Calciomercato Milan/ News, Solaroli: Ancelotti può tornare, ma non a Milano. Ibra-bis, dipende da… (esclusiva)

Calciomercato Milan news, esclusiva con Riccardo Solaroli: l’agente ha parlato del Milan, in particolare del possibile ritorno di Ancelotti e anche di Zlatan Ibrahimovic…

08.05.2015 - int. Riccardo Solaroli
ibrahimovic_psg_pallone
infophoto

Sognare il ritorno di Ancelotti in panchina e Ibrahimovic in campo è dura, ma i tifosi del Milan sperano tanto che i nuovi acquirenti vogliano fare un grande regalo al club rossonero. Nel calciomercato estivo il Milan potrebbe puntare su questi due ritorni per puntare nuovamente a qualcosa di importante. L’agente Riccardo Solaroli ha parlato del calciomercato del Milan in esclusiva per ilSussidiario.net.

Ancelotti-Milan, crede nel ritorno in rossonero del tecnico del Real Madrid? Io credo che in caso di eliminazione dalla finale di Champions il tecnico italiano potrebbe lasciare il Real Madrid. A quel punto vedrei un ritorno in Italia ma non sono sicuro che possa tornare in rossonero.

Come mai? Credo che possa essere il momento di un ritorno a Roma, questa volta da allenatore soprattutto se Garcia non dovesse essere confermato.

A proposito di ritorni, i tifosi del Milan sognano quello di Ibrahimovic… Lo svedese è ancora un giocatore importante che però ha un costo elevato soprattutto dal punto di vista dell’ingaggio.

Da cosa dipenderà il ritorno dello svedese? Dalla forza economica dei nuovi acquirenti, se vorranno davvero rinforzare il Milan allora punteranno su giocatori importanti.

A proposito di acquirenti, come mai Berlusconi non ha ancora ceduto? Credo non abbia molta voglia di cedere il club però ha pressioni importanti soprattutto dalla famiglia. Magari cercherà solo di avere qualche partner importante in società.

Inzaghi ha deluso secondo lei? La rosa del Milan non è il massimo ma vale di più dell’attuale posto in classifica, lui è troppo inesperto per uno spogliatoio rovente come quello rossonero.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori