Calciomercato Juventus / News, ag. Zaza: ‘Marotta e Paratici sono suoi grandi estimatori’. 10 e 9 luglio 2015 (analisi e commenti in diretta)

Calciomercato Juventus news, analisi e commenti in diretta 10 e 9 luglio 2015: il giornalista della Rai parla dell’affare tra Juventus e Sassuolo per Vrsaljko…

10.07.2015 - La Redazione
Vrsaljko_Tevez
Vrsaljko, terzino del Sassuolo (Infophoto)

È ufficialmente un nuovo giocatore della Juventus ed è pronto ad iniziare una nuova avventura con la maglia dei bianconeri. Un salto di qualità importante per l’ex Sassuolo che da quest’anno potrà ambire a traguardi ben più prestigiosi di una semplice salvezza: “Sia Marotta che soprattutto Fabio Paratici sono grandi estimatori di Simone –  ha dichiarato l’agente del giocatore, Maifredi, ai microfoni di Tuttojuve.com – quando erano entrambi alla Sampdoria lo hanno voluto fortemente, poi ha fatto un percorso di crescita che è passato da tutte e tre le categorie. Oggi è un giocatore che ha un alto grado di potenzialità, può migliorare, ha caratteristiche importanti. La Juventus è stata brava a corteggiare Simone e tenerlo sempre a contatto, questa è stata la miglior scelta da fare: un attaccante giovane e in crescita  che ha ottenuto la Nazionale e può far gol a tanti club”. 

Il presidente del Barcellona Josep Bartomeu ha parlato del centrocampista della Juventus Paul Pogba e della relativa trattativa per portarlo in Spagna: “Abbiamo affrontato il tema al momento giusto – ha riportato il quotidiano portoghese Record ma è andata male per noi. Non è andata, pazienza”. Niente Barcellona nel futuro del francese Pogba, almeno per il momento. 

, attuale allenatore della Lazio, ha parlato oggi dal ritiro di Auronzo di Cadore soffermandosi sulle mosse di calciomercato della Juventus, una delle rivali in campionato della formazione capitolina: “I bianconeri hanno perso due giocatori importanti – ha dichiarato il tecnico biancoceleste – ma ha fatto un buon mercato. E’ ancora la più forte d’Italia”. Musica per le orecchie dei tifosi della vecchia signora che sognano un altro campionato al vertice, dopo l’entusiasmante stagione appena trascorsa.

Il giornalista della Rai Ciro Venerato ha parlato del futuro di Sime Vrsaljko, esterno duttile del Sassuolo che piace molto alla Juventus. Venerato a Radio Crc ha dichiarato: “Per Vrsaljko ci sarà un incontro tra Napoli e Sassuolo ma il club di Squinzi è rimasto male per il mancato arrivo di Zapata che andrà ad Udine. C’è stata una telefonata tra Juventus e Sassuolo per il giocatore, i club si vedranno per parlare del suo possibile approdo in bianconero. L’idea è quella di prenderlo e poi lasciarlo al Sassuolo un altro anno“.

La Juventus non ha ancora pensato all’addio di Paul Pogba. Uno degli agenti più importanti del panorama italiano, Federico Pastorello, intervistato da Tuttosport, ha rivelato: “La strategia su Pogba fa capire quanto la Juventus sia arrivata ad alti livelli. Un anno fa portai personalmente un’offerta da 50 milioni di euro per il giocatore, la Juventus non ci pensò minimanente e rifiutò l’offerta sapendo che il prezzo era destinato a crescere. Però ci sono offerte irrinunciabili“. Pastorello ha poi rivelato l’affare Nani: “Nel mercato invernale 2013-2014 era praticamente della Juventus, aveva anche accettato di ridursi l’ingaggio. Poi alcune promesse fatte ai dirigenti della Juventus non vennero mantenute e l’affare sfumò“. 

Nell’intervista concessa al Quotidiano Nazionale, l’ex attaccante della Juventus Paolo Rossi ha elogiato i bianconeri sia per quanto riguarda il calciomercato che nell’ottica del prossimo campionato. Questa la sintesi di Pablito: “La Juve resta la regina delle trattative. Resta la squadra da battere”. Juventus che ripartirà a caccia del quinto scudetto consecutivo: Dybala, Khedira (a costo zero) e Mandzukic assieme a Zaza e Rugani di rientro dovrebbero rendere anche più forte una squadra già collaudatissima, che in Italia non sembra per ora avere rivali credibili. 

La Juventus è pronta a rivoluzionare completamente il centrocampo. Lo rivela il giornalista Enzo Bucchioni del QS durante il consueto editoriale per Tuttomercatoweb.com: “L’ammissione di Agnelli ci porta alla conclusione che se arriveranno offerte importanti sia Pogba che Vidal potrebbero andare via. Per Vidal la Juventus aspetta un’offerta da 45 milioni di euro, frutto anche dell’ottimo finale di stagione con la vittoria della Copa America. Per ora il Real Madrid è fermo a 30, massimo 35, ma anche il Manchester United e altre squadre sono pronte a puntare sul cileno. Se la società riuscisse a vendere Pogba in Spagna (se il Barca alzerà l’offerta da 80 a 100), i bianconeri potrebbero andare su Oscar e pagare i 35 milioni chiesti dal Chelsea con la prima rata pagata dal Barcellona per il francese e comunque tenersi Pogba nella prossima stagione”.

La Juventus ha deciso di lasciare un altro anno Domenico Berardi al Sassuolo. La società si è comportata come fece con Simone Zaza un anno fa, cioè ha ceduto il ragazzo al club neroverde a titolo definitivo assicurandosi però il diritto di riacquistarlo tra un anno. Il suo agente, Simone Seghedoni, ha parlato a FantaGazzetta.com commentando queste scelte: “Escludo che possa andare subito alla Juventus, gli accordi presi sono chiari, non ci sono discussioni. Siamo però a conoscenza della grande stima che la Juventus nutre nei suoi confronti, però la scelta è stata fatta ed è ampiamente condivisa da tutte le parti tirate in causa. L’obiettivo è quello di disputare una grandissima stagione con la maglia del Sassuolo. Poi l’obiettivo è quello di ritagliarsi un ruolo da protagonista nella Juventus. Non ci sarà spazio per altre soluzioni alla fine del mercato”. Domenico Berardi è un attaccante classe 1994 che è esploso con la maglia del Sassuolo, diventando un punto fermo della nazionale Under 21 di Gigi Di Biagio. Dopo una buona stagione in Serie B Berardi ha debuttato in Serie A collezionando nella prima stagione 16 reti e nella seconda 15.

Nell’intervista rilasciata al sito itasportpress.it, l’ex attaccante della Juventus Nicola Amoruso ha espresso la sua opinione sulle operazione di calciomercato estive. Focus in particolare sulle partenze di Andrea Pirlo e Carlos Tevez, due pedine fondamentali nei successi delle ultime stagioni. Queste le parole di Amoruso che poi ha spostato il discorso su un altro giocatore della Juventus molto speciale: “Rimpiazzarli (Pirlo e Tevez, ndr) non sarà facile ma la dirigenza della Juve ha idee molto chiare e in tal senso l’ad Marotta sa a chi puntare. Il concetto è quello di una squadra giovane con elementi forti che fanno la differenza nel lungo periodo. A riguardo io non cederei mai Pogba ma so che il mercato è pazzo e di fronte a 100 milioni di euro è difficile dire no. Non ci sono più calciatori incedibili nel calcio moderno“. Alla fine si torna sempre a Pogba: la sua permanenza sarebbe una garanzia di competitività, la cessione porterebbe nelle casse juventine una quantità incredibile di milioni di euro.  alla Juventus? E’ una possibilità di calciomercato delle ultime ore. Per la verità se n’era parlato già un’estate fa, quando si pensava che dietro l’acquisto del croato da parte del Sassuolo ci fosse proprio la Juventus. Un anno dopo il terzino neroverde interessa ancora ai bianconeri, che devono però fronteggiare la concorrenza del Napoli. Nell’intervento ai microfoni di Radio Crc l’agente Gianfranco Cicchetti ha dichiarato: “Vrsaljko? La Juventus si è inserita nell’affare e potrebbe bruciare il Napoli: se ciò dovesse accadere, il club azzurro potrebbe puntare su Mario Rui“. La cessione di Matteo Damrian al Manchester United potrebbe innescare il valzer dei terzini: per Vrsaljko attenzione alla Juventus, che in questo momento può mettere sul piatto i migliori argomenti in campo italiano. Il brasiliano Oscar è uno dei temi caldi del calciomercato della Juventus. Trequartista del Chelsea classe 1991, con già una cinquantina di presenze nella Seleçao all’attivo, potrebbe arrivare specie se i bianconeri decideranno di sacrificare uno tra Arturo Vidal e Paul Pogba. La sua valutazione di calciomercato è però altissima: circa 40 milioni di euro. Su Oscar si espresso favorevolmente Alessandro Alciato, giornalista di SkySport intervistato da tuttomercatoweb.com a margine di un evento editoriale (la presentazione del libro scritto assieme al presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero): “La Juve ha fatto acquisti mirati, l’erede di Pirlo è Marchisio e Oscar sarebbe la ciliegina sulla torta“.  – La Juventus ha acquistato molto durante il calciomercato estivo, ma nel contempo ha perso anche giocatori importanti come ad esempio Carlitos Tevez, tornato ufficialmente fra le fila del Boca Juniors. Una grave perdita, come spiega stamane a Tuttosport l’ex stella bianconera Fabrizio Ravanelli: «Avevo una predilezione per Tevez. Tante volte negli ultimi due anni mi piazzavo sul divano per vedere i bianconeri in tv e pensavo: vabbé, la partita sarà sicuramente difficile, ma ci penserà Carlitos. Qualcosa si inventerà. Adesso sarà dura sostituirlo. E’ innegabile. Anzi, l’Apache è decisamente insostituibile. Troppo bravo. E troppo uomo squadra. E’ un fenomeno, Tevez. Vale doppio. Al di là delle due doti tecniche eccezionali, era il suo carisma a infiammare tutta la Juve. Un trascinatore nato. Una fortuna per qualsiasi allenatore». Per sostituire l’attaccante della nazionale argentina, i campioni d’Italia in carica hanno deciso di puntare su Mandzukic, acquistato a titolo definitivo dall’Atletico di Madrid: «Mandzukic è il classico centravanti – ha proseguito “Penna Bianca” – un bomber d’area… Un bisonte? Sì, e la sua potenza e il suo fisico sono superiori alla media. Ma soprattutto ha una cattiveria più unica che rara. Segna e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. Ha perennemente gli occhi di tigre. Per lui ogni partita è una guerra. E’ bravissimo a metterla dentro, ma sa anche partecipare al gioco, tener palla, guadagnarsi le punizioni. Sarà di sicuro molto utile in Italia e in Europa». Infine un commento su Morata, che secondo Ravanelli è un vero e proprio fenomeno: «Alvaro ha tutto. La falcata, il dribbling, la rapidità, la tecnica, è bravo con entrambi i piedi. E’ un’attaccante formidabile, ma può e deve migliorare ancora. Deve migliorare nel colpo di testa e vincere quell’insofferenza che talvolta compare e lo limita. Però è un fenomeno, considerando età e potenzialità. La continuità di rendimento è l’obiettivo che deve perseguire». – Va controcorrente il procuratore Vanni Puzzolo, e commentando le mosse della Juventus di questo calciomercato estivo 2015, storce il naso. L’addetto ai lavori sottolinea la partenza di due perni dello scacchiere bianconero come Andrea Pirlo e Carlitos Tevez, due star che per ora non sono stati degnamente sostituite. Intervistato dal sito del giornalista Vanni Zagnoli, vannizagnoli.it, afferma: «C’e un qualcosa che non mi convince sul modo di agire in questo mercato, che, seppur non sia certamente finito, dà l’idea che non produca altro in entrata, anche a detta dell’ad Marotta. La Juventus ha perso Pirlo e Tevez, pur con un altro anno di contratto, e al momento, a mio modo di vedere, non sono stati degnamente sostituiti. E’ vero che la Juventus si era mossa per tempo prelevando Dybala, un giovane impostosi nell’ultimo campionato, è altrettanto vero che è stato acquistato il croato Mandzukic, un centravanti esperto con una buona media gol, ma non vedo sostituti di Tevez, soprattutto del Tevez dell’ultima stagione, capace di fare la differenza, in Italia e in Europa».  Non è ancora chiuso il calciomercato di casa Juventus, nonostante l’ad Beppe Marotta spieghi il contrario. Il club bianconero potrebbe a breve assicurarsi un nuovo trequartista e attenzione anche al rinforzo difensivo. Del mercato della Vecchia Signora ne ha parlato Massimo Pavan, vicedirettore di tuttojuve.com, che dagli studi di Sportitalia ha ammesso: «Penso che il direttore Marotta magari abbia detto una mezza bugia sul mercato chiuso. Altrimenti Ogbonna non dovrebbe nemmeno uscire, credo invece che qualche operazione sarà fatta anche in entrata, con l’uscita di Pirlo e Tevez alla Juventus serve sicuramente un giocatore che possa accendere la lampadina. Un giocatore che possa fare la giocata contro squadre chiuse, c’è Dybala, vero, ma forse serve qualcosa ancora».  è da pochi giorni ufficialmente tornato alla Juventus, che due sessioni di calciomercato fa lo aveva acquistato dalla Sampdoria e subito dopo ceduto in comproprietà al Sassuolo. Da allora sono passate due stagioni che si possono definire positive per l’attaccante classe 1991, autore di 9 gol nel campionato 2013-2014 e 11 nell’ultimo torneo. Ora comincia una nuova esperienza nella carriera di Zaza, che vivrà situazioni molto diverse rispetto a quelle di Sassuolo. Sono già circolate indiscrezioni di calciomercato secondo cui la Juventus potrebbe cedere il giocatore in prestito, per consentirgli di mantenere un minutaggio elevato. A tal proposito l’agente di Zaza, Christian Maifredi, ha fatto chiarezza nell’intervista rilasciata al sito tuttomercatoweb.com: “A oggi (quella del prestito, ndr) non è una possibilità. (…) La speranza è quella di prendere parte a più partite possibili. Di imparare, di migliorarsi in mezzo a tutti i campioni con i quali si confronterà quotidianamente“. Per il momento i concorrenti di Zaza si chiamano Mario Mandzukic, Alvaro Morata e Paulo Dybala: niente male come banco di prova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori