Calciomercato Milan/ News, Marlia: Inzaghi “licenziato” dai giocatori, Montella può arrivare. Bacca fuori portata (esclusiva)

- int. Emanuele Marlia

Calciomercato Milan news, esclusiva Marlia: l’agente ha parlato del calciomercato rossonero e in particolare della situazione allenatore per la prossima stagione.

Bacca_R400
Bacca, attaccante colombiano (Foto Infophoto)

Carlo Ancelotti quasi certamente non risponderà positivamente al richiamo del Milan. I rossoneri dovranno ricercare sul calciomercato l’allenatore ideale per la prossima stagione e molti rumors parlano di Roberto Donadoni come candidato ideale. Il tecnico del Parma ha convinto tutti in questa stagione travagliata, potrebbe essere lui il sostituto di Pippo Inzaghi ma rimangono sempre forti le candidature di Vincenzo Montella (leggi la nostra esclusiva) ed Unai Emery per un calciomercato che si fa infuocato a partire dai primissimi giorni. L’agente Emanuele Marlia ha parlato del calciomercato Milan in esclusiva per IlSussidiario.net.

Ancelotti verso il no al Milan. Se lo aspettava? Chiaramente Ancelotti non può certo tornare in questo Milan, i rossoneri devono ritrovare almeno l’Europa per poter sperare nel ritorno di un tecnico di questo livello.

L’alternativa sembra essere Donadoni… A Parma ha fatto bene pur con tante difficoltà, però non credo sia la soluzione giusta per il Milan e anche per lo stesso Donadoni che dovrebbe ripartire da un club di medio livello prima di tornare a guidare una Big.

Restano in pieni le alternative Montella ed Emery. Quale sarebbe la soluzione giusta? Mi piace molto Montella, tecnico giovane e preparato, sono convinto che il suo ciclo a Firenze sia terminato. Potrebbe essere l’allenatore ideale per il Milan.

Milan a caccia di un grande bomber come Bacca… Vale per il colombiano lo stesso discorso fatto per Ancelotti, non credo il Milan possa puntare oggi su un centravanti così forte.

Più facile arrivare ad Immobile? Penso di sì anche perché lo danno in partenza da Dortmund, potrebbe ritrovare lo smalto dei tempi di Torino proprio in rossonero.

Chiosa finale su Inzaghi: anche Zapata ha attaccato l’ormai ex tecnico... Io credo che il primo esonero sia arrivato proprio dai giocatori che hanno completamente scaricato l’allenatore rossonero.

(Claudio Ruggieri)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori