Calciomercato Inter/ News, Guarin verso la cessione Notizie al 17dicembre 2014 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter, il futuro di Fredy Guarin è in biico. Presto ci sarà un incontro tra il club e l’entourage del centrocampista colombiano che potrebbe partire già nel mese di gennaio.

Balotelli
Mario Balotelli - Infophoto

Il futuro di Fredy Guarin è in bilico lo rivela in esclusiva Calciomercato.com. Il noto portale parla di un incontro che avverrà tra qui e la fine del mese tra l’entourage del calciatore e Piero Ausilio, ds neroazzurro. Il calciatore colombiano sa della necessità della squadra meneghina e vorrebbe capire presto se sarà lui il sacrificato per poter fare le valutazioni del caso. Nel suo futuro sembra esserci più la Liga spagnola che la Premier League inglese. In Italia al momento con la Juve che ha puntato su Pereyra il calciatore non ha mercato. 

I neroazzurri vogliono rinforzare sostanziosamente il reparto offensivo, che vede al momento in rosa solamente Osvaldo, Icardi e Palacio oltre ai giovani della Primavera di volta in volta arruolati. Serve gente d’esperienza e di qualità. Due calciatori che piacciono molto sono Andrè Ayew e Jean-Pierre Gignac dell’Olympique Marsiglia. Calciatori entrambi in scadenza di contratto a giugno 2015, ma che non lasceranno la Francia pronti a puntare al titolo insieme alla loro squadra. Ne ha parlato ai microfoni di FcInter1908.it il dirigente dei transalpini J.P.Bertrand: “A gennaio non se ne parla, il discorso si può riaprire in caso a giugno. Gignac ha diverse offerte, ma sia il giocatore che la società hanno rinviato tutto. Lo stesso vale per Ayew. Sappiamo degli interessi di Inter e Napoli, ma è tutto da vedere alla fine della stagione“.

Torna a parlare del calciomercato di riparazione di gennaio il vice-presidente dell’Inter, Javier Zanetti. L’ex capitano nerazzurro è stato interpellato dai microfoni di Sportmediaset, e nell’occasione ha parlato della finestra di trattative del mese prossimo, commentando anche la voce che vuole Mario Balotelli vicino al ritorno ad Appiano Gentile: «Mercato di gennaio? Con tranquillità si parlerà di ciò che ci serve. Balotelli? E’ un grande giocatore e con noi ha vissuto grandi momenti, ma a Liverpool sta bene. Noi penseremo a cosa serve davvero per questa squadra». Sembra davvero difficile quindi che Super Mario possa rimettere piede in Serie A, alla luce anche del suo recente trasferimento a Liverpool e del passato turbolento dello stesso giocatore alla Pinetina.

L’Inter continua a pensare a un esterno d’attacco di notevole importanza e nel mirino ha messo Adnan Januzaj, talento belga del Manchester United molto dotato tecnicamente e anche molto veloce. L’Inter ha deciso di parlare con il padre-agente del giocatore per capire se ci sono i margini per un arrivo all’Inter a gennaio con la formula del prestito di 18 mesi. Januzaj potrebbe dare l’ok all’operazione, nell’attuale United il suo spazio è davvero limitato e il giovane ragazzo vorrebbe giocare con continuità.

Potrebbe tentare un assalto concreto al talento del River Plate Matias Kranevitter in occasione del calciomercato di riparazione del prossimo mese di gennaio. Il centrocampista classe 1993 si trova in questi giorni in Italia per ottenere il passaporto comunitario e ciò spianerebbe naturalmente la strada ad un suo eventuale sbarco in Serie A. A riguardo ne ha parlato José Luis Luraschi, il procuratore del calciatore in questione, che intervistato da Calciomercato.com ha ammesso: «Siamo in Italia per terminare le pratiche per il passaporto comunitario. E anche per ascoltare le offerte. Dopo aver visto proposte scritte valuteremo. Ci sono delle proposte dall’Italia, ma lo vogliono anche in Spagna, Portogallo e Inghilterra. Le squadre che lo vogliono devono essere di alto livello, perché il valore del giocatore è alto. Inter e Milan? Sarebbero destinazioni gradite».

Il Liverpool ha intenzione di puntare con decisione su Fredy Guarin, centrocampista colombiano dell’Inter che piace molto al club di Anfield. Il manager dei Reds Rodgers ha intenzione di puntare sull’ex Porto che con Mazzarri non ha quasi mai trovato spazio ma con Mancini è titolare ma non convince. Guarin è un calciatore forte fisicamente e anche tecnicamente, l’Inter potrebbe cederlo a gennaio e puntare con quei soldi sull’acquisto di un altro rinforzo per la squadra in vista del mercato di gennaio.

Non riabbraccerà Alvaro Pereira in occasione del calciomercato del 2015. L’esterno d’attacco della nazionale uruguagia lascerà il San Paolo, dove si trova in prestito, e sembrava destinato a rimettere piede ad Appiano Gentile, ma la realtà pare ben diversa. A fare chiarezza ci ha pensato Alfredo Regueira, agente del sudamericano, che attraverso i microfoni di Tuttomercatoweb ha detto: «Un ritorno a Milano? Lo escludo. Alvaro andrà via quasi sicuramente dal San Paolo. Su di lui ci sono due, tre squadre brasiliane, ma potrebbe anche tornare a giocare in Europa. Il Sunderland, ad esempio, sarebbe una bella piazza dove mettersi alla prova». Anche lo stesso Pereira è uscito allo scoperto nelle ultime ore, facendo chiarezza sul proprio futuro. Interpellato da Radio America ha ammesso: «Non scarto nessuna opzione, il River è un grande club in Argentina, che non è nemmeno distante dal Brasile. Ho saputo di interessi dall’Argentina, ma non ho chiesto i nomi dei club perché ora sono in vacanza. Ho un contratto con il San Paolo fino a luglio e bisogna chiedere a loro cosa pensano, inoltre il mio cartellino appartiene all’Inter, quindi chi mi vuole deve parlare con i nerazzurri e bisogna vedere se mi vogliono vendere o prestare. Io non chiudo le porte a nessuno, sono pronto ad ascoltare tutte le offerte. È bello quando si parla di te, vuol dire che si sta lavorando bene»

L’Inter a caccia di un difensore importante, nel mirino ci sarebbe il giovane difensore cileno Sebastian Vegas, classe ’96, di proprietà dell’Audax italiano. Vegas è già Nazionale Under 20, ha una valutazione di circa 2,5 milioni di euro, piace molto a Roberto Mancini che vorrebbe potenziare il reparto difensivo in vista della prossima stagione. I nerazzurri sognano Nastasic ma il City non ha nessuna intenzione di mollare il giocatore serbo nonostante non trovi spazio nell’undici di Pellegrini.

Far tornare l’Inter in Champions League. E’ questo l’obiettivo principale della dirigenza di corso Vittorio Emanuele per la stagione che si avvicina al giro di boa. Lo ha ribadito per l’ennesima volta Michael Bolingbroke, CEO della squadra interista, in un’intervista rilasciata stamane a La Gazzetta dello Sport. La conquista del terzo posto passerà anche dal mercato di riparazione di gennaio e a riguardo il manager londinese ha spiegato: «Se ci saranno opportunità le coglieremo. Dipende da ciò che vuole fare e l’allenatore: tutto parte da lui, dalle sue necessità». Acquisti sì, ma sempre con un occhio attento al bilancio e al fair play finanziario: «Dobbiamo rispettare i parametri dell’Uefa ma la priorità è dare alla squadra e all’allenatore quel che serve per tornare in Champions. Se Mancini chiederà rinforzi troveremo il modo per accontentarlo. Ma sia chiaro: sempre dentro i vincoli del fair play finanziario». La cosa certa è che nella Milano nerazzurra, così come in gran parte dell’Italia, sembrano ormai essere passati i bei tempi delle folli spese: «L’importante è che i tifosi – ribadisce il dirigente dell’Inter – tutti quanti capiscano che in quest’era non è possibile spendere senza limiti. E’ cambiato il modo di gestire le società di calcio, non solo l’Inter. I proprietari non possono più iniettare soldi senza limiti nei club. L’unico modo è incrementare i ricavi e aumentare il potere di spesa».

Secondo un’indiscrezione di calciomercato riportata dal portale N24, l’Inter sarebbe interessata ad acquistare due giocatori del Borussia Dortmund. Si tratta di Marcel Schmelzer e di Kevin Grosskreutz. Il primo è un terzino sinistro di 26 anni molto bravo sia a difendere che ad attaccare. A causa di alcuni infortuni in questa stagione ha collezionato solamente 9 presenze tra Bundesliga e coppe. Il suo nome è stato accostato anche alla Juventus e al Napoli. L’altro ha sempre 26 anni ed è un esterno offensivo che in caso di emergenza ha dimostrato di sapersi disimpegnare anche da terzino. Un elemento dunque duttile. Roberto Mancini avrebbe bisogno di entrambi, ma per il calciomercato di gennaio è difficile che entrambe le operazioni possano andare in porto. Il Borussia Dortmund è comunque una bottega cara e portargli via i propri gioielli a prezzi scontati non è facile, soprattutto considerando che il club nerazzurro sul calciomercato non può investire grosse somme a causa di un bilancio finito sotto osservazione dell’UEFA. Un tentativo potrebbe essere effettuato da parte del direttore sportivo Piero Ausilio, ma non bisogna illudersi.

La nostra redazione ha interpellato Antonio Orlandi, agente FIFA, per parlare del calciomercato dell’Inter. Per quanto riguarda Mateo Kovacic il suo problema sono le troppe pressioni che gli sono state messe addosso visto che possiede un grande potenziale. Mauro Icardi sarebbe da non cedere anche se sono tanti i club importanti sulle sue tracce che potrebbero investire molto denaro per acquistarlo. Alessio Cerci è un colpo complicato perché l’Atletico Madrid ha speso circa 16 milioni di euro e difficilmente lo cederebbe in prestito a gennaio. Matija Nastasic è un acquisto più fattibile, ma servirà comunque che Erick Thohir investa per accontentare le richieste del Manchester City. Il difensore serbo è l’ideale per la retroguardia dell’Inter.

Prima di andare a leggere le notizie del calciomercato dell’Inter relative ad oggi, scorriamo quelle della giornata di ieri. In attacco i nerazzurri pensano ad Andrè-Pierre Gignac, attaccante in scadenza di contratto con il Marsiglia che in questa Ligue1 ha messo a segno finora 12 gol in 17 partite. Per quanto concerne Mario Balotelli, il suo ritorno è molto improbabile visto anche che i tifosi della Curva Nord hanno già manifestato la loro opposizione a questa possibile operazione. Fredy Guarin potrebbe partire visto che è difficile collocazione tattica nella formazione ideale di Roberto Mancini. Per Ezequiel Lavezzi le possibilità possono diventare reali nel caso in cui l’argentino rompa definitivamente con il Psg rendendo obbligato un trasferimento. Diego Perotti non lascia il Genoa, Enrico Preziosi vuole trattenerlo e comunque lo valuta almeno 10 milioni di euro che l’Inter non intende spendere al momento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori