Calciomercato Roma/ News, concorrenza per Malcom da Francia e Germania Notizie al 14 aprile 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Roma, Walter Sabatini continua a monitorare il mercato sudamericano. Il nome nuovo porta al giovane attaccante del Corinthians Malcom che piace anche in Francia e in Germania.

ljajic_garcia
Foto Infophoto

Tra i giocatori più cercati dai giallorossi ci sono di sicuro i giovani talenti che Walter Sabatini in prima persona monitora con attenzione. Dopo i vari Sanabria, Paredes, Ucan e molti altri pare essere arrivato il momento per una punta di spessore. Si tratta del 18enne del Corinthians Malcom. I brasiliani avrebbero frenato sulle prime richieste di informazioni dei capitolini. Secondo quanto riporta Calciomercato.it ci sarà da guardarsi in particolar modo da Francia e Germania dove il giovane talento ha diverse squadre pronte a investire su di lui.

Sfuma il possibile approdo a parametro zero del terzino sinistro della Fiorentina Manuel Pasqual, per il quale si è parlato a lungo di Roma. E’ ufficiale come comunicato dalla Fiorentina il rinnovo del calciatore. Questi arrivato a Firenze nel 2005 ha firmato un prolungamento fino al giugno del 2016. Contratto di un anno che quindi lo tira fuori dal mercato. Oltre che dalla Roma Manuel Pasqual era stato cercato con insistenza anche dal Milan di Filippo Inzaghi.

La Roma dovrà fare molta attenzione in merito alla situazione legata ad Alessandro Florenzi. Come riporta Leggo pare che sul calciatore ci sia la Fiorentina, ma soprattutto il pressing di due club inglesi. Il calciatore ha dimostrato grande attaccamento alla maglia e soprattutto è uno dei giocatori che più di altri ha dimostrato qualità e quantità nei momenti decisivi. Bisognerà quindi fare qualcosa per blindarlo prima che qualcuno possà tentarlo con un ingaggio superiore a quello che percepisce oggi. Di certo pare difficile che il calciatore possa decidere di cambiare squadra.

Sono diversi i giocatori che la Roma potrebbe sacrificare in occasione del calciomercato della prossima estate. Fra questi vi è anche Adem Ljajic, attaccante serbo sbarcato due anni fa dalla Fiorentina. Il giovane calciatore ha iniziato la stagione 2014-2015 nel migliore dei modi, sfornando grandi prestazioni e regalando gol, ma nelle ultime settimane si è spento, così come il resto della compagine capitolina. Come sottolinea Calciomercato.it l’ultima gara degna di nota del serbo, è la sfida di Europa League contro il Feyenoord, risalente ormai a diverso tempo fa. In estate tutto potrebbe succedere e qualora una società mettesse sul piatto 15 milioni di euro (li stessi spesi dalla Roma per l’acquisto), a quel punto Ljajic potrebbe fare le valigie.

Fra i reparti che la Roma dovrà assolutamente rinforzare in occasione del calciomercato della prossima estate, vi è l’attacco. Il club giallorosso cercherà di assicurarsi un bomber di razza per fare il salto di qualità definitivo, visto lo scarso rendimento degli attaccanti capitolini durante la stagione in corso. Fra Doumbia, Iturbe, Sanabria e Ibarbo, solo una rete è stata segnata, per una spesa totale che sfiora i 50 milioni di euro. «Torino-Roma è una partita che fa da spartiacque per capire quale deve essere il mercato della Roma – ha spiegato nelle scorse ore Danilo Salatino, intervistato dai microfoni di Tele Radio Stereoa prescindere dalla posizione di classifica finale: in cima alla lista della spesa ci deve essere ‘la concretezza sotto porta». Attenzione ai nomi di Jackson Martinez del Porto, e al nazionale brasiliano in partenza dallo Shakhtar di Donetsk, Luiz Adriano.

Fra i principali responsabili della crisi della Roma 2015, vi è il direttore sportivo Walter Sabatini. Il ds giallorosso viene spesso e volentieri additato dagli addetti ai lavori come l’artefice della sciagurata campagna acquisti dello scorso mese di gennaio, chiusasi con gli arrivi di Doumbia, Ibarbo e Spolli. La pensa però diversamente il ds del Genoa, Capozucca, intervistato nelle scorse ore dai microfoni di Sportitalia: «Sono in difficoltà, per me Walter è un amico fraterno. Lui ha troppa passione, forse si è preso colpe che non sono nemmeno sue. Quando va male qualcosa ci sono delle responsabilità, così come quando si vince. Ha ammesso di averne e questo gli fa onore». Il dirigente del Grifone si è soffermato anche sul futuro di Rudi Garcia, che potrebbe rischiare il posto a fine stagione: «Garcia? Dipenderà da come arriverà la Roma a fine campionato, ma è un parere personale».

Sarà senza dubbio uno dei calciatori più ambiti durante il calciomercato della prossima estate. In cima all’elenco delle pretendenti vi è la Roma, che vuole rinforzare la corsia di destra alla luce del possibile addio di Maicon. In base alle ultime indiscrezioni circolanti, pare che il ds Sabatini abbia incontrato Petrachi, controparte del Torino, nelle scorse ore, per cercare di approfondire i discorsi. Urbano Cairo si dice disposto a cedere il brasiliano ma a fronte di un’offerta che si aggiri attorno ai 20 milioni di euro. A riguardo va sottolineata l’offensiva del Porto, che avrebbe già predisposto 15 milioni per stuzzicare i granata.

Il grande obiettivo delle big per il calciomercato della prossima estate, sarà il giovane attaccante del Palermo, Paulo Dybala. Il gioiello rosanero vuole giocare in un top club e le principali società italiane gli fanno la corte. In pole position vi sono Juventus e Inter, ma l’ex dirigente sportivo Giorgio Perinetti, non esclude a priori dalla corsa anche la Roma. Intervistato nelle scorse ore dai microfoni di Sky Sport ha ammesso: «Juve e Inter sono le squadre che hanno esplicitato la voglia di acquistarlo, certo lo vedrei bene anche alla Roma. Credo che prima aspetti di capire il piazzamento in campionato: le classifiche finali determineranno il mercato. Dybala è sicuramente il crack dell’estate, ma ci sono anche altri giocatori in giro per l’Europa senza sottovalutare la B, grande palestra per allenatori e per i giovani». Per Dybala, Zamparini chiede 40 milioni di euro, resta solo da capire se ci sarà una squadra di prima fascia disposta ad investire tale cifra per un calciatore il cui contratto scadrà a giugno . 

Avrebbe potuto annoverare fra le proprie fila un certo Marco Verratti. A svelare il retroscena di calciomercato è stato l’ex calciatore giallorosso Bojan Krkic, giocatore dello Stoke City. Intervistato le scorse ore dai microfoni dell’emittente radiofonica spagnola, Cadena Ser, ha ammesso: «La società aveva quasi chiuso per Verratti con il Pescara. Sembrava tutto fatto, ma Luis Enrique si oppose all’ultimo istante. L’attuale allenatore del Barcellona non riteneva Verratti al livello del resto della rosa». Un retroscena che bisogna cercare di collocare temporalmente; Verratti ha lasciato Pescara per il PSG nell’estate del 2012, mentre Luis Enrique ha allenato la Lupa durante la stagione 2011-2012. Il rifiutò sarà avvenuto durante la famosa estate in cui l’abruzzese lasciò l’Italia, o magari l’annata precedente?

In occasione del calciomercato estivo dovrà assicurarsi obbligatoriamente un centravanti macina-gol, una figura che a tutt’oggi servirebbe come il pane in quel di Trigoria. Nelle ultime sessioni di mercato il ds Walter Sabatini si è assicurato Iturbe (spendendo più di 25 milioni di euro), con l’aggiunta di Doumbia, Ibarbo e il talento Sanabria. Un totale di ben 49,3 milioni di euro che sono valsi però solo una rete, quella dell’ex Hellas Verona. A giugno rientrerà alla base Mattia Destro, ma sarà solo di passaggio, e bisognerà cercare di puntare su un attaccante di grande qualità per rialzare la testa: attenzione a Jackson Martinez.

La Roma quando si tratta di calciomercato in entrata è sempre molto attiva e sembra aver messo nel mirino un nuovo giocatore che fino a qui non le era mai stato accostato. Si tratta di Stiven Mendoza, 23enne attaccante del Corinthians. A rivelarlo è Gianfranco Cicchetti, agente FIFA, ai microfoni di calciomercato.com: “Ha un contratto fino al 2018. E’ arrivato a dicembre in Brasile dopo un’esperienza nel campionato indiano nel Chennaiyin, il club del quale era allenatore-giocatore Marco Materazzi. In quella squadra si è fatto notare la prima volta ed ora in Brasile sta dando continuità al suo estro. In Italia oltre alla Roma piace al Parma e al Napoli“. Per quanto riguarda le sue caratteristiche tecniche ha invece spiegato: “In Colombia si divertono a chiamarlo Bolt per la sua ‘stessa’ velocità. E’ una punta esterna, è un mancino che gioca meglio a destra. Bravo sia nel tiro che nell’ultimo passaggio, inoltre è in grado di saltare l’uomo facilmente. E’ un atleta completo dal grande talento“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori