CALCIOMERCATO MILAN / News: pressing su Illarramendi del Real Madrid (Ultime notizie al 26 Dicembre 2014)

Calciomercato Milan: Cerci per Torres, tutto fatto! Secondo i giornali spagnoli possibile un suo impiego in Liga già i primi di Gennaio ma si attende ancora la decisione dell’ex Torino

26.12.2014 - La Redazione
Illarramendi
(INFOPHOTO)

Il Milan non è concentrato solamente su rinforzare l’attacco scambiando Fernando Torres con Alessio Cerci, ma per il calciomercato di gennaio punta ad aggiungere un innesto anche nel reparto di centrocampo. Viste le difficoltà ad arrivare a Marcelo Brozovic, per il quale la Dinamo Zagabria chiede almeno 8-9 milioni cash, i rossoneri sono tornati in pressing su Asier Illarramendi del Real Madrid. A riportare la notizia è Sportmediaset. Il giocatore spagnolo ha poco spazio con Carlo Ancelotti e potrebbe andarsene a gennaio. La sua valutazione è di circa 25 milioni di euro, ma il Milan punta ad un prestito con diritto di riscatto e nei prossimi giorni potrebbe lanciare l’assalto decisivo. Le due squadra si troveranno infatti a Dubai per sfidarsi il 30 dicembre nella Challenge Cup e potrebbe essere questa l’occasione per provare ad imbastire una trattativa.

Il tecnico del Milan, Pippo Inzaghi, sogna un regalo sotto l’albero di natale con l’apertura del calciomercato. La dirigenza rossonera pensa a Cerci ma dall’Inghilterra chiama l’ex Adel Taarabt.
Il talento offensivo del Qpr, sente nostalgia dell’Italia e di una maglia da titolare. Sì, perchè il franco marocchino in questa prima parte di stagione in Inghilterra ha visto il campo soltanto dalle tribune, causa uno scarsissimo feeling con il suo allenatore. “Sarei pronto a guadagnare di meno pur di tornare in Italia – ha dichiarato sulle colonne de La Gazzetta dello Sport -. Sogno il Milan, credo di aver dimostrato di poter stare in una grande squadra, ma gradirei qualsiasi soluzione pur di tornare a giocare a calcio”. Musica per le orecchie di Adriano Galliani che da tempo lavora ad un rinforzo offensivo da regalare a mister Pippo Inzaghi: è inutile nasconderlo però, in cima alla lista dei desideri rossoneri (e non solo) c’è Alessio Cerci per il quale la società Milan sta battendosi per poterlo riportare in Italia almeno in prestito. L’ex ala del Toro tuttavia non è una pista semplicissima, complice il pesante ingaggio percepito dal calciatore. Taarabt potrebbe invece rivelarsi un ottimo piano b a basso costo: come già detto, il franco marocchino sarebbe disposto a ridursi lo stipendio pur di rientrare, e al Milan lo scorso anno non è di certo passato inosservato. All’ex Milan le alternative non mancano, secondo il ‘Sun’ – infatti – potrebbe andare a giocare negli Usa ad Atlanta. Soluzione apparentemente più probabile poichè il diavolo non sembra intenzionato a rivedere i propri obiettivi di mercato: deviare su Taarabt significherebbe rinunciare a Cerci, opzione sicuramente più prestigiosa dal punto di vista commerciale. Senza dimenticare le richieste di Inzaghi: al mister rossonero serve un calciatore con determinate caratteristiche di spinta, capace di saltare l’uomo e puntare il fondo a gran velocità. Il franco marocchino non rispecchia esattamente questo identikit, anzi i suoi tentativi di dribbling ripetuti non sembrano entusiasmare lo staff tecnico del Milan. In ogni caso Taarabt è pronto a stupire, il franco marocchino aspetta soltanto una chiamata.

, tutto fatto? Quasi: stando alle ultime notizie apprese da MilanNews.it c’è grande ottimismo sull’operazione di calciomercato che deve portare l’esterno dell’Atletico Madrid a vestire la maglia del Milan, tanto che Fernando Torres non salirà sull’aereo che domani porterà la squadra a Dubai. Quello che manca però è il sì dello stesso Alessio Cerci: dall’Atletico Madrid gli hanno fatto sapere che il suo destino, qualora non dovesse accettare la proposta del Milan, sarebbe quello di fare tanta panchina. Per questo Adriano Galliani, che è in contatto con l’agente del giocatore Sergio Berti, mantiene la serenità ed è convinto che l’affare sia in dirittura d’arrivo. Cerci però aveva già accettato l’offerta dell’Inter (per questo Roberto Mancini si era detto piuttosto fiducioso in merito) e questo potrebbe frenare l’operazione di calciomercato o quantomeno ritardarla. Cerci però potrebbe comunque recarsi a Dubai con i nuovi compagni qualora gli ultimi dettagli dovessero essere definiti in tempo.

Lascia il Brasile in questa sessione di calciomercato? Possibile. A giorni il Consiglio del Santos dovrà decidere in merito al futuro dell’attaccante brasiliano, tornato nel club che lo aveva lanciato da ragazzo ma ancora di proprietà del Milan. E pare che l’accordo per il rinnovo del prestito non sia troppo scontato: si sarebbe infatti aperto un contenzioso tra il calciatore e la società paulista in merito a un ritardo (di tre mesi) nel pagamento dello stipendio e dei diritti d’immagine, e che Robinho abbia intenzione di levare le tende. Per andare dove? Gli spifferi di calciomercato parlano di una possibilità Stati Uniti; nel contratto tra Robinho e il Santos c’è una clausola che prevede il rilascio del calciatore qualora al Milan pervenga una buona offerta, e quindi la situazione è ancora in divenire.

Siamo alle battute finali dell’esperienza rossonera per Torres. Arrivato a Milano dopo tanti anni di corteggiamento fatto di attese, delusioni e speranze non è riuscito ad incidere come avrebbe dovuto un campione della sua stazza. Non riesce ad uscire dalla spirale negativa degli ultimi anni e nemmeno cambiare aria lo ha rigenerato dopo l’esperienza negativa in Inghilterra. Inzaghi lo ha relagato in panchina nelle ultime partite preferendogli una finta prima punta come Menez raccogliendo ottime indicazioni e risultati. Il Milan si è mosso molto rapidamente sul mercato ed ha deciso di puntare a riportare in Italia Alessandro Cerci passato all’Atletico Madrid questa estate. Dopo un corteggiamento lungo e inconcludente in Agosto, causa le richieste eccessive di Cairo per il cartellino del giocatore, ora grazie alla pediana di scambio Torres diventa un’operazione di mercato accessibile per le casse rossonere. Grazie ad uno scambio di prestiti Inzaghi avrà una nuova punta esterna per il suo tridente, sostituto naturale di Honda che sarà assente causa impegno di Coppa con la sua nazionale. In Spagna il quotidiano As dà come conclusa l’operazione di mercato che riporterebbe Torres al club che lo ha lanciato nel calcio che conta. Il suo arrivo all’Atletico Madrid, stando sempre a quanto riportato dalla testata, avrebbe trovato pieno appoggio di Diego Simeone. Addirittura sembra possibile un suo primo debutto già il 7 gennaio nel derby di Coppa del Re contro il Real Madrid. Per i rossoneri resta comunque il problema della prima punta, ruolo per ora ricoperto con successo da Menez ma che ha bisogno di valide alternative visto la “bocciatura” di Pazzini. Su questo fronte dovranno muoversi ancora gli uomini di mercato del Milan.

Montolivo spesso finito sotto la lente di ingrandimento per le sue prestazioni altalenanti, condizionate anche dagli infortuni, ora si è ripreso in mano le redini del centrocampo rossonero garantendo qualità ed equilibrio al reparto. E’ il suo recupero il primo “nuovo” acquisto di questo Milan targato Inzaghi che ora può contare sul campione tanto atteso in questi anni ed ammirato ai tempi della Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori