, storicamente una grande potenza del basket italiano, a livello internazionale non riusciva a raccogliere soddisfazioni, un digiuno spezzato con la vittoria della Coppa delle Coppe nel 1990. A cavallo del Duemila ecco l’epopea più gloriosa, quella delle due Eurolega vinte nel 1998 e nel 2001, quando Bologna era Basket City per tutta l’Europa. Da ricordare pure la EuroChallenge del 2009, ultimo momento di gloria internazionale di una Virtus Bologna che era già passata dalla radiazione del 2003. Dall’altra parte ecco il Tenerife, cioè il Club Baloncesto Canarias, la cui storia globalmente è molto inferiore a quella della Virtus Bologna, ma con gloria recente dovuta al successo proprio in Champions League nel 2017, grazie al quale poi Tenerife ha disputato anche la Coppa Intercontinentale contro i venezuelani del Guaros de Lara, campioni della FIBA Americas League 2017, vincendo 76-71 anche questo secondo titolo. Adesso però parola al campo: Virtus Bologna Tenerife comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PAROLE DI DJORDJEVIC

Verso la diretta di Virtus Bologna Tenerife, facciamo un passo indietro di nemmeno 48 ore per leggere le dichiarazioni di coach Sasha Djordjevic al termine della semifinale vinta dalla sua Virtus Bologna contro Bamberg, grazie soprattutto a una eccellente prestazione difensiva. Djordjevic era comprensibilmente molto soddisfatto: “Sono contento di come ha giocato la mia squadra. Alla vigilia avevo chiesto che entrasse in campo con il sorriso, con la gioia di partecipare a queste finali e di godersi questo momento”. Come si accennava, il segreto della vittoria della Virtus è stata la difesa: “Abbiamo preparato la partita con un focus molto forte su questo fondamentale – ha spiegato Djordjevic -, perché con la difesa si vincono i titoli. Certo, tutti vorrebbero vedere punteggi a quota 120-110, ma nelle finali questo non è possibile. In questi appuntamenti le statistiche non hanno molto senso, conta il modo in cui si approcciano e la passione che i giocatori mettono in campo”. Con un preciso compito: applicare alla perfezione il piano del proprio allenatore. Una battuta di Djordjevic la dice lunga: “I miei giocatori sono liberi di fare quello che dico io”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Virtus Bologna Tenerife, in diretta da Anversa, è la finale della Champions League di basket 2018-2019. Grande appuntamento dunque alle ore 18.00 di oggi pomeriggio, domenica 5 maggio 2019: certo, nel basket la Champions League non è la massima competizione europea, ma arrivare fino in fondo è stato sicuramente un traguardo eccellente e adesso la Virtus ha la possibilità di giocarsi il trofeo che darebbe ben altro sapore a una stagione deludente in campionato. Il doppio impegno forse ha pesato, ma questa Champions League ha rilanciato il blasone europeo della Virtus Bologna e la finale contro Tenerife potrebbe dare alle V Nere il primo trofeo continentale dai tempi della EuroChallenge 2009. Si arriva alla diretta di Virtus Bologna Tenerife in base all’esito delle due semifinali che hanno aperto la Final Four di Anversa: Bologna ha battuto Bamberg 67-50, per gli spagnoli successo per 70-54 sui padroni di casa di Anversa.

RISULTATI E CONTESTO

Avvicinandoci alla diretta di Virtus Bologna Tenerife, possiamo dunque osservare che sia la squadra di Sasha Djordjevic sia la compagine spagnola hanno vinto le rispettive semifinali soprattutto grazie a un eccellente rendimento difensivo, avendo concesso appena 50 e 54 punti alle proprie avversarie. Tenerife ha già vinto la Champions League 2017 e di conseguenza è squadra di ottimo livello internazionale nelle ultime stagioni, la Virtus Bologna invece cerca di riaccendere una storia leggendaria, ma molto in tono minore di recente, fin dalla radiazione del 2003 che ha segnato una svolta in negativo della storia della V Nera. Venerdì sera abbiamo assistito a una prestazione meravigliosa in difesa, che ha tenuto Bamberg 30 punti sotto la sua media realizzativa; Tenerife però ha sfoderato le stesse armi. Sarà dunque una finale dal punteggio basso e decisa dalle difese? Naturalmente, lo scopriremo in campo…

© RIPRODUZIONE RISERVATA