Calciomercato Milan / News, Pedullà: “Ibrahimovic pensa solo al Milan”. 12 e 11 luglio 2015 (analisi e commenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan news: analisi e commenti in diretta 12 e 11 luglio 2015. Secondo Pedullà il possibile inserimento dell’Inter non inciderà sulla trattativa per Ibrahimovic. 

dejong_acquah
(INFOPHOTO)

Il calciomercato del Milan potrebbe ancora regalare un grande nome ai tifosi, quello di Zlatan Ibrahimovic. Alfredo Pedullà, sul suo sito ufficiale, ribadisce che gli arrivi di Carlos Bacca e Luiz Adriano non si possono considerare alternativi a quello di Ibrahimovic, con cui ci sarebbe già l’accordo (triennale a 6 milioni a stagione). Secondo Pedullà l’interessamento dell’Inter sul centravanti svedese sarebbe solo una suggestione di mercato, in quanto la presenza di Zlatan Ibrahimovic, nel modulo di Roberto Mancini, sarebbe incompatibile con quella di Mauro Icardi. Secondo Pedullà il Milan, prima di sferrare l’attacco decisivo per Ibrahimovic, cercherà di portare a Milanello il difensore centrale (Romagnoli) e il centrocampista in grado di dare qualità al reparto (Witsel o Gundogan) e, al tempo stesso attenderà l’ufficializzazione di un attaccante di livello da parte del Paris Saint Germain. 

Il Milan ha completato la cessione di Stephan El Shaarawy al Monaco, in molti sono convinti però che questa scelta non sia stata giusta. Di questo parere è anche Daniele Mariani, vice-direttore di Spazio Milan, che commenta così: “El Shaarawy via dal Milan, a scriverlo fa effetto ma a comprenderlo no. L’addio era prevedibile da tempo. Bastava approfondire la sostanza senza fermarsi all’apparenza per porre delle domande serie senza scervellarsi. Lui alla Di Maria nel senso che uno ha lasciato il Milan come l’altro il Real Madrid”. Si era parlato di un possibile impiego del calciatore come mezzala nel centrocampo a tre, una soluzione che per Mariani è davvero difficile da comprendere.

Dopo una primavera in cui si era parlato molto della sua possibile partenza a parametro zero un po’ a sorpresa Nigel de Jong ha rinnovato il contratto con il club rossonero pronto a rimanere ancora a Milano. Il calciatore ha parlato a Milan Channel dell’operato sul mercato della società: “Vogliamo tornare subito in Euroa e pseriamo di farcela perchè abbiamo una grande squadra e stiamo recuperando giocatori improtanti rispetto alla scorsa stagione. La società e Mihajlovic stano facendo un grande lavoro per provare a tornare in Champions. Ibra? Spero che torni. El Shaarawy? Dispiace, ma il calcio è così”.

Faraone El Shaarawy è un nuovo giocatore del Monaco. Un’operazione che ha soddisfatto tutta la dirigenza monegasca, già da tempo sulle tracce del giovane talento del Milan, come rivelato dal noto giornalista di Mediaset Carlo Pellegatti. Già durante il mercato di riparazione a gennaio, infatti, il club francesce aveva quasi chiuso un prestito secco del Faraone fino a giugno. La trattativa si era sviluppata nei giorni precedenti alla sfida contro la Lazio il 24 gennaio, finita 3-1 per la formazione biancoceleste. L’infortunio di El Shaarawy però fece saltare tutto. In questa sessione estiva delle trattative le parti si sono rincontrate e non ci sono stati intoppi di alcun genere; così, dopo i tentennamenti di Mattia Destro, la società monegasca ha deciso di puntare forte su Stephen El Shaarawy che la prossima stagione giocherà in Francia. Potrebbe essere anche una buona notizia per Antonio Conte che avrà così possibilità di veder giocare El Shaarawy con maggiore continuità. E’ anche quello che si aspetta il ragazzo che sogna di potersi guadagnare un posto per gli Europei dell’estate prossima.

, giornalista di Sky Sport, ha commentato il passaggio del faraone El Shaarawy al Monaco “Quella di Berlusconi e Mihajlovic di mettere Stephan a centrocampo è stata una provocazione. Con le sue caratteristiche non era possibile immaginarlo a centrocampo, forse è stato un modo per consigliare l’addio a Stephan”. Secondo Di Stefano, El Shaarawy ha rappresentato il passaggio dal vecchio Milan al nuovo Milan. E  poi ha aggiunto: “Il suo nome è un brand all’esterno, ha già un valore internazionale, e giocare in un club che ha meno aspettative rispetto al Milan, può essere il modo per rilanciarsi, questo è l’anno della consacrazione. Ha i numeri da campione ma serve continuità”.  Al termine dell’amichevole vinta dall’Inter contro lo Stoccarda, il tecnico dei nerazzurri Roberto Mancini  si è soffermato ai microfoni dei giornalisti presenti per dire la sua su Zlatan Ibrahimovic, centravanti svedese conteso tra Inter e Milan sul calciomercato: “Ibrahimovic? E’ un grande giocatore, se ci fosse la possibilità tutti lo vorrebbero, ma questo non vuol dire che verrà all’inter. Noi abbiamo Icardi, poi se si parla di Ibra non si può dire altro che è un grande campione. Proverete a riportarlo a Milano?  Io penso che lui sia il centravanti del PSG, una grande squadra. Se andasse al Milan? Diventerebbe forte per vincere il campionato”. Intervenuto durante la trasmissione “Speciale Calciomercato” di Sportitalia, l’allenatore Franco Lerda, fino alla scorsa stagione alla guida del Lecce, ha tracciato un primo bilancio del mercato rossonero, commentandone gli acquisti e le future mosse:”In mezzo al campo, con l’arrivo di Bertolacci, i rossoneri hanno fatto un salto di qualità. È un centrocampista che abbina bene le due fasi, è stato un ottimo acquisto. Lerda ha poi sottolineato l’importanza di un acquisto in difesa:”La priorità assoluta è un difensore centrale. Romagnoli è un ragazzo di grande prospettiva. È già pronto e Mihajlovic lo conosce bene. È un giocatore che farebbe molto comodo al Milan. Alla domanda su un’eventuale ritorno di Zlatan Ibrahimovic in rossonero, Lerda ha risposto:”Davanti, se arrivasse Ibrahimovic, porterebbe ulteriore peso, tra l’altro in un ambiente che gli vuole beneIn un’intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport”, il direttore del noto settimanale “France Football”, ha parlato di ciò che rappresenta oggi per il Paris St Germain Zlatan Ibrahimovic:”Ha lasciato una traccia storica nel nostro calcio e nel club parigino, ma sta diventando un problema con le sue sfuriate fuori dal campo e l’incompatibilità con Cavani.” Ejnés ha pure ricordato come il Psg abbia “imparato a vincere anche senza di lui“, e ha aggiunto:”il club che lo prende si deve chiedere che cosa può ancora dare. Il Milan ha già una grande storia, non ha bisogno di una star. Forse Ibra dovrebbe tentare l’avventura negli Usa.Dopo la splendida stagione disputata con la maglia del Genoa, l’attaccante Mbaye Niang si appresta a vivere un nuovo campionato in rossonero al Milan, club proprietario del suo cartellino.  “Io parto dall’idea che devo dare il massimo – ha dichiarato il giocatore ai microfoni di Milan Channel – fare tanti gol e assist e farmi trovare pronto quando chiamato in causa”. Sull’esperienza in Liguria: “Mi è servita molto perchè mi ha fatto crescere, mi ha permesso di migliorare. Ho fatto assist e gol e son stato decisivo”. Su Mihajlovic: “Il suo concetto di calcio e di allenamenti sono molto belli perchè cerca sempre intensità”., centrocampista olandese del Milan accostato allo Stoke City in questa sessione estiva del calciomercato, ha voluto ringraziare con il club rossonero con un messaggio pubblicato sul suo profilo Instagram: “Grazie di tutto per la scorsa stagione, continuerò a seguirti e a tifare per te” ha scritto il giocatore allegando la foto della propria esultanza dopo il gol messo a segno nella partita in campionato contro la Roma.Il giornalista Peppe Di Stefano, intervenuto in diretta ai microfoni di Sky Sport,  ha parlato della trattativa per il trasferimento del faraone Stephan El Shaarawy al Monaco: “El Shaarawy è sempre più vicino ad essere un giocatore del Monaco. La trattativa si aggira attorno tra i 18 e i 20 milioni. Il giocatore è rimasto sveglio fino alle 3 di notte per seguire la trattativa e oggi non ha lavorato né con il gruppo né con i nazionali“. Il giocatore si appresta a lasciare Milanello per l’ultima volta: “Vivrà le prossime ore a casa sua, a Savona, mentre domenica sera andrà a Montecarlo dove lunedì mattina farà le visite mediche. Potrebbe indossare la maglia numero 92 anche nel Principato, che è un suo marchio di fabbrica. Questa sera nuovo incontro tra Milan e Monaco, dove si lavorerà sulla cifra finale e sulle modalità di pagamento”. Il direttore di Milan Channel Mauro Suma, nel consueto editoriale settimanale pubblicato da Tuttomercatoweb, ha fornito il suo pensiero riguardo i 3 nomi che più stanno infiammando l’estate dei rossoneri in sede di calciomercato, ovvero Romagnoli, Witsel e Ibrahimovic. Analizzando le possibilità di arrivare a questi giocatori e le eventuali conseguenze che deriverebbero da acquisti di questo calibro, Suma ha scritto:”Se ne arriva uno lotta per l’Europa fra CL e EL, se ne arrivano due si puntano dritti i primi due/tre posti, se dovessero mai arrivare tutti e tre è seria candidatura per lo Scudetto. Modestissima e ininfluente previsione personale: almeno uno, importante, con vista poi sul mercato di Gennaio. Due sarebbe una grandissima cosa. Tre pressochè impossibile.” Il Milan sogna di ritornare in Europa dalla porta principale, ovvero in Champions League. Ne è convinto anche il tecnico del Palermo Beppe Iachini che durante la presentazione del ritiro di Bad Kleinkirchheim ha dichiarato: “Nessuno ci vieta di cullare sogni europei ma dobbiamo essere realisti, ci sono squadre che si sono rinforzate a dovere come Inter e Milan“. Le due milanesi dunque pronte a dare battaglia per un posto in Europa, non sarà semplice per le altre trovare spazio per una lotta in Europa.  Il Milan punta ad altri acquisti nell’attuale sessione di calciomercato ed in particolare il prossimo passo sembra essere l’innesto di un difensore. In tal senso si parla con insistenza di Alessio Romagnoli come dell’obiettivo numero 1 di Sinisa Mihajlovic, ma attenzione anche ad altri profili come ad esempio quello di Aymeric Laperte, francese dell’Athletic Bilbao che ha solo un anno in più rispetto a Romagnoli, ma già una bella esperienza nel bagaglio. Parlando durante la trasmissione di Sky Sport ‘Calciomercato – L’originale’, il giornalista de Il Sole24ore Marco Bellinazzo ha dichiarato: “Il Milan per il mercato ha ancora 30-40 milioni. Mr. Bee continua a lavorare sui contratti, si arriverà al limite per chiudere l’operazione. La costruzione dello stadio nuovo viene visto con grande favore“. Con una somma del genere i rossoneri potrebbero permettersi ancora un altro grande colpo, magari proprio Romagnoli per cui la Roma sembra decisa a chiedere una cifra vicina a 30 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori