Calciomercato Milan/ News, Ghisoni (ag. FIFA): Spalletti vicino ai rossoneri. Cessione del club? Qualcosa succederà… (esclusiva)

- int. Riccardo Ghisoni

Calciomercato Milan news, esclusiva con Riccardo Ghisoni: l’agente Fifa ha parlato del calciomercato rossonero e in particolare della situazione di Luciano Spalletti che piace molto al Milan

spalletti_mani
Luciano Spalletti (infophoto)

Il Milan ha intenzione di puntare con decisione su un nuovo allenatore nel prossimo calciomercato, anche perché la società potrebbe passare di mano dalla famiglia Berlusconi a vari imprenditori stranieri pronti per fare il grande passo. I rossoneri pensano anche a Spalletti che piace al Napoli di De Laurentiis, intanto la prima ‘vittima’ di questa stagione potrebbe essere El Shaarawy pronto a lasciare il Milan. L’agente Fifa Riccardo Ghisoni ha parlato del calciomercato del Milan in esclusiva per IlSussidiario.net.

Cosa sta cambiando all’interno del Milan secondo lei? Io credo che tutte queste voci su un disimpegno della Berlusconi siano in parte vere, non penso ad un addio totale dei Berlusconi ma qualcosa potrebbe succedere con l’innesto di qualche partner importante.

Sicuramente pagherà Inzaghi non crede? Assolutamente sì, Inzaghi secondo me non ha in mano lo spogliatoio, ci sono troppi giocatori scontenti e questo non è un buon segnale.

Chi potrebbe sostituire il tecnico alla guida del Milan? Si fanno tanti nomi, io penso che quello più vicino è Spalletti che potrebbe decidere di ritornare in Italia partendo da un progetto difficile ma affascinante.

Montella? Lo vedo più vicino al Napoli al posto di Benitez. Credo possa andare via da Firenze per abbracciare un nuovo progetto.

El Shaarawy potrebbe lasciare il Milan… Al rientro del Faraone bisognerà fare discorsi importanti al ragazzo perché le qualità ci sono ma è da tempo che non è continuo.

Anche Destro sta faticando tanto in rossonero: come mai? E’ un caso singolare visto che Inzaghi, ex centravanti, non riesce a far esprimere al meglio un attaccante come Destro.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori