Calciomercato Inter/ News, Pozzo: Murillo non si muove Notizie al 28 gennaio 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter, i nerazzurri cercano subito un centrale di difesa di spessore. Murillo non arriverà a gennaio, lo ribadisce anche il patron del club spagnolo Gino Pozzo.

inter_bandiera
Inter (INFOPHOTO)

L’Inter ha cercato sul mercato un difensore per rinforzare il reparto arretrato nell’immediato. Il calciatore prescelto è Murillo, giocatore del Granada già acquistato per luglio prossimo. Su di lui però arriva ferma chiusura da parte della squadra spagnola come ribadito dal patron del club spagnolo Gino Pozzo: “E’ una trattativa che non andrà in porto adesso. Se ne riparlerà più avanti”. Il calciatore arriverà a Milano l’estate prossima.

I nerazzurri sono alla ricerca di un difensore centrale di spessore per cercare di sistemare subito la situazione. Si era pensato a Murillo, calciatore acquistato dal Granada per giugno sul quale si sarebbe forzata la mano per portarlo subito a Milano. Dagli spagnoli però sarebbe arrivata una chiusura netta per il mercato di riparazione. Il nome nuovo è quello di Rhodolfo centrale del Gremio di grande esperienza. Ne ha parlato il diretto interessato a Calciomercato.com:Ho letto dell’interesse dei nerazzurri su internet. Non sono arrivate però proposte ufficiale nè al mio agente nemmeno al Gremio. L’Inter è uno dei club più importanti al mondo, ma la mia testa è al Gremio“.

L’Inter cerca un terzino sinistro di qualità per dare equilibrio a un reparto che al momento non è tra i più affidabili della Serie A. Dodò fino a questo punto non ha convinto Roberto Mancini e le alternative sono poche. Il nome nuovo lo fa TuttoMercatoWeb che sottolinea come l’Inter abbia chiesto informazioni per arrivare a Fabrizio Cacciatore della Sampdoria. I blucerchiati chiedono un milione di euro per il prestito del terzino fino alla fine della stagione in corso. Da Milano ci stanno pensando seriamente.

Lassana Diarra ha già un accordo con l’Inter per la quale ha addirittura effettuato da tempo le visite mediche. Il calciatore però non ha firmato semplicemente perchè ha un contenzioso con la Lokomotiv Mosca, sua ex squadra, che i nerazzurri rischiano di ritrovarsi sulle spalle. Ne ha parlato l’avvocato Paolo Bordonaro a FcInterNews.it spiegando meglio la situazione: “Le cose che si leggono corrispondono più o meno alla realtà. L’Inter è interessata al calciatore e c’è un accordo su base triennale. Ci sono però dei particolari da sistemare, ma non è questo il problema. L’Inter non sta chiudendo pu potendolo fare per il contenzioso che il calciatore ha col suo vecchio club, la Lokomotiv Mosca. La giurisprudenza però sottolinea come nessuno potrà mai andare a chiedere qualcosa all’Inter e la recente causa Chelsea-Juventus su Mutu ne è la prova. L’Inter al momento sta cercando un accordo con i russi per evitare rischi futuri. So che il club stima il calciatore intorno ai sette milioni di euro. Aspettiamo al massimo domani e poi saremo costretti a guardarci intorno. Su di lui ci sono Lione, Amburgo, Borussia Dortmund e Dinamo Kiev e sono pronti a chiudere“.

L’Inter potrebbe cedere a titolo definitivo Alfred Duncan in occasione del calciomercato di riparazione in corso. Il giovane centrocampista ghanese si trova attualmente alla Sampdoria, con la formula del prestito, ma il club blucerchiato, letteralmente scatenato in questo periodo, starebbe pensando di far valere il proprio diritto di riscatto, seppur con un anticipo di ben due anni. La Sampdoria è quindi pronta a versare nelle casse di corso Vittorio Emanuele i tre milioni di euro pattuiti con la società meneghina ma affinché arrivi la fatidica fumata bianca bisognerà attendere il consenso dello stesso 21enne calciatore, che darà l’ultima parola circa il suo trasferimento definitivo.

Vuole chiudere gli ultimi colpi del calciomercato di riparazione, molto probabilmente un nuovo difensore centrale e un mediano, ma nel contempo pensa già alla prossima estate. Il nome in cima alla lista dei desideri è quello di Yaya Touré, stella della nazionale ivoriana in forza al Manchester City. Il regista africano vuole cambiare aria e pare che Roberto Mancini, come svelato dalla redazione di Sportmediaset, abbia di fatto già convinto lo stesso regista a seguirlo nella Milano nerazzurra. Affinché il trasferimento vada a buon fine Touré sarebbe pronto a decurtarasi gran parte dell’attuale ingaggio, circa 7 milioni di euro, accontentandosi di una cifra vicino ai 3 milioni netti annui con l’aggiunta di ricchi bonus fino al 30 giugno del 2019.

Fra i giovani più interessati del panorama calcistico italiano vi è senza dubbio Cristiano Biraghi. Il talento classe 1992 è di proprietà dell’Inter ma si trova attualmente al Chievo Verona con la formula del prestito. Il suo futuro, nonostante qualche rumors di mercato, è ancora al Benteogodi, come ha spiegato ai microfoni di FcInterNews.it, l’agente dello stesso terzino sinistro, Mario Giuffredi: «Con il ragazzo abbiamo iniziato un progetto assieme al Chievo e lo proseguiremo fino alla fine. Se non gioca non vuol dire che abbiamo sbagliato il progetto, ma ci sta che in quaranta e rotte partite che compongono una stagione, il ragazzo stia in panchina per cinque/sei. Il Chievo crede tanto nel ragazzo e infatti non ci hanno mai detto che lo considerano un giocatore in uscita. Siamo consapevoli del momento che sta attraversando, ma ci sta nell’arco di un anno». L’Inter crede molto nel ragazzo della nazionale under-21italiana, e lo sottolinea anche lo stesso Giuffredi: «Io con Ausilio ci parlo pochissimo, solo quando dobbiamo tirare le somme della stagione. l’Inter ha dato un segnale che ci crede con il riscatto e l’investimento fatto su di lui l’estate scorsa: ora è Cristiano che deve dimostrare di poter diventare un giocatore dell’Inter».

È indubbiamente una delle squadre che più si è mossa meglio durante il calciomercato di riparazione in corso. Il club meneghino ha infatti acquistato giocatori giovani e di qualità come Shaqiri e Brozovic, con l’aggiunta del bomber tedesco Podolski e di Rhodolfo, difensore brasiliano dato molto vicino alla Pinetina. Una campagna di rafforzamento di assoluto livello, merito dell’operato di Roberto Mancini, come spiega l’agente Fifa Fabrizio Ferrari: «Il tecnico è stato bravissimo a convincere la dirigenza dell’Inter ad acquistare i giocatori – le parole ai microfoni di Mediaset Premium ed è interessante dal punto di vista economico anche la strategia adottata dal club di spostare in avanti i termini di pagamento. Mancini è un ottimo allenatore e ha un grandissimo curriculum, quindi è più facile convincere un giocatore avendo lui». E attenzione ai prossimi giorni, che potrebbero regalare altri colpi in ingresso ai nerazzurri: «Secondo me non è finita – chiosa Ferrari – l’Inter si muoverà per un centrocampista».

Il giovane Bonazzoli piace molto ad Andrea Stramaccioni, tecnico dell’Udinese che ha già allenato il bomber nella Primavera nerazzurra dove ha tra l’altro vinto un torneo giovanile, la NextGen Series. Finalmente per il giovane calciatore italiano potrebbe esserci lo spazio giusto in Serie A, tra l’altro l’Inter cedendo il giovane Bonazzoli al club friulano potrebbe avere un diritto di prelazione su Allan, centrocampista brasiliano che piace molto a Roberto Mancini e vorrebbe prenderlo già da subito, situazione che non piace per niente all’Udinese.

Lassana Diarra potrebbe divenire a breve il quinto colpo del calciomercato di riparazione di casa Inter. Dopo Podolski, Shaqiri, Brozovic e il quasi arrivo di Rhodolfo, in corso Vittorio Emanuele hanno puntato l’esperto centrocampista francese. A bloccare i meneghini è il noto contenzioso fra lo stesso Diarra e la Lokomotiv di Mosca, ex squadra del transalpino. A riguardo l’Inter sta studiando un contratto ad hoc con una sorta di clausola che libererebbe la stessa società nerazzurra da eventuali rivalse economiche da parte del club russo nei confronti di Diarra. L’ex calciatore del Real Madrid attende in giornata una risposta, o sì oppure no, altrimenti virerà verso altri lidi, e le offerte non mancano: dall’Amburgo al Lione, passando per il Borussia Dortmund, la Dinamo Kiev e il West Ham.

E l’Inter potrebbero unire nuovamente le proprie strade. FantAntonio è svincolato e l’idea di tornare all’Inter è reale visto che Mancini è un tecnico che ama la qualità del giocatore barese. Secondo quanto riportato da Tuttosport, Cassano prenderebbe il posto di Osvaldo che è pronto a lasciare i nerazzurri dopo la lite con Mancini e Icardi. Un rinforzo in attacco potrebbe essere l’ideale per l’Inter anche perché al momento c’è il solo Icardi: è vero, Cassano non è una prima punta ma potrebbe giocare come falso nueve, un ruolo già interpretato a Parma.

Quarto colpo di calciomercato di casa Inter ormai ad un passo. Il club di corso Vittorio Emanuele si è avvicinato moltissimo nelle scorse ore a Rhodolfo, difensore centrale brasiliano classe che gioca in patria, fra le fila del Gremio. Dopo che Murillo è stato rimandato a giugno, l’Inter si è fiondata sul verdeoro raggiungendo un accordo per un prestito oneroso da 300/500 mila euro subito, con riscatto estivo da circa 3 milioni. Il Gremio nega, ma in realtà, come sottolineato da La Gazzetta dello Sport e dal collega di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, la trattativa è davvero vicina alla chiusura e già nella giornata odierna potrebbe arrivare l’ufficialità. Dopo Podolski, Shaqiri e Brozovic un quarto volto nuovo per mister Roberto Mancini.

Nuova idea di calciomercato in casa Inter. Nelle ultime ore il club di corso Vittorio Emanuele si è avvicinato moltissimo a Micah Richards, terzino destro, all’occorrenza anche difensore centrale, in forza alla Fiorentina. Il giocatore ha visto poco il campo e potrebbe di conseguenza lasciare la Viola per iniziare una nuova avventura. C’è però un problema di normativa visto che, cambiando casacca, per Richards si tratterebbe della terza, avendo indossato la maglia del City ad inizio campionato. Peccato però che gli agenti dell’inglese rassicurino sul fatto che Richards, avendo giocato in Inghilterra la Community Shield (la Supercoppa nazionale), non rientra nel regolamento di cui sopra, essendo la manifestazione in oggetto avulsa da tale regola della Uefa. L’Inter rimane alla finestra, in attesa di ulteriori aggiornamenti.

Dopo il prestito al San Paolo è pronto ad intraprendere una nuova avventura sempre in Sud America, questa volta in Argentina all’Estudiantes. Ad annunciarlo è il suo agente Alfredo Rogueira ai microfoni di FcInter1908.it: “C’è l’accordo tra le due società, il ragazzo sarà girato in prestito con obbligo di riscatto da parte dell’Estudiantes. L’obbligo è condizionato a una piccola percentuale di presenze che il calciatore dovrà raggiungere“. Operazione di calciomercato in uscita importante per l’Inter, che avrà la possibilità di ricavare qualche milione e di risparmiare sull’ingaggio del laterale uruguayano. Pereira a Milano ha fallito dopo le buone stagioni disputate al Porto e dopo essere stato pagato circa 10 milioni dai nerazzurri, che non riusciranno a recuperare tutto l’importo speso ma solo una piccola parte. La cifra del riscatto concesso all’Estudiantes non è ancora nota, ma difficilmente supererà i 4-5 milioni di euro. Ad ogni modo questa cessione rimane importante per la società interista, che deve cercare di liberarsi al più presto di tutti quei giocatori non ritenuti utili al progetto e che rappresentano solo una zavorra per il monte ingaggi. Nei prossimi giorni di calciomercato ci saranno nuove uscite. Con questa cessione arriverebbero nuovi fondi per tornare su Murillo o Rolando per rafforzare la difesa.

Abbiamo intervistato Vincenzo Pagano, agente FIFA, per parlare del calciomercato dell’Inter. Positivo per lui l’arrivo di Marcelo Brozovic a centrocampo, ma è la difesa ora il reparto in cui intervenire. Giudica Jeison Murillo un talento, ma i nerazzurri dietro hanno bisogno di certezze maggiori. Difficile arrivare a Yaya Toure, ma l’Inter deve puntare su giocatori top per tornare in alto. La vicenda relativa e Pablo Osvaldo penalizza la squadra di Roberto Mancini che avrebbe bisogno di un attaccante come lui. Nel reparto offensivo si potrebbe intervenire, magari facendo qualche scommessa.

Vuole lasciare il Chievo Verona, dove ora è in prestito, ma non trova ancora un club dove andare a giocare. Il Catania si è tirato indietro dalla corsa per lui. Il Milan ha proposto lo scambio di prestiti Armero-Osvaldo, ma l’Inter ha rifiutato. Il Granada è restio a cedere subito il difensore Jeison Murillo, già prenotato dai nerazzurri per l’estate. Rimane in piedi l’ipotesi del ritorno di Rolando dal Porto. Per la fascia sinistra difensiva piace Domenico Criscito dello Zenit, per quella destra interessa sempre Matteo Darmian del Torino. L’agente di Marcelo Brozovic rivela che i primi contatti con l’Inter sono del marzo 2014 e che il ragazzo è stato seguito da diversi club importanti. Lucas Leiva non esclude un trasferimento altrove ma ora si concentra sul Liverpool. Lassana Diarra e Thiago Motta rimangono obiettivi per il centrocampo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori