Calciomercato Roma/ News, no allo scambio Destro-Denis. Notizie al 3 Gennaio (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Roma, il club giallorosso ha detto no alla proposta dell’Atalanta, uno scambio di prestiti firmato Denis-Destro. La società capitolina non intende cedere l’ex Siena

cuadrado_pasqual
Manuel Pasqual (infophoto)

Fra i vari nomi circolanti in casa Roma in vista del calciomercato di riparazione, anche quello di German Denis. L’attaccante argentino sta vivendo una stagione negativa a Bergamo, fra le fila dell’Atalanta, e il club nerazzurro è già corso ai ripari assicurandosi il nazionale cileno del Genoa, Pinilla. Il carro armato albiceleste è stato quindi proposto ad alcune società fra cui la Roma, a cui sarebbe stata fatta questa proposta: Denis in prestito in cambio di Destro anch’egli in prestito. Una richiesta che però la Roma ha rimandato prontamente al mittente, visto che vuole trattenere l’ex Siena fino a giugno a meno di clamorose offerte. Con l’Atalanta si sta comunque discutendo di Ucan ed Emanuelson, destinati a fare le valigie a giorni.

Il nome di Manuel Pasqual continua ad essere al centro delle vicende di calciomercato di casa Roma. Del resto il club giallorosso necessita di innesti per la corsia sinistra, alla luce del probabile doppio addio di Urby Emanuelson (destinazione Atalanta), e Ashley Cole (pronto a sbarcare in America). Il nome caldo, come dicevamo, è quello di Manuel Pasqual, esterno della nazionale italiana che ha il contratto con la Fiorentina in scadenza. A riguardo ha parlato il suo agente, Gastone Rizzato, che interpellato dai microfoni di Tuttomercatoweb ha ammesso: «Delle voci di mercato uscite in questi giorni ne sono a conoscenza solo tramite quanto letto dalla stampa. Né la Fiorentina né altre società mi hanno contattato. Ho la sensazione, però, che qualche contatto ci sia stato fra la società viola e altri club. Nel caso si concretizzasse qualcosa da club di prima fascia la valuteremo, altrimenti Manuel è felicissimo a Firenze». Secondo Rizzato, due sembrerebbero essere a tutt’oggi le ipotesi più quotate per il futuro del suo assistito: «Ho la sensazione che Manuel o andrà via durante questa sessione di mercato oppure rimarrà a Firenze anche per la prossima stagione».

La Roma dovrebbe sfruttare la sessione di calciomercato di riparazione di gennaio per innestare la corsia mancina. Urby Emanuelson dovrebbe essere ceduto all’Atalanta mentre Ashley Cole potrebbe lasciare il Vecchio Continente per trasferirsi nella Major League Soccer americana. Servirà di conseguenza un nuovo giocatore e in cima alla lista dei desideri del direttore sportivo Walter Sabatini sembrerebbero esservi due calciatori. Il primo è Manuel Pasqual, nazionale italiano che gioca poco nella Fiorentina. A complicare le cose, il contratto in scadenza che non sembra destinato al rinnovo. L’alternativa all’azzurro è rappresenta da Baba, nazionale ghanese appena 20enne che gioca fra le fila dell’Augsburg, in Bundesliga.

Potrebbe cedere Tin Jedvaj a titolo definitivo durante il calciomercato della prossima estate. Il giovane talento della difesa è sbarcato in Germania, fra le fila del Bayer Leverkusen, durante lo scorso mese di luglio, e lo stesso non sembrerebbe più intenzionato a rimettere piede a Trigoria nonostante il suo cartellino appartenga ancora alla Roma. I giallorossi necessitano di liquidità per le varie operazioni in entrata ed avrebbero richiesto una decina di milioni di euro per Jedvaj. Una cifra che il Bayer non considera realistica come ha spiegato nelle scorse ore ai microfoni della Bild il ds delle Aspirine, Rudi Voeller: «La richiesta di 10 milioni? Non è una somma realistica. Stiamo trattando con la Roma, club con il quale abbiamo buoni rapporti. Bisognerà trovare una soluzione ragionevole».

Il futuro di Mattia Destro continua ad animare le cronache di calciomercato di casa Roma. L’attaccante giallorosso non è un titolare fisso e sulle sue tracce vi sono moltissime società, sia italiane quanto straniere. A stoppare tali rumors ci ha però pensato Rudi Garcia, interpellato stamane dai microfoni del quotidiano il Corriere dello Sport. Parlando del futuro dell’ex Siena ha ammesso: «Destro via a gennaio? Questa cosa non accadrà. E poi abbiamo anche Borriello, che ha caratteristiche diverse. Ma è chiaro che se perdiamo un giocatore, cosa non prevista, vada rimpiazzato. Per me non c’è un problema Destro. Mattia vuole restare, a meno che abbia cambiato idea durante le vacanze. Può fare come lo scorso anno e aiutarci a vincere». Garcia ha parlato brevemente anche del calciomercato di riparazione che inizierà ufficialmente lunedì prossimo, svelando di non aver effettuato richieste particolari alla dirigenza: «E’ molto raro che con il mercato invernale cambino le cose. Io non ho chiesto nessuno alla società, sono contento della rosa che ho e possiamo affrontare tutti gli impegni. Anche sulla perdita dei due africani ero preparato. Ho giocatori forti in attacco e a centrocampo. Non ho bisogno di nessuno e con questa rosa possiamo fare grandi cose. Se ci fossero meno infortunati sarebbe meglio, ma a dicembre sono tornati quasi tutti e anche Balzaretti si allena con noi in questi giorni».

La Roma potrebbe tentare il riscatto della seconda metà di Radja Nainggolan già durante la sessione di calciomercato che inizierà lunedì. Fra la società giallorossa e il Cagliari vi è una sorta di patto, ma i rossoblu hanno sparato alto, chiedendo fra i 12 e i 13 milioni di euro per l 50% del cartellino del belga. La Roma aveva ipotizzato un assegno inferiore ai 10 milioni ed ora si è ritrovata spiazzata. Sarà dura portare a termine la trattativa già durante il mese in corso ma a giugno la situazione potrebbe essere ancora più complicata visto che èn ipotizzabile un nuovo aumento e dei probabili assalti delle big europee, a cominciare dal Liverpool.

La Roma sfrutterà la sessione di calciomercato che inizierà ufficialmente lunedì prossimo per innestare in particolare la difesa. La retroguardia necessita di nuovi elementi di qualità alla luce dell’infortunio di Castan, out per un tempo indeterminato. Il nome caldo è quello di Chiriches, nazionale rumeno del Tottenham, che potrebbe sbarcare in prestito o eventualmente a titolo definitivo in cambio di un assegno che dovrebbe aggirarsi attorno ai 10 milioni di euro. Tali soldi dovrebbero essere ricavati da alcune cessioni, a cominciare da quella di Jedvaj, che potrebbe essere ceduto al Bayer Leverkusen a giugno in cambio di un assegno da 6/7 milioni. Sulla lista dei partenti anche Cole ed Emanuelson, che permetterebbero un risparmio di ingaggi di circa 3 milioni di euro.

Come in ogni sessione di calciomercato la Roma si rivela uno dei club più attivi. Il direttore sportivo Walter Sabatini lavora sia in ottica entrate che uscite: nella lista dei cedibili c’è sicuramente il nome di Urby Emanuelson, sempre più lontano dalla capitale e vicino all’Atalanta di Colantuono. Tra gli obiettivi di calciomercato tanti giocatori di prestigio, l’ultimo in ordine cronologico si chiama Steven Gerrard. Secondo il tabloid inglese Mirror, l’attuale centrocampista del Liverpool piace molto al tecnico della Roma Rudi Garcia e nonostante la non più giovanissima età potrebbe rientrare nel progetto giallorosso, rappresentando una valida pedina per il centrocampo ma anche un nuovo elemento di forza per innalzare il livello del brand romanista in ambito mondiale. Ipotesi di calciomercato che stuzzica e allo stesso tempo divide la tifoseria della Roma: se da un lato Gerrard potrebbe rivelarsi un gran colpo di immagine, dall’altro vi sono alcune preoccupazioni e perplessità sull’età e la tenuta fisica. Del resto, le deludenti prestazioni di Cole hanno aumentato la diffidenza da parte dell’ambiente giallorosso verso i calciatori inglesi e Gerrard oltretutto appare in netta fase calante. Il valore del giocatore non si discute ma sicuramente questa operazione di calciomercato potrebbe rivelarsi molto rischiosa. Di sicuro affidamento invece la pista di calciomercato che porta a Petr Cech il portiere del Chelsea finito nel dimenticatoio. La Roma pareva orientata si Neto ma visti gli ultimi tentennamenti del portierone viola, Sabatini ha deciso di virare forte sul numero uno di Mourinho.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori