Calciomercato Napoli/ News, Marchetti: Ora il Napoli si gode Strinic e Gabbiadini Notizie al 26 febbraio 2015 (aggiornamenti in diretta)

Calciomercato Napoli, secondo il giornalista sportivo Luca Marchetti ha sottolineato come sia stato tutto fatto davvero con cura nel mercato di gennaio. I colpi sono Strinic e Gabbiadini.

26.02.2015 - La Redazione
benitez_dito
Rafa Benitez (Foto: Infophoto)

L’esperto di mercato di Sky Sport 24 Luca Marchetti ha parlato nel suo consueto editoriale a TuttoMercatoWeb: “Il Napoli sorride per il colpo Strinic sulla fascia destra. Bigon se lo gode così come si gode Gabbiadini. Adattamento perfetto per uno che ormai gioca da veterano, come se fosse cresciuto nel settore giovanile degli azzurri. Quando il mercato fa rima con gol o assist o comunque prestazioni positive è il sorriso dei dirigenti che dopo un mese guardano quanto fatto di buono a gennaio”.

C’è sempre il nome di Rafa Benitez al centro delle cronache di calciomercato di casa Napoli. Come ormai tutti sanno, il contratto dell’allenatore spagnolo scadrà al 30 giugno del corrente anno, fra praticamente quattro mesi. A breve l’ex Chelsea svelerà il proprio futuro, ma molto dipenderà da come si concluderà il campionato in corso e soprattutto dai progetti futuri del club campano. A riguardo ha detto la sua il giornalista sportivo Salvatore Caiazza, collega del quotidiano Il Roma. Intervenuto nelle scorse ore presso i microfoni di Canale 8 ha ammesso: «Il rinnovo di Benitez potrebbe scaturire dal fatto che lui è il motore del progetto ed è al centro, mi dispiacerebbe se dovesse andare via perché un nuovo allenatore, che sia Spalletti, Klopp o altri, dovrebbe ricominciare da capo».

L’esterno d’attacco del Napoli, Dries Mertens, sta vivendo un’involuzione preoccupante. A inizio stagione, e durante il campionato 2013-2014, è stato fra i migliori in campo ma da qualche match a questa parte si è decisamente perso per strada. Probabilmente l’utilizzo non costante ha un po’ demotivato l’ex calciatore del PSV Eindhoven, e in molti ora si domandano quale sarà il suo futuro. Ieri il giocatore ha spiegato di voler rimanere a Napoli, alla luce del suo contratto, ma nulla sarà da lasciare al caso. Nelle scorse settimane l’agente di Mertens aveva già denunciato la situazione, sottolineando come Rafa Benitez utilizzi poco il suo assistito. Lo sbarco di Manolo Gabbiadini a gennaio non ha di certo giovato al belga che a fine stagione, qualora dovesse ricevere una proposta alettante, potrebbe fare le valigie.

Tornerà in campo dal primo minuto questa sera. Il Napoli affronterà il Trabzonspor al San Paolo, match valevole per il ritorno dei sedicesimi di Europa League, e mister Rafa Benitez schiererà nuovamente dal primo minuto il guardiano brasiliano. Si tratta di un esame molto importante per il calciatore in questione, che dovrà dimostrare di aver superato il momento negativo di poche settimane fa (la disastrosa sfida contro il Palermo). Una gara da tenere in considerazione anche in ottica futura, visto che il Napoli potrebbe rivoluzionare il reparto portieri in estate, richiamando alla base il giovane e scalpitante Sepe, che nelle scorse ore ha rinnovato il proprio contratto.

Non sta disputando un’ottima stagione e ha ormai perso il posto da titolare nel Napoli di Benitez. Il laterale belga vuole conquistare un posto in squadra ma non sarà facile visto che Benitez continua a preferirgli De Guzman e presto ci sarà il ritorno in campo di Lorenzo Insigne che ha recuperato perfettamente dal suo infortunio ai legamenti del ginocchio. E il futuro dell’ex Psv non è più così sicuro in maglia azzurra visto che il Napoli potrebbe cederlo per arrivare ad altri giocatori in vista della prossima stagione.

È la vera stella del Napoli. Il gioiello argentino viene da un’ottima stagione, confermando quanto già visto durante il 2013-2014. In estate, però, il suo nome tornerà sicuramente di moda, soprattutto se verranno recapitate a Castelvolturno offerte da capogiro. Fondamentale sarà conquistare l’accesso diretto alla Champions League, altrimenti il Pipita potrebbe seriamente riflettere sul da farsi. Un possibile addio dell’ex Real viene sottolineato, seppur in via indiretta, anche da Marco Negri, ex attaccante dei Rangers di Glasgow. Parlando nelle scorse ore ai microfoni di Football Night, trasmissione di Sky Sport 1, ha ammesso: «Sicuramente il migliore è il Pipita, non ci sono dubbi. Con tutto il rispetto per i tifosi azzurri e per il Napoli, ma c’è da dire che l’argentino gioca in una squadra lontana anni luce dal Barcellona e dal Manchester City, dove invece si esprimono Suarez e Aguero».

È indubbiamente l’arma in più del Napoli in questa stagione. L’attaccante del club partenopeo sta vivendo un grande campionato, segnando una rete ogni 80 minuti circa. A gennaio in Campania hanno fatto di tutto per trattenerlo, e in estate le voci di calciomercato torneranno sicuramente a circolare. Secondo l’ex azzurro, Cristiano Lucarelli, Zapata dovrebbe rimanere a Napoli per proseguire il suo percorso di crescita: «Zapata? Credo che l’ideale per lui sia rimanere a Napoli – dice ai microfoni di Tuttonapoli.net e continuare questo processo di crescita». Una mossa di mercato che gioverebbe non soltanto allo stesso Zapata ma anche al Napoli: «E’ un ragazzo giovane e ideale per fare da vice Higuain – prosegue Lucarelli – quando hai un campione come lui è chiaro che l’ideale è avere un giocatore esperto, come me con Cavani, o un giovane. Andare a prendere un altro top player non servirebbe a nessuno».

Continuano i sondaggi di calciomercato in casa Napoli. Come da copione il ds Riccardo Bigon vuole arrivare ai mesi di luglio e agosto con le idee già chiare, e di conseguenza si sta già muovendo con largo anticipo. Sono attesi innesti in ogni zona del campo, a cominciare dalla corsia sinistra. A riguardo, attenzione alla novità firmata Alfredo Pedullà, che parla di un interesse partenopeo nei confronti di Mario Rui. Si tratta dell’interessante talento 23enne che gioca ad Empoli. Il portoghese sta vivendo un’ottima stagione e sulle sue tracce vi sarebbero anche il Milan e la Fiorentina. Mario Rui tra l’altro ha il contratto in scadenza nel e di conseguenza una sua cessione in estate è molto quotata.

In estate, durante il calciomercato, il Napoli proverà ad assicurarsi un nuovo portiere. Rafael non regala garanzie mentre il “terzo” Colombo si ritirerà per anzianità. Il ds Bigon sta già scandagliando i vari campionati alla ricerca di un innesto per il reparto più arretrato e attenzione alle voci che ci giungono dalla Germania. Al Napoli sarebbe infatti stato proposto Loris Karius, 21enne estremo difensore di proprietà del Mainz, club tedesco che milita nella Bundesliga. Una notizia che circola già da qualche giorno negli ambienti partenopei, ma che nelle scorse ore è stata confermata dal collega Gianluca Di Marzio di Sky Sport. Il Napoli ha preso tempo ed ora valuterà il da farsi: non è da escludere che gli azzurri possano acquistarlo per poi piazzarlo in prestito in una medio/piccola di Serie A.

In casa Napoli saltuariamente si parla del futuro di Marek Hamsik, capitano della squadra sul quale a volte emergono voci di calciomercato che lo vogliono lontano dalla Campania. Luca Marchetti, giornalista di Sky Sport, ha parlato a Radio Crc dello slovacco: “Hamsik credo sia legato a vita al Napoli anche perché all’orizzonte non ci sono offerte importanti, che possano tentarlo. Molto dipenderà dall’ambizione del Napoli ed è chiaro che se il Napoli dovesse abbandonare ogni velleità europea i giocatori più importanti non avranno più stimoli. Ma, con questa squadra credo che Hamsik possa restare”. Sempre in chiave calciomercato più voltre nelle ultime campagne acquisti si è parlato della necessità del Napoli di rinforzare il centrocampo, ma non sono mai arrivati di giocatori di alto livello. Marchetti su questo tema si è così espresso: “E’ da tre sessioni che cerca un centrocampista che sappia ben fare le due fasi ed un centrale di difesa. Il problema del club però sta nel tetto ingaggi e i calciatori che potrebbero fare al caso del Napoli, sforano il budget. Va anche detto che se la società azzurra è solida è anche grazie a questi parametri che nessuno ha imposto, ma che giustamente il club ha introdotto nella propria politica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori