CALCIOMERCATO ROMA news, caos Garcia: Mazzarri “bocciato”, Spalletti “vecchio”, “sgarbo” Pioli, “pazzia” Luis Enrique (esclusiva)

- La Redazione

Il clciomercato della Roma è tutto orientato a Londra dove James Pallotta e i suoi stanno ridisegnando la nuova Roma. Al centro del dibattito la posizione sempre più traballante di Garcia.

garcia_applauso
Garcia Foto: Infophoto

Da Londra arrivano nubi pesanti su Roma e la Roma. E tanti dubbi di calciomercato. La guerra è scoppiata, e a darne inizio è stato Rudi Garcia nel pre partita col Palermo. Ora tutte le parti in questione sono agguerritissime. James Pallotta sulla Gazzetta dello Sport ha restituito “il favore” a Garcia, sancendo pubblicamente la rottura. Girano già molti nomi sui possibili pretendenti alla panchina della Roma. Rumors di calciomercato, non privi di fondamento. E’ per ora una (solo) una partita a scacchi. Garcia ha attaccato, e la Roma ha risposto tagliando al proprio allenatore i “rifornimenti”, come si dice in gergo: via Gervinho, via il “suo” preparatore atletico, stop ad Ayew ecc ecc. Ora la mossa spetta a Garcia: accettare queste nuove (e inattese) condizioni poste dal club o romepre e andarsene via, magari al Napoli o al Barcellona.

Per ora, ufficilmente una squadra dietro a Gracia non c’è e quindi il mister se ne sta sulla riva del fiume ad aspettare. La società, a sua volta, se ne sta ferma in attesa della mossa di Garcia, ma intanto ha dato mandato a Walter Sabatini di contattare dei sostituti del francese. Il tanto sponsorizzato Walter Mazzarri è già stato bocciato da Pallotta: troppo provinciale, poco propenso a lanciare i giovani, gioco poco europeo, non in linea con la tradizione della Roma-americana. Sono i suoi agenti a far circolare con insistenza questa voce di calciomercato. Le alternative Luciano Spalletti e Vincenzo Montella ci sono state confermate da più fonti ma sanno troppo di vecchio, di passato, di Sensi. Rappresentano l’extrema ratio.

Ci sono due suggestiioni invece molto “sabatiniane”: una è Sarri, ex Empoli, la vera rivelazione dell’ultimo campionato che però non ha esperienza in grandi club e in Europa. Personaggio diretto, schietto che rischierebbe di andare in collisione con l’ambiente-Roma. Ha dalla sua che sarebbe bravissimo a far crescere e a sviluppare il patrimonio di classe e gioventù che c’è a Trigoria. L’altra suggestione, che ha solo apparentemente del clamoroso, è Stefano Pioli della Lazio.

Con il club di Lotito non ha ancora rinnovato, e uomini vicini a Sabatini giurano che il ds un tentativo lo proverà a fare. Del resto solo due anni fa Pioli fu vicinissimo alla panchina della Roma. Il Mister X, la vera sorpresa, ci risulta essere Luis Enrique. Un ritorno da vincitore, voluto da Pallotta che lo ama da sempre. Lui, Luis Enrique, ha mantenuto un rapporto forte con i suoi ex giocatori tanto da aver invitato Francesco Totti alla finale di Berlino. Anche Pjanic e De Rossi ne parlano sempre e ancora bene. Dopo aver trionfato a Barcellona potrebbe tentare la sua rivincita a Roma. E magari a quel punto Garcia potrebbe trasferirsi a Barcellona. Le vie del calciomercato sono infinite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori