Calciomercato Inter / News, Mancini: Zukanovic è un buon giocatore, lo seguiamo. Notizie al 2 Maggio 2015 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter, in vista della conferenza stampa pre-Chievo, ha parlato l’allenatore nerazzurro, Roberto Mancini, che si è soffermato anche sul futuro del terzino sinistro Zukanovic

roberto_mancini_city_r400
Roberto Mancini, allenatore Inter (Infophoto)

Fra gli obiettivi dell’Inter per il calciomercato estivo vi è anche il terzino sinistro del Chievo, Ervin Zukanovic. Il giocatore è stato osservato a più riprese dal club meneghino e quest’oggi, nella conferenza stampa pre-match, ne ha parlato anche Roberto Mancini, allenatore dei nerazzurri: «Zukanovic? Stiamo seguendo il giocatore, ma come tanti altri. Vedremo, ma penso sia un buon giocatore. Non so se verrà o meno». L’Inter affronterà proprio il Chievo a San Siro domani, e chissà che l’occasione non possa essere propizia per approfondire ulteriormente i discorsi fra le due società circa il 28enne nazionale bosniaco. Il costo della trattativa dovrebbe aggirarsi sui 3 milioni di euro e nell’operazione potrebbe rientrare qualche contropartita tecnica, magari Schelotto, già a Verona.

Sarà uno dei calciatori più gettonati durante il calciomercato della prossima estate. Il giovane talento argentino del Palermo lascerà lo stadio Renzo Barbera per vivere una nuova avventura, molto probabilmente in un top club della Serie A. In pole position vi è la Juventus, che ha presentato una proposta concreta da circa 30 milioni di euro, ma attenzione anche all’Inter, altro club che sta seguendo con attenzione l’evolversi della situazione. E quella nerazzurra sarebbe una scelta interessante per Dybala, come spiega a Sportitalia l’ex ds del Palermo, Perinetti: «Dybala sogna di giocare la Champions League, per questo la Juventus è la meta preferita del giocatore. Anche l’Inter è un’ottima scelta per il ragazzo, con Mancini che potrebbe spostare gli equilibri».

L’ex calciatore dell’Inter negli anni ’80-’90, Nicola Berti, ha rilasciato nelle scorse ore un’intervista ai colleghi di FcInterNews.it, in cui si è soffermato molto sul futuro del club di corso Vittorio Emanuele e sul calciomercato della prossima estate. Secondo Berti non bisognerà stravolgere la squadra nei prossimi mesi: «Bastano un paio di buoni rinforzi e questa squadra è da scudetto: servono un buon difensore e un centrocampista che possa giocare davanti alla difesa. Io sarei felicissimo se ne arrivassero due: Hummels, il difensore tedesco del Borussia, e Yaya Tourè che anche se ha 31 anni credo in poco tempo potrebbe ritrovare forze e motivazioni nuove soprattutto ritrovando un allenatore come un Mancini che per lui è un vero padre. Sarei già contento così ma se poi arrivasse anche Dybala non sarebbe male». Berti non venderebbe le stelle della squadra: «Credo anche che i giocatori di maggio prestigio non vadano venduti anche se bisogna comprendere le esigenze di fare cassa e probabilmente uno tra i big verrà ceduto». Infine un commento su Roberto Mancini, che sarà l’artefice della rinascita interista: «Ha riportato entusiasmo e soprattutto ha un progetto preciso. Sarà lui l’allenatore per i prossimi anni e avrà carta bianca sul mercato. E’ l’uomo giusto, conosce l’ambiente e ultimamente si è anche tranquillizzato adottando uno stile molto british».

, ex attaccante della nazionale argentina e dell’Inter, ha parlato nelle scorse ore ai microfoni di Inter Channel, esternando i propri sogni futuri. Secondo l’albiceleste, che ha da poco iniziato l’avventura da allenatore, a breve lo stesso potrebbe divenire il tecnico proprio della sua ex squadra: «Ho iniziato il percorso da allenatore per togliermi le soddisfazioni che mi sono tolto da giocatore, per tornare a rivivere quei momenti – racconta Crespo ai microfoni della tv tematica nerazzurra – ho iniziato a Parma, in una situazione difficilissima, ed è come se avessi fatto 5 anni in A. Ora voglio fare esperienza, con l’obiettivo di diventare l’allenatore dell’Inter: so che ci riuscirò, ne sono convinto. Ma non so quanto ci vorrà». Crespo ha detto la sua anche su Mancini, che sembra aver imboccato la strada giusta dopo un inizio difficoltoso: «Sono contento che ora le cose stiano andando bene, non era facile subentrare su una panchina così importante. E’ vero che che il passato garantiva per lui, ma la rosa non era stata costruita e ora si comincia ad intravedere il suo lavoro». Infine, un commento su Icardi, giovane talento argentino: «Dipenderà dalla sua testa. In questo momento io sono fiducioso perché ha dimostrato le sue qualità e infatti già l’anno scorso dicevo che poteva garantire i suoi 20 gol stagionali, traguardo che ha raggiunto piuttosto agevolmente. Bisogna tenerselo stretto, ha margini di miglioramento e se continua a giocare così farà bene».

Nuovo giovane seguito dall’Inter in vista del calciomercato della prossima estate. Il club nerazzurro, come sottolineato dalla redazione dei colleghi di Calciomercato.com, si sarebbe messo sulle tracce di Giuseppe Scalera, terzino destro che gioca nel Bari Primavera. Il classe sta vivendo un’ottima stagione fra le fila del club pugliese, tra l’altro terzo assoluto nel Girone B del campionato nazionale, e su di se avrebbe attirato riflettori prestigiosi. Oltre all’Inter pare infatti che anche il Chelsea stia chiedendo informazioni per un’eventuale trattativa. La particolarità di Scalera, oltre alle sue qualità, è la polivalenza, visto che lo stesso può giocare indistintamente nel ruolo di terzino destro quanto in quello di difensore centrale.

L’Inter continua ad avere nel mirino il centrocampista dell’Hajduk Spalato Tino-Sven Susic. Secondo quanto rivelato dal portale di calciomercato croato ‘Vecernji list’ la società nerazzurra starebbe fronteggiando la concorrenza di West Ham, Leicester City e Swansea. Il calciatore bosniaco (con passaporto belga), classe 1992, ha militato nella nazionale under del Belgio ed è un profilo duttile che puà giocare anche come trequartista. Quest’anno con l’Hajduk Spalato ha totalizzato 30 presenze e 6 reti. Il valore di mercato del ragazzo si aggira attorno ai 3,5 milioni di euro, cifra che potrebbe ulteriormente lievitare considerata l’agguerrita concorrenza. Susic era stato vicino all’Inter già nel mercato invernale ma l’affare era sfumato proprio sul più bello. Che la prossima sessione delle trattative di calciomercato sia quella giusta?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori