Calciomercato Inter/ Ultime news, Chiono (ag. FIFA): Lavezzi, due indizi per i nerazzurri. Bene Diarra! (esclusiva)

- int. Gabriele Chiono

Calciomercato Inter news, esclusiva Chiono: l’agente Fifa italiano ha parlato del calciomercato nerazzurro e in particolare della situazione di Lavezzi che potrebbe andare via dal Psg.

lavezzi_cielo
Ezequiel Lavezzi (infophoto)

L’Inter è forse la società più attiva sul calciomercato e non molla la presa su Lavezzi del Psg, il calciatore argentino ha rotto con i parigini e sarebbe pronto al ritorno in Italia. I nerazzurri sognano Lavezzi che piace tanto a Mancini e intanto valuta la situazione di calciomercato che riguarda Podolski, vista anche lka disponibilità dell’Arsenal a liberarsene già a gennaio. L’agente Fifa Gabriele Chiono ha parlato del calciomercato Inter in esclusiva per IlSussidiario.net.

L’Inter continua a puntare su Lavezzi. Quante possibilità ci sono di vederlo in nerazzurro nel calciomercato di gennaio? Bisogna fare attenzione a due indizi: Lavezzi non ha rinnovato il contratto col Psg e soprattutto non è titolare. Fosse per lui arriverebbe subito.

Quali sono i problemi? Il Psg vorrebbe cederlo a titolo definitivo, l’Inter invece spinge per il prestito. E poi c’è la concorrenza di grandi club sul Pocho.

Podolski aspetta… Lo scenario di calciomercato è molto chiaro, Lavezzi è in pole position nei pensieri di Mancini, il tedesco potrebbe arrivare qualora non dovesse andare in porto l’arrivo dell’argentino.

Balotelli scelta da scartare? Io credo che Balotelli possa anche approdare all’Inter ma sarà un affare last-minute negli ultimi giorni di mercato. Anche se per ora è la terza scelta.

Diarra per il centrocampo opzione di calciomercato fattibile? Lui non ha dimenticato come giocare a calcio e nel Real Madrid era importantissimo. Non credo sia un calciatore finito.

Arriverà qualche rinforzo in difesa? Dipenderà dalle uscite che ci saranno in casa Inter soprattutto a livello difensivo, di certo Mancini ha voglia di cambiare qualcosa.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori