Calciomercato Milan/ News, Illarramendi: Nessuno mi ha parlato del futuro Notizie al 23 gennaio 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, spesso si è parlato della possibilità di vedere Asier Illarramendi al Milan, centrocampista del Real Madrid dove sta giocando poco. Oggi ha parlato il calciatore stesso.

Inzaghi_indicazioni
Inzaghi, ex Milan (Infophoto)

I rossoneri hanno cercato in tempi non sospetti il centrocampista del Real Madrid, il 24enne Asier Illarramendi. Giocatore fisico ma anche di grande velocità che nel Real Madrid con l’arrivo di Kroos sta trovando sempre meno spazio, appena 12 le presenze stagionali in Liga e quasi mai da titolare. Il ragazzo oggi ha parlato del suo futuro a Mundo Deportivo: “Nessuno mi ha detto niente circa un mio possibile addio al Real Madrid“. Futuro incerto e rossoneri quindi in lizza per prendere il calciatore l’estate prossima.

Un momento difficile quello vissuto in casa Milan soprattutto dopo le sconfitte contro Sassuolo e Atalanta. Il Presidente Silvio Berlusconi è la persona giusta per ricaricare la squadra e provare a rialzare la testa. Questi oggi ha parlato a Milan Channel dando informazioni piuttosto importanti: “Non dovete demoralizzarvi. Io ripeto che non cambierei la rosa del Milan con quella di nessuna altra squadra della Serie A. Sono davvero felice e dovete essere consapevoli di questo. Nel calcio ci sono momenti buoni e altri cattivi. Il presidente e tutta la società insieme hanno la massima fiducia in Filippo Inzaghi e nella squadra”.

Potrebbe avere i giorni contati la permanenza al Milan di Inzaghi. Dopo i disastri delle ultime settimane il club rossonero non può permettersi più passi falsi e nei prossimi quattro giorni affronterà due importanti crocevia. Domani sera il Milan volerà all’Olimpico di Roma per sfidare la Lazio, e i biancocelesti saranno poi gli avversari per i quarti di finale di Coppa Italia in programma martedì sera. Inutile sottolineare che una doppia sconfitta (o magari anche una sola), farebbe scattare l’esonero di Super Pippo in automatico. La pensa così il noto Furio Fedele, giornalista del Corriere dello Sport intervistato da Tuttomercatoweb: «La premessa è che le colpe non sono tutte di Inzaghi, però nel calcio c’è il malcostume che pagano sempre gli allenatori. Il doppio confronto con la Lazio sarà decisivo, non vincere vorrebbe dire chiudere definitivamente la corsa al terzo posto ad inizio del girone di ritorno, mentre una sconfitta in Coppa Italia vorrebbe dire subito l’addio ad un altro possibile obiettivo di questa stagione. La Lazio diventa un crocevia importante per il futuro di Inzaghi».

È stato vicino all’addio al Milan durante una sessione di calciomercato di un paio di anni fa. A svelare l’interessante retroscena è stato Andrea D’Amico, il procuratore del terzino destro rossonero. Interpellato nelle scorse ore dai microfoni di Sky Sport il noto agente italiano ha spiegato: «Un paio di anni fa avevo quasi chiuso per Abate allo Zenit, poi è uscita la notizia e Spalletti è andato in difficoltà: erano saltati certi equilibri interni, e l’affare non è più andato avanti». Abate ha il contratto in scadenza al 30 giugno ma la sua permanenza non è in bilico. Il calciatore è infatti fortemente legato ai colori rossoneri e all’ambiente Milan, e di conseguenza sottoscriverà in primavera un bel prolungamento, molto probabilmente un rinnovo biennale o triennale.

Ufficiale per il nuovo acquisto del Genoa, il calciatore di proprietà del Milan, M’Baye Niang. Il talento francese ha lasciato Milanello per vivere una nuova avventura fra le fila del Grifone con la formula del prestito. Le prime parole sono decisamente taglienti, soprattutto nei confronti dei suoi ex compagni rossoneri: «Quando ho giocato contro il Genoa avevo capito che loro avrebbero vinto perche erano più squadra. Ora sono qui, abbiamo più punti del Milan, ma non vuol dire che siamo più forti di loro». Niang ammette di essersi confrontato con alcuni giocatori dei liguri prima di prendere la decisione di sbarcare al Marassi: «Ho parlato con diversi giocatori che hanno giocato al Genoa, tutti mi hanno consigliato di venire qui. Il Genoa ha uno spirito che può portare lontano. Sono giovane e ho voglia di giocare, mi adatterò alle esigenze del mister: voglio fare gol ed essere decisivo, aiutare la squadra e dare tutto quello che posso. La mia forza? La velocità». Infine un appunto sulla propria posizione in campo, e anche in questo caso Niang sembra mandare una frecciatina a Inzaghi e al Milan: «Gasperini mi ha provato da prima punta che è il mio ruolo principale…».

Il nome di Stephan El Shaarawy potrebbe tornare a breve protagonista dei rumors di calciomercato di casa Milan. L’attaccante italo-egiziano sta vivendo una stagione sottotono e di conseguenza potrebbe lasciare il club meneghino entro il prossimo 2 febbraio per vivere una nuova avventura e tornare in estate rigenerato. A riguardo i colleghi di Tuttomercatoweb sottolineano il rinato interesse del Genoa. Il club rossoblu è sempre stato un grande estimatore del Piccolo Faraone per ovvie ragioni, e gradirebbe averlo fra le proprie fila fino al mese di giugno con la formula del prestito secco. Il Milan per ora ha sempre fatto muro ma non sono da escludere novità nelle ultime ore del mercato. Sulle tracce di El Shaarawy vi sarebbe anche il Chievo.

Il Milan è in attesa di capire qualcosa per quanto riguarda la situazione di Manuel Pasqual, esterno sinistro della Fiorentina in scadenza di contratto a giugno. I viola sperano che l’ex capitano possa dire sì alla proposta di rinnovo ma negli ultimi giorni ci sono state alcune polemiche tra le due parti. Pasqual piace molto al Milan che ha intenzione di blindare la fascia sinistra che al momento risulta scoperta visto che De Sciglio è infortunato e Armero non rientra nei piani di Inzaghi.

Il calciomercato di casa Milan prosegue a rilento alla ricerca di una prima punta di qualità. Il club rossonero sembra intenzionato a dire addio a Giampaolo Pazzini, con il contratto in scadenza e non rientrante nei progetti di Inzaghi, e il “Pazzo” verrà sostituito da un nuovo centravanti. Sono quattro i giocatori segnati sul taccuino dell’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani. Si comincia con il solito Mattia Destro, centravanti della nazionale italiana in forza alla Roma, operazione però molto complicata. Rimanendo in casa giallorossa, più facile mettere le mani su Borriello, in scadenza di contratto e in partenza da Trigoria. Nell’Inter c’è invece in uscita Pablo Daniel Osvaldo, voglioso di sbarcare in rossonero o tutt’al più di tornare nella Juventus. Infine, attenzione a Stefano Okaka, attaccante della Sampdoria che però potrebbe lasciare Marassi solo a giugno.

Il Milan ha intenzione di puntare ancora una volta sul d.s. del Verona Sean Sogliano che già l’estate scorsa è stato trattato dai rossoneri. Si tratta di uno dei direttori sportivi più importanti d’Italia, ha lavorato benissimo sia in uscita che in entrata soprattutto per quanto riguarda l’affare Iturbe, ceduto per 26 milioni di euro alla Roma. Sogliano piace molto a Barbara Berlusconi che ha intenzione di cambiare integralmente l’organigramma societario. L’arrivo di Sogliano potrebbe portare all’addio di Galliani dopo più di 20 anni alla guida del Milan. Molto dipenderà dalla decisione del presidente del Verona Setti che dovrà lasciare libero il proprio dirigente.

Cercherà di assicurarsi un nuovo terzino sinistro da qui alla fine del calciomercato di riparazione, datata 2 febbraio. Il club meneghino necessita di innesti per la fascia mancina ed oltre al solito Siqueira dell’Atletico Madrid e a Pasqual della Fiorentina, in via Aldo Rossi non si perde di vista il giovane Douglas Santos. Il talento classe di origini brasiliane gioca nell’Atletico Mineiro ma è di proprietà dell’Udinese. A riguardo ne ha parlato nelle scorse ore Cristiano Giaretta, direttore sportivo dei friulani, che intervenuto ai microfoni di Milannews.it ha detto: «Contatti con il Milan non ne abbiamo ancora avuti, ma possiamo parlare volentieri. Non ci è arrivato ancora nessun interessamento. Se siamo disposti a trattare? Con il Milan bisogna sempre parlare, abbiamo grandi rapporti». Un’apertura quindi da parte di Giaretta, che poi prosegue: «Douglas Santos è un giovane molto interessante, ha un grande piede e una buona gamba, deve fare la sua esperienza in un club di alto livello, ma è un classe ’94, parliamo di un prospetto importante. E’ andato in prestito perché abbiamo fatto delle scelte in estate ed eravamo pieni di terzini sinistri, abbiamo privilegiato la consacrazione di Gabriel Silva che però ha avuto un infortunio ad inizio stagione».

Il talento del Milan Hachim Mastour è riconosciuto all’unanimità come uno dei migliori prospetti al mondo. Il classe si allena regolarmente con la prima squadra ed è in pianta stabile nella Primavera. Sta crescendo ogni giorno che passa vivendo fianco a fianco con i “grandi” e imparando da loro tutti i trucchi del mestiere. Nel contempo le big straniere osservano. Tempo fa si è parlato di un interesse concreto nei confronti dell’italo-marocchino da parte del Barcellona, mentre ora sarebbe la volta del Real Madrid ad alzare la testa. Come sottolineato da Cope Deportes, Mastour farebbe gola alle Merengues che proprio nella giornata di ieri hanno ufficializzato l’arrivo del 16enne Hodegaard. Il Milan si tiene stretto la stella Mastour ma è anche vero che in caso di offerte super tutto potrebbe succedere…

Il Milan, nonostante la dichiarata incedibilità di Giampaolo Pazzini, è sempre alla ricerca di un centravanti in questo calciomercato di gennaio. Viste le enormi difficoltà per arrivare a Mattia Destro della Roma, si sono sondate altre piste più economiche. Tra queste quella che porta a Stefano Okaka della Sampdoria, il cui contratto scade nel 2016 e che non è affatto vicino a prolungarlo in questo momento visti anche alcuni recenti screzi interni. Carlo Osti, direttore sportivo del club blucerchiato, ha spiegato la situazione ai microfoni di Rai Sport: “Okaka è sul mercato? Assolutamente no. Ci rivedremo a giugno e valuteremo con l’agente. Può darci moltissimo come ha fatto finora“. Niente cessione dunque per l’attaccante in questa sessione di calciomercato, ogni discorso verrà rinviato alla prossima estate. Il Milan e le altre società interessate dovranno dirottare il proprio sguardo su altri obiettivi per rinforzare il proprio reparto offensivo. Ma a giugno si potranno riavviare i contatti con la Samp eventualmente.

Abbiamo intervistato Filippo Maniero, ex giocatore rossonero, per commentare il calciomercato del Milan. Secondo lui alla squadra non serve un altro centravanti perché c’è già Giampaolo Pazzini, dunque dice no a Pablo Osvaldo e Marco Borriello. Filippo Inzaghi paga l’esperienza ma non ha un organico di alto livello. A sui giudizio l’allenatore ideale può essere Luciano Spalletti. Abbiamo parlato anche con Marco Arduini, agente FIFA, che giudica mal costruita la squadra del Milan. Stefano Okaka per lui può fare bene in rossonero. Punterebbe molto però su Giampaolo Pazzini e non su Pablo Osvaldo. Al club di via Aldo Rossi consiglia poi di rilanciare Stephan El Shaarawy.

Vuole solo Juventu e Milan, dunque rifiuta di andare in club minori per adesso. L’agente di Michael Essien esclude un addio prima della scadenza del contratto, fissata per giugno 2015. Rifiutata intanto una proposta dei Dallas dalla MLS. Per la fascia sinistra torna di moda Luca Antonelli del Genoa, prodotto del settore giovanile rossonero. Continua ad interessare Davide Santon del Newcastle United. Marco van Ginkel allontana le voci di calciomercato e spera di essere importante per la squadra nei prossimi mesi. Per il centrocampo rispunta Juraj Kucka, in scadenza con il Genoa. L’agente di Manuel Pasqual apre al rinnovo con la Fiorentina. Silvio Berlusconi è pronto ad incontrare Luciano Spalletti per offrirgli la panchina del Milan nella prossima annata. Clamorosa ipotesi di un ritorno di Marco Borriello per l’attacco. Il direttore sportivo dell’Udinese è pronto a trattare Douglas Santos se i rossoneri faranno un’offerta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori