Calciomercato Juventus/ News, Occhi su Kurzawa Notizie al 22 aprile 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Juventus, i bianconeri lavorano alla ricerca di esterni di talento per il futuro. Il nome nuovo è quello di Kurzawa del Monaco che sarà ancora visionato questa sera in campo.

TevezMarchisio
Carlitos Tevez, attaccante della Juventus (INFOPHOTO)

La Juventus valuta diverse situazioni per le corsie, giocatori di esperienza europea ma anche giovani di talento. E’ così che nel mirino è finito Kurzawa, avversario stasera in campo come sette giorni fa’ contro il Monaco di Leonardo Jardim. Secondo quanto riportato da SportMediaset pare che stasera Beppe Marotta ragionerà con la dirigenza per l’approdo del calciatore classe 1992 in bianconero nella prossima stagione.

In casa Juventus continua a tenere banco il futuro di Carlitos Tevez. L’attaccante argentino ha il contratto in scadenza al 30 giugno del ma potrebbe lasciare i bianconeri già durante il prossimo calciomercato estivo. Lo vuole il Boca Juniors e da Buenos Aires continuano a giungere avance e dichiarazioni. A riguardo ne ha parlato Massimo Pavan, vicedirettore di Tuttojuve.com, che ospite nelle scorse ore presso gli studi di Sportitalia, ha ammesso: «Il Boca Juniors con le dichiarazioni rilasciate l’altro giorno dal suo presidente ha indispettito non poco la dirigenza della Juventus. Se c’era la possibilità che la Juventus facesse tra virgolette un favore, questa possibilità non c’è più».

È fra i principali obiettivi della Juventus per il calciomercato della prossima estate. L’attaccante della nazionale uruguagia potrebbe lasciare il Paris Saint Germain al termine del campionato in corso, e interpellato su tale rumor, il tecnico Laurent Blanc, ha parlato così ai microfoni di Mediaset Premium: «Cavani alla Juventus? Non penso al calciomercato in questo momento. Voglio preparare la gara di campionato e non parlare di questo perché in Italia si dicono tante cose». Secondo quanto circolante negli ultimi giorni, pare che l’ex Napoli abbia dato precedenza alla Juventus, ma se i bianconeri vorranno riportare in Italia la stella sudamericana dovranno versare nelle casse dei parigini ben 55 milioni di euro.

Al pari dei campioni di assoluto livello, durante il calciomercato estivo la Juventus proseguirà la sua caccia al costo zero. Nelle ultime sessioni di mercato l’ad Beppe Marotta ha saputo acquistare bene senza spendere un euro, leggasi i casi più eclatanti legati a Pirlo, Pogba e Barzagli. Nel mirino del numero due di corso Galileo Ferraris una serie di calciatori che si svincoleranno a giugno, a cominciare dall’estremo difensore della Fiorentina Norberto Neto, e dal terzino destro del Benfica Maxi Pereira. La Vecchia Signora non è però l’unica società sulle tracce dei due suddetti, visto che anche la Roma pare si sia già fatta avanti con delle proposte concrete. Nei mesi estivi del 2015 potrebbe quindi riproporsi il duello sul mercato fra la Roma e la Juventus, che ha già occupato le cronache calcistiche dello scorso anno.

Il principale argomento di calciomercato che tiene banco in questi giorni in casa Juventus, è senza dubbio il futuro di Carlitos Tevez. L’attaccante della nazionale argentina ha il contratto in scadenza al 30 giugno del , ma potrebbe lasciare subito i bianconeri, tentato da un ritorno al Boca Juniors. A riguardo ne ha parlato il noto esperto di mercato Alfredo Pedullà, che attraverso i microfoni di Sportitalia ha commentato le ultime voci circa un’offerta del club di Buenos Aires pari a 5 milioni di euro: «Tevez via per 5 milioni? Intanto questa è una cosa che spazza via tutte le voci dell’ultimo periodo che parlavano di risoluzione consensuale – dice Pedullà – Secondo me è una partita ancora aperta. Se l’Apache dovesse entrare nell’ordine di idee di tornare a casa in anticipo, ci possono essere anche delle motivazioni personali. Se il giocatore volesse tornare in Argentina per motivi suoi personali, allora Juventus e Boca si metterebbero d’accordo per una cifra che non so se sarà di 5 milioni, ma non sarà sicuramente zero».

Fra i principali obiettivi della Juventus per il calciomercato della prossima estate vi è Norberto Neto. L’estremo difensore della Fiorentina non rinnoverà il contratto in scadenza, e saluterà di conseguenza l’Artemio Franchi a fine campionato. Nulla deve essere però dato per scontato, visto che la Vecchia Signora sta valutando con attenzione se far sbarcare subito a Vinovo il guardiano sudamericano, o mandarlo in prestito. A riguardo vanno sottolineate le parole di Alfredo Pedullà, che attraverso il proprio sito web scrive: «Il portiere che si svincolerà dalla Fiorentina ha da tempo raggiunto un accordo totale con il club bianconero. Una situazione che ha scatenato la reazione indiretta di Buffon: quest’ultimo non a caso ha rilasciato dichiarazioni chiare (“giocherò fino a 40 anni”) per mettere i puntini sul futuro e per lanciare un messaggio a Neto. E il brasiliano, eccitato da simile situazione, ha confidato agli amici che la più grande sfida della sua carriera sarebbe quella di competere con Buffon per provare a scalzarlo e a soffiargli la maglia di titolare». La dirigenza vorrebbe evitare tale competizione, che non potrebbe che essere deleteria per entrambi: «Da non escludere la possibilità che, in caso di mancati e definitivi equilibri – prosegue Pedullà – si riveda l’aspetto contrattuale siglato da tempo. E a quel punto tornerebbero in pista tutti i club che hanno cercato Neto negli ultimi mesi». Sulle tracce di Neto continuano ad esservi la Roma e la Sampdoria, ma attenzione anche a Inter e Napoli, altre squadre a cui il numero uno della Fiorentina potrebbe fare davvero comodo.

Sarà un calciomercato estivo decisamente scoppiettante quello di casa Juventus, come vi ripetiamo ormai da settimane. Il club bianconero si soffermerà in particolare sul rafforzare il reparto d’attacco, e molto dipenderà dalla permanenza o meno di Carlitos Tevez alla base. L’Apache ha il contratto in scadenza al 30 giugno del ed è tentato da un ritorno al Boca Juniors già nei prossimi mesi. A riguardo il noto Pietro Lo Monaco, ex ad di Palermo e Catania, ha ammesso ai microfoni di Sportitalia: «Credo sia preponderante la volontà del calciatore e lo dico veramente con cognizione di causa, trattandosi poi di sudamericani. Tevez ha dimostrato grande equilibrio, lui ha detto che a fine contratto ritornerà al Boca. Quindi io credo che rispetterà il contratto, a meno che non ci siano delle situazioni extra-calcio che impongano al calciatore un avvicinamento alla sua patria. Ma credo sia difficile». Il sostituto di Tevez potrebbe essere Dybala, gioiello del Palermo per cui la Signora ha offerto 32 milioni di euro. Secondo Lo Monaco però, il giovane rosanero, non sarebbe il rinforzo ideale: «Dybala è un giocatore di ottime potenzialità con prospettive di miglioramento importanti. Ma a che serve un giocatore come Dybala alla Juve o all’Inter? Dybala è una punta centrale, anche se morfologicamente non ha il fisico, lui è una punta centrale. La prova è che Belotti non gioca mai nel Palermo. Se si vogliono spendere 40 milioni di euro si spendono per una giusta causa». Meglio sarebbe puntare su Edinson Cavani, stella della nazionale uruguagia destinato a lasciare il Paris Saint Germain a luglio: «Cavani è un giocatore che potrebbe sostituire Tevez nel 2016 – ha proseguito Lo Monaco – perchè non dà riferimento agli avversari, si muove su tutto il fronte d’attacco, è imprevedibile, è un giocatore che ricalca il modo di stare in campo di Tevez».

Chi lo avrebbe mai detto: a quasi quattro mesi dalla chiusura del calciomercato di gennaio 2015, Juan Cuadrado è stato eletto fra i peggiori flop di sempre del mercato inglese. L’esterno della nazionale colombiana ha lasciato la Fiorentina per trasferirsi al Chelsea in cambio di un assegno da 35 milioni di euro, e fino ad oggi è sceso in campo la miseria di 180 minuti, senza mai risultare decisivo. Stando a quanto riporta Massimo Pavan di Tuttojuve.com, la Vecchia Signora dovrebbe approfittare di tale situazione, lei che è sempre stata una grande ammiratrice dell’ex Viola. Il colombiano ha un valore più abbordabile, che si assesta sui 20 milioni di euro, ed è logico pensare che in Serie A ritroverebbe lo smalto di un tempo. Non è da escludere che a breve Madama possa presentare una proposta concreta, magari un prestito con diritto di riscatto.

Torna allo scoperto Paulo Dybala, giovane attaccante del Palermo. Il talento argentino è senza dubbio il calciatore più desiderato dalle big italiane in vista del calciomercato della prossima estate, a cominciare dalla Juventus. La Vecchia Signora è attualmente in pole per acquistare l’ex Instituto, seguita dall’Inter e dalla Roma. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Dybala non si sbilancia, ma qualche indizio lo regala: «Giocare la Champions League è il sogno di tutti, ma ci sono anche squadre importanti nel mondo che non partecipano. Però mi piacerebbe, non lo nego». La cosa certa è che Dybala vorrebbe continuare a giocare in Serie A: «Sì, lo ammetto, sono molto affezionato all’Italia che mi ha reso famoso e mi piacerebbe restare qui». Il gioiello dei siciliani non entra nello specifico della questione Juventus, ma incalzato dal giornalista della Rosa sulla possibilità di avere Pirlo come compagno di squadra, ammette: «Certo, con un regista come lui tutto è più semplice, soprattutto per un attaccante. Pirlo riesce a rendere semplici anche le cose più difficili. Avete visto ad esempio contro il Monaco, all’andata, da una sua geniale giocata è nato il rigore che ha deciso la partita, è stato bravo anche Morata a conquistare la profondità, ma l’invenzione è scaturita da Pirlo». Infine un commento sulla sua valutazione, che secondo Zamparini sta arrivando a 50 milioni di euro: «E’ giusto che lui ora cerchi di guadagnare il massimo dalla mia cessione, fa il suo lavoro, come io faccio il mio in campo. Spero solo che se domenica a Parma gioco male, non mi sottraggano 10 milioni di valutazione, portandola di nuovo a 40 milioni di euro. Ma io a queste cose non voglio pensare».

, centrocampista di talento del Parma, è seguito da tanti club italiani e stranieri. Il talento classe 1996 ha impressionato in questa stagione e le difficili condizioni finanziarie degli emiliani potrebbero spingerlo a trasferirsi a buon prezzo, forse anche a parametro zero. Il suo agente Dino Zampacorta ai microfoni di CalcioNews.com ha parlato del futuro del suo assistito: “Mi hanno chiamato in molti grandi club, ma non solo nell’ultimo periodo ma già dal giugno del 2014. Il Parma non lo volle lasciar partire anche perchè voleva inserirlo stabilmente in prima squadra. Milan e Juventus? Non possono non confermare, è normale visto il valore del ragazzo. Ma non sono interessamenti dell’ultima ora, lo voglio sottolineare. Se hanno la precedenza? E’ normale che quando una squadra si è mostrata interessata in tempi non sospetti, gode della nostra considerazione. E’ una questione di professionalità ma adesso vogliamo capire quello che sarà il futuro del Parma, senza creare nessun problema“. Conferme dunque sull’interesse della Juventus, ma potrebbe scatenarsi un’asta di calciomercato a fine campionato per Mauri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori