Calciomercato Milan/ News, Ag.Bocchetti: Domani le visite mediche Notizie al 27 gennaio 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, il club rossonero ha acquistato oggi il difensore centrale Salvatore Bocchetti dallo Spartak Mosca. Calciatore della procura di Andrea D’Amico che ha parlato oggi.

galliani_cravatta
Adriano Galliani (infophoto)

La trattativa a sorpresa è quella con il quale il Milan ha riportato in Italia il difensore centrale Salvatore Bocchetti, prelevato dallo Spartak dopo cinque anni in Russia. In Serie A per lui 60 presenze tonde con la maglia del Gena e 2 con quella dell’Ascoli in stagioni che l’avevano lanciato anche al debutto con la maglia azzurra vestita poi cinque volte. Per lui questa al Milan a 28 anni è di sicurouna grande occasione. Ne ha parlato il suo agente, Andrea D’Amico, ai microfoni di Milan Channel: “E’ una trattativa che è nata in pochissimo tempo. C’è stata grande disponibilità da parte di Adriano Galliani. Allo Spartak Salvatore è stato definito come il giocatore più importante della sotria del club. Ha pagato il cambio di allenatore perchè il precedente lo vedeva come un pupillo. Voleva giocare e si è creata questa opportunità. Domani sosterrà le visite mediche”.

Sembra arrivato all’epilogo della sua avventura in rossonero. Il terzino colombiano è stato richiesto direttamente da Filippo Inzaghi. A inizio stagione non ha giocato, poi il calciatore ha iniziato a farlo con continuità deludendo le attese. Ora sembra che a gennaio possa partire. Ne ha parlato l’agente del calciatore, Luciano Ramalho, a MilanNews.it: “Oggi ho pranzato con Adriano Galliani e con Enrico Preziosi al Savoia. Si è parlato di mercato, ma è solo un inizio di trattativa. Non so nulla dello scambio con Antonelli, ma il Genoa è interessato e una possibilità c’è”.

I rossoneri sono scatenati sul mercato e dopo aver preso Salvatore Bocchetti e messo le mani su Mattia Destro cercano anche un terzino sinistro. Il nome nuovo è quello di Paolo De Ceglie, come riportato da TuttoMercatoWeb. Il cartellino del calciatore appartiene alla Juventus che in questa stagione l’ha girato in prestito al Parma. Tutti sono a conoscenza della difficile situazione vissuta dagli emiliani che potrebbero quindi acconsentire alla partenza del calciatore. I rossoneri però vorrebbero cautelarsi prima cercando di sondare la condizione dell’esterno che ha avuto un brutto infortunio nella scorsa stagione.

I rossoneri sono protagonisti del mercato con l’assalto a Mattia Destro, ma non solo lui perchè cercano un terzino sinistro di qualità che possa aiutare una difesa in difficoltà. Il nome in cima alla lista è quello di Luca Antonelli capitano del Genoa di Gianpiero Gasperini. Secondo quanto riportato dal sito di Gianluca Di Marzio pare che i rossoneri abbiano proposto uno scambio con Pablo Armero, con conguaglio da definire a favore dei liguri. Ancora non si sa la reazione del grifone a questa proposta.

Protagonista indiscusso in questa fase del calciomercato di riparazione. Dopo aver chiuso l’operazione Bocchetti e aver trovato l’accordo con la Roma per Mattia Destro, l’ad rossonero sta ora lavorando ad un’altra operazione in entrata, quella riguardante Adel Taarabt. Come sottolineato poco fa dal collega di Sky Sport, Di Marzio, nelle scorse ore si sono tenuti dei nuovi contatti fra il numero due di via Aldo Rossi, Adriano Galliani, e lo stesso fantasista marocchino, pronto a lasciare subito i Queens Park Rangers. Il magrebino sarebbe stato individuato per sostituire Stephan El Shaarawy, che dovrà stare fermo ai box per i prossimi due mesi dopo la frattura al piede: sono attese novità nelle prossime ore.

Colpo di calciomercato a sorpresa in casa Milan. Il club rossonero si è infatti assicurato Salvatore Bocchetti, difensore centrale classe che gioca in Russia, fra le fila dello Spartak Mosca. Come svelato dal collega di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, la società rossonera ha portato a termine una trattativa lampo con la formula classica del prestito con diritto di riscatto. L’ex calciatore del Genoa sarà in Italia già in serata mentre le rituali visite mediche sono previste nella giornata di domani. In questi istanti le parti in gioco stanno definendo i vari dettagli ma l’operazione si può dirsi ormai in bacheca.

Michael Essien potrebbe lasciare il Milan durante il calciomercato in corso. Il centrocampista della nazionale ghanese gioca poco e sulle sue tracce vi sono diverse società. Come svelato dal collega Gianluca Di Marzio di Sky Sport, l’ultima proposta arriva dalla Turchia, e precisamente dall’Istanbul BB. La squadra turca vorrebbe assicurarsi l’ex Chelsea a titolo definitivo ed ora bisognerà capire la replica del diretto interessato. Difficile comunque che l’operazione vada in porto, anche perché negli scorsi giorni l’agente ha fatto capire che il proprio assistito preferirebbe cambiare casacca solamente a fine stagione, durante il mercato della prossima estate. Inoltre la proposta non sembra poi così alettante.

Il principale obiettivo del Milan per il calciomercato in corso è Mattia Destro. L’attaccante della Roma è seguito dai rossoneri ormai da giorni e nelle ultime ore l’interesse si è fatto più concreto. A Milanello si è registrato l’ennesimo stop di El Shaarawy e di conseguenza il Diavolo ha deciso di rompere gli indugi, virando con forza sull’ex Siena. Come scrive Gianluca Di Marzio sul proprio sito web, oggi sono previsti nuovi contatti fra il Milan e la Roma, con i rossoneri che hanno presentato una proposta per un prestito oneroso del valore totale di 17 milioni. Molto dipenderà dal contemporaneo sbarco nella capitale di Luiz Adriano, che darebbe il via libera alla cessione di Destro.

Il Milan potrebbe assicurarsi un nuovo difensore centrale da qui alla fine del calciomercato di riparazione, che chiuderà il prossimo lunedì 2 febbraio. Nelle ultime ore, a riguardo, il club rossonero si sarebbe fatto avanti concretamente per avere il difensore centrale argentino del Palermo, Ezequiel Munoz. A confermarlo è stato il patron dei rosanero in persona, Maurizio Zamparini, che interpellato poco fa dai microfoni di Milannews.it ha ammesso: «C’è un inserimento del Milan, sta trattando con il mio direttore sportivo, confermo che il Milan si è inserito in questa operazione. Munoz non ha firmato il rinnovo, e noi abbiamo puntato su altri giocatori. E’un ragazzo che a me è costato 6 milioni e mezzo quando aveva 20 anni e non intendo regalarlo». Come ha detto lo stesso Zamparini, Munoz è in scadenza di contratto al prossimo 30 giugno, fra praticamente cinque mesi. Sulle sue tracce vi sono anche altre società, su tutte la Roma, e di conseguenza il Milan dovrà presentare un’offerta molto convincente.

In questi giorni si è parlato di un forte interesse del Milan nei confronti di Antonelli, esterno sinistro del Genoa. Ma il club ligure non ha nessuna intenzione di cedere il calciatore italiano a gennaio visto che Gasperini non ha intenzione di perdere un altro pezzo da novanta, Sturaro infatti tra pochi giorni potrebbe diventare un nuovo calciatore della Juventus. Per questo l’affare Antonelli quasi certamente verrà rinviato a giugno con il Genoa pronto a parlare con il Milan nella prossima stagione.

E’ l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, il principale colpevole della crisi rossonera. Lo crede fermamente la Curva Sud, la frangia più estrema del tifo meneghino, che nelle scorse ore ha emesso un breve comunicato per chiedere l’allontanamento del manager monzese da via Aldo Rossi. Ecco alcuni passaggi del pensiero dei tifosi rossoneri: «Oggi siamo qui di fronte all’obiettivo che sempre abbiamo snobbato e che ora sembra la coppa che può risollevare le sorti di una stagione figlia dell’ennesima campagna acquisti fatta di parametri zero strapagati… Abbiamo una rosa di giocatori che rappresenta la terza squadra più pagata del campionato: l’artefice della costruzione di questa squadra è l’AD e responsabile del settore tecnico, che agisce nella più totale assenza di un progetto. Al presidente chiediamo, oltre che di investire nuovamente nel Milan, di allontanare il responsabile tecnico e di evitare certe dichiarazioni su di una rosa incredibilmente di basso valore». La Curva si scaglia quindi contro gli arrivi a costo zero di giocatori come Torres, ma anche probabilmente di Cerci ed altri ancora. Del resto il rapporto fra la Curva e Galliani non è mai stato idilliaco e nei momenti di crisi emerge in superficie tutto l’astio. Salvato invece l’operato dell’altro ad, Barbara Berlusconi: «Sarebbe ora di seguire la linea di innovazione presa da parte del lato marketing della società – ha aggiunto la Curva Sud – da cui arrivano le uniche note positive, come il nuovo contratto con l’importante rientro di fondi da parte del main sponsor, che porterà ad avere uno stadio di proprietà».

Un comunicato durissimo della Curva Sud contro Adriano Galliani, reo di aver abbassato il livello del Milan. Il tifo più rappresentativo del Milan vota a sfavore di Galliani chiedendo a Berlusconi di allontanare il dirigente rossonero che milita da più di 20 anni nel club milanese. Solo elogi e applausi per Barbara Berlusconi vista come la ventata d’aria nuova nel Milan, il progetto giovani che vuole portare avanti ha il pieno sostegno dei tifosi rossoneri.

Da qualche ora a questa parte il nome di Mattia Destro è tornato al centro delle vicende di calciomercato di casa Milan. Il club rossonero ha registrato l’ennesimo infortunio di Stephan El Shaarawy, che dovrà stare fermo a lungo dopo la frattura al piede, e di conseguenza servirà innestare l’attacco con un nuovo elemento. Il nome caldo è quello appunto del centravanti della Roma, in partenza dalla capitale. Il Diavolo è alla finestra ma non sarà semplice anche perché i giallorossi, prima di tutto, dovranno trovare un nuovo rinforzo e l’obiettivo più vicino è Luiz Adriano dello Shakhtar. Secondariamente, bisognerà capire la richiesta della Roma, con il Milan che si spinge fino a 17 milioni di euro, 2 subito e 15 a giugno per il riscatto. Infine, attenzione alla volontà dello stesso Destro, che gradisce il Milan ma che vorrebbe una cessione a titolo definitivo o tutt’al più con obbligo di riscatto.

Si riapre la pista Taarabt in casa Milan, il giocatore potrebbe tornare a vestire la maglia rossonera dopo la scorsa stagione in cui ha mostrato grande talento nei sei mesi in rossonero. Taarabt aspetta la chiamata dei dirigenti del Milan, il Qpr è pronto a cedere il giocatore un’altra volta visto che il marocchino non rientra nei piani della società inglese. Secondo quanto riportato da Sky Sport Taarabt ha già dato l’ok per il ritorno del calciatore a Milanello. 

Nelle prossime ore si scoprirà se Pippo Inzaghi guiderà il Milan fino al termine della stagione in corso o meno. Una sconfitta in malo modo contro la Lazio questa sera farebbe scattare in automatico l’esonero di Super Pippo. La dirigenza non può però permettersi un terzo allenatore a libro paga e di conseguenza affiderà la panchina a Tassotti. A giugno, però, bisognerà trovare una nuova soluzione e stando a quanto raccoglie la redazione di Sky Sport, due sarebbero le ipotesi più accreditate. Da una parte Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina da tempo nel mirino, e dall’altra l’affascinante soluzione Antonio Conte, che svolgerebbe il doppio ruolo di commissario tecnico della nazionale e appunto quello di allenatore del Milan.

Nelle prossime ore potrebbe consumarsi il destino del Milan. Il club rossonero tornerà in campo contro la Lazio nella sfida valevole per i quarti di finale di Coppa Italia e a Pippo Inzaghi servirà una vittoria. Un successo permetterebbe infatti alla compagine meneghina di proseguire il cammino nella coppa nazionale, mezzo importante per raggiungere l’Europa League. Dopo lo scempio dell’Olimpico, Super Pippo ritrova il fortino di San Siro e brutte figure non sono ammesse. Il tecnico piacentino si salverà se riuscirà a passare il turno ma un’eventuale sconfitta con onore, magari ai rigori, o lottando fino all’ultimo minuto, potrebbe comunque convincere il presidente Silvio Berlusconi a trattenere Pippo fino al prossimo esame: il futuro rossonero, è oggi.

Negli ultimi giorni di calciomercato si era parlato di un’offerta del Milan per acquistare Everton Ribeiro dal Cruzeiro: 10 milioni di euro per rilevare il 100% del cartellino dell’esterno brasiliano, che però sembra destinato a vestire la maglia dell’Al-Ahli. Il club degli Emirati Arabi ha proposto 9 milioni per il 60% della proprietà del giocatore e questa offerta ha convinto la controparte ad accettare. Lo rivela il portale verdeoro Espn.br. Sfuma dunque un colpo di calciomercato per il Milan, che adesso sta concentrando le proprie attenzioni su Mattia Destro della Roma. Il centravanti giallorosso è diventato una priorità, mentre Everton Ribeiro andrà a Dubai a godersi i suoi petroldollari in un calcio che non è certamente di alto livello, ma non è la prima volta che calciatori di talento finiscono a giocare in queste realtà perchè attratti dai molti soldi che potranno guadagnare.

Abbiamo intervistato Giampiero Mazzanti, agente FIFA, per parlare del calciomercato del Milan. Come colpo finale per questa campagna acquisti potrebbe arrivare Pablo Daniel Osvaldo in attacco. Hachim Mastour piace a Manchester United e Real Madrid, rischia di partire. Michael Essien lascerà Milano, a gennaio o a giugno. Possibile anche l’addio di Michael Agazzi che non avrà spazio neanche l’anno prossimo. Impensabile il ritorno di Marco Borriello, scaricato anni fa e non obiettivo concreto del Milan per il presente.

Il Milan è tornato alla carica per Mattia Destro ed ha già avviato i contatti con la Roma, si parla già di trattativa avanzata e di possibili visite mediche fissate per mercoledì. A Manuel Pasqual, in scadenza di contratto con la Fiorentina, è stato offerto un triennale. Per la fascia sinistra piace anche Luca Antonelli, capitano e pilastro del Genoa. La Lazio pensa a Giampaolo Pazzini per sostituire l’infortunato Djordjevic. Ai rossoneri piace Pablo Daniel Osvaldo, in uscita dall’Inter. Offerti 10 milioni per il 100% del cartellino di Everton Ribeiro del Cruzeiro, ma in pole position c’è l’Al-Ahli che ne offre 9 per il 60%. Filippo Inzaghi rischia l’esonero se non vince domani contro la Lazio, al suo posto potrebbe essere promosso Mauro Tassotti mentre l’ipotesi Clarence Seedorf è improbabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori