Pagelle/ Napoli-Frosinone (4-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 15^ giornata)

- Federico Giuliani

Pagelle Napoli Frosinone: i voti del match valevole per la quindicesima giornata di Serie A 2018-19. Al San Paolo i partenopei ospitano i ciociari, a caccia di punti salvezza.

Mertens_esultanza_Napoli_Liverpool_lapresse_2018
Dries Mertens (Foto LaPresse)
Napoli-Frosinone termina con il risultato di 4-0 in favore dei padroni di casa: ecco le pagelle con i voti ai protagonisti del match del San Paolo dove i padroni di casa non hanno avuto problemi a regolare gli avversari e a strappare i tre punti. Tra i migliori Ounas, Ghoulam e Milik; opaca la prova di Insigne. Nel Frosinone bene Chibsah; male Campbell.
VOTO PARTITA 6,5 – Gara non sempre disputata a ritmi alti. Alla fine si registrano però diversi e gol e altrettante occasioni.
VOTO NAPOLI 6,5 – Il massimo con il minimo sforzo. La testa dei partenopei era a Liverpool, eppure non c’è stata partita.
VOTO FROSINONE 4,5 – Squadra sin troppo rinunciataria. Zero chance create dalle parti di Meret e troppi errori in fase di impostazione.

I VOTI DEI PARTENOPEI

MERET 6 – Alla prima in assoluto da titolare non deve patire insidie particolari. Attento quando chiamato in causa. Poco altro da segnalare.
HYSAJ 6 – Timido ma efficace. Limita le scorribande di Beghetto anche se in proiezione offensiva si vede meno del solito. Meglio nella ripresa.
LUPERTO 6 – Il ragazzo non tradisce Ancelotti. Contiene bene Pinamonti e non si lascia mai sorprendere. Tutta esperienza in vista del futuro.
KOULIBALY 6 – Dietro è tutto tranquillo quindi si occupa di tanto in tanto di impostare la manovra. Ottimo negli anticipi.
GHOULAM 7,5 – Torna titolare dopo oltre un anno e lo fa con il piglio giusto. Sulla corsia mancina fa quel che vuole e mette in mezzo una quantità industriale di cross. Sfiora per due volte il gol. Due assist vincenti per Milik.
OUNAS 7,5 – Segna un gol fantastico a incoronazione di una prestazione fantastica. Bene sia nel primo che nel secondo tempo: dribbling, assist e tiri. Il ragazzo è forse sbocciato del tutto (dal 72′ YOUNAS 6 – Nei pochi minuti che ha a disposizione si fa apprezzare con un paio di sprint interessanti).
ALLAN 6 – Non gli si può biasimare nulla anche se i ritmi bassi stonano con il suo stile di gioco. Ordinato e preciso negli interventi.
HAMSIK 6 – Alterna buone giocate a errori tecnici evitabili. Nel complesso dà man forte a tutto il reparto e inventa qualche verticalizzazione pregevole (dal 79′ DIAWARA – SV).
ZIELINSKI 6,5 – Ha il gran pregio di sbloccare il match con un sinistro al volo di rara fattura. Per il resto si nota poco. Peccato perché da quella parte il Napoli poteva formare un bel binario data l’ottima prova di Ghoulam.
INSIGNE 5,5 – Si accende saltuariamente, anche se quando lo fa crea scompiglio nella difesa avversaria. Vicino al gol nella ripresa. Eppure può fare molto di più (dal 74′ ROG – SV).
MILIK 7,5 – Nonostante i pochi rifornimenti il polacco riesce a trovare la via del gol con un colpo di testa dagli sviluppi di un corner. Doppietta nella ripresa. In tutto fanno sette centri in campionato.
ALL. ANCELOTTI 6,5 – Indovina tutte le scelte del turnover. Buona la risposta offerta da Ounas, che potrà tornare utile anche in altre occasioni.

I VOTI DEI CIOCIARI

SPORTIELLO 5 – Malissimo in occasione del primo gol, quando regala un corner con un passaggio scellerato. Altre incertezze sparse nel corso del match.
GOLDANIGA 5,5 – Il più traballante del pacchetto arretrato. Non è all’altezza dei compagni di reparto.
ARIAUDO 6 – Tiene a bada Milik e non si lascia impensierire da Insigne. Le prime due reti del Napoli arrivano non a caso con tiri da fuori.
CAPUANO 6 – Salva un gol di Milik nel primo tempo e tiene in piedi la baracca come può. Non ha demeritato nonostante le tante reti subite dalla sua squadra.
ZAMPANO 5 – Pochissime discese degne di nota. Commette diverse incertezze in fase difensiva (dal 70′ GHIGLIONE 5 – Non entra bene in partita).
CHISBAH 6,5 – Il più fisico della mediana frusinate e anche il più brillante. Con il passare dei minuti si spegna ma non poteva fare di più.
MAIELLO 5 – Lascia troppo spazio a Ounas in occasione del raddoppio partenopei. Scalda i guantoni di Meret con un pallonetto prevedibile (dal 75′ SODDIMO 5,5 – Tanto cuore e poco altro).
CASSATA 5,5 – Luci e ombre per lui. Meglio nella ripresa, quando acquista coraggio e si fa notare con un un tiro insidioso.
BEGHETTO 5,5 – Deve fare i conti con Ounas ma non demerita in fase offensiva. Buone le sue discese, non sempre accompagnate da cross precisi.
CAMPBELL 4,5 – Si muove tra le linee, avanza e arretra. Eppure non riesce a ritagliarsi la giusta posizione. Forse avrebbe dovuto lasciare il campo al posto di Pinamonti.
PINAMONTI 6 – Ha un limitato raggio d’azione complice la stretta marcatura dei centrali avversari e la pessima manovra offensiva della sua squadra. Fa quello che può (dal 60′ CIANO 5 – Non riesce a tenere alta la squadra).
ALL. LONGO 5 – Frosinone troppo rinunciatario. Non convince la sostituzione di Pinamonti. Perché lui e non Campbell?
VOTO ARBITRO (Manganiello) 6 – Giusti i cartellini estratti. Per il resto niente da segnalare.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

Il primo tempo di Napoli-Frosinone termina con il risultato di 2-0 in favore dei partenopei: ecco le pagelle provvisorie con i voti ai protagonisti di questi primi quarantacinque minuti del San Paolo. Pronti, via. Il Napoli non ci mette molto a prendere in mano le redini del match. Gli uomini di Ancelotti annichiliscono il Frosinone con un giro palla lento ma asfissiante. Al 7′ gli azzurri passano in vantaggio. Dopo la battuta di un corner c’è un batti e ribatti in area frusinate, il pallone finisce sui piedi di Insigne (5,5) che appoggia per Zielinski (6,5). Il polacco lascia partire una rasoiata di collo pieno che fa secco Sportiello (5). Gli ospiti non accusano il colpo: semplicemente continuano a disputare lo stesso match messo in mostra fin dal fischio d’inizio. Il Napoli domina la scena ma il suo giro palla è spesso orizzontale e piuttosto prevedibile. Deludono Insigne e Milik (5); sorprendono invece Ghoulam (6,5) e Ounas (7,5). L’algerino, di nuovo in campo dopo oltre un anno di stop, ha messo in mezzo una quantità industriale di traversoni mentre Ounas ha deliziato il pubblico con giocate d’alta scuola, tra cui un gol. Al 22′ il Napoli sfiora il raddoppio direttamente da corner. Lo scatenato Ghoualm prova a sorprendere Sportiello ma il portiere ospite è bravo a salvarsi con un colpo di reni. Il Frosinone si fa notare soltanto al 29′ con un pallonetto di Maiello (5) intercettato da Meret (6). Al 40′ il Napoli raddoppia grazie a una magia di Ounas. L’ex Bordeaux riceve da Koulibaly (6) poco oltre la metà campo, avanza palla al piede, rientra su Maiello e scarica un sinistro dai 30 metri che fulmina Sportiello. Nel finale Milik va vicino al 3-0 con un tiro salvato in corner da Capuano (6).

VOTO PARTITA 6,5 – Gara tutto sommato divertente anche se piuttosto monotona. Ritmi non altissimi ma apprezzabili.

VOTO NAPOLI 6 – Il massimo con il minimo sforzo. I partenopei non corrono mai rischi e costruiscono diverse palle gol. Unica pecca: a volte sarebbe meglio mostrare maggiore concretezza oltre la metà campo avversaria. MIGLIORE NAPOLI OUNAS 7,5 – Ha voglia di impressionare e ci riesce. Delizia il pubblico con giocate di gran classe e manda in tilt il binario destro del Frosinone. Segna un gol bellissimo. PEGGIORE NAPOLI MILIK 5 – Sarà per i pochi palloni ricevuti ma l’attaccante polacco non incide come al solito.
VOTO FROSINONE 4,5 – Per oltre metà tempo squadra praticamente inesistente e arroccata nella propria metà campo. Va bene essere consapevoli dei propri mezzi, ma si poteva e doveva osare di più. MIGLIORE FROSINONE CHIBSAH 6,5 – Uno dei rari giocatori ospiti a cercare di giocare la sfera senza buttarla via. Ragiona ma predica nel deserto.  PEGGIORE FROSINONE SPORTIELLO 5 – Da un suo passaggio sbagliato arriva il corner che consente al Napoli di sbloccare il match. Altre incomprensioni con i suoi difensori.
VOTO ARBITRO (Manganiello) 6 – Pomeriggio tranquillissimo. Tutto fila liscio e il suo fischietto non risuona più di tanto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA