Calciomercato Milan/ News, Boateng vuole tornare in Serie A Notizie al 3 marzo 2015 (aggiornamenti in diretta)

Calciomercato Milan, Kevin Prince Boateng  si sarebbe stufato della Bundesliga e sognerebbe un ritorno nel campionato italiano. Oltre al Milan su di lui c’è la Juventus di Max Allegri.

03.03.2015 - La Redazione
Suso_Sterling
Jesus Fernandez Saez, 21 anni, esterno offensivo del Liverpool

La notizia che arriva oggi lascia abbastanza di stucco, Kevin Prince Boateng si sarebbe stufato della Bundesliga come riporta Gazzetta.it. Boateng avrebbe espresso il sogno di tornare nel campionato italiano, anche per la sua famiglia. Il Milan rimane sempre tra le mete che potrebbero interessare a un calciatore che ha espresso il meglio di sé proprio con la maglia rossonera. Attenzione però che il calciatore si esalto con Massimiliano Allegri in panchina e la Juventus sta cercando proprio un trequartista, se due più due fa quattro…

La panchina di Filippo Inzaghi traballa, non si ferma e rischia di saltare. Il nuovo tecnico del Milan vive di giornata in giornata il rischio di essere esonerato e probabilmente se non fosse stato un affezionatissimo della società sarebbe stato già sostituito. Sono interessanti le parole di Monica Colombo, giornalista del Corriere della Sera, il Vero Milanista: “Pare che Tassotti abbia avuto un momento di scoramento, perchè Filippo Inzaghi ha un rapporto preferenziale con Andrea Maldera nello staff. Vi posso dire che l’estate scorsa Massimiliano Allegri aveva proposto il ruolo di vice a Tassotti alla Juventus e forse questo ora genera qualche ripensamento. Oggi però gli eventi fanno sì che Tassotti sia in stand by per assumere la guida del Milan che potrebbe accadere già alla prossima gara in caso di risultato e prestazione non convincente”.

Fra i tanti giocatori che il Milan si è assicurato durante il calciomercato di riparazione dello scorso gennaio, vi è anche Suso. Il talento della trequarti è sbarcato a Milanello via Liverpool, con il contratto in scadenza a giugno. Fino ad oggi l’ex Reds ha trovato poco spazio e a riguardo ha confessato ai microfoni di Milan Channel: «Sto proseguendo il mio adattamento al calcio italiano, continuo a lavorare per inserirmi al meglio, certo mi sarebbe piaciuto scendere in campo un po’ di più, ma sto aspettando la mia occasione». Nonostante il poco spazio trovato in campo, Suso non si è comunque pentito di aver scelto la squadra meneghina: «Sono molto contento di essere qui, mi sto adattando alla vita italiana, che è comunque più simile a quella spagnola, mi piace Milano. Mi sto adattando ogni giorno di più alla mia nuova vita nel Milan e in Italia». L’obiettivo di Suso è naturalmente quello di vincere col Milan, restando a lungo in rossonero: «Mi piacerebbe diventare un giocatore importante di questa squadra, la mia maggior aspirazione è avere successo col Milan, in passato ho già giocato in una grande squadra come il Liverpool, il mio obiettivo è quello di dare sempre il mio meglio».

Il calciomercato estivo rivoluzionerà per l’ennesima volta il Milan. Inzaghi dirà addio e il nuovo tecnico, quasi certamente un allenatore di esperienza, farà le sue richieste alla dirigenza. Molto probabile l’addio dei calciatori svincolati, a cominciare dal duo Giampaolo Pazzini e Nigel De Jong. Entrambi hanno ancora molto mercato e di conseguenza sono pronti ad iniziare una nuova avventura lontano da Milanello. E chissà che non possano ritrovarsi sullo stesso tetto. Come sottolineato più volte dal direttore di QS, Enzo Bucchioni, i due milanisti piacciono molto alla Juventus, con il tecnico Massimiliano Allegri che conosce molto bene entrambi avendoli allenati in rossonero: pronta la nuova beffa per il Diavolo?

Potrebbe tornare al Milan in occasione del calciomercato della prossima estate. L’attaccante marocchino di proprietà del Queens Park Rangers è ormai da tempo in orbita rossonera, dopo che lo stesso ha giocato sei mesi positivi dal gennaio 2014 al giugno seguente. Durante il mercato di riparazione via Aldo Rossi ha fatto un tentativo che non si è però concretizzato, come svelato dallo stesso calciatore ai microfoni de IlVeroMilanista.it: «Con Galliani mi sono sentito, mi ha chiamato lui due giorni prima della chiusura del mercato. Il Milan doveva giocare una partita, e mi ha spiegato di attendere questo risultato. Poi ci siamo sentiti nuovamente e mi ha proposto di ritornare in prestito, ma io questa volta voglio tornare al Milan e restare, ho già giocato diverse partite con i rossoneri l’anno scorso e credo di avere fatto bene. I rapporti con Galliani anche col mio agente Joorabchian sono sempre ottimi, e mi ha confermato che mi vuole, che vorrebbe che tornassi». Il nome di Taarabt tornerà sicuramente di moda fra pochi mesi anche perché lo stesso ha il contratto in scadenza a giugno del e di conseguenza in estate dovrà fare le valigie se il QPR non vorrà perderlo a zero a gennaio: «Appuntamento a giugno, a un anno dalla scadenza del contratto? Si, questa è una situazione che può dare un punto di forza nella trattativa. Io al Milan mi sono trovato molto bene, ora vorrei ritornare, e mi piacerebbe giocare anche la Champions League».

Il calciomercato estivo di casa Milan sarà decisamente caldo, e non soltanto per il clima dei mesi di luglio e agosto. Dalle parti di Milanello è attesa una nuova rivoluzione, che comincerà con l’addio di Pippo Inzaghi. Comunque finirà la stagione, il tecnico piacentino verrà appiedato per lasciare spazio ad un allenatore più esperto. Il nome più ridondante è quello di Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina, ormai da anni accostato al club meneghino. A riguardo vanno sottolineate le dichiarazioni di Ivan Zazzaroni, noto giornalista sportivo. Presente ieri negli studi de Il bello del calcio su Canale 21, ha ammesso: «Montella al Napoli? A me risulta che Montella abbia già un accordo con il Milan per la prossima stagione».

Potrebbe chiudersi durante il calciomercato estivo la permanenza al Milan di Stephan El Shaarawy. L’attaccante rossonero viene da una stagione negativa, condita da molti infortuni, tante prestazioni insufficienti, ed una sola rete in campionato. A giugno, quindi, tutto potrebbe succedere, e come sottolineato stamane dal quotidiano Tuttosport, sarebbe lo stesso Piccolo Faraone a prendere in considerazione l’idea di svestire la casacca del Milan. Alla finestra vi sono alcune big inglesi, a cominciare da Borussia Dortmund e Arsenal, pronte a versare nelle casse di via Aldo Rossi circa 15 milioni di euro per assicurarsi l’ex Genoa. Per via Aldo Rossi sarà un vero e proprio dilemma: cedere El Shaarawy con il rischio che lo stesso esploda, o credere nel ragazzo per un’altra stagione, sperando però che non si ripeta quanto accaduto quest’anno?

L’imprenditore messicano Carlos Slim vorrebbe puntare alle quote azionarie del Milan già da quest’anno. Lo rivela il Quotidiano Sportivo che parla di un forte interesse del magnate messicano nei confronti del club rossonero. La situazione al momento è sempre la stessa: ci sono diverse voci sulla possibile cessione della società da parte di Berlusconi ma puntualmente arriva la smentita da parte della società riguardo alla possibile cessione del club. Slim è un imprenditore che in Messico opera in ogni campo, dalle telecomunicazioni al monopolio di tabacchi e petrolio.

Cambierà allenatore in occasione del calciomercato estivo e vorrebbe puntare su Vincenzo Montella. Il tecnico della Fiorentina è nel mirino dei rossoneri ormai da anni e secondo molti è giunto il momento per celebrare il matrimonio. Peccato però che sia lo stesso aeroplanino a non volere il Diavolo. Il tecnico campano si trova molto bene a Firenze, e sta vivendo una grande stagione, con la squadra a ridosso della zona Champions come non capitava da tempo. Ha un contratto in scadenza nel e dopo la grande campagna acquisti invernale e i conseguenti risultati positivi, è pronto ad onorare il proprio contratto. Ecco perché in estate, a meno di una proposta clamorosa, difficilmente Montella volerà via dal Franchi: il Milan dovrà cercarsi altro.

Ancora quattro giorni, poi capiremo se Pippo Inzaghi rimarrà o meno sulla panchina del Milan. Al tecnico piacentino serve una vittoria contro l’Hellas Verona sabato sera, altrimenti rischia seriamente l’esonero. La panchina verrebbe affidata a Tassotti poi in estate si vedrà. Il patron Berlusconi e l’ad Galliani, come sottolinea la Gazzetta dello Sport stamane, hanno esaminato attentamente la situazione, e sono convinti che Inzaghi sia uno dei principali responsabili della stagione negativa. Comunque vada, quindi, in estate Super Pippo potrebbe fare le valigie per lasciare posto ad un tecnico più capace. Il cambio di allenatore, però, dovrà essere obbligatoriamente supportato da una campagna acquisti di livello: cessione dei giocatori non più utili alla causa, ben vengano gli acquisti a costo zero ma dovranno rappresentare delle occasioni da sfruttare e non una consuetudine.

Al Milan si è parlato più volte di ‘progetto giovani’ nelle varie sessioni di calciomercato, ma la dirigenza rossonera differentemente dai proclami fatti non ha mai attuato questo tipo di programmazione. Il presente del club è nero ed è difficile guardare al futuro con ottimismo. Filippo Galli, responsabile del settore giovanile milanista, e’ intervenuto a Pescara per partecipare all’inaugurazione del campo “Donati” di Rancitelli per parlare delle difficoltà del calcio italiano nel lanciare i giovani rispetto a quanto avviene all’estero: “In Italia non e’ mai facile. In altri Paese si punta di piu’ sui giovani e mi riferisco a societa che sono piu’ avanti di noi come Barcellona, Ajax e Manchester City. Noi dobbiamo cercare di avere piu’ coraggio per puntare sul Settore giovanile anche perche’ poi capita che i ragazzi li andiamo a comprare all’estero“. Vedremo se il Milan nel prossimo calciomercato estivo cambierà rotta e deciderà di seguire le idee esposte da Galli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori