Calciomercato Milan/ News, i rossoneri pensano a Mandzukic Notizie al 10 aprile 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, i rossoneri probabilmente non riscatteranno Mattia Destro, si fanno diversi nomi per il futuro dell’attacco rossonero. Il nome nuovo è quello di Mario Mandzukic.

cresta_elshaarawy
Stephan El Shaarawy - Infophoto

I rossoneri probabilmente in estate non riscatteranno Mattia Destro che tornerà alla Roma. Tra i tanti obiettivi c’è un nome nuovo che emerge come riportato da TuttoMercatoWeb. Tra i giocatori nel mirino infatti c’è Mario Mandzukic, attaccante croato dell’Atletico Madrid arrivato l’estate scorsa per rimpiazzare il partente Diego Costa. Mandzukic è un giocatore di spessore che potrebbe permettere di sicuro ai rossoneri di fare un bel passo in avanti nel reparto offensivo.

In occasione del calciomercato della prossima estate, potrebbero proseguire gli affari sull’asse Milan-Genoa. Nelle ultime sessioni di trattative le due squadre si sono scambiati spesso e volentieri i rispettivi giocatori, e nei prossimi mesi tale tradizione potrebbe proseguire. Lo ha fatto chiaramente capire il patron del Grifone, Enrico Preziosi, che poco fa ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb, all’arrivo agli uffici in Lega a Milano: «Mi piacerebbe riavere El Shaarawy in squadra, ne parlerò oggi con Galliani. Niang? Ottima operazione, peccato sia solo in prestito secco». Sicuramente rilevanti le dichiarazioni sul futuro del Piccolo Faraone, giocatore che ha vissuto una stagione travagliata e che potrebbe ritrovare lo smalto di un tempo con una stagione in prestito al Marassi, in un ambiente sicuramente meno pressante rispetto a San Siro.

Ha ceduto ufficialmente il terzino sinistro Pablo Armero. Il nazionale colombiano è da stamattina un calciatore del Flamengo, come ha comunicato poco fa il sito della stessa società rubonegra: «Il laterale sinistro Pablo Armero ha firmato un accordo con il Flamengo in data odierna. Protagonista nel 2014 con la maglia della Colombia e punto fermo della Nazionale colombiana, il giocatore verrà presentato oggi alle 17, all’auditorio Rogério Steinberg». Armero era sbarcato a Milanello in occasione del mercato della scorsa estate, ma da agosto ad oggi aveva trovato pochissimo spazio nell’11 titolare di Pippo Inzaghi. Per il sudamericano inizia quindi una nuova avventura in Brasile, dove giocherà in prestito fino al 31 dicembre 2015. Ricordiamo che il cartellino appartiene ancora all’Udinese.

Fra i principali candidati per la panchina del Milan 2015-2016 vi è senza dubbio Sinisa Mihajlovic. L’allenatore della Sampdoria ha svolto un ottimo lavoro a Genova da un anno e mezzo a questa parte, ma ha il contratto in scadenza al 30 giugno di quest’anno, ed è fortemente attratto dalle prestigiose avance ricevute nelle ultime settimane. Nulla è comunque ancora deciso, come fa capire lo stesso tecnico serbo ai microfoni de La Repubblica stamane: «Il mio futuro non conta, solo le prossime 9 gare. Ai tifosi della Samp dico: non è sicuro che resto. E nemmeno che non resto. Ora non mi vedo in una nazionale, ho bisogno dell’adrenalina quotidiana. Tutto il resto non mi spaventa». Il Milan non è l’unica società interessata a Mihajlovic visto che anche il Napoli sta guardando con estrema attenzione al serbo, alla luce dell’addio ormai scontato di Benitez.

Torna a parlare l’ex attaccante del Milan, Ricardo Kakà. Il brasiliano si è trasferito durante lo scorso calciomercato di riparazione di gennaio, nella Major League Soccer, fra le fila della nuova franchigia degli Orlando City SC. A pochi mesi dall’esordio nel campionato di calcio americano, l’ex 22 rossonero da un consiglio all’ad Galliani: «Suggerisco Kevin Molino. Viene dal Trinidad, un bell’attaccante. Deve crescere e imparare, ma potrebbe fare bene». Si tratta di un 24enne esterno d’attacco degli Orlando, che può essere disposto anche sulla trequarti e l’interno di centrocampo. Nazionale del Trinidad ha un valore che si aggira attorno al milione di euro. «Non sono stato io a scegliere il vostro Paese, ma è stata l’Italia a scegliere me – ha aggiunto Kakà – quindi devo ringraziarvi per avermi permesso di diventare chi sono. Però da voi ci verrei anche oggi. Non solo per il calcio: per lo stile di vita, la gente, i tifosi. Se dovessi dare un consiglio a qualcuno dei miei nuovi compagni, gli direi: “Vai in Italia!”».

Fra i vari nomi accostati al Milan per il calciomercato estivo vi è anche quello di Pedro Obiang. Il 23enne centrocampista spagnolo di proprietà della Sampdoria, sembra destinato a spiccare il volo e i rossoneri lo seguono da vicino ormai da un paio d’anni a questa parte. Un rumor che è stato commentato così, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, da parte dello stesso calciatore: «Mi segue il Milan? Non ne avevo idea. Questo vi fa capire quanto pensi al futuro. Io sono concentrato sull’idea di batterlo, il Milan». Un nome che tornerà sicuramente di moda a Milanello in estate, visto che il centrocampo del Diavolo potrebbe subire una mezza rivoluzione, a cominciare dall’addio di De Jong in scadenza, per arrivare fino a quelli di Muntari (già scritto) ed Essien.

Proseguono le manovre atte a vendere il Milan entro la prossima stagione. Il club rossonero, attualmente di proprietà di Silvio Berlusconi, potrebbe a breve passare in mani orientali. Fra gli imprenditori più interessati vi sono senza dubbio i cinesi e a riguardo vanno sottolineate le parole rilasciate nelle scorse ore da Fu Yixiang, vice-presidente della Camera di Commercio italo-cinese, che interpellato dall’agenzia Xinhua ha ammesso: «Un consorzio formato da diverse grandi aziende pagherà la metà del miliardo di euro richiesto mentre l’altra metà sarà raccolta tramite finanziamento collettivo. Berlusconi vuole vendere il club rossonero, ma alcuni familiari avrebbero fretta mentre altri preferirebbero tenerlo fino alla costruzione del nuovo stadio per poter richiedere un prezzo più alto». Attualmente la società con maggiori chance di acquisire il Milan sembrerebbe la Wahaha Group di Zong Qinghou; quest’ultimo ha incontrato un anno fa Barbara Berlusconi negli Emirati ed è uno degli uomini più ricchi al mondo, inventore della Future Cola. Ad appoggiare il manager vi sarebbe il governo della Cina che considera l’acquisizione del Milan molto più che una semplice operazione di marketing.

Sta per rientrare in campo dopo un infortunio che lo ha tenuto ai box per alcune settimane. Il Milan ha bisogno di lui in difesa visto che si tratta tra i pochi giocatori positivi di queste due stagioni difficili. In chiave calciomercato, però, sono emerse voci di un possibile addio a fine stagione. E’ uscita la voce di un ritorno in Francia, ma questa volte per vestire la maglia del Marsiglia dopo la buona esperienza tra le fila del Lilla. Il difensore transalpino ha così commentato le indiscrezioni ai microfoni di RMC Sport: “È troppo vicino casa – ha detto ridendo -. Bielsa? È un buon allenatore, mi piace molto come personaggio. Non ho ancora riflettuto su un ritorno in Francia, visto che allo stato attuale sto bene al Milan. Tuttavia la Francia è un campionato che rispetto“. Rami smentisce tutto e pensa alla sua avventura in rossonero in attesa del termine del campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori