Calciomercato Milan/ News, Eranio: Serve un bomber Oggi 22 dicembre 2014 (analisi e commenti in diretta)

Calciomercato Milan news, analisi e commenti diretta al 22 dicembre 2014: l’ex centrocampista rossonero Stefano Eranio parla del mercato del Milan. Secondo lui serve un bomber davanti.

22.12.2014 - La Redazione
ogbonna_pazzini
(INFOPHOTO)

Stefano Eranio è un ex molto considerato sia per l’intelligenza che ha sempre messo in campo che per quella che fuori ha dimostrato coi fatti. Ha parlato a TuttoMercatoWeb sottolineando alcuni particolari sul mercato dei rossoneri. Secondo Eranio il migliore acquisto estivo è stato senza dubbio Giacomo Bonaventura, un giocatore utile e decisivo, da Milan. Cosa serve per completare la rosa? Eranio non ha dubbi: “Devono prendere un bomber che garantisca continuità sotto porta. Menez prima punta è un riferimento, ma al francese non piace giocare lì e deve allargarsi per dare il meglio. In più sarebbe utile un esterno in difesa dove Abate e De Sciglio hanno avuto qualche problema. Torres? La società sperava di rigenerarlo, ma lo spagnolo è fuori condizione e inadatto al gioco di Inzaghi”.

Potrebbe sfruttare la sessione di calciomercato del prossimo mese di gennaio per innestare lo scacchiere attuale con un centravanti di qualità. Sono in molti a pensarla in questo modo fra gli addetti ai lavori, fra cui Dejan Savicevic. Il Genio, grande ex attaccante rossonero degli anni ’90, ha parlato con diversi media nelle scorse ore, spiegando: «Sulle fasce giocano larghi Honda e Bonaventura, due giocatori interessanti. Però mi sembra che a questa squadra manchi qualcosa davanti, forse un centravanti. Torres è un giocatore finito? Non lo so, non chiedetemelo…». Il Milan non sembra per ora alla ricerca di un attaccante che possa sostituire Torres o Pazzini, ma da qui al prossimo 31 gennaio tante cose potrebbero cambiare, soprattutto se si verificasse qualche partenza.

Fra i vari giocatori che animano le cronache di calciomercato di casa Milan vi sono senza dubbio Fernando Torres e Giampaolo Pazzni. I due attaccanti rossoneri sono entrambi sul mercato per diverse ragioni; il Nino non si è affatto ambientato, non gioca da titolare da quattro match ed ha segnato una sola rete in queste primi 16 uscite. Il “Pazzo”, invece, non gioca praticamente mai, ed ha il contratto in scadenza a giugno del 2015. C’è però chi è convinto che i due bomber debbano restare a Milanello, come ad esempio Roberto Bettega, ex calciatore ed ex dirigente della Juventus. Dagli studi di Premium Calcio ha affermato: «In questo momento i rossoneri hanno trovato un equilibrio con Menez come punta centrale ma Inzaghi, in panchina, ha due come Torres e Pazzini che possono sempre tornare utili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori