Calciomercato Inter/ News, In Spagna sicuri: Cerci va all’Inter! Notizie al 27 novembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter, nonostante le parole di ieri di Diego Pablo Simeone in Spagna sono più che sicuri che Alessio Cerci nel mercato di gennaio potrà passare all’Inter per quindici milioni.

roberto_mancini_city_r400
Roberto Mancini, allenatore Inter (Infophoto)

Le parole di Diego Pablo Simeone ieri sera dopo la sfida Atletico Madrid-Olympiakos non hanno spostato molti equilibri. Il tecnico ha ammesso che in questo momento è difficile trovare una maglia da titolare all’ex Torino visti i tanti campioni presenti in rosa e ha girato la palla al Direttore Sportivo per un’eventuale cessione nel mercato di riparazione. Il calciatore non gioca e a gennaio dovrebbe partire. In Spagna sono certi, come riporta PeriodistaDigital, Alessio Cerci andrà a giocare nell’Inter. Si parla di un prestito con diritto di riscatto fissato a quindici milioni, una cifra vicina a quella pagata dai colchoneros l’estate scorsa per portare il ragazzo in Liga.

Roberto Mancini ha rimesso piede all’Inter una decina di giorni fa, dopo l’esonero di Walter Mazzarri. Il patron nerazzurro Erick Thohir ha voluto puntare sullo jesino per risollevare le sorti della stagione meneghina. E pensare che il tecnico in questione non era così convinto di rimettere piede ad Appiano Gentile. A svelarlo è stata la mamma di Mancini, la signora Marianna, che intervistata da Sky Sport per il 50esimo compleanno del figlio, ha ammesso: «Se mi aspettavo il ritorno all’Inter? No no, onestamente no, perchè quando io gli facevo questa domanda lui mi diceva ‘No no, io non ci ritorno più’. E io: ‘Ma dai, se uno ti chiede scusa per quello che è successo…’, ma lui mi diceva ‘no no’. Invece alla fine è andata così e sono contenta». Secondo Marianna Mancini, Roberto riuscirà nell’impresa prefissata di riportare l’Inter in Champions: «Lui in genere resuscita i morti, quindi penso che farà la stessa cosa che ha fatto la prima volta che è stato lì. Ci vorrà un po’ di tempo, ma è andato e ha dovuto come sempre ricominciare da capo». Tutti i tifosi nerazzurri, naturalmente, sperano che la signora Mancini non si sbagli…

Il nome di Alessio Cerci sta animando le cronache di calciomercato di casa Inter ormai da qualche giorno a questa parte. L’esterno d’attacco dell’Atletico Madrid e della nazionale italiana non gioca mai e starebbe quindi pensano di lasciare la Spagna per rimettere piede in Italia. Qualcosa sembra essersi rotto fra le fila dei Colchoneros e lo si capisce chiaramente anche dalle dichiarazioni rilasciate nelle scorse ore da Simeone, il tecnico del club madridista, che interpellato sulla questione ha risposto un po’ stizzito: «Cerci via a gennaio? Dovete chiederlo alla società». La dirigenza non sembrerebbe così propensa a cedere il giocatore a titolo definitivo dopo appena sei mesi e tutt’al più potrebbe aprire all’ipotesi prestito, magari con diritto di riscatto.

Questa sera contro il Dnipro sarà Nuciari ad allenare l’Inter vista la squalifica di Roberto Mancini. Il preparatore dei portieri dell’Inter sostituirà il Mancio in panchina, ma in casa Inter continuano i sondaggi per trovare il secondo del tecnico di Jesi. Per questo si parla con insistenza di Nasser Larguet, responsabile delle giovanili del Marocco, classe ’58, che potrebbe ricoprire il ruolo di vice-allenatore dell’Inter nella prossima stagione. Un personaggio molto rispettato a livello internazionale che potrebbe dire sì alla proposta dell’Inter.

C’è una nuova di calciomercato in casa Inter in vista della finestra di riparazione del prossimo gennaio. Il club meneghino starebbe infatti pensando a Miguel Angel Moyà, estremo difensore spagnolo che gioca fra le fila dell’Atletico Madrid. Il 30enne esperto portiere si è conquistato un posto da titolare dopo l’addio di Courtois a suon di buone prestazione e attualmente è uno dei meno battuti dell’intera Liga. Come riportato in queste ore dalla stampa iberica, il club di corso Vittorio Emanuele lo starebbe osservando da vicino, probabilmente in un’ottica di vice-Handanovic in previsione del calciomercato estivo del 2015. Moyà ha il contratto in scadenza al trenta giugno del 2017 ed ha un valore che si aggira attorno ai 5 milioni di euro.

Alessio Cerci è sempre più lontano dall’Atletico Madrid. Ieri per l’ex giocatore del Torino neanche un minuto in Champions League nonostante il punteggio di tre a zero per i Colchoneros contro l’Olympiacos, Simeone ha preferito inserire altri giocatori. Cerci è rimasto a guardare in panchina, per ora la sua stagione in maglia madrilena è poco convincente. Il ragazzo potrebbe andare via già a gennaio, il tecnico Simeone sembra averlo scaricato e per lui si continua a parlare di un forte interesse dell’Inter che lo vorrebbe a gennaio.

Ospiterà questa sera a San Siro gli ucraini del Dnipro per il quarto turno dei girono di Europa League 2014-2015. Sarà una sfida importante anche dal punto di vista del calciomercato visto che i riflettori dei nerazzurri saranno accesi su Yevhen Konoplyanka. L’esterno d’attacco del club di Dnipropetrovsk è da diverse settimane sul taccuino del dt Ausilio alla luce del suo contratto che scadrà a giugno dell’anno venturo: «È un ottimo giocatore, giovane: bisognerà fare molta attenzione perché è il miglior giocatore del Dnipro – ha spiegato ieri l’allenatore Roberto Mancini nella conferenza stampa pre-match -. È uno dei calciatori ucraini più forti in circolazione, potrebbe far bene anche in squadre più importanti». Konoplyanka, classe 1989, sembra destinato a lasciare la patria a gennaio, di modo che il Dnipro possa intascare qualche soldo. L’operazione non dovrebbe costare più di 5/6 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori