Calciomercato Milan/ News, Montella resta il primo obiettivo per giugno. Notizie al 31 gennaio (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, il club rossonero ha confermato Inzaghi nonostante la sconfitta contro la Lazio in Coppa Italia, ma in estate tutto potrebbe cambiare: Montella è il primo della lista

montella_phixr
Vincenzo Montella, allenatore Fiorentina (Foto Infophoto)

L’allenatore del Milan resta Pippo Inzaghi. Il tecnico rossonero, nonostante la sconfitta contro la Lazio in Coppa Italia, con conseguente eliminazione dalla manifestazione, resta al suo posto, almeno fino alla prossima debacle. Le cose potrebbero cambiare durante il mercato estivo, quando il patron Silvio Berlusconi potrebbe optare per un nuovo colpo di spugna. Il prescelto, come da indiscrezioni delle ultime ore, continua ad essere Vincenzo Montella, tecnico della Viola ormai da diverso tempo accostato alla società di via Aldo Rossi. L’aeroplanino, nel mirino anche del Napoli, ha un contratto in scadenza a giugno del 2017, ma potrebbe farsi tentare da una proposta così prestigiosa come appunto quella rossonera.

Calciomercato in fermento quello di casa Milan. Dopo aver ufficializzato il colpo Destro, l’ad Galliani è tornato sulle tracce di Luca Antonelli, terzino sinistro del Genoa. Le due società hanno un accordo per un prestito con obbligo di riscatto a 4,5 milioni di euro, ma Armero deve obbligatoriamente compiere il percorso inverso. In uscita, oltre al nazionale colombiano, c’è anche Michael Essien, centrocampista della nazionale ghanese che ha trovato poco spazio in questa prima metà stagionale. L’ex Chelsea ha ricevuto diverse offerte nelle ultime settimane e non è da escludere che possa sbarcare nella Major League Soccer, il campionato di calcio americano, ormai divenuta una meta ambita, non soltanto per i giocatori a fine carriera. Infine da segnalare le parole di poco fa di Inzaghi, che ha parlato nella conferenza stampa pre-Parma. Super Pippo ha ringraziato la società per gli arrivi degli ultimi giorni: «E’ un bel segnale l’arrivo di Destro, come quello di Bocchetti. Penso che facciano capire la voglia della società di starmi vicino. Li ho chiesti io e ringrazio il presidente che mi ha regalato questi giocatori. Ora dobbiamo tornare a giocare come giocavamo prima di questo mese terribile».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori