Calciomercato Milan/ News, Marlia (ag. FIFA): Cerci, disguido Galliani-Inzaghi. Due acquisti in difesa (esclusiva)

- int. Emanuele Marlia

Calciomercato Milan news, intervista ad Emanuele Marlia: l’agente FIFA ha parlato del calciomercato rossonero e in particolare della situazione di Cerci, che non sta trovando spazio

cerci_lucarelli
(INFOPHOTO)

Nel calciomercato di gennaio il Milan ha deciso di puntare su Alessio Cerci, esterno d’attacco prelevato in prestito dall’Atletico Madrid e per ora non in grado di fare la differenza in rossonero. Inzaghi dovrà capire bene come fare per puntare sul giocatore ex Torino che viene da una stagione difficile con i madrileni. L’agente Fifa Emanuele Marlia ha parlato del calciomercato del Milan in esclusiva per IlSussidiario.net.

Alessio Cerci non riesce a trovare spazio nel Milan. Come mai? E’ un problema di comunicazione per quanto riguarda l’esterno ex Torino. Cerci infatti non sembra essere adatto all’attuale modulo del Milan.

Problemi tra Inzaghi e Galliani? Secondo me a gennaio non c’è stata grande intesa tra il tecnico e il dirigente rossonero per quanto riguarda Cerci, ora però Inzaghi dovrà essere bravo a renderlo utile all’interno del Milan.

Il futuro di Inzaghi dipenderà dall’Europa League? Credo proprio di sì anche se su Inzaghi bisognerebbe fare un ragionamento di programmazione in vista dei prossimi anni. Secondo me meriterebbe la conferma.

In difesa potrebbe arrivare Zambrano, che pensa del peruviano? Giocatore di talento che però non sembra pronto a fare il salto di qualità in Italia. Per questo serviranno altri giocatori per la difesa del Milan.

Ci sarà una rivoluzione in difesa? Secondo me sì, qualcuno andrà via per fare spazio a Zambrano e forse ad un altro difensore. Ma dipenderà dalla posizione del Milan in questa stagione.

Per l’attacco si punterà ancora su El Shaarawy? E’ un giovane di talento che nel tempo ha mostrato qualità importanti, ha bisogno di recuperare con calma e di avere maggiore fiducia per tornare quello di un tempo.

(Claudio Ruggieri)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori