Calciomercato Juventus/ News, Bianconeri sul nuovo Ibra Notizie al 17 dicembre 2014 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Juventus, il club bianconero cerca da vicino il nuovo Ibrahimovic’. Il calciatore in questione è Deniz Hummet, attaccante svedese classe 1996 di origini turche del Malmoe.

gilardino_antonini
Foto Infophoto

I bianconeri sono molto attivi sul mercato, sempre alla ricerca di giocatori talentuosi per il futuro. Il nome nuovo, fatto da Gianluca Di Marzio tramite il suo sito ufficiale, è quello di Deniz Hummet. Attaccante svedese classe 1996 di origini turche di proprietà del Malmoe che nelle giovanili sta segnando gol a raffica. I bianconeri stanno studiando una formula simile a quella che in estate aveva portato Kingsley Coman a Torino. La società potrebbe collaborare con l’Atalanta in modalità molto simili a quelle che portarono in Italia James Troisi.

La Juventus continua la sua ricerca a punte che possano dare spessore al suo attacco. Uno dei nomi fatti oggi, non nuovo a dir la verità, è quello di Lukas Podolski tedesco dell’Arsenal. Secondo TuttoMercatoWeb i bianconeri sarebbero tornati sulla punta in scadenza nel giugno del 2016 e starebbero provando a prenderlo in prestito secco fino a giugno. Podolski ha giocato fino a oggi in questa stagione solamente 7 volte in Premier League, partendo spesso dalla panchina, collezionando appena 106 minuti giocati. In Champions League impegnato 5 volte ha segnato ben 3 reti. Sarebbe un’affare davvero importante per la Juve anche se il giocatore non potrebbe essere impiegato in Europa darebbe il giusto cambio là davanti anche per far riposare un pò Carlitos Tevez.

Nuova idea di calciomercato in casa Juventus. La società di corso Galileo Ferraris sta scandagliando i vari campionati in cerca di rinforzi e per il reparto d’attacco starebbe pensando ad una vecchia conoscenza del calcio italiano. Stando a quanto svelato da Tuttojuve.com, Marotta e Paratici starebbero pensando ad Alberto Gilardino, attaccante che gioca in Cina, fra le fila del Guangzhou. L’ex Bologna ha voglia di rimettere piede in Italia per misurarsi nuovamente con una big della Serie A, e nel contempo i cinesi sono pronti a cederlo in prestito con ingaggio pagato per liberare un posto da extracomunitario. Sulle tracce di Gilardino vi sono però anche altre squadre, a cominciare dalla Roma per arrivare fino all’Atalanta.

La Juventus potrebbe assicurarsi un nuovo talento in occasione delle sessioni di calciomercato del 2015. Il club bianconero ha fatto incetta di giovani campioni negli anni passati, e in vista di una nuova annata è intenzionato ad acquistare altri ragazzi in erba. E’ il caso ad esempio di Gabriele Moncini, attaccante della Primavera del Cesena classe 1996, appena 18enne. Come sottolineato dai colleghi di Calciomercato.com la Vecchia Signora avrebbe un diritto di prelazione sul ragazzo in questione e il direttore sportivo Fabio Paratici lo sta tenendo d’occhio in questa stagione. Dopo Zaza, Gabbiadini e Berardi, un nuovo talento d’attacco pronto a sbarcare a Torino.

La Juventus ha intenzione di puntare su Alexandre Lacazette, giovane stella del Lione, classe ’91, autore di 15 gol in Ligue 1 su 18 presenze. Un attaccante che sta trascinando il Lione nelle zone alte della classifica, è chiaro che il Lione ha intenzione di vendere a un prezzo decisamente alto il proprio calciatore. Si parla di una cifra vicina ai 20 milioni di euro anche perché sul giocatore c’è anche il Liverpool di Rodgers. I Reds hanno bisogno di un attaccante di grande livello e Lacazette potrebbe interessare.

La Juventus ha intenzione di puntare con decisione su Kingsley Coman, centrocampista francese classe ’95 arrivato a parametro zero dal Psg. Coman ha iniziato bene la stagione ma dopo, con il ritorno dei Big, è rimasto in panchina. Su di lui ci sono tanti club interessati visto che parliamo di un giovane talento, ma la Juventus non ha intenzione di cedere il proprio giocatore e lo confermerà fino alla prossima estate. Dopo assieme ad Allegri cercherà di capire bene la situazione del giocatore con i dirigenti bianconeri.

Il nome di Sebastian Giovinco continua ad animare le cronache di calciomercato di casa Juventus. L’attaccante bianconero gioca poco ed ha il contratto in scadenza a giugno del 2015, un mix che potrebbe portare alla cessione della Formica Atomica già a gennaio. In realtà lo stesso Giovinco vorrebbe rimanere fino alla fine della stagione in bianconero, come ha ribadito il suo agente, Andrea D’Amico, intercettato dai microfoni di Sky Sport al Wyscout di Londra: «Giovinco all’Arsenal? Solo la Juventus può negoziarlo ora, più avanti invece, verso la scadenza di contratto, si vedrà. Lui stesso ha dichiarato di voler valutare i progetti a fine campionato, ora ci sono un campionato e una Champions di mezzo». D’Amico ha parlato anche della possibilità del rinnovo del contratto e dell’interesse nei confronti del suo assistito da parte della Fiorentina: «Con la Juventus non ci siamo incontrati tante volte, da parte nostra c’è sempre stata apertura. La Fiorentina? Sappiamo del gradimento tecnico per il giocatore, ma bisognerà valutare meglio il progetto. Giovinco ha 27 anni, è nel fiore della sua carriera e ha fatto esperienze importanti alla Juve. A mio avviso è un rischio rinunciarvi a priori, non ci sono giocatori con le sue qualità e le sue caratteristiche: lo dimostrano l’utilizzo precedente e le chiamate di Conte in Nazionale. Se continuerà così, siamo sicuri arriveranno offerte: la continuità è fondamentale in questo mestiere, dà fiducia e motivazione mentale, cose fondamentali».

La Juventus non pensa solo a Rolando, nel mirino dei bianconeri c’è anche il giovane Jeison Murillo, difensore del Granada classe ’92, di proprietà della famiglia Pozzo, patron dell’Udinese. Secondo la Gazzetta dello Sport non c’è solo la Juventus sul forte giocatore colombiano, anche l’Inter di Mancini vorrebbe puntare sul calciatore sudamericano. Il costo dell’operazione è di circa 6-7 milioni di euro, una cifra importante per un giovane di talento. Murillo è un calciatore che potrebbe fare il salto di qualità in Italia, la Juventus valuta il suo acquisto. 

La Juventus interverrà sul mercato di riparazione del prossimo mese di gennaio per rafforzarsi in difesa. Il club di corso Galileo Ferraris necessita infatti di innesti per la retroguardia alla luce delle incertezze relative a Barzagli, out da inizio stagione e il cui ritorno appare a tutt’oggi un vero e proprio dilemma. Il nome caldo delle ultime ore sarebbe quello di Rolando, centrale portoghese del Porto, che vanta una recente esperienza all’Inter e al Napoli. Il club lusitano potrebbe cederlo in prestito con diritto di riscatto e vorrebbe tre milioni di euro, una cifra che corso Galileo Ferraris sembrerebbe disposto ad offrire, magari con un piccolo sconto. Nel frattempo lo stesso Rolando avrebbe già dato l’ok per lo sbarco allo Juventus Stadium ed ora si attende un incontro fra le varie parti in gioco per far entrare nel vivo la trattativa.

La Juventus per il calciomercato di gennaio cerca un difensore. L’assenza prolungata di elementi importanti come Andrea Barzagli e Martin Caceres impone al club bianconero di intervenire per acquistare almeno un centrale. E’ stato lo stesso Massimiliano Allegri ad effettuare questa richiesta al direttore generale Beppe Marotta. Tra i nomi accostati alla Vecchia Signora c’è quello di Luis Neto, ex Siena e attualmente in forza allo Zenit San Pietroburgo. Bruno Carvalho, agente del giocatore, è intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb.com per fare il punto della situazione sul suo assistito: “Lo Zenit ha iniziato bene il campionato il cammino in Champions League. Lo stesso vale per Luis. E’ felice perché si sente parte del gruppo con il quale può ancora fare un buon percorso in Europa League. Ovviamente, però, gli piacerebbe giocare con maggiore continuità.Quando si apre il calciomercato ogni cosa può accadere. Non posso nascondere che ci sono stati dei contatti e che esiste la possibilità di lasciare lo Zenit. Ogni anno ci sono club interessati a lui. Lo scorso anno è arrivata un’offerta da una società di alto livello, ma lo Zenit non si è spostato dalla richiesta di 10 milioni di euro“. Neto nel calciomercato invernale è cedibile, ma la Juventus dovrà trovare un accordo economico con i russi che non sono disposti a regalarlo.

La nostra redazione ha interpellato Lodovico Spinosi, agente FIFA, per parlare del calciomercato della Juventus. Dubbi su Manolo Gabbiadini che in bianconero potrebbe avere difficoltà visto che è una piazza diversa da Genova e che comunque difficilmente potrebbe scalzare qualcuno nell’attacco juventino. Arturo Vidal non sta rendendo come in passato e pertanto il suo valore ora è calato inevitabilmente. Per la difesa meglio il giovane Daniele Rugani rispetto a Rolando del Porto. Il noto giornalista Xavier Jacobelli esprime invece perplessità sulla cessione di Manolo Gabbiadini al Napoli dato che lo ritiene più forte di Alvaro Morata per la sua versatilità e la sua duttilità. Potrebbe essere un errore quello di Beppe Marotta e Fabio Paratici.

Prima di andare a leggere le notizie del calciomercato della Juventus relative ad oggi, scorriamo quelle della giornata di ieri. L’agente di Simone Zaza ha dichiarato che l’attaccante rimarrà al Sassuolo almeno fino a fine stagione, ma che se i bianconeri chiamassero sarebbe difficile rifiutare trattandosi di un grande club. Piace Jeison Murillo, centrale colombiano classe 1992 in forza al Granada. Beppe Marotta non sembra intenzionato a mollare la presa su Diego Perotti del Genoa e potrebbe mettere sul piatto il cartellino del giovane Kingsley Coman. Rimane nel mirino Andrej Kramaric, bomber croato del Rijeka che interessa molto anche all’Atletico Madrid e al Chelsea. Daniele Rugani ha dichiarato di essere concentrato sull’Empoli ma di lavorare per meritarsi l’approdo alla Juventus. Per la porta viene tenuto in considerazione Neto, in scadenza di contratto con la Fiorentina. Carlos Tevez non parte, anche se il Boca Juniors è pronto ad accoglierlo quando vuole. Niente da fare per José Gimenez, centrale dell’Atletico Madrid che i Colchonero non vogliono cedere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori