Calciomercato Milan/ News, tre rinnovi ufficiali in casa rossonera Notizie al 31 marzo 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, i rossoneri hanno comunicato ufficialmente il rinnovo fino al 2018 di tre calciatori della primavera. Gianluigi Donnarumma, Patrick Cutrone e Manuel Locatelli firmano.

ValdifioriBorja
Foto Infophoto

I rossoneri blindano il loro futuro, facendo firmare il rinnovo a tre calciatori di talento che giocano nella Primavera. Hanno firmato il rinnovo fino al 2018 Gianluigi Donnarumma, Patrick Cutrone e Manuel Locatelli. Donnarumma è un portiere classe 1999 nato a Castellammare di Stabia di cui si parla molto bene. Cutrone invece è un classe 1998 di Como, punta di grande mobilità e abilità balistiche. Locatelli è un centrocampista centrale classe 1998 di Lecco, grande intelligenza e visione di gioco. 

Fra i nomi caldi di casa Milan per il calciomercato della prossima estate vi è Mirko Valdifiori. Il centrocampista dell’Empoli ha conquistato la maglia della nazionale italiana a suon di grandi prestazioni e il suo futuro sembra in una big. Lo vogliono i rossoneri, che puntano ad italianizzarsi sempre più con giocatori di qualità, ma lo vuole anche il Napoli. Del futuro del 28enne centrocampista ne ha parlato Mario Giuffredi, il suo agente, che parlando nelle scorse ore ai microfoni di Radio Marte ha ammesso: «Valdifiori lo sento spesso in questo giorni, è un emozione che condividiamo insieme perché è un traguardo per entrambi. Futuro? Ci saranno novità subito dopo Pasqua, esattamente dopo il 16 aprile. Non ho sentito nessuno del Napoli, voglio mandare il ragazzo in un club che lo cerca davvero». Il Napoli ha già presentato una proposta concreta da 6 milioni di euro mentre il Milan si è limitato fino ad ora ad avance a voce.

Il futuro del giovane attaccante del Milan, Stephan El Shaarawy, si deciderà in occasione del calciomercato della prossima estate. Il Piccolo Faraone viene da un 2014-2015 negativo, condito da molti infortuni e poche prestazioni positive, e nulla sarà da lasciare al caso a giugno. Si è parlato della possibilità che l’italo-egiziano rimetta piede a Genoa per ritrovare quella continuità e fiducia che gli mancano, ma Manuel El Shaarawy, fratello/agente del rossonero, ha smentito il tutto ai microfoni di Milannews.it: «Che io sappia il dottor Galliani non ha proposto il Genoa a Stephan, ne io ho ricevuto da Preziosi e Galliani proposte per portare mio fratello al Genoa. Escludo un trasferimento in Italia questa estate. Sono uscite notizie anche su Udinese e Torino a gennaio, oltre al rossoblù, sono tutte voci da escludere. Stephan non andrà in un’altra squadra italiana». Situazione diversa per quanto riguarda l’estero, dove sembra che vi siano alcune squadre interessate, a cominciare da Arsenal e Borussia Dortmund, storiche ammiratrici del milanista: «Ho avuto qualche richiesta dall’estero, anche a gennaio – ha proseguito l’agente – Stephan al Milan è a casa e non sente il bisogno di andarsene, ha un buon rapporto con i tifosi, con la società e i compagni».

Avrebbe potuto avere in rosa Jose Maria Callejon. A svelare il retroscena di calciomercato è il sito AreaNapoli.it, in cui si sottolinea il tentativo rossonero per l’attaccante spagnolo. Il tutto risalirebbe all’estate del 2013, quando l’ad Adriano Galliani volò a Madrid, dall’amico Florentino Perez, chiedendo appunto il classe 1987. Peccato però che la proposta presentata dal Diavolo sia stata gentilmente rimanda al mittente dalle Merengues, molto probabilmente perché non alettante dal punto di vista economico. Della situazione ne approfittò il Napoli che mise sul piatto 10 milioni di euro, convinto da Benitez, e che chiuse in poco tempo la trattativa.

Fra le varie circolanti in casa Milan per la panchina 2015-2016, vi è senza dubbio quella riguardante Antonio Conte. Il commissario tecnico della nazionale italiana potrebbe lasciare gli azzurri dopo le molte polemiche scoppiate dal suo sbarco a Coverciano. La pensa però diversamente il numero uno della federcalcio, Claudio Tavecchio, interpellato stamattina dai microfoni di Tuttosport: «A Conte manca la quotidianità del campo – confessa il presidente federale – ma nel confronto franco che abbiamo avuto non ha mai pronunciato la parola ‘dimissioni’. Addio prima dell’Europeo? Credo che resterà. Dire che il ct fa interventi massicci in allenamento sui calciatori non va bene». L’ad rossonero, Adriano Galliani, rimane comunque alla finestra, pronto ad approfittare di qualsiasi passo falso nel rapporto Italia-Conte.

È un giocatore che quest’anno ha avuto periodi alterni: ad inizio stagione ha mostrato continuità importante mentre negli ultimi mesi non ha fatto benissimo. Honda non è un incedibile, Galliani sa bene che la cessione di Honda porterebbe in dote ai rossoneri una plusvalenza importante per il bilancio del club rossonero. Il Milan potrebbe cedere Honda in Bundesliga, un campionato che ha un forte interesse nei confronti del Cska Mosca.

In vista del match contro il Palermo, il Milan di Inzaghi potrebbe puntare ad un cambiamento importante che riguarda soprattutto Suso. L’ex Liverpool, arrivato a gennaio, potrebbe giocare titolare al posto di Cerci che non sembra aver convinto Inzaghi mentre Suso è un giocatore che nell’ultima amichevole ha fornito una prestazione molto importante. Suso potrebbe giocare come esterno d’attacco e Inzaghi spera che possa confermare quanto di buono ha visto in amichevole.

Il Milan che nascerà durante il calciomercato estivo sarà una squadra sempre più giovane, italiana e di qualità. Nel mirino dell’ad rossonero vi sono una serie di calciatori nostrani, su preciso diktat del presidente Berlusconi. In cima alla lista dei desideri c’è Daniele Baselli, gioiello di centrocampo dell’Atalanta e dell’Under-21, e attenzione anche a Valdifiori, vera rivelazione del campionato, che con il suo Empoli ha conquistato la maglia della nazionale. Due calciatori che andranno ad aggiungersi ad un gruppo nostrano già di stanza a Milanello composto dai vari De Sciglio ed El Shaarawy, talenti assolutamente da recuperare. C’è poi Antonelli, che non è più giovanissimo, ma che è un nazionale. A centrocampo, invece, spiccano Poli e Bonaventura, due giocatori tutta sostanza e qualità, mentre in attacco Cerci e Destro, due che non stanno rendendo come ci si aspettava ma che sarebbe un grave errore bruciarli senza conceder loro un’altra chance. Infine, attenzione a Bocchetti, che il Milan potrebbe riscattare, e a Paletta, che a breve potrebbe riprendersi la Nazionale.

Torna allo scoperto il commissario tecnico della nazionale italiana, Antonio Conte. In vista dell’amichevole contro l’Inghilterra che si giocherà a Torino, il ct ha voluto sottolineare le difficoltà da quando ricopre il ruolo di selezionatore azzurro, non soltanto riguardanti gli ultimi giorni: «Se ho pensato di dimettermi? Mi sono venuti tanti altri pensieri… – ammette Conte durante la conferenza stampa pre-match – non so se si possa fare un fortino, di certo io vado avanti e continuo a lavorare tanto, poi trovo che mi dicono: “Lavori troppo”. E allora mi faccio domande cui non trovo risposte. Il lavoro dovrebbe essere una regola non un’eccezione». Conte parla anche del suo futuro, alla luce di un contratto a scadenza estate 2016: «Il mio futuro? Sono tante le cose che escono quotidianamente: a volte le leggo, altre preferisco non farlo. Io vado avanti col mio lavoro, ma non è facile». Una permanenza che non sembra così scontata quindi, e il Milan naturalmente rimane alla finestra, con il salentino come primo nome nella lista dei desideri per il club rossonero.

Il Milan nella prossima sessione di calciomercato andrà alla ricerca di almeno un centrocampista per rinforzare un reparto spesso in difficoltà quest’anno. Tra gli obiettivi sembra esserci anche Mario Suarez dell’Atletico Madrid. Lo spagnolo potrebbe lanciare i Colchoneros visto che Diego Simeone non lo considera un titolare. Ma l’agente del giocatore, Manuel Garcia Quilon, ai microfoni di MilanNews.it ha fatto una rivelazione importante: “A gennaio è stato seguito da tre o quattro squadre italiane tra cui Milan, Inter e Napoli. E’ un giocatore spettacolare, le italiane lo volevano. Se ci saranno incontri con Galliani? In questo momento non lo saprei dire, però in passato è stato seguito dal Milan”. I rossoneri potrebbero tornare alla carica nei prossimi mesi, anche se dovranno riuscire a reperire il denaro sufficiente per accontentare le richieste della società iberica. Suarez viene valutato circa 15 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori