Calciomercato Milan/ News, Casco è l’alternativa a Vangioni Notizie al 29 Dicembre (aggiornamento in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, i rossoneri vogliono un terzino per completare la rosa, l’obiettivo numero uno è Vangioni. L’alternativa però ha un nome da oggi, porta a Casco del Newell’s Old Boys.

Cerci22_Atletico
Alessio Cerci, 27 anni, con la sua nuova maglia

Il Milan cerca un terzino sinistro, considerati i problemi di De Sciglio e la probabile partenza di Armero. Il primo nome rimane quello di Leonel Vangioni del River Plate, giocatore che però non è assolutamente facile da prendere. Secondo quanto riporta TuttoMercatoWeb pare che ci sia un piano b per i rossoneri. La società rossonera sembra pronta a puntare su Milton Casco, laterale di 26 anni del Newell’s Old Boys che piace molto anche alla Roma di Rudi Garcia. Un calciatore affidabile anche se non giovanissimo, ma nella piena maturità. Casco viene considerato in Sudamerica un calciatore di grande spessore e sembra pronto a fare il grande salto verso l’Europa.

Si complica in maniera decisa l’affare Asier Illarramendi. Il centrocampista del Real Madrid piace moltissimo al Milan di Filippo Inzaghi perchè garantirebbe sia quantità che qualità. Secondo quanto riportato da MilanNews pare che l’affare si sia complicato e che sarebbe davvero molto molto difficile trovare una soluzione a gennaio. In Spagna arrivano frenate e il Real Madrid non vorrebbe cederlo in prestito, soprattutto per diversi problemi fisici a giocatori del centrocampo.

Il Milan è pronto a vivere una campagna acquisti da protagonista per centrare quello che è un sogno, il terzo posto. I rossoneri vogliono prepotentemente un ritorno nell’Europa che conta, quella che gli compete. Dopo Alessio Cerci potrebbe esserci un altro acquisto pesante in attacco. Secondo il Daily Mail pare che i rossoneri siano in contatto con il Tottenham per Roberdo Soldado, centravanti spagnolo che lascerà la Premier a gennaio. Attaccante classe 1985 che quest’anno ha collezionato in Premier appena 9 partite e messo a segno un solo gol. 

I rossoneri compiono dei passi decisivi verso il rafforzamento della squadra e vogliono diventare i protagonisti della sessione di mercato di gennaio. Dopo aver preso Alessio Cerci il Milan vorrebbe portare in rossonero anche un difensore. Secondo SportMediaset sarebbe molto vicino l’acquisto in prestito del difensore centrale del Manchester City, Matija Nastasic. Nazionale serbo si è fatto notare con la maglia della Fiorentina dopo essere volato in Inghilterra al Manchester City nello scambio che portò in Toscana Stefan Savic. Rossoneri che farebbero un colpo importante, visto che sul ragazzo c’erano la Juventus, la Roma e l’Inter.

È il primo grande colpo del calciomercato di gennaio di casa Milan. Il club rossonero ha prelevato dall’Atletico Madrid il trequartista della nazionale italiana con la formula del prestito, girando in Spagna Fernando Torres, anch’egli a titolo temporaneo. Poco fa l’ex Torino è uscito nuovamente allo scoperto, e attraverso il proprio profilo ufficiale Twitter ha esternato tutta la propria gioia per l’operazione ormai vicina alla chiusura: «Non vedo l’ora di essere a Milano per visite e firma… incrociamo le dita e forza Milan. Grazie ai tifosi dell’Atletico per l’affetto e per i momenti vissuti insieme. Un saluto e un abbraccio forte». Stando a quanto svelato dal collega di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, Cerci arriverà a Milano solamente il primo di gennaio, fra esattamente tre giorni, mentre il giorno seguente svolgerà le rituali visite mediche. Inizialmente l’ex Toro avrebbe dovuto sbarcare in Lombardia già nella giornata odierna, ma per un trasloco più agevole da Madrid si è preferito fare le cose con calma, visto che l’operazione è ormai praticamente chiusa.

Continua ad essere al centro delle voci di calciomercato di casa Milan. Il terzino sinistro rossonero, sbarcato a Milanello durante lo scorso mercato estivo, è continuamente associato a diverse società. L’ultima in ordine di tempo sarebbe il Genoa, che pare sia intenzionata a fare uno scambio con Luca Antonelli. Un’indiscrezione però smentita in maniera netta da Luciano Ramalho, agente Fifa nonché procuratore del terzino sinistro ex Napoli e Udinese. Intervistato dai microfoni di Milannews.it ha ammesso: «Armero ha un contratto con il Milan, è tranquillo e sta lavorando. Nel calcio tutto è possibile ma in questo momento è tutto fermo. E’ contento a Dubai ed è pronto per la amichevole con il Real Madrid, è concentrato per il resto del campionato, sta facendo un buon lavoro con il Milan». Ramalho fa chiaramente capire che le voci di mercato siano infondate, e la permanenza del proprio assistito a giugno sembrerebbe tutt’altro che utopica: «Secondo me può restare fino a giugno, non capisco queste voci su Armero che vuole cambiare. Lui è un giocatore importante che ha fatto il Mondiale e ha giocato con la Nazionale. Lui è concentrato sul Milan se c’è una possibilità, un’offerta importante per il Milan, l’Udinese o il giocatore, è normale che proveremo a trovare un accordo».

Il Milan dovrà studiare bene il futuro di Armero, esterno sinistro colombiano che non sta facendo grandi cose in maglia rossonera. Non a caso si parla di un possibile addio del giocatore già durante il mercato di gennaio, anche perché ha giocato davvero poco con SuperPippo in panchina. Si è parlato di un forte interessamento del Genoa ma il club ligure sembra orientato su altre scelte per questo Armero potrebe anche restare al Milan e cercare di scalare posizioni nelle gerarchie del tecnico rossonero. 

In mattinata è stato ufficializzato il colpo di calciomercato in uscita di casa Milan riguardante Fernando Torres. L’attaccante spagnolo è stato ceduto in prestito per 18 mesi all’Atletico Madrid, dopo una prima metà stagionale sin qui poco convincente. Il Nino ha infatti realizzato una sola marcatura, quella contro l’Empoli al Castellani, e nelle ultime quattro gare è finito relegato in panchina. Inevitabile la sua partenza, e il Milan ne ha approfittato riportando in Italia Alessio Cerci, giocatore che i rossoneri avevano già cercato la scorsa estate, e che farà sicuramente comodo al gioco di mister Inzaghi. Franco Baresi, l’ex storico capitano dei rossoneri negli anni ’80 e ’90, ha voluto salutare Fernando Torres, e attraverso il proprio profilo ufficiale Twitter ha scritto: «Good luck Niño @Torres», “Buona fortuna Nino Torres”. L’ex attaccante del Chelsea torna quindi a casa dopo aver giocato con le maglie di Liverpool, Chelsea e appunto Milan: chissà se riuscirà a tornare quello di un tempo.

L’operazione Cerci sicuramente farà piacere a Inzaghi che potrà avere in rosa un altro grande esterno d’attacco. E’ chiaro che ora il Milan cercherà di mandare via quei giocatori che non rientrano nei piani del tecnico rossonero, uno di questi è Niang, giovane attaccante francese che è diventata la settima scelta di Inzaghi per l’attacco. Per il francese, impiegato solo 28′ minuti in stagione, ci sarebbero diverse possibilità anche in Serie A, per questo potrebbe andare via in prestito a gennaio per trovare spazio e dimostrare di essere un talento. Galliani non vorrebbe perdere il ragazzo per questo ha deciso di trovare una collocazione all’ex stella del Caen. 

Il nome di Adel Taarabt torna ad animare le cronache di calciomercato di casa Milan. L’esterno d’attacco del Queens Park Rangers è in rotta ormai da mesi con l’allenatore del club londinese e la stessa società, e vorrebbe fare le valigie. Nelle scorse ore si sarebbe tenuto un incontro fra l’ad del Milan, Galliani, e l’agente di Taarabt, Kia Joorabchian. A riguardo il diretto interessato ha spiegato a IlVeroMilanista.it: «Può essere che Galliani e Kia si siano incontrati in Brasile, ma non so veramente se hanno parlato di me». Taarabt è stato accostato all’Atalanta in questi giorni, ma il magrebino ha rifiutato la meta bergamasca: «Non so se l’Atalanta mi volesse prendere. Posso dire che mi è stato chiesto se mi sarebbe piaciuta come destinazione, ma io ho risposto di no». Sulle sue tracce vi sarebbero anche Napoli, Juventus e Inter: «Napoli o la Juventus? Sono entrambi club che lottano per il Campionato e per andare in Champions League, io devo pensare alla mia carriera e quindi sicuramente accetterei queste squadre. A gennaio io voglio partire, desidero cambiare club e tornare a giocare. Penso che l’Inter possa essere interessata a me, ma io ho fatto sei mesi fantastici al Milan, con dei tifosi splendidi, e quindi sarebbe per questo più difficile». Infine un commento su Galliani e Inzaghi: «Rispetto molto Galliani, lui mi ha preso al Milan ed è un grande uomo. Inzaghi? Devo fargli i complimenti, che sta facendo un buon lavoro e io spero che il Milan possa tornare in Champions League quest’anno. Non ho nessun problema con Pippo Inzaghi, anzi lo stimo perché è stato un grande attaccante».

Pensavo di essere importante per il Milan, evidentemente non lo ero“. Questo il messaggio rilasciato da Fernando Torres durante l’intervista al Globe Soccer Awards, dopo l’ufficialità del suo ritorno all’Atletico Madrid. Torres lascia il Milan dopo pochi mesi in cui ha segnato un solo gol e ha assaporato tante panchine. Il giocatore iberico torna così a Madrid e riabbraccia i tifosi dell’Atletico: “Tornare lì è sempre un’emozione, presto potrò allenarmi con i miei nuovi compagni di squadra“. I tifosi madrileni non vedono l’ora di rivedere il loro beniamino ed ex capitano.

Il Milan cede Fernando Torres all’Atletico Madrid. Con qualche giorno di anticipo rispetto all’apertura del calciomercato di riparazione di gennaio, il club rossonero ha girato il Nino agli spagnoli con la formula del prestito per 18 mesi, e a breve accoglierà Alessio Cerci sempre dai Colchoneros. Il comunicato è arrivato tramite il sito web della squadra madrilena, che ha titolato “Fernando Torres torna a casa”. Sul profilo Twitter dei Colchoneros invece si legge: «Un tweet che stavamo desiderando di fare. Torres vestirà la maglia rojoblanca ancora una volta». Torres dovrà sottoporsi a breve alle rituali visite mediche, l’ultimo step prima della firma definitiva, ma il giocatore può ormai dirsi un ex calciatore del Milan e un nuovo rinforzo per l’Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone.

Il Milan pensa sempre a un centravanti per questo continua a mettere nel mirino Stefano Okaka, attaccante italiano della Sampdoria in scadenza di contratto nel 2016 che non vuole rinnovare il contratto con il club doriano. Un calciatore che Inzaghi vorrebbe portare al Milan già a gennaio visto che l’addio di Torres ha lasciato uno spazio vuoto al centro dell’attacco. Difficile che la Sampdoria possa decidere di perdere il calciatore a meno di un inserimento di Pazzini nell’affare: a quel punto le cose potrebbero davvero cambiare.

Non lasceranno il Milan in occasione del calciomercato di riparazione del prossimo mese di gennaio. Lo ha ribadito ieri il tecnico rossonero, Pippo Inzaghi. Parlando dal Globe Soccer di Dubai, l’allenatore piacentino ha confermato la tesi di sempre: «Il Faraone e De Sciglio sono i nostri fiori all’occhiello: giovani, italiani e giocatori della Nazionale. Stephan ha la mia totale fiducia, quella della società e del presidente. Tutti ci aspettiamo molto da lui, viene da un infortunio, ma ha già fatto cose buone e mi auguro che il 2015 sia l’anno della sua consacrazione». Sulle tracce dei due giovani talenti del Milan vi sono alcune big europee fra cui il Borussia Dortmund e il Real Madrid, ma entrambi almeno fino a giugno non dovrebbero muoversi.

Il calciomercato del Milan è sempre più in fermento con tanti nomi accostati alla società rossonera per l’imminente apertura della sessione di mercato invernale. Ma gli uomini di Galliani lavorano anche in ottica di operazioni di calciomercato future e nelle ultime ore è uscito un nome importante per la squadra allenata da Inzaghi, il nome di Mattia Destro. L’attaccante della Roma piace tantissimo a Galliani e agli esperti di calciomercato del Milan anche se la valutazione del club capitolino al momento sembra fuori portata per il club lombardo: i capitolini valutano infatti circa 20 milioni di euro il proprio attaccante. Sulle tracce del giallorosso ci sono molte squadre, tra cui il Borussia Dortmund. Galliani è pronto a metttere sul piatto El Shaarawy ma ha bisogno di tempo per avvicinarsi alle richieste economiche pretese dalla Roma: se la squadra di Inzaghi dovesse riuscire a qualificarsi per la prossima Champions League, il Milan potrebbe contare su un importante tesoretto per esaudire i propri sogni sul mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori