Calciomercato Milan/ News, piace il giovane Meunier. Notizie al 24 novembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, i rossoneri sono interessati al giovane talento Thomas Meunier del Club Brugge. Il suo agente ha parlato in un’intervista per fare il punto della situazione.

galliani_sky
Adriano Galliani, ad del Milan (Foto Infophoto)

Il Milan segue Thomas Meunier, terzino destro classe 1991 in forza al Club Brugge. Il club rossonero cerca giovani talenti low cost sui quali puntare per il futuro ed ha messo gli occhi anche sul belga. Franco Iovine, agente di Meunier, ai microfoni di calciomercato.com ha parlato del suo assistito facendo il punto della situazione: “Meunier è un giocatore importante, che fa tutta la fascia. E’ già stato in nazionale, ora punta a essere nel gruppo per Euro 2016. Per lui c’è già qualche interesse da Italia, Germania e Inghilterra. Giovedì sarò a Torino per Torino-Bruges di Europa League e ne potrò parlare coi club interessati. E’ alto 1,92 m, è alto, ha fisico e ha corsa. Mi ricorda Lichtsteiner, anche se è più tecnico dello svizzero. Alcuni anni fa giocava esterno alto, ora può fare anche il terzino. E’ il secondo giocatore per assist in campionato, corre tantissimo ed è un ragazzo serio, un gran lavoratore. Ha il contratto in scadenza nel 2016, nel prossimo giugno avrà solo un anno di contratto e può essere un’occasione”.

Alessandro Matri è tornato al Milan l’anno scorso, senza riuscire a imporsi e partendo a gennaio verso Firenze. In estate la cessione in prestito al Genoa e il ritorno al gol, per la precisione cinque in questo inizio di stagione. Il calciatore è stato accostato nuovamente alla squadra di Inzaghi che davanti in Torres non ha ancora trovato il suo goleador e che al momento non vede in Pazzini una possibilità concreta per smuovere la situazione.. La punta ha commentato così queste voci ai microfoni di Sky Sport: “Non basteranno di certo cinque gol, c’è ancora una stagione intera dove voglio fare bene. E’ chiaro che sentire giudizi positivi su di me e sentire queste voci fa molto piacere”. Se le cose non dovessero cambiare il nome di Matri potrebbe diventare realmente un’occasione low cost per i rossoneri per tornare a rinforzare il reparto offensivo.

Il calciomercato di gennaio del Milan si dedicherà con grande probabilità alla ricerca di un nuovo attaccante. Molti i nomi accostati al club rossonero in queste settimane, alla luce delle prestazioni negative di Torres e della partenza probabile di Pazzini. Fra le ipotesi più calde vi è senza dubbio quella che porta a Mitrovic, 20enne attaccante della nazionale serba che gioca in Belgio, fra le fila dell’Anderlecht. Le big europee gli hanno messo gli occhi sopra e il suo agente, Nenad Jestrovic, ha commentato così negli scorsi giorni le avance rossonere: «Il Milan sarebbe un bel club per Mitrovic, si tratta di un club importante – le parole a Calciomercato.comho sentito dell’interesse del Milan ma non ho avuto ancora contatti. Sanno come trovarmi, hanno il mio cellulare. Se qualcuno è interessato al mio assistito, deve parlare con me. Andremo dove ci sarà un’offerta seria e importante». Secondo Jestrovic, però, difficilmente il proprio assistito lascerà il Belgio già a gennaio: «Al Milan a giugno? Vedremo cosa succederà, di sicuro non lascerà l’Anderlecht in questa finestra di mercato. Alexsandar è pronto per un grande club, vedrete che lo dimostrerà. Penso che sia al momento il miglior attaccante in circolazione. Vedremo dove potremo andare, dipenderà molto dalle offerte».

Carlo Ancelotti potrebbe tornare al Milan, anche se la data resta a tutt’oggi un mistero. Il tecnico di Reggiolo si trova infatti molto bene fra le fila del Real Madrid e starebbe pensando di prolungare il suo attuale contratto. Alla scadenza dell’accordo con le Merengues, tutto potrebbe però succedere. Intervistato dai microfoni de La Repubblica stamane, il tecnico italiano ha parlato così dell’Italia e di un suo eventuale ritorno in Serie A: «Conte è bravissimo. L’Italia vince un Mondiale ogni 24 anni, mi candido per il 2030 quando avrò 71 anni: si può fare. Se prima o poi tornassi in Italia, sarebbe solo per allenare il Milan». L’ad Galliani ha mantenuto stretti rapporti con Ancelotti nonostante l’addio di quest’ultimo e il ritorno sembrerebbe fattibile. Resta da capire solo quando questo avverrà anche perché riportare sul trono d’Italia e d’Europa la squadra rossonera sarebbe davvero un’impresa anche per il buon carletto…

Secondo la stampa turca il Milan ha intenzione di puntare ancora su Wesley Sneijder come possibile rinforzo di qualità per quanto riguarda il centrocampo. Parliamo di un giocatore che in Italia ha fatto benissimo nell’Inter ed è andato via non lasciandosi molto bene con i dirigenti nerazzurri. Oltre al Milan anche la Juventus vorrebbe puntare sul calciatore del Galatasaray, ma non è affatto semplice soddisfare la richiesta del club turco e anche l’ingaggio del calciatore olandese. Il Milan tra l’altro ha diversi giocatori tecnici e manca di un vero centravanti che possa segnare molte reti. Galliani però vorrebbe trovare il sostituto di Honda che partirà a gennaio per affrontare la Coppa d’Asia.

Ieri sera Fernando Torres ha ancora una volta deluso le aspettative del Milan e di tutti i tifosi rossoneri. Lo spagnolo non ha giocato bene beccandosi i fischi di tutto San Siro al momento della sostituzione e questo non è un segnale positivo per l’ex centravanti del Chelsea arrivato in estate. Per Torres si prospetta un lento addio dal Milan a meno di una possibile cambio di rotta da parte dello spagnolo che ha siglato solo un gol fino a questo momento. Torres deve in fretta tornare quello di una volta altrimenti la sua avventura al Milan e in Italia rischia di non essere affatto positiva.

In occasione del calciomercato di riparazione del prossimo gennaio il Milan cercherà di assicurarsi un nuovo attaccante. Il mal di gol rossonero è sotto gli occhi di tutti, con Torres che continua il suo digiuno e Pazzini impossibilitato a dimostrare le proprie qualità perché relegato in panchina. L’ad Galliani e Inzaghi avrebbero quindi messo nel mirino Okaka, 25enne della Sampdoria e della nazionale italiana, protagonista in queste prime 12 uscite stagionali. Un’operazione però molto complicata visto che il direttore sportivo della Samp, Osti, è uscito allo scoperto nelle scorse ore spiegando: «Posso dire al 100% che Okaka non andrà via nel corso del mercato di gennaio». Dichiarazioni che fanno il paio a quelle rilasciate dal patron Ferrero negli scorsi giorni, che ha di fatto ribadito il concetto del proprio ds.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori