Calciomercato Milan/ News, sfida Torino-West Ham per Niang. Notizie al 17 novembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, a gennaio sarà duello tra Torino e West Ham per assicurarsi M’Baye Niang in prestito. L’attaccante francese non trova spazio con Filippo Inzaghi e pertanto se ne andrà.

Berlusconi_GallianiR439
Berlusconi e Galliani (infophoto)

Secondo quanto rivelato dal portale Transfermarkt.de, sarà duello tra Torino e West Ham a gennaio per M’Baye Niang. Il 19enne attaccante francese lascerà il Milan, probabilmente in prestito con diritto di riscatto, dato che Filippo Inzaghi finora non gli ha dato praticamente mai fiducia in campionato dove ha collezionato 2 sole presenze per un totale di appena 15 minuti. Già in estate il tecnico gli aveva consigliato di andare altrove per giocare, ma Niang aveva scelto di restare a Milano. Una scelta errata la sua. Per rilanciarsi l’unico modo è quello di trasferirsi in una squadra che gli permetta di scendere in campo con continuità- Sia Torino che West Ham sembrano piazze ideali per lui.

Il centrocampista del Milan Michael Essien potrebbe partire nel mercato di gennaio, dopo un anno dal suo arrivo in rossonero. Come riportato dall’edizione odierna di Tuttosport pare che il centrocampista ex Chelsea sia destinato a giocare nella Major League Soccer a partire dal mercato di riparazione. I rossoneri sarebbero felici di liberarsi di un pesante ingaggio da tre milioni di euro annui. Alcuni intermediari si sarebbero avvicinati al calciatore pronti a formulare un’offerta importante in grado di convincere Essien che a Milano ha sempre vissuto una situazione marginale anche a causa di una condizione ormai lontana dai giorni migliori.

Il Milan sonda anche il mercato dei giovani, i rossoneri sono pronti a pescare talenti che potrebbbero presto diventare dei campioni. Uno dei nomi molto chiacchierati al momento è quello del serbo Aleksandar Mitrovic. Secondo A Bola i rossoneri avrebbero dimostrato il loro interesse per questo classe 1994 dell’Anderlecht. Attenzione però perchè questo giovane attaccante anche se è sfuggito a qualcuno è uno dei talenti emergenti più richiesti dal mercato realizzando 21 reti in 43 presenze con la maglia del club belga e raccogliendo già 8 presenze e 1 rete con la sua nazionale. La dirigenza del suo club ha capito che il calciatore è una potenziale miniera d’oro e per questo non lo lascerà partire per cifre inferiori ai 15 milioni di euro.

Jeremy Menez è tornato in Italia dopo aver vissuto in Francia anni altalenanti. L’attaccante esterno francese ha parlato oggi a RTL durante la trasmissione Club Liza: “Si impara sempre dagli errori, avevo voglia di ritrovarmi e di provare di nuovo piacere a giocare. Inzaghi mi ha voluto al Milan ha grande fiducia in me e io non voglio deluderlo“. Menez è partito forte poi piano piano è andato un pò in calando, ma mantenendo comunque un’ottima media voto. Il francese vuole diventare la sorpresa del campionato aiutando i rossoneri a ritrovare un posto in Europa. L’assenza di quest’anno è una macchia difficile da cancellare.

Non sarà semplice per il Milan mettere le mani su Asier Illarramendi in occasione del calciomercato di riparazione del prossimo gennaio. Il club rossonero è da diverse settimane sulle tracce del 24enne spagnolo del Real Madrid ma da ieri sera le cose si sono decisamente complicate. In occasione della sfida fra l’Italia e la Croazia Luka Modric si è infortunato, riportando uno stiramento all’inguine che costringerà l’ex Tottenham a rimanere fermo ai box almeno per un mese e mezzo/due mesi, tornando quindi solo a metà/fine gennaio. Durante questo lasso di tempo potrebbe trovare posto proprio Illarramendi, fino ad oggi relegato in panchina. Naturalmente è probabile che il Real intervenga sul mercato per assicurarsi un nuovo elemento di qualità, ma da qualche ora a questa parte, le chance di vedere l’ex Real Sociedad con la casacca del Diavolo sono decisamente in picchiata.

Il Milan ha intenzione di prendere subito due giocatori per quanto riguarda gennaio. Nel mirino dei rossoneri ci sarebbero Kramaric e Vangioni, entrambi calciatori che Galliani vorrebbe portare a Milanello già a gennaio. Non sarà facile battere la concorrenza per il primo, bomber croato che piace a mezza Europa e in scadenza di contratto con il Rijeka. Per Vangioni la concorrenza non manca ma il calciatore classe ’87 del River Plate sogna di arrivare in Italia per poter rinforzare la fascia sinsitra del Milan. Per Inzaghi sarebbe importante trovare una soluzione sulla fascia sinistra della squadra, anche perché Armero non sta convincendo nessuno e potrebbe andare via a gennaio.

Non rischia l’esonero. Lo ha fatto chiaramente capire l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani. Presente stamane a La Gazzetta dello Sport in occasione della consegna del premio Facchetti a Francesco Totti, il numero due di via Aldo Rossi ha esclamato: «Inzaghi è in una situazione molto diversa da quella in cui era Mazzarri: Inzaghi è molto amato dai tifosi, e quindi non credo che potrà avere dei problemi». Una replica di Galliani ad alcune voci circolanti negli scorsi giorni circa un inizio di malumore in casa Milan per i risultati del Diavolo nelle ultime uscite. E a proposito di Mazzarri e del ritorno alla base di Mancini, l’ad rossonero storce il naso: «Il cambio in panchina dell’Inter complica molto le cose per noi perché statisticamente i nuovi allenatori danno una scossa che dura tre-quattro partite: poi tutto torna normale. Naturalmente, è un discorso che va oltre il valore di Roberto Mancini». Infine un retroscena su Totti, il protagonista della giornata in Gazzetta: «Abbiamo tentato di prenderlo quando era un ragazzino, lo sa anche lui, ma non ci siamo riusciti…».

In occasione del calciomercato del 2015 il club rossonero potrebbe pescare nuovamente da quell’interessante bacino di talenti che è il calcio giapponese. Le ultime indiscrezioni circolanti vogliono infatti i rossoneri sulle tracce di Atsuto Uchida. Compagno di Keisuke Honda nella nazionale nipponica, si tratta di un terzino destro classe 1988 già sbarcato nel Vecchio Continente, essendo di proprietà dello Schalke 04. La particolarità del giocatore è di avere il contratto in scadenza al 30 giugno dell’anno venturo, che non sembra vicino al rinnovo. Il Milan ci starebbe seriamente pensando visto che attualmente in rosa manca un vero e proprio terzino destro che possa sostituire Abate quando necessario.

Il Milan ha intenzione di puntare su un difensore per il mercato di gennaio e nel mirino dei rossoneri c’è Salvatore Bocchetti, ex difensore del Genoa attualmente allo Spartak Mosca. Classe ’86, il difensore campano, secondo quanto riportato dalla stampa russa, piace alla dirigenza del Milan che vorrebbe puntare su un calciatore della stazza fisica dell’italiano. Il Milan sa bene che il club russo non può chiedere tanti soldi per l’italiano, per questo i rossoneri cercheranno di prendere il calciatore con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto a fine stagione. Bocchetti tornerebbe volentieri in Italia per giocare nuovamente in Serie A. 

In occasione del calciomercato di riparazione del prossimo gennaio, il Milan potrebbe riportare in Italia Wesley Sneijder. Il centrocampista della nazionale olandese (di cui ne è il capitano), in forza al Galatasaray, non si trova bene in Turchia, alla luce di un rapporto non proprio idilliaco con mister Prandelli e dello scarso rendimento della squadra. L’Italia è un paese in cui l’ex Inter si è trovato molto bene e non disdegnerebbe affatto rimetterci piede, soprattutto, in un club dal progetto ambizioso come appunto il Milan. Inzaghi si mormora sia letteralmente rapito dalle qualità di Sneijder, che tra l’altro sarebbe molto utile a gennaio, quando Honda lascerà Milano per la Coppa d’Asia, ma anche come elemento di supporto a Torres, che fino ad oggi ha realizzato una sola rete in undici gare. L’idea è quella di un prestito semestrale per poi tirare le somme a giugno. Pista utopica? Tutt’altro…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori