Calciomercato Milan/ News, Brambati: involuzione nel gioco, Mihajlovic in bilico. Paratici? Bisognerebbe… (esclusiva)

- int. Massimo Brambati

Calciomercato Milan news, esclusiva Brambati: l’opinionista ed ex consulente di mercato dei rossoneri ha parlato della situazione di Sinisa Mihajlovic all’interno del club.

mihajlovic_luizadriano
Foto Infophoto

Un silenzio assordante quello del Milan nei confronti di Sinisa Mihajlovic dopo il k.o. in casa contro il Napoli per quattro a zero. Una sconfitta che ha fatto sicuramente arrabbiare Berlusconi poco abituato a vedere un Milan completamente in balia dell’avversario. La posizione del tecnico serbo è in bilico, ci sono già diverse opzioni per sostituire l’ex Sampdoria. Massimo Brambati, ex consulente di mercato del Milan, oggi apprezzato opinionista, ha parlato del calcomercato Milan in esclusiva per IlSussidiario.net.

Un Milan decisamente indietro rispetto alle aspettative. Che succede alla squadra di Mihajlovic? E’ un Milan non solo avaro dal punto di vista dei risultati ma anche del gioco. C’è stata un’involuzione davvero spaventosa.

Mihajlovic rischia secondo lei? Il Milan ha cambiato tanto in estate quindi ha bisogno sicuramente di tempo. Ma Mihajlovic dovrà rimettere in carreggiata la squadra altrimenti potrebbe seriamente rischiare.

Intanto la società per ora non ha preso posizione sul tecnico… Un silenzio che può essere visto sotto tanti punti di vista, credo che Berlusconi sia arrabbiato come confermato dal politico Salvini. Però non credo prenderà provvedimenti.

E’ stato sbagliato anche il calciomercato estivo? Secondo me sì, soprattutto in difesa. E’ stato preso Romagnoli ma sono convinto che è ancora troppo lenta, ci sono giocatori non veloci e questo non è un bene.

Si parla di un interesse per Paratici della Juventus. Giusto rinforzare la dirigenza? Questo è un discorso della società, ma non bisogna fare l’errore di pensare che l’arrivo di Paratici o il ritorno di Braida sia la cura a tutti i problemi del Milan. E soprattutto bisogna giudicare con equilibrio l’attuale dirigenza.

Cosa vuole dire? Che Galliani non può essere visto come il colpevole di questa situazione perché parliamo di un grandissimo dirigente.

(Claudio Ruggieri)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori