Calciomercato Milan/ News: spunta il classe 1998 Pet Notizie al 23 dicembre 2014 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan/ News: notizie del 23 dicembre 2014. Pet è il nome nuovo in casa Milan. Il centrocampista offensivo del Vasco piace moltissimo in Europa e su di lui ci sono i rossoneri.

candreva_elshaarawy
Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto)

I rossoneri non pensano solo a oggi, ma anche a domani. E’ per questo che i talent scout del Milan sono in giro per il mondo alla scoperta di nuovi talenti. Il nome nuovo lo fa in esclusiva TuttoMercatoWeb perchè pare che il Milan sia rimasta colpita dal fenomeno del classe 1998 Matheus Pet. Il centrocampista del Vasco da Gama rappresenta un profilo molto simile a quello di Philippe Coutinho del Liverpool e ha grandi estimatori in tutta Europa. C’è già stato un contatto tra i rossoneri e l’entourage del ragazzo, le prossime settimane potrebbero essere decisive.

A giugno si deciderà probabilmente il futuro di Stephan El Shaarawy, talento italo-egiziano che nel Milan di Inzaghi non sta trovando molto spazio. Non ci sarà un addio anticipato, il tecnico rossonero ha già dichiarato di voler trattenere il Faraone a gennaio perché crede nelle qualità del ragazzo ma in caso di mancato utilizzo potrebbe decidere di andare via. Le offerte non mancano per il Faraone, ha diversi club interessati a lui e potrebbe davvero lasciare il Milan e forse il campionato italiano. La società maggiormente interessata al giocatore è il Borussia Dortmund di Klopp che vorrebbe puntare su di lui.

Era arrivato con grandi attese e soprattutto la speranza che potesse tornare quello di una volta. A pochi mesi dal suo arrivo in Italia Fernando Torres è stato bocciato e a gennaio dovrebbe lasciare il Milan. Secondo quanto riportato da SportMediaset pare che su di lui ci sia l’interesse della Major League Soccer. Dall’America sarebbe arrivata per lo spagnolo un’offerta da ben 10 milioni di euro per le prossime tre stagioni. Offerta che sarà difficile da rifiutare.

Fra i vari argomenti caldi del calciomercato di gennaio di casa Milan anche quello riguardante il futuro di Nigel De Jong. Il centrocampista rossonero della nazionale olandese ha il contratto in scadenza al 30 giugno dell’anno prossimo e a tutt’oggi il rinnovo non sembrerebbe essere all’ordine del giorno. Pare infatti che vi siano alcune divergenze sulle cifre ed inoltre mister Inzaghi vorrebbe provare ad innestare in regia un centrocampista di maggiore qualità e talento. Fra le squadre associate all’ex Manchester City c’è lo Schalke 04, come ha confermato anche il bomber del club tedesco, Klaas Jan Huntelaar, tra l’altro ex Milan: «Ho consigliato De Jong al tecnico Heldt – le parole dell’orange ai microfoni di Helden Gli ho parlato di lui così come di altri calciatori olandesi in scadenza con i rispettivi club che potrebbero farci comodo. Non sta a me decidere chi deve arrivare allo Schalke – ha aggiunto Huntelaar – posso solo fornire qualche parere. E’ la società a scegliere su chi puntare».

Fernando Torres è senza dubbio il protagonista del calciomercato di riparazione di gennaio di casa Milan. Il centravanti spagnolo, ricordiamo di proprietà del Chelsea, è stato accostato poco fa al Corinthians, ma sembrerebbe essere l’Atletico Madrid la squadra con maggiori chance di mettere le mani sul Nino. Lo si capisce dalle dichiarazioni madridiste giunte in Italia nelle ultime ore, a cominciare da quelle di Enrique Cerezo, noto patron dei Colchoneros: «Su Torres non c’è nulla, – scrive Marca.comma non significa che non ci sarà». Più esplicito invece German Burgos, il secondo di Simeone, che a Radio Cope ha spiegato: «Un ritorno di Torres? Non voglio creare disguidi dicendo la mia opinione, ma sarebbe meraviglioso».

Piace molto al Corinthians. La notizia arriva direttamente dal Brasile e in particolare dal sito R7: il club paulista vorrebbe a tutti i costi prendere un attaccante di spicco per il campionato brasiliano per la Copa Libertadores. Torres potrebbe essere il centravanti giusto per l’attacco del club paulista, la società brasiliana è pronta a offrire circa 1 milione di euro per sei mesi al giocatore iberico. Il Milan è pronto a cedere il proprio calciatore che non sta convincendo nessuno in casa rossonera.

Il giovane trequartista Simone Verdi sta vivendo un grande campionato ad Empoli al punto che il suo nome è stato accostato al Milan per il calciomercato di riparazione del mese di gennaio. Del resto il calciatore in questione è in prestito in Toscana, essendo in comproprietà fra i meneghini e il Torino. Del futuro di Verdi ne ha parlato Marcello Carli, direttore sportivo dell’Empoli, che sembra blindare al Castellani il talentuoso calciatore: «Verdi è a metà tra Milan e Torino e non abbiamo avuto chiamate dai rossoneri – le parole ai microfoni di Milannews.itSta giocando titolare ed è da due anni con noi, non ci sono al momento i presupposti. Non abbiamo avuto sentori, può darsi anche che il Milan ci pensi ma noi non sappiamo nulla». Altro giovane di cui si è discusso è Riccardo Saponara, calciatore sbocciato proprio fra le fila empolesi che i toscani riabbraccerebbero più che volentieri: «E’ un giocatore importante – ha detto Carli – ha delle doti straordinarie, al Milan gioca poco per diversi motivi. E’ un giocatore che se riprende l’autostima e la consapevolezza nei propri mezzi torna su grandi livelli. Nel caso ci fosse la possibilità diciamo che Riccardo ci crea qualche emozione. Sarebbe un qualcosa che ci farebbe riflettere».

Arrivano conferme per quanto riguarda la cessione di Fernando Torres all’Atletico Madrid. Il Milan starebbe trattando la cession del giocatore ai Colchoneros, come rivela il quotidiano britannico The Guardian. Si tratta di un giocatore che potrebbe tornare a vestire la maglia dell’Atletico a distanza di tantissimi anni. Simeone sembra convinto a riprendere a Madrid il bomber che negli ultimi anni non ha fatto granché bene. Il Milan sarebbe contento di cedere un calciatore come Torres, in Italia lo spagnolo ha segnato solo un gol prendendo troppe insufficienze.  

Fra i nomi caldi del calciomercato di casa Milan vi è anche quello di Alessandro Diamanti. L’esterno d’attacco del Guangzhou Evegrande, secondo le ultime indiscrezioni circolanti, starebbe pensando di rimettere piede in Italia dopo un anno di Cina. Un rumor però smentito dall’ex commissario tecnico della nazionale italiana, Marcello Lippi, attuale direttore tecnico del club cinese in questione. Parlando ai microfoni di Radio Anch’io su Radio Rai, l’ex allenatore di Viareggio ha infatti ammesso: «Diamanti e Gilardino? Ci sono delle dinamiche di mercato, ma non credo che il loro desiderio sia di tornare. Ci potranno essere dei cambiamenti, ma al momento non c’è nulla». Il Milan starebbe pensando a Diamanti per sostituire Honda, che il prossimo mese sarà impegnato con il Giappone per la Coppa d’Asia.

È un calciatore importante che piace molto ad Adriano Galliani, dirigente del Milan, pronto a rinforzare il centrocampo del club rossonero. Brozovic già in passato è stato trattato dal club milanese e oggi potrebbe davvero prendere il volo verso Milano anche se l’Arsenal non molla la presa. Galliani è pronto al rilancio di Brozovic, si spera che la Dinamo Zagabria abbassi le pretese per portare alla conclusione dell’affare già nei primi giorni di gennaio. E’ chiaro che Brozovic ha una valutazione non inferiore agli 8 milioni di euro, una cifra che il Milan potrebbe spendere in caso di addio di uno dei giocatori presenti in rosa.

Il nome di Stephan El Shaarawy continua ad animare le cronache di calciomercato di casa Milan in vista del 2015. Sono molti, fra gli addetti ai lavori, quelli convinti che la permanenza del Piccolo Faraone a Milanello sia ormai agli sgoccioli. La pensa però diversamente mister Inzaghi, che dopo aver elogiato l’italo-egiziano prima della gara contro la Roma, è tornato a ribadire il proprio pensiero: «A luglio mi ero speso su Honda ed è andata bene, adesso se devo fare un nome dico El Shaarawy – ha sottolineato il tecnico milanista ai microfoni di Milan Channel -. Mi auguro che Stephan torni a farci gioire, io credo molto in lui e sono contento del suo rendimento, anche se non l’ho schierato nelle ultime gare». Sulle tracce di El Shaarawy vi sarebbe il Borussia Dortmund ma attenzione anche ad eventuale offerte italiane, magari il Genoa, che potrebbe accogliere il Faraone in prestito per i prossimi sei mesi.

In occasione del calciomercato del prossimo mese di gennaio, il Milan dovrebbe sfoltire la rosa. In uscita vi sono quei giocatori scarsamente utilizzati o che hanno reso fin qui pochissimo. E’ il caso quest’ultimo di Fernando Torres, attaccante sbarcato a Milanello in estate con un carico di entusiasmo ma rivelatosi fin qui un flop. Stando a quanto scrive La Gazzetta dello Sport stamane, il Nino ha più possibilità che lasci via Aldo Rossi rispetto a Pazzini, altro esubero “vip” della scuderia rossonera. L’ex Chelsea è finito in particolare nel mirino dell’Atletico Madrid, e il Milan vorrebbe favorire questa pista di modo da poter mettere finalmente le proprie mani su Alessio Cerci.

In questi mesi al Milan ha altamente deluso le aspettative di tutti e nel calciomercato di gennaio potrebbe andarsene. Secondo le indiscrezioni rivelate da calciomercato.com, la destinazione più probabile è l’Atletico Madrid. Una trattativa sarebbe già in corso per il ritorno del Nino ai Colchoneros. Filippo Inzaghi ha comunicato ad Adriano Galliani di non avere fiducia nello spagnolo e così l’amministratore delegato rossonero è alla ricerca di una sistemazione per Torres. Diego Simeone sembra disponibile ad accoglierlo a Madrid per utilizzarlo come vice di Mario Madzukic in attacco. Per il Milan riuscire a liberarsi del giocatore e del suo ingaggio da 4 milioni di euro netti annui sarebbe una buona operazione oltre ad un’ammissione di aver sbagliato nell’ultimo calciomercato estivo a puntare sul centravanti del Chelsea. I Blues lo hanno dato in prestito biennale al club milanista e non vuole riprenderselo, però è disposto a cedere il suo cartellino ad una nuova società che si faccia carico dello stipendio del calciatore. Il calciomercato del Milan è dunque molto attivo, dalle cessioni dipenderanno gli acquisti.

Abbiamo intervistato in esclusiva Simone Canovi, agente FIFA, per parlare del calciomercato del Milan. Alessio Cerci costa molto, ma essendo in rotta con l’Atletico Madrid può partire. Più probabile che arrivi lui rispetto ad Alessandro Diamanti I rossoneri dovrebbero pensare alla difesa, dove Matija Nastasic sarebbe un profilo ideale ma il costo dell’operazione per acquistare il centrale del Manchester City non è dei più economici. Sia Riccardo Saponara che Giampaolo Pazzini sono in partenza a gennaio. Stefano Eranio consiglia l’acquisto di un centravanti vero e boccia l’operazione fatta in estate per Fernando Torres. Della stessa opinione un altro ex giocatore rossonero del passato, ovvero Dejan Savicevic. Roberto Bettega ammette che Filippo Inzaghi con Jeremy Menez prima punta ha trovato un equilibrio, ma Torres e Pazzini possono ancora essergli utili.

Andiamo a rivedere le notizie di calciomercato del Milan venute fuori ieri prima di affrontare quelle odierne. Jeremy Menez ha rivelato che già a gennaio voleva lasciare il Paris Saint Germain e che la scelta di venire al Milan è ottima anche in chiave di un ritorno nella nazionale francese. Per Nabil Fekir, trequartista del Lione, i rossoneri dovranno vedersela con la concorrenza del ricco Manchester City. Per l’estate si pensa a Stephane M’bia, centrocampista che va in scadenza con il Siviglia. Simone Verdi ha dichiarato di essere concentrato sull’Empoli e di non pensare ad un ritorno al Milan anche perché i toscani gli hanno dato fiducia e meritano il suo impegno massimo. Per Giampaolo Pazzini e Fernando Torres è incerta la permanenza in maglia milanista. Per la difesa si pensa a Ramiro Funes Mori de River Plate. Suso arriverà a giugno, il Liverpool per liberarlo a gennaio sembra chiedere una cifra che il Milan non intende spendere. Presto si potrebbe decidere il futuro di Alessandro Diamanti al Guangzhou Evergrande. Piace al Milan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori