Calciomercato Milan / News, Krajnc osservato speciale. Notizie al 2 Maggio (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, il club rossonero manderà alcuni suoi osservatori all’Artemio Franchi di Firenze, per visionare da vicino Luka Krajnc, difensore centrale del Cesena

galliani_sky
Adriano Galliani, ad del Milan (Foto Infophoto)

Fra gli obiettivi del Milan per il calciomercato della prossima estate vi è anche Luka Krajnc. Il giovane difensore centrale classe , sta vivendo una buona stagione a Cesena, e in base alle indiscrezioni raccolte dai colleghi della redazione di Tuttomercatoweb, pare che domenica pomeriggio, allo stadio Franchi, vi saranno una serie di osservatori per visionare da vicino il nazionale sloveno, impegnato nella gara contro la Fiorentina. Il Milan lo segue da vicino, così come l’Inter e la Sampdoria. I rossoneri sembrerebbero attualmente in vantaggio sulla concorrenza visto che Krajnc è di proprietà del Genoa, club storicamente amico del Diavolo.

C’è grande incertezza in casa Milan circa il futuro del club. La società di via Aldo Rossi potrebbe a breve passare di mano, dal patron attuale Silvio Berlusconi, al thailandese Bee Taechaubol ma per il resto vi è un alone di mistero. Il nodo da sciogliere è in particolare quello riguardante la panchina, con Inzaghi che verrà esonerato per lasciare spazio ad un tecnico di maggiore esperienza. A riguardo vanno sottolineate le dichiarazioni rilasciate da Mauro Suma, direttore di Milan Channel, che scrivendo per Tuttomercatoweb si è soffermato in particolare sull’attuale tecnico del Real Madrid: «Carlo Ancelotti vuole sapere tutto del Milan e non deve l’ora di tornare al Milan, sì non vede l’ora avete letto bene».

Continuano i sondaggi in casa Milan con l’obiettivo di individuare l’allenatore della stagione 2015-2016. Tanti i nomi accostati al club rossonero in queste ultime settimane, e secondo quanto svelato dai colleghi di Tuttomercatoweb, bisognerà fare attenzione a Walter Mazzarri. L’ex Inter sarebbe infatti la novità per la panca del Diavolo, alla luce della sua esperienza e dei risultati ottenuti in carriera, in particolare a Napoli. Sarebbe un’operazione comunque clamorosa e difficilmente realizzabile, tenendo conto del suo recente passato interista e del calcio praticato dallo stesso allenatore toscano, che non sembrerebbe sposarsi con la filosofia di casa Milan.

Giornata cruciale in casa Milan: questa mattina ad Arcore è in programma un nuovo incontro fra il presidente rossonero Silvio Berlusconi e il thailandese Bee Taechaubol, forse l’ultimo prima della cessione da parte dell’imprenditore meneghino. Le parti sono molto vicine e come sottolineato dal collega di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, si tratterà di un’operazione da 1,4 miliardi di dollari lordi per circa il 60% del club di via Aldo Rossi; una cifra che verrà versata nei prossimi 3 anni e che probabilmente verrà svelata con maggiore precisione solo nelle prossime settimane. Già pronto il piano di rilancio di Bee che dovrebbe investire fra i 70 e i 100 milioni di euro sul mercato (tenendo conto del bilancio e del fair play), a cui potrebbero aggiungersi eventuali soldi ricavanti dalle cessioni. Inoltre, è molto probabile che si punti su prestiti con diritto di riscatto di modo che le trattative vadano a pesare sul bilancio dell’anno venturo. Infine, attenzione al ruolo della Doyen, fondo di investimento al fianco di Mr Bee, che sarebbe disposta a prestare gratuitamente per due anni i propri giocatori, magari Falcao e Kondogbia…

Continuano i contatti in casa Milan per individuare il nuovo allenatore. Il destino di Filippo Inzaghi è naturalmente segnato, l’attuale tecnico dei rossoneri ha condotto una stagione decisamente al di sotto delle asepttative e nel caso in cui Mr Bee riuscisse davvero ad acquistare la società la scelta ricadrebbe su Luciano Spalletti o su Cesare Prandelli. L’ex allenatore dello Zenit San Pietroburgo è la prima scelta per rifondare il Milan e tra le parti c’è già stato un primo contatto. La principale alternativa è rappresentata invece dall’ex ct della nazionale Prandelli che non ha mai nascosto il desiderio di tornare alla guida di un club in Italia. Tra le ipotesi plausibili attenzione all’idea Maurizio Sarri, attuale tecnico dell’Empoli, mentre il sogno sarebbe Carlo Ancelotti che ha lasciato un ricordo indelebile nei cuori dei tifosi rossoneri nella sua esperienza in rossonero dal 2001 al 2009.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori