Calciomercato Juventus/ News, Savic: Non so niente sui bianconeri Notizie al 3 dicembre 2014 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Juventus, il club bianconero si è messo alla ricerca di un nuovo centrale, piace molto Savic che però al momento ha smentito ogni possibilità di contatto con il club di Torino.

Schar_Basilea
Foto Infophoto

Sono numerose le voci che si rincorrono su un possibile scambio tra Fiorentina e Juventus con Sebastian Giovinco in viola e Stefan Savic in bianconero già da gennaio. Il centrale viola ha parlato in conferenza stampa anche di questo: “Del loro interessamento non so niente, sono legato un contratto con i viola fino al 2016. Ho un ottimo rapporto col club e penso solo alla Fiorentina. Contro la Juve sarà una gara molto difficile, sappiamo quanto è forte e probabilmente resta la migliore del campionato. Anche noi siamo forti e proveremo a fare risultato. Pirlo? C’è poco da fare se è in giornata“. Savic arrivò in Italia a margine di uno scambio con il Manchester City che rilevò dai toscani Matija Nastasic. Il centrale montenegrino è un classe 1991 e ha un valore di mercato che si attesta oltre i dieci milioni di euro.

La Juventus sfrutterà la sessione di calciomercato di gennaio per innestare la difesa con un nuovo giocatore. Barzagli continua ad essere fermo ai box, mentre Caceres riporta spesso e volentieri degli acciacchi. Tanti i nomi sul taccuino dell’amministratore delegato Beppe Marotta, come riporta il noto esperto di mercato, Gianluca Di Marzio, sulle pagine di Calciomercato.com. Si comincia con il talento svizzero Schar, in scadenza con il Basilea. Piace molto anche Kjaer, ex Roma e Palermo attualmente al Lille, per cui però i francesi vogliono ben 15 milioni di euro. Rolando è un altro dei nomi caldi delle ultime ore, mentre dai radar bianconeri non sembrano scomparire i due gioielli dell’est Savic (Fiorentina) e Nastasic (Manchester City). Da questi cinque, forse, la Juve pescherà il prossimo centrale difensivo.

Si assicurerà con grande probabilità un nuovo difensore centrale in occasione del calciomercato del prossimo gennaio. Molti i nomi accostati ai colori bianconeri in queste ultime giornate e fra questi è spuntato anche l’ottimo Aleksandar Dragovic. Il nazionale austriaco di 23 anni sbocciato fra le fila del Basilea, si è trasferito poco fa alla Dinamo Kiev ma sembra essere pronto al definitivo salto di qualità per approdare in un club di primissima fascia. E’ stato lo stesso giocatore ad ammetterlo ai microfoni di Calciomercato.it: «Questo è un momento importante della mia carriera. Sento di essere pronto al grande salto, per giocarmi le mie carte in un club importante di un altro campionato. Sapere dell’interesse di squadre di primo livello mi rende felice, al momento resto comunque concentrato sul mio ruolo alla Dinamo». Dragovic non sembra affatto disdegnare uno sbarco in Serie A nonostante lo stesso sia nel mirino anche di altri top club: «Preferenze tra Italia, Spagna ed Inghilterra? Stiamo parlando senza dubbio di tre campionati molto interessanti. Non ho un ordine di preferenza, voglio solamente poter dire la mia a livello internazionale nel club nel quale sarò chiamato a dare il mio contributo. Alla Dinamo il mio rendimento è cresciuto e sento di aver raggiunto anche il grado giusto di personalità». Infine, parlando nello specifico di un suo sbarco in Serie A, ammette: «Io in Italia già a gennaio? Questa decisione non dipende interamente da me. Esiste però la mia voglia di compiere il grande salto e di misurarmi con un top club».

Sarà il primo rinforzo della Juventus per il calciomercato di riparazione del prossimo gennaio 2015. Il centrocampista classe 1996 del Boca Juniors sarà in Italia domani per sostenere le rituali visite mediche. Rimetterà poi piede in Italia a gennaio, quando la Juventus deciderà se trattenerlo oppure se mandarlo in prestito altrove, molto probabilmente fra le fila della società amica Sassuolo. Nel frattempo lo stesso calciatore argentino, dotato però di passaporto comunitario, ha espresso le proprie sensazioni a Calciomercato.com: «Non ho ancora firmato, ma domani farò le visite mediche e poi tornerò in Argentina. Sono incantato dalla possibilità di giocare nella Juve, è un club che mi piace molto. È una società molto importante in Italia e in Europa». Molte le stelle che Pochettino troverà in casa Juventus: «Tevez è un fenomeno. È un idolo in tutta l’Argentina per la sua umiltà. Di Vidal ammiro la facilità con cui arriva al gol, è impressionante. Pogba mi incanta per come gioca, per la qualità, la pazienza e la tecnica che ha. Sono giocatori che seguo per migliorare, così come Di Maria, Reus e Pastore». Pochettino racconta come è nata la trattativa con la Vecchia Signora: «Prima della Durban Cup avevo la pubalgia, stavo quasi per non andare. Durante il torneo la Juve contattò il mio agente, io sono stato contattato quando sono tornato in Argentina». Chiusura con un breve identikit di se stesso: «Le mie qualità migliori? Direi il tiro potente e il cambio di ritmo. Sono destro di piede».

La Juventus ha messo nel mirino il terzino brasiliano del Porto Danilo, classe ’91, giocatore che potrebbe prendere il posto di Stephan Lichtsteiner, esterno svizzero in scadenza di contratto a giugno. Secondo quanto riportato da Calciomercato.it, Danilo ha però una clausola rescissoria di circa 50 milioni di euro e starebbe rinnovando il contratto per altri anni con il club portoghese. La Juventus quindi dovrà pensare ad altri giocatori per sostituire lo svizzero che per ora non ha trovato nessun accordo con la Juventus.

Arturo Vidal sarà il protagonista del calciomercato della Juventus fino alla prossima estate. Il centrocampista della nazionale cilena sta vivendo una stagione non proprio idilliaca complice anche qualche fattaccio extra-campo salito alla ribalta delle cronache. La Signora potrebbe così pensare di cedere l’ex Bayer Leverkusen in caso di offerta ad hoc da 40 milioni di euro. Una trattativa però maggiormente fattibile in previsione estiva visto che privarsi di Re Artù a metà stagione sarebbe un clamoroso autogol. Anche lo stesso Vidal non sembra comunque intenzionato a svestire tanto facilmente i colori bianconeri, come spiegato dal giocatore ai microfoni della radio cilena Cooperativa nelle scorse ore: «City? Io sto bene alla Juve, qui mi sento a casa. Gli interesse delle altre squadre? Ho una persona che si occupa di questo, il mio procuratore pensa lui a queste cose».

La Juventus ha intenzione di puntare su un difensore in vista del mercato di gennaio visto che ci sono diversi problemi per Barzagli e Caceres. Secondo quanto riportato da Tuttosport, in pole position per rinforzare la difesa ci sarebbe Rolando, difensore portoghese del Porto ex Napoli e Inter, che potrebbe arrivare a Torino per una cifra vicina ai 3,5 milioni di euro. Il club lusitano non opporrebbe resistenze particolari visto che il giocatore non rientra nei piani dell’attuale allenatore del club portoghese. La concorrenza per Rolando è folta, ci sono diversi club turchi e russi pronti a prendere il calciatore lusitano.

La Juventus continua ad avere come obiettivo principale l’arrivo di un terzino che possa colmare il vuoto lasciato da Asamoah che dovrà stare fermo per circa due mesi. Diversi i calciatori che piacciono ai bianconeri anche in vista di giugno quando probabilmente non ci sarà Lichtsteiner che è in scadenza di contratto a giugno. Nel mirino dei bianconeri c’è anche Sime Vrsaljko, terzino destro del Sassuolo, classe ’92, che all’occorrenza può giocare anche a sinistra. Un calciatore che già l’estate scorsa sembrava destinato ad un grande club e invece il Sassuolo ha sorpreso tutti bruciando la concorrenza. 

È arrivato in estate alla Juventus dopo un’importante e vincente esperienza al Manchester United. Finora non ha ancora dato il meglio di sé viste le difficoltà di adattamento ad un modulo, il 3-5-2, che poco si addice alle sue caratteristiche. Ma il francese è un giocatore sul quale Massimiliano Allegri punta molto. Federico Pastorello, agente del giocatore, ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb.com della situazione di calciomercato del suo assistito: “Il suo ambientamento alla Serie A non è stato semplice, ma il valore di Patrice non si discute. Lui viene dalla Premier, forse uno dei campionati più difficili al mondo e sapevamo che non sarebbe stato facile adattarsi al modo di giocare in serie A. All’inizio inoltre la Juventus giocava con la difesa a 3 mentre lui ha sempre giocato a 4. Sono certo però che alla fine la Juventus, grazie al suo impegno e alla sua perseveranza, riuscirà a vedere il vero Evra. Ripeto, ha solo bisogno di tempo perché i suoi valori non si possono discutere“. Parole che sembrano allontanare qualsiasi voce di calciomercato almeno per questa stagione. Poi in estate Evra e la Juventus faranno il punto della situazione e decideranno se proseguire insieme o meno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori