Calciomercato Napoli/ News, Ag.Sarri: Non pensa al rinnovo, ma al progetto Notizie 6 ottobre 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Napoli news, l’agente di Maurizio Sarri ha parlato del futuro del tecnico azzurro che sembra comunque destinato a prolungare il suo accordo con la squadra di De Laurentiis.

basha_insigne
Insigne, attaccante Napoli (Infophoto)

Dopo le due vittorie contro Juventus e Milan il presente di Maurizio Sarri è cambiato radicalmente, fino a quel momento erano molti gli scettici ora però il tecnico sembra aver trovato la quadratura del cerchio. Ieri sera Aurelio De Laurentiis ha parlato di un suo possibile rinnovo per la prossima stagione, sono arrivate le parole oggi del suo consulente Alessandro Pellegrini. Eccolo a Radio Kiss Kiss Napoli sul futuro del tecnico: “Maurizio non ha mai dato peso al contratto. Pensa solo al progetto. L’eventuale rinnovo sarà la conseguenza del raggiungimento degli obiettivi. Non è ancora il momento di parlare di questo, ma se son rose fioriranno“.

È senza dubbio uno dei protagonisti di casa Napoli. Il giovane talento dei partenopei ha siglato cinque reti nelle prime sette gare della Serie A 2015-2016, fra cui una storica doppietta a San Siro contro il Milan. Il patron Aurelio De Laurentiis starebbe pensando di blindare il ragazzo in questione con un contratto davvero importante, e lo stesso giocatore ha di fatto risposto in maniera affermativa al proprio presidente: «Desidero restare a Napoli il più a lungo possibile – dice in conferenza stampa da Coverciano – Sono riuscito ad indossare la maglia dei miei sogni e credo di aver meritato gli elogi dei tifosi, anche se all’inizio non è stato semplice. Non ho mai pensato di lasciare Napoli, se ho reagito a qualche fischio è soltanto perché, se la squadra fa male, io che sono il primo tifoso ne sono dispiaciuto». Sulle tracce di Insigne vi sarebbero le big italiane e diverse società straniere, ma le intenzioni dello stesso sembrerebbero essere piuttosto chiare…

Un avvio di stagione senza dubbio positivo quello del Napoli, che dopo qualche difficoltà iniziale sembra aver trovato la retta via. Fra i protagonisti della squadra campana vi è anche Kalidou Koulibaly, centrale di difesa che durante il calciomercato estivo sembrava sul punto di svestire la casacca azzurra. Il ragazzo era stato infatti messo sul mercato ma alla fine non è stata ricevuta l’offerta adeguata e il senegalese è rimasto di conseguenza a Castelvolturno a giocarsi le sue chance. «Koulibaly ha trascorso un periodo strano – conferma l’agente del calciatore, Bruno Satin, intervistato dai microfoni di Radio Crcnon si capiva se il Napoli voleva tenerlo o meno ma alla fine il giocatore è voluto restare. Non è vero che il giocatore era convinto di lasciare Napoli, non ha mai chiesto di andare via e si è sempre sentito bene nella città e nel club. Di offerte ce ne sono state ma le opportunità non erano all’altezza delle aspettative di Kalidou. Ho parlato varie volte con Giuntoli e mi ha detto che l’allenatore lavora molto con il mio assistito e lui ha voglia di dimostrargli il suo valore. Purtroppo Koulibaly non sopporta stare in panchina o in tribuna, se Sarrri vuole vincere le partite deve essere convinto che con il mio assistito in campo si ha un valore in più».

Il Napoli è senza dubbio una delle squadre più in forma del momento, e lo conferma ampiamente il 4 a 0 in casa del Milan di domenica sera. Dopo un inizio di stagione non proprio positivo, il club partenopeo ha ingranato la giusta marcia, ed ora è una delle squadre maggiormente accreditate per la vittoria dello scudetto. Una scolta merito anche di Maurizio Sarri, come ha sottolineato il presidente dei campani, Aurelio De Laurentiis, ai microfoni di Tiki Taka: «I tifosi dovevano avere tranquillità e, siccome io ero rimasto conquistato da Sarri, l’ho spalleggiato con forza. Quando ci ha battuto lo scorso anno con l’Empoli, mi aveva impressionato, ma conoscendolo mi sono piaciute anche la sua intelligenza e la sua semplicità. E’ una persona anche sofisticata e quando mi fanno notare che non è il massimo dell’eleganza perché porta la tuta, io rispondo: “Facciamola finita!”. Il contratto annuale? Ha un contratto stile cinema: un anno più 5 opzioni da un stagione ciascuna. Ogni anno, entro aprile, ho il diritto di esercitare l’opzione per riconfermarlo». Fra i protagonisti assoluti di questo inizio di stagione, anche Lorenzo Insigne, che ha già segnato cinque gol in queste sette partite, e che viene da una doppietta da standing ovation al Meazza: «E’ bellissimo quando gioca in coppia con Higuain – spiega De Laurentiis – abbiamo bisogno di un esponente del mondo napoletano e lo abbiamo trovato. Lorenzo ha il fiuto del gol, soprattutto da quando Sarri lo ha messo al posto giusto nel 4-3-3. Vogliamo fare un nuovo centro sportivo per i giovani».

Fra i protagonisti assoluti di questo inizio di stagione 2015-2016 vi è senza dubbio Lorenzo Insigne. L’attaccante del Napoli e della nazionale italiana ha siglato sin qui cinque reti in sette giornate, per ultima, la doppietta di San Siro contro il Milan. Molte le società che hanno drizzato le antenne e sono diverse le squadre che in passato hanno tentato di rubare Insigne al Napoli. Fra queste anche la Juventus, come svelato stamane al Corriere del Mezzogiorno da parte di Arrigo Sacchi: «Dico solo che Conte quando era alla Juventus lo voleva, poi ora lo ha in Nazionale. Insigne è un fenomeno, il miglior talento che l’Italia ha espresso negli ultimi anni. Che si tolga però dalla mente di fare il furbetto. Deve giocare con la squadra e per la squadra. Sfruttare al meglio il talento che Dio gli ha donato».

Lorenzo Insigne verrà a breve blindato dal Napoli. La società partenopea è infatti intenzionata a trattenere ancora a lungo la giovane stella italiana, che viene da un inizio di stagione a dir poco eccezionale. Con la doppietta di domenica sera contro il Milan (con annessa standing ovation di San Siro), il giovane calciatore dei campani è salito a quota cinque marcature in stagione. Molte le società che gli fanno la corte ma il giornalista della Rai, Ciro Venerato, ha parlato così a Number Two: «Reputo che sia normale il fatto che l’agente di Lorenzo Insigne spinga in qualche modo per far guadagnare di più al suo assistito: dobbiamo ricordare che dalla Francia c’è lo sceicco del Paris Saint-Germain che è innamorato di Lorenzo, dunque per questo motivo il Napoli ha già preparato tutto il necessario per il rinnovo del suo contratto. Lorenzo Insigne sarà il secondo giocatore più pagato della rosa dopo Gonzalo Higuain: l’intenzione del presidente Aurelio De Laurentiis è quella di tenere il ragazzo, e poi anche da parte di Lorenzo c’è una grande volontà di restare ancora per tanto tempo in maglia azzurra».

In occasione dello scorso calciomercato estivo l’Inter ha ceduto ufficialmente al Real Madrid il centrocampista della nazionale croata, Mateo Kovacic. In cambio di un assegno da circa 40 milioni di euro, l’ex Dinamo Zagabria ha lasciato la Milano nerazzurra a titolo definitivo per iniziare una nuova magica avventura fra le fila delle Merengues. E pensare che l’addio dell’ex interista sarebbe potuto arrivare prima, visto che Benitez ha svelato un interessante retroscena parlando alle emittenti spagnole Cope e Ser live: «Kovacic? Lo conoscevo già prima, lo volevo con me già a Napoli: è un giocatore con un grande futuro davanti. Io dissi che Hamisk era meglio di Bale? Sì, perché è tutta una questione relativa a gestire il tuo gruppo in quel momento, quello che è tuo è sempre il meglio che c’è».

È sicuramente la sorpresa più importante del Napoli in questo avvio di stagione. La squadra sta giocando un buon calcio e vince. Le vittorie contro Lazio, Juventus e Milan in campionato unite a quelle in Europa League sono un segnale del fatto che la squadra azzurra sta girando nella maniera giusta. Ma nell’ultimo calciomercato estivo l’ex allenatore dell’Empoli avrebbe potuto allenare il Milan se Silvio Berlusconi non avesse poi deciso di virare su Sinisa Mihajlovic, che a sua volta era nel mirino di Aurelio De Laurentiis. Il tecnico della compagine partenopea, però, spegne le voci emerse nel corso della conferenza stampa: “Non lo so, si parla di storie estive, storia di una notte. Sono contento di essere a Napoli, questa è la realtà”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori