Calciomercato Milan/ News, Marchegiani: ora serve un allenatore esperto. Notizie al 19 maggio 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, secondo l’ex portiere ed attuale opinionista di Sky Sport, Luca Marchegiani, è finito il tempo degli esperimenti in casa rossonera: serve un allenatore di esperienza

galliani_sky
Adriano Galliani, ad del Milan (Foto Infophoto)

Il Milan dirà addio a Filippo Inzaghi durante il calciomercato della prossima estate, e al suo posto dovrebbe sbarcare, dopo un anno e mezzo di esperimenti, un allenatore di esperienza e qualità. Una tesi completamente condivisa dal noto Luca Marchegiani di Sky Sport, che parlando nelle scorse ore ha ammesso: «Al Milan serve un allenatore esperto, un allenatore che riesca immediatamente ad attingere dai giocatori il massimo che possono dare. Il problema di quest’anno è stato che Inzaghi ha dovuto lavorare anche sulla sua esperienza non solo sul materiale umano che aveva a disposizione e si è perso del tempo prezioso». Difficile a tutt’oggi capire quali sia il possibile sostituto di Super Pippo, anche se negli ultimi tempi sta circolando con forza il nome di Emery, tecnico del Siviglia che ha vinto l’Europa League la scorsa stagione e che quest’anno è in finale. Il sogno rimane invece Carlo Ancelotti.

Torna a parlare l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, e le dichiarazioni rilasciate dal numero due rossonero sono decisamente interessanti. A margine di un evento dell’AIC nel centro di Milano, il manager monzese ha parlato così della squadra che verrà: «Berlusconi ha grande voglia, le intenzioni sono buone per la prossima campagna acquisti. Dopo questa stagione in cui abbiamo sofferto tanto potremo tornare ai nostri livelli. Milan più italiano? Sicuramente. Sarà una grande campagna acquisti? Sì, credo di sì. Con il nostro prestigio si fa presto a ripartire. Così come la Juventus ha fatto dopo due settimi posti. Quando hai storia e cultura di successo è più facile ripartire. La voglia di tornare in alto c’è». Galliani è quindi sicuro di tornare in alto in breve tempo, anche se molto dipenderà dal tecnico della prossima stagione. Su questo punto però l’ad del Milan non si sbilancia: «Inzaghi? Non dico niente. Abbiamo sempre detto che avrebbe chiuso il campionato. Dal 1° giugno prenderemo una decisione. Emery? E’ il tecnico del Siviglia».

Al 30 giugno di quest’anno, fra poco più di un mese, terminerà l’esperienza al Milan di Pippo Inzaghi. Il tecnico rossonero lascerà Milanello ma non rimarrà con le mani in mano. Super Pippo vuole continuare a fare la guida tecnica, come del resto ha ribadito più e più volte lo stesso piacentino, e si cercherà una nuova sistemazione. Ne è convinto anche Gigi Balestra, ex collaboratore tecnico del Milan, che presente negli studi di Novastadio presso Telenova, ha ammesso: «Non penso che Inzaghi rescinda il contratto col Milan e resti libero. Probabile che vada ad allenare un’altra squadra». Inzaghi potrebbe sbarcare al Sassuolo se Di Francesco sbarcasse alla Sampdoria.

È già rientrato fra le fila del Milan. Complice l’infortunio che ha costretto il rossonero a chiudere anzitempo la stagione 2014-2015, il giovane bomber ha chiuso la sua esperienza in prestito al Genoa per sbarcare nuovamente a Milanello. Un ottimo metà campionato quello di Niang con la maglia del Grifone e la squadra ligure starebbe già pensando di riportare lo stesso al Marassi, magari con un altro prestito. Preziosi non è però l’unico interessato all’ex Caen, visto che anche l’Udinese sta seguendo con estrema attenzione le gesta del ragazzo. A confermarlo è stato il ds degli stessi friulani, Cristiano Giaretta, che parlando a Udinese Channel ha ammesso: «L’attaccante che ci servirebbe la prossima stagione? Dico Niang. Sa giocare esterno, attacca gli spazi in maniera importantissima. In Italia non c’è tanto su cui puntare. A gennaio non abbiamo avviato trattative perché non potevamo inserirci, ma ci piace».

Ciro Immobile potrebbe rientrare in Italia in occasione del calciomercato della prossima estate. L’attaccante della nazionale italiana sembra vicino alla chiusura della propria esperienza in Germania dopo appena un anno, complice una stagione non proprio positiva. Sulle sue tracce vi è il Milan, ma attenzione anche all’Inter, e nella giornata di oggi qualcosa potrebbe accadere: come sottolineato dalla redazione di Sky Sport, l’entourage di Immobile volerà dal Borussia Dortmund per incontrare la società e capire la possibilità di una cessione del suo assistito e soprattutto il prezzo dello stesso. Nel frattempo, rossoneri e nerazzurri attendono…

E’ partita la corsa per la panchina del Milan. Il 2015-2016 vedrà un nuovo allenatore in quel di Milanello, dopo l’addio di Inzaghi ormai scontato. Tre sono a tutt’oggi i principali candidati per il Diavolo, a cominciare dal sogno Carlo Ancelotti. Il tecnico del Real Madrid potrebbe venire esonerato a breve e di conseguenza sarebbe libero di trovarsi una nuova sistemazione. L’ex è molto legato al mondo Milan e soprattutto a Galliani, con cui i contatti sono frequenti, ma l’operazione non è delle più semplici così come quella con protagonista Antonio Conte, altro tecnico nel mirino meneghino: l’ex Juve gradirebbe il ruolo di part time ma in vista dell’Europeo qualcuno potrebbe storcere il naso. Infine l’outsider Unai Emery: costa 500 mila euro (come scritto nella clausola), e Galliani lo contattò già l’estate scorsa prima che Berlusconi scegliesse Super Pippo.

Il Milan ha bisogno di effettuare una vera e profonda rifondazione di calciomercato nella propria squadra. Uno dei reparti dove serve maggiore intervento è quello di centrocampo e tra i giocatori che vengono particolarmente seguiti c’è Josè Mauri, talento italo-argentino classe 1996 che milita nel Parma. Dino Zampacorta, agente del ragazzo, ha parlato ai microfoni di MilanNews confermando il forte interesse dei rossoneri per il suo assistito: “Il Milan è fortemente interessato al ragazzo, ma non da oggi, da mesi e mesi. E’ in vantaggio sulla concorrenza? Sicuramente. Perché è una questione di rispetto verso i rossoneri. Il Milan ha bisogno di diversi centrocampisti e potrebbe esserci anche lui, se la giocherà con altri che hanno più esperienza. Ma non è solo il Milan che ha dato queste garanzie, ce ne sono almeno quattro di società. Dipende però dal discorso economico e da cosa succede al Parma”. Mauri potrebbe dunque approdare a Milano, ma molto dipenderà dal budget a disposizione di Adriano Galliani in sede di calciomercato e dal futuro del Parma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori