Calciomercato Milan/ News, l’agente di Calabria: è un patrimonio del Milan. Ultime notizie 31 dicembre 2015 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan news, analisi e commenti in diretta, ultime notizie 31 dicembre 2015: l’agente di Davide Calabria parla della situazione del suo assistito in vista del calciomercato. 

galliani_cravatta
Adriano Galliani (infophoto)

È stato promosso in prima squadra e le voci di mercato cominciano ad alimentarsi anche sul suo conto. L’agente del giocatore, Gianni Vitali, ha parlato ai microfoni di “Milannews.it” commentando la situazione del suo assistito confermando anche la volontà di voler restare a Milano. “Deve continuare a fare bene, non so che cosa gli riserva il futuro. Quattro mesi fa era un ragazzo della Primavera aggregato, adesso si è conquistato la prima squadra diventando un patrimonio del Milan. Ci sono state sicuramente richieste da altri club ma Calabria vuole restare a Milano e nemmeno la società vuole venderlo. Qualsiasi offerta di altre squadre verrà stoppata immediatamente, è uno dei ’96 più importanti d’Europa, Silvio Berlusconi vuole tenerselo ben stretto” conclude l’agente di Calabria. 

Traccia il bilancio di questo 2015 in una lunga intervista concessa a “Milan Channel”. Il centrocampista rossonero parla del calciomercato estivo e svela su chi punterebbe nel prossimo 2016: “La vera sorpresa di questo 2015 è stata Donnarumma perché sta dimostrando di essere già pronto a sedici anni. Farei i complimenti a lui e a Mihajlovic che ha deciso di puntare sul portiere, adesso è una certezza tra i pali. Su chi scommetterei nel 2016? Su Niang e Luiz Adriano perché sono due giocatori molto importanti per noi e faranno sicuramente tanti gol. Abbiamo passato un’estate intera a fare proclami dopo il calciomercato, adesso credo non sia il caso di parlare di Champions League. Dobbiamo solo dimostrare sul campo di meritare i primi posti della classifica” conclude il centrocampista del Milan.

, noto procuratore sportivo, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di “TuttoSport” per commentare le voci del mercato rossonero, soprattutto per i continui rumors che vedono Antonio Conte vicino alla panchina del Milan: “Io stimo tanto Conte, può allenare ovunque, ma chi lo prenderà dovrà permettergli di esprimere al massimo il proprio carattere. Potrebbe esserci un suo ritorno alla Juventus, ma io lo avrei portato al Milan. Ci siamo andati molto vicini, nel 2014 gli dissi: “È il momento per andare al Milan, con la Juve non riuscirai a fare quattro partite”. Poi, si è dimesso dopo due allenamenti. Ora, però, al Milan bisogna dare spazio a Mihajlovic che è un ottimo allenatore” conclude Raiola. Antonio Conte è in pole in estate per subentrare al tecnico serbo, dopo gli Europei potrebbero aprirsi scenari interessanti. 

Sono tanti i calciatori accostati al Milan in vista del calciomercato di riparazione ormai alle porte. Il club rossonero potrebbe intervenire soprattutto a centrocampo, e a riguardo non va sottovalutata la posizione di Rabiot, giovane talentodel Paris Saint Germain e della nazionale francese Under-21. A riguardo ha espresso il proprio parere l’ex milanista, Giovanni Lodetti, che parlando a Milano&Lombardia, inserto della Gazzetta dello Sport, ha ammesso: «Voto per un centrocampista di qualità, di rapida esecuzione. Si parla di Candreva, ma non è un centrocampista puro: è un giocatore offensivo con un alto rendimento e tanta qualità. Vedo meglio uno tipo Rabiot, che potrebbe fare il caso del sistema di gioco varato da Mihajlovic. Poi, se arrivasse anche un difensore da affiancare a Romagnoli, meglio. I due ruoli da mettere a posto sono quelli, ma a gennaio, si sa, bisogna sempre stare attenti».

Monica Colombo, giornalista sportiva del Corriere della Sera, è intervenuta alla trasmissione Tutti Convocati ai microfoni di Radio24 per parlare della situazione di calciomercato che si è creata su Stephan El Shaarawy e il Milan visto che il Monaco ha deciso di non riscattarlo: “Galliani è irritato perché aveva messo i 14 milioni del riscatto già a bilancio. Non tornerà in rossonero, a sinistra c’è già Bonaventura. Il Milan vuole monetizzare da una sua cessione, non acconsentirà alla strategia del Monaco di trovare una squadra a cui dare il giocatore in prestito. O la situazione la gestisce il Milan o, addirittura, il Monaco minaccia di non farlo giocare visto che non è loro intenzione riscattarlo da qui a fine stagione. Il suo agente Pastorello si impegnerà a trovargli una squadra”. El Shaarawy è cercato da diverse squadre in Italia: si è parlato di Bologna, Genoa, Lazio, Juventus e Roma. Ma anche in Premier League ha qualche estimatore.

Al termine dell’amichevole di Doha tra il suo Paris Saint-Germain e l’Inter si è concesso ai microfoni dei giornalisti per parlare del suo futuro e ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Spero di arrivare all’Europeo in forma come ora, anche se manca ancora tanto. Solo allora deciderò il mio futuro. A Milano mi amano, ma chi delle due squadre?“. Il Milan nell’estate del 2015 ha sognato un suo ritorno e ora che il suo contratto scade a giugno 2016 continua a pensare di poterlo ingaggiare, anche se sarà davvero molto difficile se i rossoneri non otterranno la qualificazione alla prossima Champions League. Per attrarre uno come Ibrahimovic, e soprattutto per pagargli lo stipendio, serve la vetrina europea.

Il calciomercato invernale è alle porte ed il Milan vuole assolutamente puntare su un centrocampista per la seconda parte del mercato. Intervenuto ai microfoni di “Sky Sport 24”, il giornalista Manuele Baiocchini ha commentato il mercato rossonero, dicendo la sua sui prossimi acquisti. “Il Milan ha tanti giocatori in rosa, ai quali si è aggiunto anche Boateng. Prima di fare qualsiasi operazione in entrata, però, i rossoneri dovranno assolutamente vendere per smaltire un po’ la rosa. La possibile operazione di Witsel? Il giocatore belga piace al Milan, il problema è il costo del suo cartellino che è troppo alto per la dirigenza rossonera” conclude Baiocchini. Lo Zenit difficilmente venderà il suo gioiellino ad una cifra bassa, il club russo vorrebbe solo monetizzare per poi investire nuovamente sul mercato. 

Una delle ex bandiere del Milan Alessandro Costacurta, ha parlato della situazione dei rossoneri in esclusiva al Corriere della Sera. E l’ex difensore del Milan è stato molto chiaro: “Il problema non è certo l’allenatore, possibile che Inzaghi, Seedorf e Mihajlovic siano incapaci? Io credo che questo Milan non ha la forza e soprattutto la personalità per arrivare tra le prime tre squadre in Italia. Le battute di Berlusconi? Sono destabilizzanti nel momento in cui le si considerano tali. Sotto la gestione Ancelotti c’erano sempre queste frecciate ma Carletto aveva la capacità di far credere a tutti che fossero consigli per aiutare la squadra a crescere“. Eloquente il commento di Costacurta che parla di un problema societario legato soprattutto ai dirigenti rossoneri.

Enrico Cerruti, noto giornalista sportivo, è stato interpellato da Sky Sport per parlare del calciomercato del Milan in vista delle prossime sessioni: “Al momento la situazione del Milan è un po’ bloccata, ha bisogno di un difensore centrale se partissero due tra Ely, Zapata e Mexes. Honda invece potrebbe e dovrebbe restare, a Frosinone è stato scongelato da Mihajlovic che ha ammesso che se giocherà sempre così, giocherà sempre, riprendendosi la fascia destra ai danni di Cerci. Altrimenti c’è anche la soluzione Boateng, che potrebbe essere adattato in quel ruolo. Per il calciomercato di giugno un giocatore come Candreva sarebbe il massimo, ora un sogno proibitivo per il Milan però”. Il mercato in entrata dipenderà molto dalle cessioni e dal budget che Silvio Berlusconi metterà a disposizione di Adriano Galliani. La sensazione è che si punterà soprattutto su profili low cost.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori