Calciomercato Milan/ News, Ag.Armero: A buon punto con il Flamengo Notizie all’1 aprile 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, si sta lavorando per chiudere il passaggio di Armero dal Milan al Flamengo. L’agente Luciano Ramalho è in Italia per chiudere proprio la trattativa. Ha parlato oggi.

berlusconiapplaudeR439
Infophoto

Ormai è a un passo dal ritorno in Brasile, sì perchè nonostante sia colombiano il terzino arrivò all’Udinese dal Palmeiras nel 2010. Il suo agente è arrivato ieri in Italia per discutere alcuni dettagli con Milan e Udinese, concludendo quindi l’affare. Luciano Ramalho ha parlato nella giornata di oggi e GloboEsporte ha riportato le sue dichiarazioni: “Sono in Italai per portare avanti le trattative. Armero è arrivato. Al massimo venerdì dovremmo aver concluso con il Milan e l’Udinese. Con il Flamengo è tutto a buon punto“.

Ieri ha debuttato con la maglia della nazionale azzurra nell’amichevole contro l’Inghilterra di Roy Hodgson allo Juventus Stadium. In molti hanno parlato di un suo passaggio al Napoli in estate, ma le parole del suo agente Mario Giuffredi riaprono clamorosamente la pista Milan. Ecco quanto detto a Kiss Kiss Napoli: “C’è stata qualche chiacchierata con il Napoli per Mirko, ma al momento non parliamo di approfondimenti seri. Credo che la situazione si sbloccherà quando conosceremo il futuro di Rafà Benitez. Se lo spagnolo dovesse rimanere in azzurro il calciatore difficilmente vestirà l’azzurro, visto che non è adatto allo schema de tecnico. Il giocatore sarebbe felicissimo di giocare in Campania, ma credo che il Napoli non punterebbe su di lui con Benitez in panchina“. In questo caso il Milan diventerebbe davvero la concorrente più seria per prendere il calciatore.

Anche i rossoneri hanno a lungo seguito il centrocampista brasiliano del Napoli Jorginho, calciatore di grande qualità che però ha incontrato qualche difficoltà da quando è arrivato in Campania. Oggi il suo agente, Joao Santos, ha parlato a Radio Crc: “Non confermo il riscatto del Napoli, ma credo che il club alla fine troverà un accordo col Verona. Jorginho si trova bene con Rafà Benitez e non credo che il Napoli decida di privarsene, ma dobbiamo aspettare. In Italia anche il Milan e la Fiorentina lo volevano al tempo“.

In casa Milan si sta iniziando a programmare seriamente la stagione ventura. I rossoneri chiuderanno il campionato in corso, molto probabilmente, con la seconda esclusione consecutiva dall’Europa, ma il 2015-2016 dovrà essere obbligatoriamente l’anno della svolta. Il patron Silvio Berlusconi sta lavorando per restituire smalto al suo “giocattolo” ed è alla ricerca di nuovi soci stranieri che possano finanziare la squadra o comunque il progetto stadio. L’eventuale ingresso in società di magnati dall’estero sarà strettamente legato anche alla scelta del prossimo allenatore; se ci sarà più liquidità il Milan potrebbe affidare la panchina ad un tecnico di prestigio (magari il sogno Ancelotti, anche se il City è in pole position), in caso contrario potrebbe ricominciare da Maurizio Sarri o Mihajlovic.

Hernan Crespo è stato molto vicino al ritorno al Milan, nelle vesti di allenatore. Il tutto risale alla scorsa stagione, quando Clarence Seedorf venne chiamato da Berlusconi e Galliani per sostituire mister Allegri. A svelare il retroscena è stato lo stesso argentino, intervistato stamane dai microfoni del quotidiano Tuttosport: «Sono stato vicinissimo al ritorno al Milan – racconta – Mi aveva contattato Seedorf per collaborare con lui. Dopo averci pensato, ho detto di si. Poi Clarence è stato esonerato e non si è fatto nulla. Avrei fatto parte del suo staff come allenatore in seconda». Dopo l’esonero del tecnico olandese il Milan ha deciso di puntare su un altro glorioso ex rossonero come Inzaghi, ma fin qui le cose non sono andate come sperato: «Quando ti viene proposto il Milan – le parole di Crespo sull’operato di Super Pippo – non puoi dire di no. Adesso la situazione non è delle migliori, però se fossi stato nei suoi panni avrei fatto la stessa scelta. Il lavoro di Pippo? Non è semplice parlare del suo lavoro in questo momento. Quando la società lo ha scelto, penso che fosse consapevole delle difficoltà che avrebbe potuto incontrare. Adesso sta a loro trovare il modo di cambiare rotta».

A fine stagione, in occasione del calciomercato della prossima estate, il Milan cederà qualche giocatore, a cominciare da quelli il cui contratto scadrà a giugno. Di questo gruppo farà sicuramente parte Nigel De Jong, nazionale olandese. Il calciatore è uno dei migliori della rosa rossonera ma è tentato da offerte prestigiose, a cominciare dal Manchester United. Stando a quanto sottolineato in queste ore dalla redazione di Espn, l’ex City avrebbe chiesto ben 5,5 milioni di euro netti annui, una cifra che in via Aldo Rossi non potrebbero mai soddisfare. I Red Devils sono di conseguenza in pole position per assicurarsi l’olandese e sullo sfondo rimane la Juventus, che però si trova nelle stesse difficoltà economiche dei rossoneri.

In casa Milan proseguono le trattative atte a cedere la società rossonera o parte di essa. L’idea del presidente Silvio Berlusconi è quella di cedere il 25/30% del club meneghino o di trovare un socio con cui finanziare il progetto stadio. Diverse le figure accostate al Milan in queste ultime settimane e nelle scorse ore è spuntato un inedito. Come sottolineato dal Corriere della Sera ai rossoneri sarebbe interessato anche tale Zong Qinghou. Si tratta di un imprenditore cinese, fondatore della Hangzhou Wahaha Group, azienda di bevande e già ribattezzato il re della “Coca Cola” d’oriente. E’ l’ottantaseiesimo uomo più ricco al mondo e il suo patrimonio è stimato in più di 11,5 miliardi di dollari. L’idea è quella di entrare nel Milan come socio di minoranza per poi acquisirne il 75% nel giro di tre anni. A breve potrebbe essere presentata un’offerta concreta.

Fra i tecnici papabili per la panchina del Milan 2015-2016 vi è anche Sinisa Mihajlovic. L’allenatore serbo sta svolgendo un ottimo lavoro da più di un anno a questa parte sulla panchina della Sampdoria, al punto da meritarsi l’interesse delle big italiane e non solo. Sull’ex calciatore vi sono infatti Milan, Roma, Napoli e Manchester City, tutte pronte a darsi battaglia. Del futuro di Mihajlovic ne ha parlato il direttore sportivo dei blucerchiati, Carlo Osti, che intervistato a margine di una festa organizzata da tifosi del club di Ferrero, ha spiegato: «Mihajlovic? La sua permanenza alla Sampdoria dipende solo dalla sua volontà. Non parlo di percentuali, non sono un indovino». Molto dipenderà da come si chiuderà la stagione in corso, e in caso di Champions sarà difficile per Sinisa lasciare la Genova sampdoriana.

Cederà a breve Pablo Armero. Il terzino sinistro della nazionale colombiana, sbarcato in rossonero durante il calciomercato della scorsa estate con la formula del prestito dall’Udinese, non ha convinto la dirigenza, e a breve farà le valigie. La metà prescelte sembrerebbe essere il Flamengo, fra i più gloriosi club brasiliani. Come sottolineato dal collega di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, la trattativa è in fase avanzata e nelle scorse ore è giunto a Milano Luciano Ramalho, agente di Armero. L’operazione in corso è ovviamente fra la società verdeoro e l’Udinese, che detiene ancora il cartellino del giocatore. I friulani vorrebbero inserire nella trattativa il giovane difensore Samir, classe 1994, ma per ora i rubonegro fanno muro. Da sottolineare, a riguardo, le parole del ds dell’Udinese, Giaretta, intervistato da Tuttomercatoweb: «Stiamo portando avanti questa operazione. Ci sono buoni intenti da tutte le parti, nei prossimi giorni vedremo se potrà arrivare la fumata bianca».

Il Milan sembra essersi rimesso alla caccia di un nuovo direttore sportivo dopo l’addio di Ariedo Braida nel dicembre del 2013 e la seguente promozione di Rocco Maiorino in quel ruolo. Il club di via Aldo Rossi cerca però una figura dal profilo importante a cui affidare l’incarico e avrebbe fatto un’offerta a Fabio Paratici della Juventus. Il braccio destro di Beppe Marotta è in scadenza di contratto ma ha rifiutato la proposta rossonera e rinnoverà con la Vecchia Signora. A rivelarlo è il portale web Goal.com. Più facile arrivare a Sean Sogliano, già accostato al Milan nel recente passato e sicuro partente in casa Verona. Vedremo se sarà lui ad occuparso del calciomercato milanista o se si finirà di proseguire con l’assetto attuale e un Adriano Galliani predominante nel prendere le scelte in sede di campagna acquisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori