CALCIOMERCATO INTER / Bonolis pensa in grande: Prenderei Iniesta 29 e 28 giugno 2015 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter, il noto presentatore di fede nerazzurra Paolo Bonolis ha parlato della possibilità di vedere una nuova Inter nella prossima stagione. Commenti interessanti sul futuro.

Kondogbia_R400
Geoffrey Kondogbia (Infophoto)

Il noto presentatore Paolo Bonolis, tifoso dell’Inter, ha parlato del momento vissuto dai nerazzurri ai microfoni di Rai Radiodue durante la trasmissione Radio 2 a 0. Ha sottolineato che il mercato fatto fino a questo momento di sicuro è stato ottimo seguendo quello che ha fatto Roberto Mancini provando a fare una squadra che gli somigli. Queste le sue parole: “Io tratterrei il croato Mateo Kovacic, questo sarebbe un ottimo acquisto. Avrei preso Aleix Vidal, ma l’ha già preso il Barcellona. Farei un pensierino concreto a Matteo Darmian. Rakitic? A quel punto prenderei Iniesta“.

Il mancato arrivo di Giannelli Imbula, destinato al Porto, non ha lasciato molti volti imbronciati soprattutto perchè i nerazzurri avevano già messo le mani su Geoffrey Kondogbia del Monaco. Ne ha parlato il giornalista del Corriere della Sera Alessandro Bocci a TuttoMercatoWeb: “Il passaggio di Imbula al Porto sembra un dispetto della Doyen ai nerazzurri. Non è certo un grande campion nè uno dei primi dieci nel suo ruolo. Sarebbe stato anche un investimento oneroso. Geoffrey Kondogbia è invece forte e può essere lui la svolta della prossima stagione”.

Ha fino ad oggi dato vita ad un calciomercato estivo senza dubbio scoppiettante. Già ufficializzato Kondogbia dal Monaco, in corso Vittorio Emanuele hanno preso anche Murillo, e sono vicini a Miranda, Zukanovic e Montoya, senza dimenticarsi uno fra Imbula e Melo. Tante operazioni in entrata che hanno convinto Fulvio Collovati, ex campione del mondo 1982. Presente ai TMW awards, ha parlato così ai colleghi di Tuttomercatoweb: «Per adesso l’Inter è la regina del mercato. Kondogbia però è stato pagato tanto, troppo. Il gap con la Juventus? C’è sempre una distanza enorme…».

Tanti gli acquisti fino ad oggi effettuati dalle big italiane durante questo albore di calciomercato estivo 2015, ma quello che ha impressionato di più Walter Zenga, neo-allenatore della Sampdoria, è senza dubbio Kondogbia. Il centrocampista della nazionale francese se l’è assicurato l’Inter, versando nelle casse del Monaco 35 milioni di euro bonus compresi. Un colpo che il tecnico dei blucerchiati commenta così ai microfoni di Rai Radio Due: «Il miglior acquisto fino ad ora? Geoffrey Kondogbia all’Inter, hanno preso un giocatore di grande prospettiva e forte. Si tratta di un investimento che porterà all’Inter qualcosa. Anche noi, però, abbiamo già fatto tre-quattro acquisti, ovvero Barreto, Moisander,Federico Bonazzoli e Cassani, preso per tamponare l’emergenza nata dopo l’infortunio di Lorenzo De Silvestri».

Si sta rafforzando molto durante il calciomercato estivo in corsa. Già ufficializzato l’arrivo di Kondogbia, mentre a breve dovrebbero sbarcare Murillo, Zukanovic e Montoya, oltre ad uno fra Imbula e Felipe Melo. Una campagna acquisti di primo livello che scaraventa la compagine di corso Vittorio Emanuele in cima alla lista delle pretendenti per la vittoria dello scudetto 2015-2016. Ne è convinto Paolo De Paola, direttore del Corriere dello Sport, che parlando nelle scorse ore ai microfoni di RDS ha ammesso: «Roberto Mancini avrà diverse soluzioni non solo come schemi, ma anche come qualità dei giocatori. Nel calcio non si possono fare previsioni, ma è plausibile che l’Inter possa essere una delle antagoniste della Juventus per il prossimo campionato».

L’Inter sta acquistando molto durante il calciomercato estivo, ed ora dovrà però cedere qualche esubero sia per fare cassa sia per evitare che Mancini lavori con una rosa enorme. Stando a quanto scrive attraverso le pagine del proprio sito web, il giornalista Carlo Nesti, sono ben 16 i giocatori che potrebbero lasciare Appiano Gentile nelle prossime settimane: «C’è vera e propria rosa “pirandelliana” di 16 personaggi in cerca di autore. Teoricamente, sono tutti sul mercato, ma in molti, ora che Thohir fa sul serio, non vorrebbero cambiare maglia. In difesa Andreolli, D’Ambrosio, Dodò, Donkor, Juan Jesus, Nagatomo e Santon; a centrocampo Guarin, Hernanes, Kovacic, Krhin, Kuzmanovic, Obi, Shaqiri e Taider; e in attacco Puscas. E’ vero: meglio abbondare, che scarseggiare, ma fino ad un certo punto, soprattutto riflettendo parecchio sulle eventuali cessioni di D’Ambrosio, Hernanes, Shaqiri e Puscas».

Il calciomercato estivo 2015 sta vedendo stranamente Inter e Milan protagoniste, oltre alla solita Juventus. I nerazzurri hanno preso Kondogbia e sono dati molto vicini a Miranda e Imbula, mentre il Milan ha acquistato Bertolacci e a breve arriverà anche Bacca. L’ex capitano rossonero, Ambrosini, intervistato stamane da La Gazzetta dello Sport, ha detto a riguardo: «Mi stupisce, Milan e Inter stanno andando oltre ogni aspettativa. Segno che hanno capito che per risorgere vanno fatti certi investimenti. Kondogbia è quello che più mi incuriosisce, non solo per quanto è costato. Porta l’Inter a essere fisica e muscolare. Voglio vedere dove lo collocherà Mancini. Per me forse rende meglio da mezzala, ma bisognerà vedere come si adatterà alla Serie A. Cosa non semplice. Per quel che riguarda il Milan, sono un estimatore di Bertolacci, è uno che andava preso. Lavorare con Gasperini gli è servito. Ha acquisito una dimensione importante perché con Gasp devi marcare e ripartire. Lui è diventato bravo anche in fase di realizzazione e sa giocare da trequartista». Il centrocampista si è soffermato anche su Mateo Kovacic, giocatore che è dato in partenza dalla società di corso Vittorio Emanuele: «Se non lo vendono io vorrei rivedere bene Kovacic. Ha talento, ma gli manca ancora uno step per diventare un top. E’ un po’ discontinuo».

Il primo colpo di calciomercato estivo dell’Inter è stato, come sappiamo, Geoffrey Kondogbia. Chi lo conosce bene è Bernardo Silva: i due hanno giocato insieme nel Monaco e nella stagione conclusa da poco hanno raggiunto i quarti di finale di Champions League, contro tutti i pronostici ed eliminando squadre più quotate come Benfica e Arsenal. Nel post partita della semifinale degli Europei Under 21, che il suo Portogallo ha dominato contro la Germania (5-0), il trequartista lusitano classe ’94 ha parlato del suo ex compagno di squadra. “Sono contento che Kondobgia sia andato a giocare nell’Inter” si legge su gianlucadimarzio.com. “L’Inter è una grande squadra e sono convinto che Geoffrey possa fare la differenza i nerazzurro perchè è un grande giocatore”. Un grande giocatore per una grande squadra; parole importanti quelle di Bernardo Silva, lui pure destinato ad una luminosa carriera per quello che fino a oggi ha mostrato sul campo. Avrà ragione lui riguardo l’impatto di Kondogbia nell’Inter?

L’inter di Mancini è una delle protagoniste assolute di questo inizio della sessione di mercato estivo. Tanti gli acquisti in programma di cui molti in fase di definizione ma già della prime mosse si capisce che Thoir vuole riportare i neroazzurri nell’europa che conta. È di questo avviso anche l’agente Fifa Beppe Bozzo parla in un intervista a Tuttosport commenta così il mercato dell’Inter: “Sono stati spesi tanti soldi e secondo me anche bene – ha esordito -. L’Inter è stata lungimirante con Kondogbia: acquisto roboante perché costoso, ma assolutamente ‘minaccioso’ per gli altri”. Parole di elogio arrivano anche per la coppia difensiva Miranda Murillo specialmente per il giovane Colombiano ritenuto un giocatore di valore assoluto dal futuro garantito “E poi ha preso Miranda e Murillo, di cui sentiremo parlare a lungo perché è veramente un gran bel giocatore.” La bandiera nerazzurra Beppe Bergomi commenta con entusiasmo gli acquisti del calciomercato dell’Inter, delineando un campionato di Serie A in cui i nerazzurri potrebbero dire la loro nella conquista del titolo, sfidando la Juventus. Intervistato da “La Gazzetta dello Sport”, Bergomi ha sottolineato la bontà degli acquisti fatti finora dall’Inter (“Giocatori fisici come Miranda, Jeison Murillo e Geoffrey Kondogbia possono imporsi nel campionato italiano”), esaltando in particolare l’acquisto del centrocampista francese (“Mi convince moltissimo perchè ha grande fisicità e ottimi piedi”). L’arrivo in nerazzurro di Geoffrey Kondogbia ha fatto esultare i tifosi dell’Inter, con un momento di condivisione scelto dalla società che ha ricordato addirittura l’arrivo del Fenomeno Ronaldo. L’altro motivo d’orgoglio sembra arrivare dal fatto che il calciatore è stato letteralmente strappato ai cugini del Milan. Non tutti però sono soddisfatti del colpo, soprattutto per le modalità con le quali questo è arrivato. Ne ha parlato Fulvio Collovati da Castiglioncello per i Tmw Awards 2015 ai microfoni di TuttoMercatoWeb: “Credo che Geoffrey Kondogbia sia stato pagato troppo, anche se devo sottolineare che non capisco il mercato del Milan“. I nerazzurri si sono mossi presto e bene per rinforzare la squadra a disposizione di Roberto Mancini. Sono arrivati due difensori forti come Murillo e Miranda. In mezzo al campo poi con l’arrivo di Kondogbia e quello prossimo di Imbula si è rinforzato anche il reparto nel centro. Ne ha palrato il gioranlista Giancarlo Padovan a Marte Sport Live: “Sono circolati molti soldi tra Inter e Milan con l’arrivo di nuove proprietà e nuovi soci. I prezzi che stanno uscendo sono esagerati. Sono frutto di lievitazioni di denaro. Non bastano comprare tanti giocatori, seppure la squadra si sia rafforzata tantissimo. Ora bisogna vendere assolutamente. Il mercato si fa così’“. Kuzmanovic e Santon in uscita. Il calciomercato dell’Inter in questi rpimi giorni ci ha abituati a grandi colpi in entrata. E i tifosi dell’Inter sono ben contenti. Ma oggi la rosa a disposizione di Mancini è troppo ampia. Oltre 30 elementi, e va sfoltita anche per esigenze di budget. Una buona notizia di calciomercato in tal senso arriva dalla Premier dove il neo promosso Watford del presidente Pozzo punto a prendere Kuzmanovic e Santon: “Al momento non posso sbilanciarmi, ma posso dire che la trattativa è in pieno svolgimento e prosegue. I due giocatori sono indirizzati a dire no al Watford? Io sono fiducioso che possano cambiare idea, io rimango ottimista e lo sarò sempre”.  Negli scorsi giorni la Roma ha ufficialmente riscattato Radja Nainggolan dal Cagliari ponendo così fine ad una telenovela di calciomercato che andava avanti da troppi giorni. Sulle tracce del nazionale belga vi erano diverse società, sia italiane quanto straniere. Il nazionale belga faceva infatti gola a moltissime squadre, che ne hanno apprezzo le qualità soprattutto in questi ultimi mesi nella capitale. Fra i club sulle tracce del “Ninja” vi era anche l’Inter, ma a riguardo il patron del Cagliari, Giulini, ha dribblato così: «Non confermo e nemmeno smentisco che anche l’Inter lo abbia seguito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori